7 December, 2022
HomePosts Tagged "LaRon Dendy"

[bing_translator]

Jaime Smith. Fonte www.dinamobasket.com

La Dinamo Banco di Sardegna scende in campo alle 20.30, al PalaSerradimigni, contro la squadra olandese del Donar Groningen, per gara 4 del secondo turno di Fiba Europe Cup. Una vittoria potrebbe dare alla squadra di Vincenzo Esposito la qualificazione matematica al Round of 16 della competizione continentale. Il Donar Groningen si presenta a Sassari con un innesto importante, Laron Dendy, giocatore già visto lo scorso anno nelle file della squadra lituana Juventus Utena che fu determinante nel match in Lituania.

All’andata, in Olanda, la Dinamo si impose per 78 ad 84: gli olandesi si presentano al PalaSerradimigni dopo aver ceduto a Varese in casa, con una vittoria e due sconfitte che li relegano al terzo posto della classifica del gruppo K.

[bing_translator]

Amara sconfitta per la Dinamo Banco di Sardegna sul campo della Juventus Utena (Lituania), nella quinta giornata della Champions League, 90 a 85, dopo un tempo supplementare. Dopo aver chiuso il primo quarto avanti di un punto, 20 a 19, la Dinamo ha avuto un calo nel secondo, andando sotto di dieci lunghezze, per poi riavvicinarsi all’intervallo lungo sul 46 a 40. Ancora equilibrio nel terzo quarto, concluso sul 24 a 23, e grande reazione nell’ultimo quarto, nel quale i bioancoblu hanno concesso alla squadra di casa solo 8 punti, riuscendo a portarsi anche avanti, per poi chiudere sul 78 a 78 al 40′.

Nei 5 minuti del tempo supplementare, Scott Bamforth (anche oggi il miglior realizzatore della Dinamo e dell’incontro, insieme al lituano LaRon Dendy), e compagni non sono riusciti a dare la sterzata finale al match che ha visto la Juventus imporsi per 90 a 85. Il migliore della Dinamo, ancora priva dell’infortunato Rok Stipcevic ed oggi anche di Shawn Jones, è stato Achille Polonara, autore di 14 punti (3 su 4 da 2 punti, 2 su 5 da 3 punti, 2 su 2 ai tiri liberi, 11 rimbalzi, 3 assist e 1 stoppata, 26 di valutazione)

Giovedì la squadra rientrerà in Sardegna e si metterà subito al lavoro per preparare le prossime sfide di campionato e Champions League.

«È facile commentare questa partita, abbiamo giocato così così in difesa nel secondo quarto e la Juventus è stata brava a sfruttare bene le situazioni – ha detto a fine partita Federico Pasquini -. Nel terzo e ultimo quarto abbiamo girato il match ed era sotto il nostro controllo ma gli arbitri hanno deciso che non potevamo vincerla e hanno iniziato a fischiare qualsiasi cosa. Non ho mai visto niente del genere nella mia carriera. Oggi è impossibile dire qualcosa di più, i ragazzi hanno provato a fare del loro meglio perché eravamo senza Stipcevic e Jones. La reazione dei miei ragazzi nel secondo tempo è stata ottima – ha concluso Federico Pasquini – ma la partita è stata vinta da quello che hanno deciso gli arbitri negli ultimi minuti.»

Juventus Utena 90 – Dinamo Banco di Sardegna 85

Parziali: 19-20; 27-20; 24-23; 8-15; OT 12-7.

Progressivi: 19-20; 46-40; 70-63; 78-78; 90-85.

Juventus Utena: Bickauskis 11, Ireland 20, Paliukenas, Siksnius 4,  Samenas, Guscikas 10, Lindbom, Korniienko 6, Buterlevicius 5, Dendy 22, Flowers 4, Kupsas 8. All. Zydrunas Urbonas.

Banco di Sardegna: Spissu 7, Gallizzi, Bamforth 22, Planinic 10, Devecchi 6, Randolph 6, Pierre 5, Hatcher 12, Polonara 14, Picarelli, Tavernari 3. All. Federico Pasquini.