30 November, 2021
HomePosts Tagged "Marco Foti"

[bing_translator]

Una doppietta di Samuele Curreli ha portato la Monteponi alla vittoria nella prima partita casalinga stagionale, contro la temibile Pro Sigma, squadra che all’esordio aveva superato l’Andromeda. Il bomber rossoblù ha sbloccato il risultato su calcio di rigore nel primo tempo e nel secondo ha riportato in vantaggio definitivamente la sua squadra, dopo il temporaneo pareggio della Pro Sigma, realizzato 3′ dopo il riposo da Nicola Corda. La Monteponi conduce la classifica a punteggio pieno, insieme al Tortolì ad al Gonnosfanadiga, impostesi rispettivamente per 1 a 0 sul Tonara e per 3 a 0 sul campo del Seulo 2010.

Esordio vincente per il Cortoghiana (fermato sette giorni fa dall’emergenza sanitaria), 3 a 0 sulla Paulese, con goal di Gianluca Crò e Marco Foti, quest’ultimo autore di una doppietta. E’ andata male la prima al Villamassargia, superato di misura sul campo dell’Atletico Cagliari, 3 a 2 (i goal della squadra di Titti Podda portano la firma di Luca Orgiana e Michel Milia).

Nel girone B del campionato di Prima Categoria, squillante prima vittoria per la Fermassenti, 5 a 1 sul Calcio Capoterra, con tripletta di Davide Secci e doppietta di Alessandro Cosa. Vittoria dell’Atletico Narcao sulla Gialeto 1909, 1 a 0, con goal di Danilo Loddo, mentre ha esordito con un pareggio esterno l’Atletico Villaperuccio, 1 a 1 sul campo della Virtus Villamar (alla prima giornata il derby Atletico Villaperuccio-Atletico Narcao era stata rinviata per l’emergenza sanitaria), con goal di Michele Manca. Sconfitta di misura, infine, per l’Antiochense 2013, 2 a 1 sul campo del Pula.

[bing_translator]

L’Atletico Narcao ha travolto la capolista Freccia Parte Montis con un pesante 3 a 0 con due goal di Michele Foglia e uno di Marco Foti e la contemporanea vittoria per 2 a 0 della Villacidrese sulla Libertas Barumini ha deciso la promozione diretta nel girone B del campionato di Prima Categoria per la squadra di Villacidro che ha effettuato il sorpasso decisivo negli ultimi ’90, rendendo così ininfluente l’esito del ricorso ancora in piedi per la partita Villacidrese-Tharros. E la sconfitta subita a Narcao, ha tagliato fuori la Freccia Parte Montis anche dai play-off, ai quali accede il Cortoghiana, passata sul campo del Circolo Ricreativo Arborea con il punteggio di 5 a 3, con due goal di Devid Pinna e uno a testa di Danilo Loddo, Oriano Melis e Nicola Guiso.

La squadra di Marco Farci nei playoff affronterà le squadre seconde classificate negli altri tre gironi: il Villasimius, secondo nel girone A, alle spalle del promosso Serramanna; il Buddusò, secondo nel girone C, alle spalle del promosso Siniscola Montalbo; il Luogosanto, secondo nel girone D, alle spalle del promosso Lantieri Sassari (è la seconda squadra di Sassari promossa alla categoria superiore, con quella del Li Punti che questo pomeriggio ha battuto il La Palma per 1 a 0 e conquista il primo posto nella Coppa Primavera di Promozione che vale il ripescaggio in Eccellenza regionale).

Sugli altri campi, nell’ultima giornata, l’Atletico Villaperuccio ha pareggiato 3 a 3 con il Sadali; il Gergei ha battuto nettamente l’Atletico Sanluri per 5 a 2; la Fermassenti ha pareggiato 1 a 1 in rimonta sul campo della Gioventù Sportiva Samassi, con un goal di Maurizio Nieddu; l’Oristanse ha battuto il Seui Arcueri 2 a 1; la Tharros ha vinto sul campo della Virtus Villamar, 4 a 3.

Retrocedono in Seconda Categoria Isola di Sant’Antioco, Circolo Ricreativo Arborea e Villanovafranca; la quarta retrocessa scaturirà dal playout tra le due squadre di Oristano, Oristanese e Tharros, con il vantaggio per la prima di poter raggiungere la salvezza anche in caso di parità al termine dei 90′ e degli eventuali 30′  supplementari.

Michele Foglia, autore di una doppietta in Atletico Narcao-Freccia Parte Montis 3 a 0.

Michele Foglia, autore di una doppietta in Atletico Narcao-Freccia Parte Montis 3 a 0.

[bing_translator]

Giornata quasi trionfale per le squadre sulcitane, la prima di ritorno del girone A del campionato di Promozione. Hanno vinto in trasferta Carbonia e Villamassargia, sui difficili campi di Selargius e Orroli, confermando rispettivamente la terza e la quarta posizione; ha stravinto la Monteponi in casa contro l’Andromeda, 4 a 0, centrando la quinta vittoria consecutiva che vale il 10° posto in classifica (poco più di un mese fa la squadra rossoblu era ultima, a 8 punti dalla quota salvezza, ora è 2e punti sopra); unica nota stonata, quella del Carloforte, all’ennesima sconfitta, 5 a 1, sul campo della vicecapolista La Palma Monte Urpinu, che nell’ultimo turno del girone d’andata aveva rifilato un netto 4 a 0 alla capolista San Marco Assemini ’80.

Il Carbonia ha espugnato il campo del Selargius con un goal di Nicola Lazzaro. Per la squadra di Fabio Piras si tratta della quarta vittoria consecutiva, la quinta partita senza subire goal. Dopo il mercato di dicembre, che ha portato agli arrivi di Daniele Contu, Omar Galizia e Momo Konatè e alle partenze di Christian Cacciuto, Riccardo Milia, Claudio Cogotti ed Alberto Arrais, la squadra ha cambiato marcia ed ora, nonostante la concorrenza di San Marco Assemini ’80 e La Palma Monte Urpinu sia molto agguerrita, può legittimamente aspirare al salto di categoria, con la promozione diretta o attraverso la Coppa Primavera (mini girone finale tra le prime due squadre di ciascuno dei due gironi di Promozione, alla quale il Carbonia ha già partecipato, senza fortuna, tre stagioni fa).

Il Villamassargia ha iniziato il girone di ritorno con una vittoria roboante, 3 a 1, sul campo dell’Orrolese, risultato maturato già nel primo tempo, con reti di Michel Milia e del cannoniere Andrea Renzo Iesu che, con una doppietta, è salito a quota 9 reti nella classifica dei marcatori. Oggi la squadra di Giampaolo Murru è una splendida realtà del girone A del campionato di Promozione, la migliore alle spalle delle tre squadre che presumibilmente si giocheranno il salto di categoria.

Anche la Monteponi, grande delusione di inizio stagione, dopo il mercato di dicembre, si è trasformata in una splendida realtà del campionato. Oggi la squadra di Andrea Marongiu ha letteralmente maltrattato l’Andromeda, con 4 goal che portano le firme dei tre attaccanti: Stefano Mura, Manuel Piras e Samuele Curreli, quest’ultimo autore di una doppietta nel secondo tempo. Nessuno, a fine novembre, avrebbe potuto pronosticare un filotto di cinque vittorie consecutive ed una fuoriuscita così repentina della squadra dalla zona più calda della classifica.

Del Carloforte c’è poco da dire oltre il 5 a 1 subito sul campo del La Palma Monte Urpinu. Unica piccolissima nota positiva, il goal segnato, il terzo stagionale (la squadra di Massimo Comparetti non segnava dall’ottava giornata, il 4 novembre, quando con un goal conquistò l’unica vittoria, in casa contro il Gonnosfanadiga).

Sugli altri campi, la capolista San Marco Assemini ’80 ha regolato l’Idolo con il punteggio di 2 a 1; l’Arborea è tornata alla vittoria sul campo del Sant’Elena Quartu, 1 a 0; il Seulo 2010 ha travolto per 5 a 2 il Gonnosfanadiga ed il Vecchio Borgo Sant’Elia ha stravinto lo scontro salvezza con il Villasor per 4  a 0.

La giornata ha fatto registrare la realizzazione di tantissimi goal, ben 30, alla media di 3,75 a partita.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, c’è stato un nuovo ribaltone in vetta alla classifica. La Fermassenti è stata battuta nettamente sul campo dell’Atletico Narcao, 3 a 0, con doppietta di Michele Foglia e goal di Marco Foti, ed il Cortoghiana ha pareggiato 1 a 1 sul difficile campo della Gioventù Sportiva Samassi. Le due capolista sono state così scavalcate dalla Villacidrese che ha superato per 2 a 0 il Seui Arcueri ed ora comanda la classifica con un punto di vantaggio sul Cortoghiana, due sulla Fermassenti e quattro sulla Gioventù Sportiva Samassi.

L’Atletico Villaperuccio non è andato al di là dello 0 a 0 casalingo con la Libertas Barumini, mentre l’Isola di Sant’Antioco è stata battuta in casa per 3 a 1 da una Tharros che si conferma in ripresa e con questi 3 punti rientra in corsa per la salvezza, dopo il disastroso avvio di stagione.

Sugli altri campi, l’Atletico Sanluri ha espugnato il campo del Circolo Ricreativo Arborea per 1 a 0; il Gergei ha superato con lo stesso punteggio il Villanovafranca, mentre sono terminate in parità Virtus Villamar-Sadali, 1 a 1, ed Oristanese-Freccia Parte Montis, 0 a 0.

[bing_translator]

La commissione Trasporti, presieduta da Antonio Solinas (Pd), ha iniziato, con una relazione dell’assessore dei Trasporti Carlo Careddu e la presentazione dello studio dell’Advisor Tbridge, l’esame delle linee principali della riforma del trasporto pubblico locale che dovrà essere completata entro il 3 dicembre del 2019, secondo lo schema predisposto dall’Autorità nazionale sulla base delle linee guida dell’Unione europea.

«Per la Sardegna si tratta di una grande riforma – ha dichiarato l’assessore dei Trasporti Carlo Careddu -, che attraverso l’individuazione di ambiti ottimali e del soggetto di governo del settore dovrà arrivare ad una nuova gestione del servizio seguendo le due opzioni consentite dalla legge: l’affidamento con gara ad evidenza pubblica o quello in house.»

«Ritengo che la Regione si sia mossa per tempo – ha aggiunto Carlo Careddu -. Per questo ha avviato, da un lato, una ampia consultazione pubblica con tutti i portatori di interesse (non solo quindi gli addetti ai lavori ma anche chi entra in contatto ogni giorno con il sistema regionale di trasporto). Dall’altro, con procedura ad evidenza pubblica, ha selezionato un advisor al quale ha affidato il compito di produrre uno studio e definire un modello di riforma per la Sardegna.»

«A prescindere dalla soluzione tecnico-giuridica che sarà scelta – ha concluso l’assessore Carlo Careddu -, va sottolineata l’importanza del ruolo che assumeranno gli Enti locali per riformare un sistema di trasporto che sia “integrato, di qualità,  funzionale, sostenibile dal punto di vista economico e da quello ambientale.»

«In questo ambito – ha concluso l’assessore dei Trasporti – nulla vieta di occuparci anche di turismo, per i punti di contatto con il problema complessivo della mobilità o di aprire un confronto politico sul punto dei costi che saranno a carico della Regione per effetto dell’accordo istituzionale con lo Stato del 2006 che riguardava da una parte la compartecipazione alle entrate e dall’altra, appunto, il trasferimento al bilancio della Regione di sanità, continuità territoriale e trasporto pubblico locale.»

Illustrando alla commissione (anche con il supporto di alcune slides) il lavoro condotto dall’advisor Tbridge l’ing. Marco Foti ha affermato in apertura che il modello riguardante la Sardegna è stato costruito con un approccio di tipo quantitativo, basato su dati certi forniti sia dall’Istat che Sardegna-statistiche. Dal lavoro emerge che, nel giorno medio, i sardi effettuano circa 700.000 spostamenti (in calo del 2.6% rispetto al 2011) con tutti i mezzi di trasporto, per il 95% all’interno della stessa (ex)Provincia e prevalentemente in auto (67%), a piedi o con la bicicletta (21%) ed infine sui mezzi gommati del trasporto pubblico locale (12%). I flussi, inoltre, sono fortemente polarizzati sia sull’area di Cagliari (Città metropolitana più Carbonia Iglesias) che, in misura minore, su quella di Sassari.

Nel territorio regionale, ha poi aggiunto l’esperto della Pbridge, operano 57 aziende di cui 5 pubbliche e 52 private (le prime percorrono 10 milioni di Km/anno; le seconde 57 milioni con una percentuale del 63% a cura di Arst).

Vi sono poi le aree cosiddette deboli (78 Comuni di Anglona, Mejlogu, Barigadu e Marmilla) ma proprio queste vanno considerate come opportunità da valorizzare e da servire con mezzi diversi, più piccoli e adatti alle diverse specifiche geografiche e/o di domanda.

Da questa massa di dati, ha spiegato l’ing. Marco Foti, derivano 3 grandi scenari sui quali le istituzioni regionali saranno chiamate a scegliere ed ognuno di essi presenta punti di forza e di debolezza. Scartata in partenza l’ipotesi di un bacino unico, che economicamente non appare sostenibile, restano il primo diviso in Città metropolitana di Cagliari più Sud Sardegna, Oristano e Nord Sardegna; il secondo con Centro Nord e Sud (compresa la Città Metropolitana; il terzo con Nord e Centrosud. Dall’analisi quantitativa dell’Advisor il più equilibrato appare il secondo che presenta un solo punto di debolezza, la carenza degli operatori di settore, che potrebbe essere riequilibrato dalla nuova articolazione generale del sistema.

Nel dibattito hanno preso la parola diversi componenti della commissione: Valerio Meloni e Giuseppe Meloni del Pd, Antonello Peru e Giuseppe Fasolino di Forza Italia, Eugenio Lai di Art. 1 – Mdp e Piefranco Zanchetta di Cps.

Nelle conclusioni, il presidente della commissione Antonio Solinas ha sostenuto fra l’altro che «se vogliamo arrivare ad un sistema di trasporti di qualità ed uguale per tutti i sardi non possiamo certo lasciare fuori le zone interne, localizzate in gran parte dell’area centrale». «Anche sotto questo profilo – ha aggiunto – il secondo scenario ipotizzato dall’advisor mi sembra il più convincente, così come sono convinto che per la Regione la scelta migliore sia quella dell’affidamento in house e non solo per la tempistica (che fra predisposizione della gara, pubblicazione ed assegnazione assorbirebbe dai 9 ai 12 mesi) quanto soprattutto perché credo si debba evitare il rischio della calata di qualche multinazionale che concentrerebbe la sua attenzione sulle aree remunerative tralasciando quelle più deboli».

[bing_translator]

Il turno infrasettimanale valido per la sesta giornata del girone A del campionato di Promozione regionale, propone il derby tra Carloforte e Carbonia, una delle partite più attese della stagione. La sfida odierna, in programma alle 15.00 al Comunale Nuovo Puggioni di Carloforte (dirige Luca Mocci di Oristano, assistenti di linea Riccardo Loi e Marco Fara di Oristano). è resa ancora più interessante dal fatto che le due squadre si affrontano per la terza volta in questo avvio di stagione, dopo i due match dei 16esimi di Coppa Italia che hanno promosso il Carbonia lasciandosi alle spalle tante polemiche, per il ricorso presentato dal Carbonia, accolto dal giudice sportivo, per la posizione irregolare di Gianluca Recano nella gara d’andata disputata a Villamassargia.

Il Carloforte rispetto alle due sfide di Coppa Italia ha un nuovo allenatore, Massimo Comparetti, subentrato a Tony Poma, e in campionato è secondo ad un solo punto dalla capolista Arbus, in compagnia di San Marco Assemini ’80 e La Palma Monte Urpinu, con 11 punti, frutto di tre vittorie (a Sant’Elia con il Vecchio Borgo, con il Quartu 2000 in casa e ad Arzana con l’Idolo) e due pareggi (ad Arborea e in casa con la San Marco Assemini ’80). Il Carbonia di Andrea Marongiu, viceversa, brillante in Coppa Italia, nella quale, dopo il Carloforte, ha eliminato brillantemente anche la capolista del campionato Arbus, vincendo 4 a 0 in trasferta dopo aver pareggiato 0 a 0 in casa, in campionato ha fin qui balbettato, raccogliendo solo 4 punti, frutto di una vittoria (con l’Andromeda), un pareggio (all’esordio con il La Palma Monte Urpinu) e ben tre sconfitte (sui campi di Sant’Elena e Siliqua e in casa con il Seulo 2010).

Sugli altri campi, l’Arbus cerca il riscatto dopo il primo ko subito ad Assemini, contro l’Idolo; la San Marco Assemini ’80 gioca a Bari Sardo, il La Palma Monte Urpinu sul difficile campo del Siliqua di Titti Podda. Completano il programma della sesta giornata, le partite Andromeda-Sant’Elena Quartu, Quartu 2000-Selargius e Vecchio Borgo Sant’Elia-Arborea.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, la neocapolista Monteponi di Walter Poncellini rende visita al Cortoghiana di Marco Pilloni, formazione galvanizzata dall’impresa compiuta domenica scorsa sul campo del Villamassargia con un goal di Marco Foti. Il Villamassargia, ancora capolista insieme a Monteponi e Libertas Barumini, ospita proprio quest’ultima, squadra con il morale alle stelle dopo i 6 goal rifilati all’Atletico Narcao. L’Atletico Villaperuccio, reduce da due sconfitte consecutive dopo le tre vittorie iniziali, ospita la Gioventù Sportiva Samassi, potenziale capolista, considerato che si trova a due punti dalle tre capolista ma deve recuperare la partita di Masainas, sospesa domenica scorsa per il forte vento di maestrale. L’Atletico Masainas di Bruno Mascia gioca a Senorbì, mentre la Fermassenti di Aldo Manca, reduce da tre vittorie consecutive dopo le due sconfitte iniziali, rende visita all’Atletico Narcao. Completano il programma della sesta giornata, le partite Gioventù Sarroch-Pula, Villacidrese-Virtus Villamar e, infine, Villanovafranca-Domusnovas Junior Santos.

 

[bing_translator]

Esordio con poker di goal per Carbonia e Monteponi nel campionato di Promozione regionale. La squadra di Andrea Marongiu ha surclassato la Villacidrese con due goal per tempo, i primi due realizzati da uno splendido Giuseppe Corona (un autentico gioiello il calcio di punizione da 30 metri con il quale ha sbloccato il risultato dopo soli 18 minuti) che, dopo aver realizzato il goal del raddoppio, a fine primo tempo si è fatto espellere ingenuamente, lasciando la sua squadra in 10 uomini per tutta la ripresa. Ma anche in inferiorità numerica il Carbonia ha continuato a controllare e costruire il gioco, e poco dopo la mezz’ora Daniele Contu ha realizzato il terzo goal. La Villacidrese ha “perso la testa” e la doppia espulsione di Medda e Porcedda l’ha lasciata in 9 uomini negli ultimi dieci minuti. Di Giovanni Congiu, al 41′, il goal del definitivo 4 a 0.

La Monteponi contro il Barisardo ha sbloccato il risultato al 31′, con Luigi Brandi ed ha controllato il risultato fino al riposo. Nella ripresa sono fioccate le occasioni ed i rossoblu hanno messo al sicuro il risultato prima con Marco Foti su rigore al 27′ e al 29 con William Amorati. di Marco Foti, autore di una doppietta, al 39′, ancora su calcio di rigore, il goal del 4 a 0.

4 a 0 è anche il risultato con il quale il Guspini Terralba, una delle squadre più accreditate per la vittoria finale, ha liquidato il Carloforte di Tony Poma che non è stato praticamente mai in partita. I padroni di casa, infatti, hanno sbloccato il risultato dopo soli 4′ con Falciani ed hanno raddoppiato allo scadere del primo tempo con Marco su calcio di rigore. Lo stesso Marci e, infine, Andrea Lai, hanno arrotondato il risultato rispettivamente al 27′ ed al 41′ della ripresa.

Sugli altri campi, la Frassinetti Elmas ha travolto il Siliqua per 3 a 0; il Sant’Elena ha violato a suon di goal il campo del Seulo di Federico Trogu e Riccardo MIlia, allenato da Gianpaolo Grudina; la matricola San Marco Assemini ’80 ha superato la Tharros con il punteggio di 3 a 1; il Samassi ha battuto in rimonta l’Arbus per 2 a 1. Unico pareggio, 0 a 0, quello maturato tra Quartu 2000 e Selargius.

Domenica prossima sarà già derby, a Carloforte, tra la squadra tabarchina ed il Carbonia e ad Arbus, dove sarà di scena la Monteponi.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, subito in evidenza la Fermassenti ed il Villamassargia, vittoriose di misura, rispettivamente per 2 a 1 e 1 a 0, nei derby con l’Atletico Narcao e il Domusnovas; sconfitta interna per il Cortoghiana con il Seui Arcueri, 0 a 1. Sugli altri campi sono maturati i seguenti risultati: Andromeda – Gergei 3 a 1; Guasila – Villamar 1 a 2; Libertas Barumini – Gonnosfanadiga 2 a 2; e, infine, Sadali – Senorbì 1 a 0.

Nel girone C del campionato di seconda categoria, esordio vittorioso per la matricola Antiochense sul campo del Santadi, 2 a 1, mentre l’esordio è stato amaro per l’Isola di Sant’Antioco, travolta in casa dall’Iglesias per 4 a 1. Parità senza goal nel derby tra Is Urigus e Teulada, vittorie di misura per il Musei sul Gonnesa, 1 a 0, e per il Bacu Abis sull’Aquacadda, 2 a 1. L’Atletico Masainas, infine, ha espugnato il campo del Perdaxius, in una partita ricca di goal: 3 a 2.

1° goal di Giuseppe Corona

IMG_9129 IMG_9128 IMG_9127 IMG_9126  IMG_9124 IMG_9123 IMG_9122 IMG_9121 IMG_9120 IMG_9119 IMG_9118 IMG_9117 IMG_9116 IMG_9115 IMG_9114 IMG_9109 IMG_9108 IMG_9107 IMG_9106 IMG_9105IMG_9093 IMG_9092 IMG_9091 IMG_9090 IMG_8484 IMG_8483 IMG_8482 IMG_8481 IMG_8480  IMG_8478 IMG_8477IMG_8472 IMG_8471 IMG_8470 IMG_8469 IMG_8468 IMG_8467 IMG_8466 IMG_8465 IMG_8464 IMG_8463 IMG_8462 IMG_8461 IMG_8460 IMG_8459 IMG_8458 IMG_8457 IMG_8456 IMG_8455 IMG_8454 IMG_8453 IMG_8452 IMG_8451 IMG_8450 IMG_8449 IMG_8448 IMG_8447 IMG_8446 IMG_8445 IMG_8444 IMG_8443 IMG_8442 IMG_8441  IMG_8439 IMG_8438 IMG_8437 IMG_8436 IMG_8435 IMG_8434 IMG_8433 IMG_8432 IMG_8431 IMG_8430 IMG_8429  IMG_8427 IMG_8426

1° goal di Giuseppe Corona

[bing_translator]

Ultimi giorni di vacanza per i calciatori della Monteponi, una delle sedici squadre iscritte al prossimo campionato di Promozione regionale, girone A. Il nuovo tecnico rossoblu, Titti Podda, ha fissato l’avvio della preparazione per giovedì 25 agosto. In un primo momento era stato ipotizzato il 18 agosto ma poi, considerato che la Coppa Italia scatterà il 17 settembre e il campionato il 2 ottobre, è stato poi deciso di iniziare il 25 agosto.

La società guidata dal presidente Sandro Foti ha rivoluzionato l’organico. Otto i nuovi arrivi: Gianluca Pittau, 21 anni, difensore;Raffaele Picciau, 29 anni, attaccante; William Amorati, 20 anni, attaccante; Michel Milia, 25 anni, centrocampista; Marco Aresu, 28 anni, centrocampista; Luigi Brandi, 29 anni, difensore; Luca Concas, 19 anni, portiere; Claudio Cogotti, 28 anni, difensore, alla Monteponi già qualche anno fa; e, infine, Danilo Loddo, 26 anni, di ritorno a Iglesias, dopo aver giocato l’ultimo scorcio di stagione al Carbonia.

Dell’organico dello scorso anno che ha chiuso il campionato al quarto posto, sono stati confermati i difensori Davide Ballocco (1999), Riccardo Maccioni (1996), Claudio Di Meglio (1991); i centrocampisti Enrico Cotza (1988), Mattia Meloni (1996) e Mattia Foti (1994); l’attaccante Marco Foti (1986). 

Titti Podda copia

[bing_translator]

Maurizio “Titti” Podda è il nuovo allenatore della Monteponi, una delle protagoniste del girone A del prossimo campionato di Promozione regionale. Il 51enne tecnico di Carbonia, lo scorso anno al Siliqua, subentra a Vittorio Corsini, il tecnico che ha guidato la squadra rossoblu al quarto posto nel finale della tormentata stagione scorsa che ha visto avvicendarsi sulla panchina ben tre tecnici: prima Giampaolo Murru, poi Alessandro Cuccu, quindi Vittorio Corsini.

La società guidata dal presidente Sandro Foti ha presentato domanda di ripescaggio in Eccellenza ed ha rivoluzionato l’organico. Sono ben sette, ad oggi, i nuovi arrivi: Gianluca Pittau, 21 anni, difensore; Raffaele Picciau, 29 anni, attaccante; William Amorati, 20 anni, attaccante; Michel Milia, 25 anni, centrocampista; Marco Aresu, 28 anni, centrocampista; Luigi Brandi, 29 anni, difensore; e, infine, Luca Concas, 19 anni, portiere.

Poche le conferme della rosa della stagione scorsa, tra i quali i difensori Davide Ballocco (1999), Riccardo Maccioni (1996), Claudio Di Meglio (1991); i centrocampisti Enrico Cotza (1988), Mattia Meloni (1996) e Mattia Foti (1994); l’attaccante Marco Foti (1986). Ritorna l’attaccante Danilo Loddo (1990), nell’ultimo scorcio di stagione al Carbonia,.

La preparazione inizierà il 18 agosto.

Titti Podda copia

[bing_translator]

Carbonia ko a Orroli, vincono Monteponi, Carloforte e Atletico Narcao. La quarta giornata di ritorno del campionato di Promozione regionale è complessivamente positiva per le squadre sulcitane, tra le quali resta delusa solo quella biancoblù, piegata con un goal per tempo dalla capolista Orrolese, confermatasi la grande favorita per la promozione diretta in Eccellenza regionale. Il Carbonia, nonostante la sconfitta, non ha demeritato e più volte ha sfiorato il goal, colpendo anche un palo nel finale con Giovanni Congiu. L’Orrolese guida la classifica con quattro punti di vantaggio sul Bosa, ancora vittorioso, contro l’Arbus, con lo stesso punteggio di 2 a 0. La capolista finora ha perso una sola volta, proprio a Carbonia, nella sfida del girone d’andata.

La Monteponi ha travolto la Tharros per 4 a 1 dopo un primo tempo equilibrato, conclusosi sul punteggio di 1 a 1. Di Suella, autore di una doppietta, Ferraro e Marco Foti i quattro goal rossoblù. La Monteponi ha centrato la convincente vittoria proprio nei giorni in cui festeggia i 90 anni della sua gloriosa storia ed ora è terza in classifica, in coabitazione con il Sant’Elena, due punti avanti al Carbonia.

Giornata positiva per il Carloforte che ha superato e scavalcato in classifica la Villacidrese, con un goal di Lapicca in piena “Zona Cesarini”, al 44′ del secondo tempo; per l’Atletico Narcao di Gianni Maricca, niente affatto rassegnato alla retrocessione nonostante la precaria posizione di classifica, impostosi sul Quartu 2000 con un goal di Elias e non più solo all’ultimo posto, avendo agganciato a quota 10 punti il Senorbì; e per il Siliqua di Titti Podda, passato sul campo del Senorbì con il punteggio di 2 a 1, con goal di Cirronis e Frau.

Sugli altri campi, vittorie di misura, per 1 a 0, per il Sant’Elena sul Girasole e per il Guspini Terralba sulla Frassinetti Elmas. La squadra di Virgilio Perra continua a subire pochi goal (9 in 19 giornate) e perde raramente (3 sconfitte) ma segna anche poco (17 goal) e non riesce ad emergere, essendo oggi al settimo posto in classifica con 30 punti.

Nel girone A del campionato di Prima categoria, la capolista Vecchio Borgo Sant’Elia ha vinto per 3 a 0 sul campo del Cus Cagliari e mantiene quattro punti di vantaggio sulla San Marco, vittoriosa per 5 a 0 sul Villasimius. Sale in classifica il Villamassargia che ha espugnato il campo del Sinnai calcio a 11 per 2 a 1 e lo ha scavalcato al terzo posto. Continua a vincere la Fermassenti, 1 a 0 sull’Halley Assemini (è la quarta vittoria consecutiva) e a scalare la classifica (ora è quinta), un punto avanti al Tratalias che ha superato di misura, 1 a 0, il Decimo ’07.

L’Europa 2008 Domusnovas ha vinto il derby con l’Iglesias per 3 a 2 e, infine, il Villasor ha piegato per 2 a 1 l’Uragano Pirri.

Antonio Ferraro

 

[bing_translator]

Il Guspini Terralba ha violato il Comunale “Carlo Zoboli” di Carbonia con un clamoroso 4 a 0 ed ha interrotto la lunghissima serie positiva della squadra di Andrea Marongiu, durata 12 giornate (9 vittorie e 3 pareggi). La giornata nera del Carbonia è fotografata alla perfezione dai numeri dei goal subiti: 5 nelle prime 14 giornate (2 alla prima giornata), 4 in soli 90′ e 3 nei primi 22′ nella partita del piovoso pomeriggio di ieri. Il passo falso ha consentito all’Orrolese, fermata sullo 0 a 0 dal Bosa, di laurearsi campione d’inverno, con 32 punti, 1 in più del Carbonia, 3 della Monteponi e 4 del Bosa. E’ ritornata alla vittoria la Monteponi, 2 a 0 a Senorbì, con reti di Marco Foti e Giacono Sanna. Domenica prossima il girone di ritorno inizierà con gli scontri diretti tra le prime quattro della classifica: Orrolese-Monteponi e Carbonia-Bosa.

Il Carloforte recrimina per i due punti persi a Siliqua, contro la squadra dell’ex Titti Podda. Tre volte in vantaggio, la squadra di Roberto Santamaria, ritornato in panchina dopo la seconda breve esperienza di Massimo Comparetti, è stata raggiunta tre volte, l’ultima e decisiva allo scadere. La vittoria avrebbe portato il Carloforte a un punto dalla quota salvezza ma la squadra ha mostrato comunque di essere viva e di avere i mezzi per centrare la permanenza in Promozione.

La giornata è stata disastrosa per l’Atletico Narcao, travolto dalla Tharros sotto un tennistico 6 a 0 a Oristano. La posizione di classifica della squadra di Gianni Maricca è sempre più precaria, ai limiti della disperazione.

Sugli altri campi, l’Arbus ha piegato di misura il Girasole, 2 a 1, stesso punteggio con il quale il Sant’Elena ha superato in rimonta la Villacidrese. Pari senza goal, infine, tra Frassinetti Elmas e Quartu 2000.

Nel girone A del campionato di Prima categoria, la capolista Vecchio Borgo Sant’Elia è caduta sul campo del Sinnai calcio a 11, 0 a 2, salito al terzo posto a due lunghezze dalla vetta, un punto dietro la San Marco, passata sul campo del Tratalias di Graziano Milia, 1 a 0. Cresce il Villamassargia, corsaro a Villasimius con un goal di Farci ed ora quarto a 3 punti dal Vecchio Borgo Sant’Elia, in coabitazione con la Ferrini Quartu e un punto avanti proprio al Villasimius. E’ ritornata finalmente alla vittoria la Fermassenti, 2 a 1 sul campo della vicecapolista Ferrini Quartu, dopo un digiuno durato ben 8 giornate.

Sugli altri campi, sono maturati 3 pareggi: 1 a 1 tra Decimo ’07 ed Europa 2008 Domusnovas, 2 a 2 tra Iglesias e Uragano Pirri e, infine, pirotecnico 4 a 4 tra Halley Assemini e Villasor, con largo vantaggio iniziale degli ospiti, 3 a 0, e spettacolare rimonta asseminese con un poker di goal di Tumatis.

Antonio Ferraro