18 August, 2022
HomePosts Tagged "Gianni Brundu"

Le problematiche del polo industriale e, più in generale, del mondo del lavoro nel Sulcis, sono state al centro del confronto tra il sindaco di Carbonia Pietro Morittu, la sua Giunta e i vertici della Cgil, nella sede cittadina dell’organizzazione sindacale, in via Partigiani. 

“E’ stato un incontro importante sul piano istituzionale, ma anche della relazione ha detto il primo cittadinoche replicheremo la prossima settimana con gli altri sindacati Cisl e Uil, per avere un quadro completo sul tema del lavoro ed intervenire laddove possibile.”

“Siamo molto grati di questa attenzione che ci è stata dataha esordito il segretario Antonello Congiue vorremmo tornare alle buone e vecchie maniere, con la volontà di vedere i problemi e risolverli insieme.”

Dalle industrie al comparto chimico, dal settore costruzioni alla sanità: Franco Bardi, Roberto Forresu, Emanuele Madeddu, Gianni Brundu e Gianni Zedda, ognuno per il suo settore di competenza, ha sottoposto all’attenzione di sindaco ed assessori i problemi maggiormente incisivi tra cui le vertenze che pendono sul destino di molti lavoratori. L’obiettivo, hanno rimarcato, è riprendere le fila di un dialogo e restare a contatto con il territorio: “Avanzare richieste in modo unitario è l’unico modo per avere possibilità di arrivare ad un risultato”.

“Facciamo fronte a una serie di questioni a più livelliha aggiunto Pietro Morittu abbiamo un problema di risorse umane, collegato al decremento demografico, di depauperamento dei servizi, su cui stiamo provando a misurarci soprattutto per ciò che riguarda la sanità con richieste continue e circostanziate, la transizione ecologica e l’Ecobonus ad essa collegato con cui vorremmo migliorare la città e le periferie, fino ad arrivare al cosiddetto tema dei temi che è il disavanzo del bilancio, una condizione spinosa ereditata con cui dobbiamo fare necessariamente i conti per non rimanere ingessati”.

“Carbonia torni ad essere a pieno titolo avamposto delle rivendicazioni del Sulcis, ma soprattutto incidere per risolverle. Sono a questo proposito in corso interlocuzioni con la Regione e con l’assessorato all’Industriaha concluso il sindaco Pietro Morittuper un incontro sulla situazione del Polo industriale.”

[bing_translator]

Verranno consegnati questa sera, a Sassari (inizio alle 21.00), all’interno del teatro comunale, nel corso dello spettacolo “Insieme con le note del cuore. Musica e solidarietà in ricordo di Matteo”, i prestigiosi “Mediterraneo Fair Play Awards”, il premio, voluto dal Comitato nazionale italiano Fair Play, è destinato a quelle persone che si sono distinte in diversi settori per il loro contributo ai valori del Fair Play. La serata sarà condotta da Sergio Masia e Cinzia Careddu.

Tra i premiati anche il presidente del Comitato regionale della Fip Sardegna Bruno Perra a cui andrà  il “Premio Giovanni Cherchi” – destinato a un dirigente sportivo distintosi particolarmente per il fair play e dedicato al dirigente della Dinamo Banco di Sardegna prematuramente scomparso. Un riconoscimento, cita la motivazione del premio,  per il grande lavoro svolto in questi anni come presidente della Federbasket regionale per lo sviluppo della pallacanestro in Sardegna.

Durante la serata verrà assegnato il  “premio Mauro Piredda”,  ad un giornalista che si è contraddistinto nella sua carriera per correttezza e lealtà. Quest’anno il riconoscimento andrà a Gianni Garrucciu, volto e voce della Rai per tanti anni.

Il “premio Comitato nazionale Fair Play” andrà ad Alessia Orro, la giovanissima campionessa di volley originaria di Narbolia, palleggiatrice della nazionale e vittima di stalking, «per la sua forza e il suo coraggio, per il messaggio positivo che ha trasmesso alle sue coetanee e a tutte le donne».

Infine, il “Premio La Nuova Sardegna” il cui vincitore viene scelto dai lettori attraverso un sondaggio via web  sul sito internet del giornale, dove sono state selezionate dieci storie di fair play che spiegano  bene la filosofia dell’iniziativa. I lettori della Nuova hanno scelto di premiare cinque ragazze sarde – tre di Ozieri, una di Nule e una di Tonara – impegnate in uno stage formativo di volontariato in Tanzania.

La manifestazione, lo scorso anno, ha riscosso un notevole successo, grazie alla partecipazione di numerosi gruppi ben noti nel panorama musicale italiano, e anche grazie allo scopo nobile che l’organizzazione si è prefissata: l’intero incasso è stato devoluto in beneficenza alla Onlus Amici di Gianni Brundu per il loro progetto di cure palliative domiciliari per i malati oncologici.

Quest’anno, in occasione della seconda edizione, l’obbiettivo degli organizzatori sarà quello di raccogliere fondi per finanziare un progetto ideato dalla stessa associazione dal titolo “Volære. In mongolfiera con la bussola”. Il progetto Volære si pone alle porte delle cure palliative e si propone l’accoglienza di tutte quelle persone che ricevono una diagnosi di malattia oncologica.

L’ingresso allo spettacolo di sabato è a offerta, per i biglietti bisogna rivolgersi alla sede dell’Associazione “Insieme con le Note nel Cuore” in viale Porto Torres, 27 a Sassari oppure chiamare il numero 392 5826123.

Bruno Perra.