4 December, 2022
HomePosts Tagged "Luigi Serra"

[bing_translator]

Otto premi ad altrettanti giovani, autori di tesi di laurea o di dottorato nelle Università di Cagliari e Sassari, capaci di indagare ed approfondire le tematiche del mondo del volontariato e del Terzo Settore nell’isola. Li ha assegnati il Centro di servizio per il Volontariato Sardegna Solidale attraverso la nuova edizione di un concorso che, come ha sottolineato il presidente di Sardegna Solidale Giampiero Farru nel corso della cerimonia di premiazione, svoltasi lunedì 30 settembre, a Cagliari, nell’Aula Arcari dell’Università di Cagliari, «rinsalda i rapporto con gli atenei isolani, in vista di nuovi e sempre più proficui rapporti di collaborazione».

La commissione giudicatrice, composta da Giuseppe Cosseddu, Bruno Loviselli ed Elena Frau, ha esaminato undici lavori ed assegnato otto riconoscimenti in danaro.

A ricevere un assegno da tremila euro sono stati Luigi Serra (con la tesi di dottorato in Diritto ed Economia dei Sistemi Produttivi Indirizzo Economico all’Università di Sassari e dal titolo “Il capitale sociale nelle associazioni di volontariato in Sardegna”), Claudio Cabiddu (con la tesi di laurea magistrale presso la Facoltà di Studi Umanistici dell’Università di Cagliari e dal titolo “Le motivazioni a coinvolgersi nell’organizzazione per il dono del sangue: uno studio empirico”), e Monica Piera Pirrone (con la tesi di laurea magistrale presso la Facoltà di Studi Umanistici dell’Università di Cagliari dal titolo “L’altra faccia dell’immigrazione clandestina”).

Tre anche i premi da 2500 euro, assegnati a Giusi Pitzeri (per la tesi di laurea triennale “Il fenomeno dell’immigrazione tra problematiche e processi integratici: analisi del lavoro svolto dalle associazioni per stranieri della città di Cagliari” presentata Facoltà di studi Umanistici dell’Università di Cagliari), Francesca Canargiu (per la tesi di laurea Magistrale presso la Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche dell’Università di Cagliari, e dal titolo “Sociologia dell’emergenza: comunicazione e resilienza. Il caso dell’alluvione in Sardegna del 2013”) e Francesca Sanciu (Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali dell’Università di Sassari, tesi di laurea triennale dal titolo “Senso di comunità e servizio sociale: Un’ipotesi di progetto per Ozieri”).

I premi da duemila euro sono andati invece a Giusi Popolla (per la tesi di laurea triennale presso i Dipartimenti di Scienze umanistiche e sociali dell’Università di Sassari e dal titolo “I diversi volti delle povertà in Sardegna: il ruolo del servizio sociale nei percorsi personalizzati di inclusione sociale attiva”) e a Beatrice Zedda, per la tesi di laurea vecchio ordinamento dal titolo “Precedenti antichi della legislazione socio assistenziale” e presentata presso la Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche dell’Università di Cagliari.

Insieme al presidente di Sardegna Solidale Giampiero Farru, alla commissione esaminatrice e ai rappresentanti di numerose associazioni di volontariato, alla cerimonia hanno preso parte anche il presidente del Comitato promotore di Sardegna Solidale don Angelo Pittau, l’economista Vittorio Pelligra ed il presidente della Facoltà di Scienze Economiche Giuridiche e Politiche Stefano Usai.

Proprio quest’ultimo, intervenuto a nome dell’ateneo, ha ricordato il rapporto ormai più che decennale dell’Università cagliaritana con Sardegna Solidale e ha sottolineato come oggi il mondo del volontariato sia importante «non solo per la qualità della nostra vita ma anche dal punto di vista economico» Un concetto ripreso dall’economista Vittorio Pelligra, secondo cui «oggi il ruolo della società civile viene ritenuto sempre più marginale. Il Terzo Settore è purtroppo sotto attacco e al centro di battaglie ideologiche che vogliono screditarlo. Per questo i lavori premiati sono capaci di mettere in luce aspetti innovativi del fare solidarietà e contribuiscono a ridonare al mondo dell’azione volontaria la dignità che merita».

«Dinanzi alla deriva culturale, sociale e morale dell’Italia, l’unica risposta è il ritorno della riscoperta della scuola, dell’università e della cultura – ha spiegato don Angelo Pittau -. L’università può far cambiare quest’Italia, nella coscienza dei giovani che crea. E la Sardegna può uscire da questa deriva di povertà di speranza solo attraverso la cultura.»

«Da questo concorso ci rimane un grande patrimonio di idee e di conoscenze – ha concluso il presidente di Sardegna Solidale, Giampiero Farru – che ora sarà messo a disposizione di tutto il mondo del volontariato isolano, ricco di oltre 1700 associazioni e centomila volontari. Per noi si tratta di un grande stimolo che ci impegna a rinnovarci e a guardare alla nostra società con chiavi di lettura sempre aggiornate. Il nostro obiettivo è coinvolgere sempre di più i giovani nel volontariato, ma non banalmente cooptandoli nelle associazioni degli adulti ma spingendoli ad un protagonismo in ambiti fondamentali come quelli dell’ambiente e dell’immigrazione. Le grandi manifestazioni che recentemente abbiamo visto anche in Sardegna sono una forma di impegno civico da cui nasceranno dei gruppi organizzati. Primizie di movimenti che dovranno costruire i loro percorsi autonomi ma che noi adulti abbiamo il dovere di sostenere.»

 

Giovanni Boi dell’Atletica Santadi e Giuseppina Cauli della Valore Salute, Forti e Veloci, hanno vinto la terza edizione della #Palmas Corre, 1ª tappa del #Grand Prix del Sulcis, inserita nel programma degli eventi dell’Estate di Palmas 2014. La gara, organizzata dall’Associazione Culturale Palmas Vecchio, in collaborazione con la FIDAL Sardegna e l’Amministrazione comunale di San Giovanni Suergiu, ha registrato la partecipazione di circa 600 atleti, 161 tesserati Fidal (126 uomini e 35 donne) e circa 450 non tesserati.

Il nuovo percorso di circa 7 km, si è sviluppato con partenza ed arrivo nella Piazza Villaggio Palmas Suergiu. Giovanni Boi ha chiuso la gara in 24’13″, precedendo di 4 secondi Massimiliano Nocco della Zitto e Corri Master Team Carbonia e di 15 secondi Antonio Cogoni dell’Atletica Iglesias; Giuseppina Cauli ha percorso i 7 km in 28’43″, precedendo di 1’36″ Marisa Cau del Gruppo Pol. Dil. Assemini e di 1’57″ Anna Rita Zanda dell’Atletica Cortoghiana.

Al termine della gara sono state effettuate le premiazioni di tutte le categorie, con la partecipazione del sindaco Federico Palmas, del vicesindaco Mauro Trullu, degli assessori Valentina Solinas e Sandro Madeddu; dell’ex maratoneta Gianluigi Curreli; del principale sponsor della manifestazione, Giuseppe Carrus, titolare del Conad di Sant’Antioco e del presidente dell’Auser di San Giovanni Suergiu, Sergio Madeddu.

Sono stati premiati anche gli atleti più anziani: Luigi Serra e Rosa Massaiu.

Le altre due tappe del Grand Prix del Sulcis sono in programma a Perdaxius, il 30 agosto 2014 e a Carloforte, 27 settembre 2014.

Tutti i risultati delle categorie Fidal.

Categoria maschile:

1° Damiano Boi (Atletica Santadi) – Tempo 24’13”

2° Massimiliano Nocco (Zitto e Corri Master Team Carbonia) – 24’17”

3° Antonio Cogoni (Atletica Iglesias) – 24’28”

Categoria femminile:

1ª Giuseppina Cauli (Valore Salute, Forti e Veloci) – 28’43”

2ª Marisa Cau (Gruppo Pol. Dil. Assemini) – 30’19”

3ª Anna Rita Zanda (Atletica Cortoghiana) – 30’40”

Categoria SF:

1ª Silvia Busanca (Pol. Uta 2000) – 30’54”

2ª Silvia Pusceddu (Atletica Villamarese) – 32’15”

3ª Manuela Musu (Atletica Monteponi Iglesias) – 32’53”

Categoria SF 35:

1ª Sabrina Pilia (Gruppo Pol. Dil. Assemini) – 38’28”

2ª Simona Montisci (Gruppo Pol. Dil. Assemini) – 44’14”

3ª Daniela Caddeo (Zitto e Corri Master Team Carbonia) – 45’32”

Categoria SF 40:

1ª Patrizia Bernardini (Sulcis Atletica Carbonia) – 30’45”

2ª Paola Melis (Atletica Selargius) – 31’18”

3ª Paola Pastorini (Sulcis Atletica Carbonia) – 33’19”

Categoria SF 45:

1ª Maia Grazia Piras (Gruppo Pol. Dil. Assemini) – 35’47”

2ª Roberta Miscali (Pol. Guilcer Team La Città) – 37’19”

3ª Roberta Ancis (Gruppo Pol. Dil. Assemini) – 43’19”

Categoria SF 50:

1ª Marina Trudu (Futura Cagliari SoloAtletica) – 31’26”

2ª Donatella Pettosini (Runners Cagliari) – 33’55”

3ª Fausta Puggioni (Atletica Cortoghiana) – 37’30”

Categoria SF 55:

1ª Paoletta Schirru (Atletica Santadi) – 42’03”

Categoria SM:

1° Mattia Gelso (Atletica Santadi) – 25’52”

2° Luca Pirosu (Zitto e Corri Master Team Carbonia) – 26’11”

3° Gianluca Piras (Zitto e Corri Master Team Carbonia) – 26’47”

Categoria SM 35:

1° Angelo Rosas (Zitto e Corri Master Team Carbonia) – 24’39”

2° Emiliano Frongia (Sulcis Atletica Carbonia) – 26’18”

3° Francesco Puddu (Atletica Karalis) – 26’33”

Categoria SM 40:

1° Simone Pes (Cagliari Marathon Club) – 24’55”

2° Francesco Ferraro (Sulcis Atletica Carbonia) – 25’56”

3° Francesco Atzeni (Atletica Vicentina) – 26’53”

Categoria SM 45:

1° Amarildo Serpi (Atyletica Pabillonis) – 26’09”

2° Sandro Piras (Gruppo Pol. Dil. Assemini) – 26’30”

3° Maurizio Puddu (Atletica San Sperate) – 26’32”

Categoria SM 50:

1° Angelo Contu (Atletica San Sperate) – 25’08”

2° Genesio Lusci (Sulcis Atletica Carbonia) – 25’31”

3° Serafino Licheri (Atletica San Sperate) – 26’03”

Categoria SM 55:

1° Sergio Fulgheri (Sulcis Atletica Carbonia) – 26’00”

2° Antonello Vargiu (Futura Cagliari SoloAtletica) – 26’37”

3° Bernardo Camboni (Sulcis Atletica Carbonia) – 27’21”

Categoria SM 60:

1° Efisio Usai (Sulcis Atletica Carbonia) – 27’36”

2° Nando Gallese (Atletica Pod. San Gavino) – 27’59”

3° Raffaele Pisu (Atletica Selargius) – 28’28”

Categoria SM 65:

1° Giuseppe Lai (Atletica Selargius) – 30’28”

2° Dario Siddu (Atletica Villamarese) – 31’43”

3° Giorgio Serventi (Sulcis Atletica Carbonia) – 32’05”

Categoria SM 70:

1° Alessandro Sibiriu (Atletica Iglesias) – 32’36”

2° Giovanni Buonsanti (Silenziosi Lecce) – 34’04”

3° Paolo Putzolu (Atletica Iglesias)

Questi i primi tre classificati delle categorie non competitive maschile e femminile.

Maschile:

1° Mauro Mancosu – 28’03”

2° Francesco Orrù – 29’09”

3° Yuri Uccheddu – 29’12”

Femminile:

1ª Melania Deidda – 36’45”

2ª Arianna Carta – 38’15”

3ª Maria Pia Ippoliti – 41’15”

 

 

Palmas Corre 2014 1 Palmas Corre 2014 2 Giovanni Boi 1 Giovanni Boi 2 Giuseppina Cauli 1 Giuseppina Cauli 2

 

Barbara Mele.

Barbara Mele.

 

Emilio Gariazzo.

Emilio Gariazzo.

Sabato 28 settembre è stato eletto il comitato di quartiere di Bindua – Monte Agruxau – San Giovanni Miniera. Alla presenza del Sindaco Emilio Gariazzo, dell’Assessore al Decentramento, Barbara Mele e dei funzionari comunali ha votato più del 10% degli aventi diritto ai sensi dell’art. 5, comma 7 del regolamento comunale.

Dopo la votazioni sono stati proclamati eletti: Emanuele Madeddu, Massimiliano Galizia, Stefano Priola, Luigi Chessa, Veronica Sanna, Luigi Serra, Antonio Ledda, Salvatore Contini e Renzo Piras.

Il prossimo appuntamento con le elezioni dei Comitati di Quartiere è previsto sabato 5 ottobre, alle ore 9.00, con l’Assemblea dei cittadini delle frazioni di Nebida.