22 May, 2024
HomePosts Tagged "Marco Satta"

Primo e secondo posto per i piloti del Faggioli Racing team: nella super gara della 32ª cronoscalata Iglesias-Sant’Angelo il siciliano Franco Caruso al volante della Norma M20 FC Zytek batte per una frazione di secondo il vincitore della scorsa edizione il trentino Diego Degasperi, su Osella FA30 Zytek (Faggioli Racing team); terzo Samuele Cassibba Nova Proto Np01-02 Sinergy (scuderia Ateneo), distanziato di 3″20 dal vincitore..
Su uno dei tracciati della Penisola più amati dagli esperti di questa specialità, scalano la classifica diversi piloti sardi, su tutti quelli della Porto Cervo Racing team Igor Nonnis di Narcao e Marco Satta di Nuxis (5° e 6° posto in classifica assoluta) rispettivamente su (Osella Pa 21jrb Bmw) e Nova Proto Np03 Aprilia. Segue il cagliaritano Andrea Costa Mrc Sport che si ferma al settimo posto.
«Le prove sono andate molto bene e ci aspettavamo una gara molto combattuta». hanno detto soddisfatti gli organizzatori della Iglesias-Sant’Angelo Alberto Medas e Kiko Tornatore (presidente e vice presidente Ichnusa Motorsport). Per il presidente ACI Cagliari Antonello Fiori «è stata certamente una sfida di altissimo livello soprattutto grazie ai piloti che anche quest’anno non hanno voluto mancare» ad una delle gare che, secondo il commissario nazionale Aci Sport Francesco Assennato: «E’ una delle più belle del campionato nazionale».  
La manifestazione è patrocinata dal comune di Iglesias, promossa dall’assessorato regionale allo Sport, dal Parco Geominerario e dall’Automobile club di Cagliari.
1) Franco Caruso 6’04.59 su Norma M20 FC Zytek (Faggioli Racing team)
2) Diego Degasperi 6’05.52 su Osella FA30 Zytek (Faggioli Racing team)
3) Samuele Cassibba 6’08.19 su Nova Proto Np01-02 Sinergy (Scuderia Ateneo)
Nella foto podio di copertina i primi tre classificati della 32ª cronoscalata Iglesias-Sant’Angelo da sinistra Samuele Cassibba, Franco Caruso, e Diego Degasperi.
.

Nella prima manche delle prove della 32^ cronoscalata Iglesias-Sant’Angelo il trentino Diego Degasperi segna un tempo di 3’08.40 sulla sua Osella FA30 Zytek contro il tempo di 3’09.65 del suo collega siciliano Franco Caruso al volante della Norma M20 FC Zytek. Nella seconda manche di prove le posizioni s’invertono: Franco Caruso registra un 3’04.65 davanti al campione delle ultime due edizioni (Degasperi) che  vola con un 3’05.03, superando così il driver comisano Samuele Cassibba che torna in Tivm dopo l’esperienza del 2006 segnando il terzo tempo in prova uno (3’12.15) e due (con 3’09.29) alla guida della Nova Proto V8 2000 Sinergy.
L’alfiere della scuderia Ateneo, dunque, potrebbe dare filo da torcere ai campioni del Faggioli Racing team che oggi hanno dominato le due prove dando grande spettacolo. Ma c’è molta attesa anche per i campioni sardi. Su uno dei tracciati della Penisola più amati dagli esperti di questa specialità, scenderanno in pista i piloti del Porto Cervo Racing Team Marco Satta (su Nova Proto Np03 Aprilia) e Igor Nonnis (Osella Pa 21jrb Bmw) – rispettivamente quinto e sesto nella due manche di prova. In gara non mancheranno gli iglesienti della Mistral Racing Giacomo Spanu sulla Renault Clio S1600 e Ugo Valdarchi, alla guida di una Mitsubishi Lancer Evo IX (11° e 12° miglior tempo in seconda prova).
«Le prove sono andate molto bene e prevediamo una gara molto combattuta», spiegano gli organizzatori della Iglesias-Sant’Angelo Alberto Medas e Kiko Tornatore (presidente e vice presidente Ichnusa Motorsport). Per il presidente ACI CAGLIARI Antonello Fiori «sarà certamente una sfida di altissimo livello soprattutto grazie ai piloti che anche quest’anno non hanno voluto mancare» ad una delle gare che, secondo il commissario nazionale Aci Sport Francesco Assennato: «E’ una delle più belle del campionato nazionale».
La gara. La competizione è valida per il trofeo italiano Velocità montagna (TIVM) Nord Centro sud (con il massimo coefficiente 1.5) e per il campionato sardo Velocità montagna indetto da ACI sport Sardegna. Il tracciato sarà quello classico di 5920 metri sulla statale 126 fra il bivio San Benedetto (km 43,680) e il valico di Genna  Bogai. In questa edizione una importante novità riguarda la sicurezza dei piloti: in gara sarà presente un team di specialisti per ciò che riguarda la procedura di estricazione.
In occasione della cerimonia di premiazione (domenica 24 settembre ore 17, piazza Sella a Iglesias) sarà assegnato il Trofeo del Parco Geominerario, la Coppa Tore Carboni, il memorial Gianfranco Lai e la Coppa in onore di Mario Casula, realizzata dall’iglesiente Andrea Pinna.
La manifestazione è patrocinata dal comune di Iglesias, promossa dall’assessorato regionale allo Sport, dal Parco Geominerario e dall’Automobile club di Cagliari.
In allegato la classifica tempi prove di oggi e alcune fotografie.
 

Saranno 61 i piloti in gara per la 32ª cronoscalata Iglesias-Sant’Angelo che entra nel vivo domenica 24 settembre con una sfida che – secondo gli organizzatori della Ichnusa Motorsport Alberto Medas e Kiko Tornatore – sarà “decisamente molto combattuta” per la presenza dei big dell’alta velocità in salita: a partire dai campioni del Faggioli Racing team come il vincitore delle ultime due edizioni Diego De Gasperi che correrà sulla sua Osella FA30 Zytek e Franco Caruso alla guida della Norma M20 FC Zytek (Best lap).
Fra gli iscritti di spicco Luigi Fazzino (Fazzino Motorsport- su Osella Pa2000 Turbo), Samuele Cassibba su Nova Proto Np01-02 Sinergy (scuderia Ateneo). E ancora Andrea Costa (Mrc Sport su Osella Pa 21/s Honda), Alberto Scarafone (Osella Pa 21/p Honda – Vimotorsport).
Ma c’è molta attesa anche per i campioni sardi. Su uno dei tracciati della Penisola più amati dagli esperti di questa specialità, scenderanno in pista i piloti del Porto Cervo Racing Team Marco Satta (su Nova Proto Np03 Aprilia) e Igor Nonnis (Osella Pa 21jrb Bmw). In gara non mancheranno gli iglesienti Ugo Valdarchi alla guida di una Mitsubishi Lancer Evo IX e Giacomo Spanu sulla Renault Clio S1600 (Mistral Racing).
A presentare la competizione, valida per il trofeo italiano Velocità montagna (TIVM) Nord Centro sud (con il massimo coefficiente 1.5) e per il campionato sardo Velocità montagna indetto da ACI sport Sardegna, gli organizzatori della Iglesias-Sant’Angelo Alberto Medas e Kiko Tornatore (presidente e vice presidente Ichnusa Motorsport), il presidente dell’Aci Cagliari Antonello Fiori, Roberto Costa (staff Ufficio di gabinetto Assessorato regionale allo Sport), il sindaco di Iglesias Mauro Usai e l’assessore dello Sport Vito Spiga.
Per tutti «lo sport si conferma un grande volano per il turismo che fa registrare il tutto esaurito nelle strutture ricettive del territorio». 
La gara. Motori accesi, dunque, domenica 24 settembre dalle 9.00 (traffico chiuso dalle 8.00). Il tracciato sarà quello classico di 5.920 metri sulla statale 126 fra il bivio San Benedetto (km 43,680) e il valico di Genna  Bogai. In questa edizione un’importante novità riguarda la sicurezza dei piloti per la presenza di un team di specialisti per ciò che riguarda la procedura di estricazione.
In occasione della cerimonia di premiazione (domenica 24 settembre, alle ore 17.00, in piazza Sella, a Iglesias) sarà assegnato il Trofeo del Parco Geominerario, la Coppa Tore Carboni, il memorial Gianfranco Lai e la Coppa Mario Casula, realizzata dall’Iglesiente Andrea Pinna.
La manifestazione è patrocinata dal comune di Iglesias, promossa dall’assessorato dello Sport Regione Autonoma della Sardegna, dal Parco Geominerario e dall’Automobile club di Cagliari.
Allegate con le fotografie, le interviste a uno degli organizzatori, Kiko Tornatore, e all’assessore dello Sport del comune di Iglesias, Vito Spiga.
      

Verrà presentata mercoledì sera, alle 19.30, all’Hotel Artu in piazza Sella, a Iglesias, la 32ª cronoscalata Iglesias-Sant’Angelo
Sarà una gara combattuta tra i big della Velocità montagna: non mancheranno i piloti del Faggioli Racing team come Diego De Gasperi (già vincitore delle due ultime edizioni), Franco Caruso e il pluricampione assoluto nazionale Simone Faggioli (17 volte sul podio CIVM).
Motori accesi dal 22 al 24 settembre: c’è grande attesa per una manifestazione sportiva che promette spettacolo nel giorno della grande sfida di domenica prossima, tutta in salita.

A presentare la competizione, valida per il trofeo italiano Velocità montagna (TIVM) Nord Centro sud e per il campionato sardo Velocità montagna indetto da ACI sport Sardegna, ci saranno gli organizzatori della Iglesias-Sant’Angelo Alberto Medas e Kiko Tornatore (presidente e vice presidente Ichnusa Motorsport), il presidente ACI CAGLIARI Antonello Fiori, il sindaco di Iglesias Mauro Usai e l’assessore allo Sport Vito Spiga.
LA GARA. Il tracciato sarà quello classico di 5920 metri sulla statale 126 fra il bivio San Benedetto (km 43,680) e il valico di Genna  Bogai.

In questa edizione un’importante novità riguarda la sicurezza dei piloti: in gara sarà presente un team di specialisti per ciò che riguarda la procedura di estricazione.
 

Si corre nuovamente per il Trofeo Italiano Velocità Montagna e per il Campionato Sardo della specialità appena indetto dalla delegazione Acisport Sardegna: al via la 32ª cronoscalata Iglesias-Sant’Angelo (edizione 2023) che quest’anno si disputerà il 22-23 e 24 settembre.
Motori accesi, come di consueto, sul classico tracciato della Statale 126 per Fluminimaggiore, nei 5.920 metri di tornanti compresi tra la frazione di San Benedetto e il valico di Genna Bogai.
Fra i big attesi nella città mineraria non mancheranno i piloti del Faggioli Racing team: in primis il trentino Diego De Gasperi già vincitore delle due ultime edizioni della storica gara iglesiente che scenderà in pista sulla sua Osella FA 30 Zytec 3000. Il siciliano Franco Caruso (alla guida della Norma Zytec) “tenterà di migliorare la seconda piazza assoluta ottenuta nella scorsa edizione, mentre il fiorentino Simone Faggioli (pluricampione italiano, 16 volte sul podio nazionale CIVM) correrà sulla “piccola” di casa Norma dotata del propulsore Aprilia di derivazione motociclistica di cilindrata 1100”, annunciano gli organizzatori della Iglesias-Sant’Angelo Alberto Medas e Kiko Tornatore (presidente e vice presidente Ichnusa Motorsport).

Il programma. Si comincia il 22 settembre con le verifiche sportive e tecniche previste dalle 15.00 alle 20.30. Sabato 23 le prove ufficiali in programma (due manches) con partenza del primo concorrente alle 9.00. Stesso orario dell’attesa gara in due manches che si disputerà domenica 24 settembre.
Il direttore di gara (Fabrizio Bernetti di Ascoli Piceno) sarà affiancato dal sassarese Vittorio Falchi e da Manlio Mancuso di Siracusa. La premiazione dei piloti vincitori è prevista in Piazza Sella, dalle 18.00.

Come annunciato la competizione sarà valida per il Trofeo Italiano Velocità Montagna per le zone Nord Centro Sud con il massimo coefficiente di 1.5. Riflettori puntati dunque su una gara che non ha eguali in tutta Italia e dove non mancherà per questo la partecipazione di piloti in lizza nelle varie categorie, provenienti dall’Isola e da ogni parte della Penisola.
Fra i sardi: Sergio Emanuele Farris, vincitore assoluto della recente edizione San Gregorio Burcei, Andrea Costa, Lussorio Niolu, Carlo Palla e il rientrante pilota di Nuxis Marco Satta vincitore assoluto delle edizioni 1993, 2001, 2003 e 2005, alla guida della nuova Norma, spinta da un propulsore a otto cilindri di duemila c.c. prodotto in Nuova Zelanda dalla Sinergy.
Tra le vetture “coperte”, attese le prestazioni dei locali Manrico Boi, Ugo Valdarchi, Giorgio Cocco, Giovanni e Alessio Cuccheddu, Matteo Schirru, Igor Nonnis e tra le storiche Carlo Volpe. In gara anche i siciliani Luigi Fazzino, Samuele e Gianni Cassibba, Alberto Chinnici.

Organizzata dal team Ichnusa Motorsport guidato da Alberto Medas e Kiko Tornatore, la gara è patrocinata dal Comune di Iglesias e promossa dall’assessorato allo Sport della Regione Autonoma della Sardegna, dal Parco Geominerario e dall’Automobile Club di Cagliari.

[bing_translator]

Marco Satta (Osella FA30 Zytek), Mario Murgia (Mitsubishi Lancer Evo X) e Igor Nonnis (Honda Civic) hanno portato in alto i colori della Scuderia smeraldina alla “59ª Cronoscalata Alghero-Scala Piccada”.

E’ stato un weekend ricco di soddisfazioni per la Porto Cervo Racing in occasione della “59ª Cronoscalata Alghero-Scala Piccada” valida come quarto round del Campionato Italiano Velocità Montagna e come prova del Trofeo Italiano Velocità Montagna Nord e Sud.

Marco Satta su Osella FA30 Zytek ha chiuso al nono posto assoluto, e subito sotto il podio di gruppo E2SS e di classe E2SS3000. «Sono contentoha detto Marco Sattaperché sono riuscito ad effettuare sia le prove che la gara. Nonostante un problema verificatosi nei giorni scorsi, siamo riusciti a sistemare la macchina giovedì a mezzanotte. L’Osella FA30 va guidata e, per questo, il prossimo anno spero di correre qualche gara in più per prendere più confidenza con la macchina.»

Ha affrontato con determinazione i 5.100 metri del tracciato realizzato sulla SS292, sui selettivi tornanti tra Alghero e Villanova Monteleone, anche Mario Murgia. Il pilota gallurese, al volante della sua Mitsubishi Lancer Evo X, ha vinto il gruppo N e la classe N oltre 3000 (25° assoluto) e si è detto soddisfatto del risultato.

Entusiasta anche Igor Nonnis che, al volante della sua Honda Civic, ha conquistato la vittoria di gruppo ProdS e di classe ProdS2000 (29° assoluto). «L’ultima volta che ho corso la Scala Piccada è stato circa dieci anni fa con una Peugeot 106ha dichiarato Igor Nonnisrispetto alle prove del sabato ho progredito un po’, mi sono divertito e posso ritenermi soddisfatto del risultato».

Alla cronoscalata algherese la Porto Cervo Racing era presente in doppia veste, infatti, oltre ai tre portacolori impegnati nella gara, erano presenti anche gli ufficiali di gara della Scuderia smeraldina.

[bing_translator]

Il progetto Sardware realizzato da quattro giovani volontari che si occupano di tradurre applicazioni e programmi informatici in sardo, si è aggiudicato il premio “Si moves sa limba, sa limba ti movet”, destinato dall’Istituto Camillo Bellieni di Sassari a personalità che si siano distinte in maniera significativa nella diffusione e nella promozione della lingua sarda.

Il riconoscimento è stato consegnato nel weekend durante l’evento itinerante “Si moves sa limba salimba ti movet”, l’appuntamento conclusivo delle attività svolte ogni anno dall’istituto sassarese di studi e ricerche, che per la prima volta si è tenuto in Barbagia, accolto da un pubblico numeroso nel Centro polivalente di Orotelli.

A ricevere la pergamena dalla mani del direttore scientifico Is.Be, Michele Pinna e dalla presidente Maria Doloretta Lai, sono stati Lisandro Beccu di Silanus, Gianfranco Fronteddu di Oliena, Luca Meloni di Mamoiada e Adrià Martin di Barcellona. Quest’ultimo è un giovane catalano che dopo aver frequentato l’università di Cagliari si è appassionato di lingua sarda, divenendo un perfetto parlante della variante campidanese.

Il progetto è ancora in fase embrionale, finora sono stati tradotti telegram, facebook, un navigatore jps e sono in programma altre applicazioni. «L’idea è nata dalla volontà di avvicinare la lingua sarda agli strumenti della modernità e portarla sempre più alla portata dei giovani – hanno sostenuto i vincitori -. Con il sostegno anche da parte delle istituzioni si potrebbe fare meglio. Questo premio ci dà un po’ più di carica per proseguire nella giusta direzione».

All’incontro di Orotelli, coordinato dalla responsabile della formazione Is.Be, Daniela Masia Urgu, lo stesso primo cittadino Giovannino Marteddu si è espresso in lingua sarda, manifestando soddisfazione per le attività realizzate in collaborazione con l’Istituto. A dare avvio alle attività è stata l’esibizione a tenore de “Su Cuncordu de Oroteddi Terra ‘e oro”.

Nel corso della mattinata sono consegnati gli attestati di partecipazione ai corsisti di Arzana, Bonorva, Gavoi, Girasole, Bolotana, Martis, Nuoro, Fonni, Pozzomaggiore, Sassari e Tula. Sono intervenuti i docenti Daniela Masia Urgu, Lucia Sechi, Francesca Sini, Adriana Cocco, Immacolata Salis e Ivan Marongiu.

Tra le curiosità, per la prima volta in trent’anni di attività (traguardo festeggiato proprio nei giorni scorsi) il Camillo Bellieni ha consegnato per la prima volta i diplomi di competenza linguistica C1, ai corsisti Daria Baroni, Angelo Cocco, Maria Elena Cocco, Franceschina  Falchi, Marco  Satta, Fabio Tuseddu, tutti di Martis.

L’evento è stato occasione per presentare il libro postumo del compianto Enzo Espa, “La risata dei muri vecchi. Su risu de sos muros betzos”, pubblicato dalla Edes, a cura di Michele Pinna.

[bing_translator]

Un’altra coppa scuderia per la Porto Cervo Racing. Il Team, presieduto da Mauro Atzei, nel suo ventesimo anno d’attività, continua a conquistare successi grazie al grande impegno dei suoi portacolori. Alla 30ª edizione della Cronoscalata Iglesias-Sant’Angelo, riproposta dopo sei anni, la scuderia era presente con cinque portacolori che, con le loro ottime performance hanno vinto la coppa scuderia. Quattro i piloti del Team nelle prime dieci posizioni assolute: Marco Satta alla guida della sua Osella FA30 ha conquistato il terzo posto assoluto, il secondo di gruppo E2SS e di classe E2SS3000, Marco Canu su Mitsubishi Lancer Evo IX ha chiuso al sesto posto assoluto, al primo di gruppo N e di classe N oltre 3000, Igor Nonnis (Honda Civic) si è piazzato al nono posto assoluto e ha fatto suo il gruppo ProdS e la classe ProdS2000, infine, Ennio Donato (Ford Escort RS Cosworth con la livrea Vecchio Amaro del Capo) ha chiuso al secondo posto di gruppo E1 Italia, al primo di classe E1 Italia oltre 3000 e la top ten. L’altro portacolori del Team, Mario Murgia al volante della sua Mitsubishi Lancer Evo X, ha disputato solo la prima manche di gara.

«Siamo soddisfatti dell’ennesimo successo ottenuto come Team – ha detto Mauro Atzei, presidente della Porto Cervo Racing -, complimenti sono rivolti ai nostri piloti che, anche in questa gara, hanno dimostrato grande impegno, dedizione e dato lustro ai nostri colori. E’ stato un anno intenso, ricco di soddisfazioni grazie a tutti i nostri soci, il nostro obiettivo è continuare su questa strada e percorrere ancora tanti chilometri insieme, basandoci al rispetto dei grandi valori sportivi e di lealtà.»

[bing_translator]

Scattano alle 15.00, le verifiche sportive e tecniche, in piazza Sella a Iglesias, della 30ª Cronoscalata Iglesias-Sant’Angelo. Domani mattina, sabato 26 ottobre, dalle 10.00, le prove ufficiali lungo i 6.020 metri del tracciato ricavato sulla SS126 (dal km 43,680 al km 49,700) e domenica, sempre alle 10.00, gara 1 e, a seguire, gara 2.

Saranno cinque i piloti della Porto Cervo Racing al via. Con l’Osella FA30 si presenterà allo start Marco Satta. Il pilota, quattro volte vincitore della gara con le varie evoluzioni della Osella (nel 1993 la Salita di Sant’Angelo, nel 2001, 2003 e 2005 la Cronoscalata Iglesias-Sant’Angelo) è pronto per la nuova sfida nella “gara di casa”.

«Il percorso è bellissimo, molto tecnico e impegnativo – dice Marco Satta – nonostante lo conosca e abbia vinto diverse edizioni della gara, questa volta dovrò andare in avanscoperta con il nuovo prototipo. E’ stato un vero peccato non aver potuto completare la Scala Piccada, la mia gara-test con la FA30. Ho dei ricordi bellissimi della Sant’Angelo, la gara di casa.»

Ennio Donato, reduce dalle vittorie di gruppo E1 Italia e di classe E1 Italia oltre 3000 conquistate alla Cronoscalata Alghero-Scala Piccada, sarà al via della gara al volante della sua Ford Escort RS Cosworth con la livrea Vecchio Amaro del Capo. «Il percorso mi piace tantissimo – commenta Ennio Donato – difficile, con delle curve simili, a sequenza. L’ultima volta che ho corso a Iglesias è stato circa dieci anni fa con la Tiga. Utilizzerò le due salite di prove del sabato per interpretare al meglio questa bellissima gara».

Dopo la positiva prestazione registrata alla Cronoscalata Alghero-Scala Piccada, sarà presente anche Mario Murgia al volante della sua Mitsubishi Lancer Evo X che cercherà di ben figurare nella gara che torna dopo sei anni.

Un’altra vettura della Casa dei tre diamanti, ma nell’evoluzione IX, sarà quella di Marco Canu che commenta: «Il percorso è tecnico, molto bello e, per quanto riguarda la tecnicità del percorso è una delle migliori gare in salita in Sardegna. Gli organizzatori meritano la nostra partecipazione». Con i colori della Porto Cervo Racing sarà presente anche Igor Nonnis. Il neo portacolori del Team ritorna al volante della sua Honda Civic, nella gara che nel 2008 segnò il suo esordio. «E’ dal 2013 che non gareggio ad una Cronoscalata – dice Igor Nonnis – il percorso è bello e spettacolare, speriamo di esprimerci al meglio».

[bing_translator]

Marco Satta (OsellaFA/30 motorizzata Zytek 3000).

 

La macchina organizzativa della 30ª cronoscalata Iglesias-Sant’Angelo sta vivendo le giornate più importanti, con la definizione del programma della manifestazione, e con le adesioni di concorrenti provenienti da ogni parte dell’Isola, oltre che di alcuni qualificati piloti provenienti da oltre Tirreno.
La scadenza per le iscrizioni dei partecipanti è prevista per lunedì 21 ottobre.

L’inizio della manifestazione, con le verifiche pre gara per piloti e vetture, è previsto per venerdì 25 ottobre, dalle ore 15,00 alle 20,00, ad Iglesias, in Via Garibaldi e Piazza Oberdan, opportunamente chiuse al traffico e libere dalle auto parcheggiate.
Le prove ufficiali, che sono una autentica copia della gara, ma che non hanno alcuna influenza per le classifiche, si disputeranno sabato 26 ottobre, lo start al km 43,680 sulla strada statale 126, con partenza della prima vettura alle ore 10,00, mentre il traffico veicolare e pedonale nella zona sarà interrotto dalle ore 8,30.
Le partenze si succederanno con intervallo di un minuto tra una vettura e l’altra, e saranno disputate due manches.
Al pubblico si raccomanda di non abbandonare le proprie postazioni tra una manche e l’altra, di occupare postazioni in sicurezza, ben al di sopra del piano stradale, e di rispettare le indicazioni che saranno impartite dal personale preposto e dalle forze dell’ordine.
Domenica 27, alle ore 10,00, l’inizio vero e proprio della 30ª Cronoscalata.

Chiusura al traffico ancora dalle 8,30 per tutti i veicoli, con le partenze delle vetture intervallate sempre di un minuto, mentre al termine della prima manche, i concorrenti incolonnati e scortati raggiungeranno la partenza per disputare la seconda manche.
Termine previsto della manifestazione, intorno alle ore 13.00.
La premiazione si effettuerà ad Iglesias, in Piazza Sella, alle ore 17,00, alla presenza delle autorità e delle personalità dello sport.

Per quanto riguarda i piloti partecipanti, tra i sardi confermata la presenza di Marco Satta, pilota di Nuxis che si è aggiudicato ben quattro edizioni della cronoscalata Ssulcitana, quest’anno al volante della nuova Osella FA/30 motorizzata Zytek 3000.
Da Sassari, reduce da una brillante stagione nel Campionato Italiano Velocità Montagna, è arrivata l’adesione di Sergio Farris, che sarà al volante della Osella PA 2000 curata dal Team Dalmazia.
Con identica vettura sarà della gara anche il giovane pilota olbiese Giuseppe Vacca, anche lui autore di una stagione esaltante sempre ai vertici delle classifiche assolute.
Con la Radical 1500, grande attesa per la prova di Roberto Vacca, pilota molto performante sulle vetture turismo, all’esordio in salita con questo prototipo.
Certa anche la presenza del sardo di adozione Sergio Perasso, al volante della PRC-Alfa Romeo 3000.
Gran bagarre anche tra le auto “coperte”, con i locali Giacomo Grussu, Manrico Boi, Mirko e Alessio Piredda, Giorgio Cocco, Ugo Valdarchi ed Igor Nonnis.
La presenza femminile sarà rappresentata da Patrizia Melis, Valentina Fadda, e dall’esordiente Maria Elena Valdarchi.

La 30ª cronoscalata Iglesias-Sant’Angelo verrà presentata venerdì 18 ottobre, alle ore 11,00 ad Iglesias, nella Sala Blu del Centro Culturale di via Cattaneo.