31 January, 2023
HomePosts Tagged "Giampaolo Cassitta"

[bing_translator]

«Ordine dei giornalisti e FNSI sono consapevoli che il fondamentale diritto all’informazione può trovare dei limiti quando venga in conflitto con i diritti dei soggetti bisognosi di una tutela privilegiata. Pertanto, fermo restando il diritto di cronaca in ordine ai fatti e alle responsabilità, va ricercato un equilibrio con il diritto del minore ad una specifica e superiore tutela della sua integrità psico-fisica, affettiva e di vita di relazione.» In queste righe sono contenuti i criteri che i giornalisti italiani hanno seguito nel darsi regole vincolanti quando le notizie diffuse riguardano i minori.
Regole che verranno approfondite nell’evento formativo dal titolo “Devianza minorile tra diritto di cronaca e la tutela dei soggetti minorenni”, che si svolgerà a Cagliari e a Sassari il 9 e il 10 maggio prossimi. L’incontro è organizzato dall’Ordine dei giornalisti della Sardegna con il Centro per la giustizia minorile per la Sardegna, che ha tra i propri compiti istituzionali la prevenzione primaria e secondaria della delinquenza minorile, la programmazione e la realizzazione di interventi personalizzati per accompagnare  minori e giovani entrati nel circuito penale in percorsi di autonomia personale nel rispetto della legalità.
Ordine dei giornalisti e Centro per la Giustizia Minorile della Sardegna hanno sottoscritto un protocollo di intesa «per la costituzione di un osservatorio regionale sul trattamento dell’informazione nel rispetto dei diritti delle persone di minore età».
A Cagliari l’incontro si svolgerà giovedì prossimo, 9 maggio, nella Sala convegni Giorgio Pisano in piazza Unione Sarda, dalle 14.00 alle 17.00. Relatori saranno: Francesco Birocchi, presidente ODG Sardegna, Giampaolo Cassitta, direttore del Centro per la giustizia minorile della Sardegna e Federica Palomba, dirigente del  Centro per la giustizia minorile della Sardegna.
Ai giornalisti partecipanti saranno assegnati 5 crediti formativi.
A Sassari l’appuntamento è per venerdì 10 maggio presso la Sala conferenze Servizi Minorili della Giustizia di Sassari, viale Papa Giovanni Paolo II, 6, dalle 14.00 alle 17.00. Relatori saranno: Francesco Birocchi, presidente ODG Sardegna, Giampaolo Cassitta, direttore del Centro per la giustizia minorile della Sardegna, Federica Palomba e Nicolò Goddi dirigenti del Centro per la giustizia minorile della Sardegna.
Ai giornalisti partecipanti saranno assegnati 5 crediti formativi.

[bing_translator]

Ieri, mercoledì 17 aprile, il comune di Iglesias ed il Centro per la Giustizia Minorile per la Sardegna, hanno rinnovato il protocollo d’intesa per l’attuazione di programmi e di interventi integrati in favore dei minori dell’area penale, e per la definizione operativa degli ambiti di collaborazione tra i due Enti.

Un’intesa che tiene conto della necessità di incentivare la collaborazione all’interno delle Istituzioni e con la società civile, al fine di migliorare la qualità e l’efficienza degli interventi indirizzanti al reinserimento sociale dei minori e dei giovani adulti coinvolti in attività devianti.

In questo ambito, diventa fondamentale rafforzare la sinergia, grazie all’elaborazione di attività sportive e formative per ragazzi tra i 14
ed i 25 anni, con laboratori, progetti didattici di reinserimento scolastico ed inserimenti lavorativi.

Il Centro per la Giustizia Minorile, si impegna a favorire la comune formazione degli operatori ed a fornire al comune di Iglesias la collaborazione per la realizzazione degli interventi necessari, sia per quanto riguarda le politiche di prevenzione che per il reinserimento dei giovani, con l’obiettivo finale del raggiungimento dell’autonomia.

«La Sardegna rappresenta un caso particolare, perché si accentrano nelle grandi città servizi che invece necessitano di essere dislocati anche nei territori», ha commentato il sindaco Mauro Usai.

«Ospitare il Centro per la Giustizia Minorile per la Sardegna è il segnale di un’attenzione particolare verso tutto il Sulcis e verso i suoi giovani.»

L’assessore delle Politiche sociali Angela Scarpa ha messo in evidenza l’importanza di una collaborazione tra le Istituzioni: «Ringrazio il dottor Giampaolo Cassitta, la dottoressa Silvia Casacca e la dottoressa Valentina Borgia del Centro per la Giustizia Minorile, per la fiducia che ci viene rinnovata, a dimostrazione che la collaborazione tra le Istituzioni risulta fondamentale nel dare un reale sostegno ed una possibilità di riscatto per i nostri giovani».

[bing_translator]

Luogo di vacanze e cultura, con la presentazione delle ultime fatiche letterarie di grandi autori della scena nazionale. Porto Cervo si conferma anche questa estate un punto d’incontro e palcoscenico per le opere di autori sardi e nazionali, che con i loro libri allieteranno le giornate di vacanza dei tantissimi lettori appassionati di saggi e narrativa. Anche quest’anno Il Consorzio Costa Smeralda proporrà un cartellone di eventi molto nutrito, con la presentazione di 18 volumi che percorrono tematiche differenti, tutte di grande interesse. Tutti gli incontri si svolgeranno alle 19,30 nella Piazza Centrale di Porto Cervo, palcoscenico ideale e cuore pulsante del villaggio smeraldino.

Saranno tantissimi i nomi di spicco della rassegna, a cominciare da Ferruccio De Bortoli, che sarà protagonista dell’appuntamento del 3 agosto con il suo ultimo libro “Poteri forti (o quasi)”: memorie di oltre quarant’anni di giornalismo, edito da La Nave di Teseo. De Bortoli, per quasi 20 anni direttore del Corriere della Sera e del Sole 24Ore e oggi a capo della Casa editrice Longanesi, racconta da uno speciale punto di osservazione quarant’anni di storia del nostro Paese. Al centro ci sono la finanza e la politica, i media e la magistratura, con episodi inediti e tante sorprese.

Il 22 luglio cronaca, politica e attualità con uno dei protagonisti di spicco del giornalismo militante: Antonio Padellaro ed il suo “Fatto personale” edito da Paper First, presentato dal giornalista Claudio Cugusi, componente dell’ufficio stampa del Consiglio regionale.

Il 15 luglio spazio ad un autore gallurese molto noto a Porto Cervo e in Costa Smeralda, Mario Gregu, che salì alla ribalta letteraria con “Nato all’Infermo”, un volume che destò grande interesse e venne pubblicato da Salani editore riscuotendo ottimi risultati. Per Porto Cervo Libri presenterà “Il Conte maledetto” pubblicato da EBS print.

Anche il tema naturalistico avrà due importanti spazi nella rassegna: il 17 luglio con un tris di autori del calibro di Marina Pala, Egidio Trainito e Sonia Pala che, presentati dal giornalista Guido Piga, proporranno le bellezze galluresi con il libro dedicato a Monti Zoppu, “Natura e Storia in Costa Smeralda” edito da Taphros; mentre il 24 agosto Domenico Ruiu illustrerà il volume di Carlo Delfino Editore “Sardegna, 20 fotografi di natura”, pubblicazione di grande pregio artistico curata da Egidio Trainito e Renato Bratzu.

Il tour di Padre Salvatore Morittu e Giampaolo Cassitta impegnato a presentare il libro di Arkadia Editore “Gli ultimi sognano a colori” farà tappa a Porto Cervo il 27 luglio.

Parlerà di cinema in una versione legata alla sua professione la celebre criminologa Flaminia Bolzan, molto nota al grande pubblico per le sue frequenti partecipazioni ai più importanti talk show televisivi, con il libro “Passione nera: i volti della violenza nel cinema d’autore italiano” edito da Il Foglio.

Sul tema della giustizia parlerà il 2 agosto Francesca Scopelliti, l’ultima compagna di Enzo Tortora e per molti anni impegnata nelle istituzioni, con un best seller di Pacini Editore “Lettere a Francesca”, il drammatico carteggio che testimonia le vicissitudini di uno dei più noti e amati anchorman della televisione italiana.

Il 5 agosto spazio alla giornalista sarda e da molti anni emigrata nella Penisola per il suo lavoro di cronista nel Corriere della Sera, Elvira Serra, con il suo ultimo romanzo pubblicato per Rizzoli “Il vento non lo puoi fermare”.

Appuntamento poi con Magdi Cristiano Allam, protagonista l’8 agosto a Porto Cervo Libri, impegnato in un tour intensissimo in tutta Italia per parlare del suo “Io e Oriana”: un intenso ritratto della grande intellettuale e scrittrice con la quale Allam aveva stretto un legame di idee molto forte e sincero. Con lui in piazzetta ci sarà Michele Pisano, presidente dell’associazione Caravella ed ex assessore alle Politiche giovanili del comune di Quartu Sant’Elena.

L’annuale appuntamento dell’Istituto Euromediterraneo diretto da Don Raimondo Satta, che è anche lo storico e amatissimo parroco di Porto Cervo, si terrà l’11 agosto e vedrà la partecipazione dello psichiatra e scrittore Paolo Crepet, anche lui notissimo al grande pubblico per le lucide e coinvolgenti teorie che appassionano i tanti telespettatori che lo seguono nei vari programmi di approfondimento di cultura e attualità.

Dopo Ferragosto, poco prima dell’inizio del campionato, arriverà il notissimo opinionista, scrittore e tifoso della Juventus, Giampiero Mughini, che il 18 agosto, assieme ad un tifoso speciale, Stefano Piras, cagliaritano con la Juve nel sangue e profondo conoscitore della storia del club, racconterà i tanti aneddoti legati al mondo del calcio e alle imprese bianconere con il suo ultimo lavoro per Mondadori “Sempre una gran signora”.

Il 20 agosto la scena di Porto Cervo Libri sarà tutta per Vera Slepoj e “La psicologia dell’Amore” ultima fatica della prolifica psicologa e scrittrice veneta pubblicata da Mondadori.

Uno dei grandi successi letterari dello scorso anno edito da Einaudi è “Mia madre e altre catastrofi” di Francesco Abate, vincitore di numerosi premi tra cui il Solinas con “Ultima di campionato”, il Premio del Libraio Città di Padova 2007 con “Mi fido di te”, il Premio Alziator 2011 con il romanzo ‘Chiedo scusa’ e Il Premio Lawrence con il romanzo “Un posto anche per me”. Alcuni suoi libri sono tradotti in Francia, Germania, Olanda, Belgio e Grecia. Caporedattore delle pagine culturali dell’Unione Sarda, Abate sarà a Porto Cervo il 28 agosto.

Gradito ritorno a Porto Cervo il 2 settembre per Roberto Giacobbo, il celebre conduttore di Voyager che firma per Rai Eri “L’uomo che fermò l’apocalisse”.

In chiusura, il 10 settembre, l’atteso appuntamento con Lidia Ravera, già programmato lo scorso anno ma saltato a causa del tragico terremoto nel centro Italia, evento drammatico che costrinse l’autrice, nella sua veste di assessore della Cultura della Regione Lazio, a cancellare tutti gli impegni letterari per garantire la sua presenza in tutte le delicatissime fasi del post sisma.

Assieme al caporedattore delle pagine culturali della Nuova Sardegna, Costantino Cossu, Lidia Ravera presenterà il suo ultimo romanzo edito da Bompiani “Il terzo tempo”, ma non mancherà di parlare anche della riedizione in Graphic Novel del suo grande successo di sempre “Porci con le ali” che l’anno scorso ha festeggiato i 30 anni.