24 May, 2022
Home2022Febbraio

Il Consiglio comunale di Iglesias questa sera ha approvato all’unanimità una mozione contro la guerra in Ucraina, presentata da otto consiglieri di minoranza: Simone Saiu, Luigi Biggio, Valentina Pistis, Arianna Cortese, Alberto Cacciarru, Federica Garau, Bruna Moi e Francesca Tronci.

La mozione, premesso che l’attacco della Russia all’Ucraina è un fatto di inaudita gravità da condannare fermamente; che il ruolo della diplomazia in questo momento deve essere forte e incisivo e diretto in maniera inequivoca a trovare una soluzione diplomatica e fermare quanto prima la guerra alle nostre porte; che il prezzo più alto delle guerre lo pagano i civili, i bambini, le donne e tutte le persone in fuga da quei territori; la mozione impegna il Sindaco e tutto il Consiglio comunale: «A creare ogni possibile mobilitazione affinché venga tutelata la pace e la garanzia del diritto internazionale in concorso con le altre istituzioni locali e con la società civile contro il sopruso che si sta consumando in queste ore;  a prendere contatti ufficiali con la Comunità Ucraina in Sardegna e con gli organi diplomatici di quel Paese per stabilire forme di sostegno concrete da offrire alle persone che cercano rifugio nel nostro territorio; ad esprimere la più ferma condanna per l’invasione dell’Ucraina ed i bombardamenti delle città».

«I conflitti bellici che si stanno consumando in queste ore in Ucraina rappresentano uno degli eventi più drammatici della storia recente dell’Europa, in spregio dei valori, dei principi fondamentali del diritto internazionale, europeo e della nostra Costituzione che ripudia ogni guerra come strumento di offesa alla libertà dei popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali.»

Lo scrivono in una nota, Daniela Garau e Daniele Mele del Patto Civico e Monica Atzori della Lega, consiglieri comunali di minoranza a Carbonia.

«È opportuno e urgente che le istituzioni tutte concordemente predispongano una linea politica e di azione immediata in termini di cooperazione internazionale, nazionale e locale per scongiurare la prevedibile catastrofe umanitaria ai danni della popolazione Ucraina, con conseguenze gravi e irreparabili per tutti i popoli civiliaggiungono Daniela Garau, Daniele Mele e Monica Atzori –. Condanniamo recisamente qualunque forma di violenza perpetrata ai danni della popolazione Ucraina, esprimiano solidarietà e vicinanza alle popolazioni coinvolte nella guerra e ci impegniamo, anche con un ordine del giorno che stiamo trasmettendo al Sindaco e alla Giunta, affinché si facciano carico di garantire qualunque forma di sostegno e aiuto umanitario per l’accoglienza anche nella città di Carbonia dei profughi ucraini, vittime della guerra, anche attraverso i privati che volessero ospitarli, in collaborazione anche con le realtà istituzionali, associative del territorio.»
«Sollecitiamo il Governo italianoconcludono Daniela Garau, Daniele Mele e Monica Atzori ad attivare qualsivoglia canale istituzionale/diplomatico per il superamento del conflitto armato e per la ripresa del dialogo.»

«I lavori di riqualificazione della piazza municipio e del palazzo municipale di Iglesias danno certamente nuova veste alla zona. Oggi, ancor più di ieri, chiediamo di verificare a che punto sono i lavori di ristrutturazione del palazzo civico, anche in vista della ripresa dei lavori di aula.»

Lo scrive, in una nota, la consigliera di minoranza Valentina Pistis, del gruppo Riformatori sardi.

«Per quanto concerne il Margherita di Savoia aggiunge Valentina Pistis -, riteniamo sia doveroso un sopralluogo per verificarne lo stato dei luoghi. Per troppo tempo si è posticipata l’apertura dell’opera. Occorre accelerare e definire le procedure di riapertura in sicurezza.»

Seconda vittoria consecutiva per la Villacidrese, che si è aggiudicata l’anticipo della 24ª giornata del campionato di Eccellenza sul campo dell’Arbus di Nicola Agus. La squadra di Graziano Mannu si è presa i tre punti nel derby. I gol segnati da Salvatore Bruno nel primo tempo ed Igor Minerba nella ripresa hanno fissato il punteggio sul 2-0, replicando il successo sul Castiadas con un’altra grande prestazione.

Rispetto alla gara di mercoledì, Graziano Mannu ha inserito nell’undici titolare Alessio Demontis al posto di Valerio Muscas e Manuel Piras al posto dello squalificato Suku Kassama Sariang.

La gara si è sbloccataalla mezz’ora del primo tempo grazie al colpo di testa di Salvatore Bruno sul cross di Marcello Angheleddu. Nella ripresa il raddoppio con Igor Minerba che, dopo un suo tiro rimpallato, al sec, è riuscito a trovare il suo primo gol con la maglia della Villacidrese.

Per la squadra di Graziano Mannu si tratta di un successo importante per salire a quota 37 punti e restare nel vivo della lotta playoff per provare a dire la sua anche nella parte finale del campionato.

Arbus: Manfredi, Spina, Muscas (44’ st Melis), La Torre (46’ st S. Atzori), Ghiani, Baggini, Stochino, L. Atzori (20’ st Tiddia), Garcia, Alassani, Diaz (28’ st Idili). A disposizione: Concas, Deias, Casu, Camedda. All. Nicola Agus.

Villacidrese: Pisano, Demontis (20’ st Muscas), Lussu, Minerba (16’ st Porru), Bruno, Pinna, Cordeddu, Angheleddu (30’ st Medda), Figos, Paulis, Piras (11’ st Corda). A disposizione: Ardau, Figus, Lilliu, Zedda, Cirronis. All. Graziano Mannu.

Arbitro: Casula di Ozieri.

Reti: 30’ Bruno, 58’ Minerba.

Note: espulso Baggini, ammoniti L. Atzori, Garcia, Pinna, Porru.

Prosegue il confronto tra comune di Carbonia ed Anas, per la manutenzione delle otto rotatorie realizzate negli ultimi anni sulla SS 126. Venerdì scorso si è tenuto il terzo incontro nella sede cagliaritana dell’ente che si occupa delle infrastrutture stradali, per attivare un percorso di collaborazione e sinergia volto al trasferimento delle otto rotatorie realizzate dal Comune, su delega di ANAS, con convenzione Regione Autonoma della Sardegna.

Nel corso dei lavori, ai quali hanno partecipato il sindaco Pietro Morittu, l’assessore dei Lavori pubblici Stefano Mascia, la segretaria comunale Antonella Marcello ed il dirigente del Servizio Lavori pubblici Enrico Potenza, è stato affrontato il tema dell’apertura dei lavori sulla SS 126 e la presa in carico della prima rotatoria, all’ingresso della Grande Miniera di Serbariu. Con la presa in consegna, Anas provvederà ad effettuare tutti gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria necessari alla rotatoria.

Gli Enti si stanno impegnando al fine di chiudere quanto prima le procedure anche per le altre sette rotatorie – su cui sono urgenti lavori di manutenzione del manto stradale e delle barriere – che insistono sulla SS 126.

 

Il comune di Carbonia ha aderito simbolicamente alla XV Giornata mondiale delle Malattie rare promossa da UNIAMO, Federazione Italiana Malattie Rare, esponendo sulla facciata del palazzo di piazza Roma i colori che caratterizzano la giornata: azzurro, fucsia e verde.

Sebbene le malattie rare riguardino oltre 2 milioni di famiglie in Italia, 30 milioni in Europa e 300 milioni nel mondo, restano malattie sconosciute spesso anche alla comunità scientifica, come nel caso delle ultra-rare e delle cosiddette “orfane di diagnosi”.

«È importante promuovere ovunque – ha sottolineato il sindaco di Carbonia Pietro Morittul’equità come accesso alle pari opportunità nei vari ambiti che possano valorizzare il potenziale delle persone con malattie rare. Sensibilizzare l’opinione pubblica in tal senso è fondamentale per far progredire la ricerca scientifica e le tutele sociali.»

Una malattia si definisce “rara” quando colpisce non più di 5 individui ogni 10mila persone. Si conoscono tra le 6mila e le 8mila malattie rare, molto diverse tra loro, ma spesso con comuni problemi di ritardo nella diagnosi, mancanza di una cura, carico assistenziale.

Una buona prestazione non è stata sufficiente al Carbonia di David Suazo per uscire imbattuto dal campo della capolista Giugliano. I biancoblù, scesi in campo in formazione ampiamente rimaneggiata per le assenze dell’infortunato Alessandro Aloia e degli squalificati Joaquin Suhs, Mirco Carboni e Ador Gjuci, hanno tenuto testa al Giugliano per tutto il primo tempo, terminato senza goal, sfiorando anche il vantaggio con Tristan Ganzerli. La capolista ha sbloccato il risultato al 7’ del secondo tempo con il capitano Federico Cerone, al 12° goal stagionale, pronto ad approfittare di un’uscita difettosa del giovane portiere Adam Idrissi. Nel finale il Giugliano ha realizzato il secondo goal con Nicola Ferrari.

La capolista ha così allungato ancora sulla prima inseguitrice, la Torres, distanziata 10 punti, fermata sullo 0 a 0 sabato a Monterotondo Scalo, mentre il Team Nuova Florida anche ha pareggiato a Cassino, è ad 1 punto dalla squadra di Alfonso Greco ma deve recuperare due partite. La posizione di classifica del Carbonia è sempre più critica, con 10 punti, a 3 punti dall’Insieme Formia che ha disputato una partita in più e a 6 dal Latte Dolce che ieri ha perso 1 a 0 in casa con l’Afragolese.

Mercoledì sono in programma due recuperi: Carbonia-Aprilia e Latte Dolce-Arzachena.

«In materia di politiche energetiche in Sardegna sono stati fatti degli errori, dovuti alla mancanza di un percorso certo. Con il Patto per la Sardegna avevamo individuato il percorso della dorsale sarda del gas, per portare la metanizzazione nell’isola, tuttora ultima tra le Regioni. Quando c’è stato un cambio di strategia a livello governativo purtroppo né Governo né Regione hanno fatto loro parte fino in fondo per correggere quel patto fra istituzioni e rivederlo con un patto di eguale entità.»

Lo ha detto la presidente della commissione Lavoro Romina Mura (Pd), intervistata nella trasmissione “Dentro il Sulcis Iglesiente”, su Radio Star.

«In questo percorso di transizione energetica si deve avere anche chiaro l’impatto socialeha aggiunto Romina Mura -. Il gas è una fonte di transizione cui noi non possiamo rinunciare, e per averlo servono le infrastrutture.»

«Dopo la crisi russo-ucraina ci troveremo obbligati ad accelerare la scelta di mixare tra le fonti energetiche perchéha concluso Romina Muraci serve una pluralità di fonti energetiche per evitare quello che sta accadendo ora: l’aumento del gas e del petrolio sta rallentando la ripresa economica e rischia di mettere il Paese in condizione di grande difficoltà.»

«Sotacarbo: finanziare la ricerca e l’occupazione qualificata è segno di volersi occupare del futuro. Quanto detto da alcuni esponenti dell’opposizione circa le risorse stanziate è assurdo. Le polemiche sterili sollevate da alcuni colleghi consiglieri non sono solo paradossali, soprattutto, se affiancate alle frasi di manifesta vicinanza espresse poco più di dodici mesi fa a favore dell’azienda, ma sono anche il chiaro segnale di una vera e propria mancanza di conoscenza delle realtà regionali.»
Lo dice Dario Giagoni, coordinatore regionale Lega Sardegna per Salvini Premier.
«La Sotacarbo è una vera e propria eccellenza a livello internazionale, membro del consorzio europeo Eccsel e, dal 1989, rappresentate dello IEA Clean Coal Centre per il MISEaggiunge Dario Giagoni -. Può un centro di ricerca di tale livello essere sminuito dalla bramosia di taluni di andar contro le scelte lecite e ponderate della maggioranza? Decisamente no. Faccio mio l’invito rivolto dai sindacati agli esponenti politici dei vari partiti a recarvisi in visita, io e il collega Michele Ennas lo abbiamo già fatto e abbiamo toccato con mano l’importanza di sviluppare correttamente i temi del futuro! La Legaconclude il coordinatore regionale della Legaha garantito allora il massimo impegno e oggi lo ribadisce con ancor più convinzione.»