1 July, 2022
HomePosts Tagged "Marco Baroni"

[bing_translator]

Un concerto di solidarietà così importante nella Riviera del Corallo non si vedeva da tanti anni. Sabato 15 dicembre lo spazio de “Lo Quarter” sarà teatro di un evento speciale sia nell’obbiettivo che per gli artisti sul palco. Il fine è il più nobile di tutti, raccogliere fondi per le famiglie bisognose della città di Alghero. Anzi, si tratta di mettere benzina nel motore dell’associazione che da anni porta avanti un’intensa attività di distribuzione di beni di consumo primario nella città catalana, “Approdo Onlus” fondata e diretta da Efisio Ganau. L’idea di una manifestazione musicale di tale portata è di Marco Domenico Lai, sottoufficiale dei Carabinieri con la passione per la musica. Lai è autore infatti di diversi brani musicali tra cui “Mister”, scritto al ritorno dalla missione a Nassyria e della cui esperienza racconta, e dell’evento segue la direzione artistica. 

Headliner di Live Alguer è Alberto Bertoli, figlio dell’indimenticato Pierangelo. Anche lui cantautore come il padre, Alberto ovviamente nasce sotto il segno della musica, impara fin dapiccolo quella magia e soprattutto i valori che questa porta dentro. Ed è così che incontra sia Lai che un altro dei grandi protagonisti di Live Alguer, Marco Baroni. Insieme, a sei mani nel 2012 scrivonoSafà”, brano di beneficenza per l’associazione Africa nel cuore che si occupa della costruzione di opere primarie per la sopravvivenza in alcuni villaggi del Kenya. Marco Baroni è conosciuto ai più soprattutto per “L’immagine che ho di te”, brano con cui ha raggiunto la finale della sezione giovani del Festival di Sanremo 2007, ma è anche un paroliere molto stimato, con e per Nek ha scritto diverse canzoni tra cui “E da qui”, disco di platino con le oltre 50 mila copie vendute. Non solo, per Baroni come per Bertoli il valore fondamentale nella vita anche in quella professionale è la solidarietà e infatti l’anno scorso insieme hanno scritto “Chiamami”, singolo scelto da Telefono Amico come proprio inno.

Il Live Alguer vuole essere anche motivo di incontro tra cantanti di fama nazionale è artisti sardi. Ed è così che oltre ai due musicisti che arrivano dalla Penisola sul palco de Lo Quarter ci saranno anche il noto cantautore algherese Franco Calvia, la stimata interprete della tradizione musicale sarda Lucia Budroni, l’eclettico Giampaolo “Barcelloneta” Frulio che per l’occasione sarà accompagnato dal gruppo minifolk Su Rodu di Sa Costanza, il compositore Raimondo Dore capace di una carriera spettacolare che lo ha portato a collaborare anche il grande Maestro Claudio Abbado, e lo showman sassarese Claudio Caggiari che interpreta magistralmente famosi brani italiani e internazionali. A presentare la serata Nicola Nieddu, giornalista e operatore culturale algherese.

Live Alguer è un evento patrocinato dal comune di Alghero e dalla Fondazione Alghero, e ha come official media partner Catalan Tv e Radio Onda Stereo.

La line up della manifestazione è davvero importante, con nomi celebri del panorama musicale sardo e soprattutto nazionale ma “la solidarietà vien dal basso” sta a significare che i protagonisti veri sono sotto il palco, il pubblico che con la loro presenza può davvero cambiare in meglio la vita di tante famiglie algheresi. 

[bing_translator]

E’ un Cagliari obbligato a vincere quello che scenderà in campo alle 20.45 alla Sardegna Arena contro la matricola Benevento, per la decima giornata del campionato di serie A (dirige Massimiliano Irrati di Pistoia, assistenti Alfonso Marrazzo di Roma e Stefano Bellutti di Trento). E’ la partita d’esordio a Cagliari per il nuovo tecnico rossoblu Diego Lopez, dopo la trasferta dell’Olimpico che ha segnato la quinta sconfitta consecutiva, al ritorno in Sardegna dopo una lunghissima carriera da calciatore, durata 12 anni, dal 1998 al 2010, e due stagioni da tecnico, dal 2012 al 2014.

L’avversario, sulla carta, è il più abbordabile che ci possa essere in questo momento, il Benevento, una neopromossa che ha finora perso tutte le partite disputate, ma sarebbe un errore gravissimo sottovalutarlo e ritenere che la vittoria sia scontata. I campani, peraltro, già assolutamente bisognosi di sbloccarsi per entrare finalmente nel campionato, per loro nuovo in assoluto, hanno uno stimolo in più per cercare di fare bene, dopo che in settimana la società ha effettuato il cambio in panchina, esonerando Marco Baroni, il tecnico della storica promozione, e chiamando al suo posto Roberto De Zerbi, un giovane che con Diego Lopez condivide una sfortunata una breve esperienza alla guida del Palermo (Roberto De Zerbi aveva iniziato la stagione 2016/2017 e venne esonerato dopo sette sconfitte consecutive; Diego Lopez assunse la guida della squadra rosanero il 26 gennaio 2017 e venne esonerato l’11 aprile).

E’ la prima volta che Cagliari e Benevento si trovano di fronte in campionato. Le strade delle due squadre non si sono mai incrociate. L’unico precedente risale all’agosto 1982, al Sant’Elia, partita di Coppa Italia. Finì 1-1, per il Cagliari segnò Gigi Piras, in campo c’era Waldemar Victorino, sulla panchina rossoblù sedeva Gustavo Giagnoni.