19 August, 2022
HomePosts Tagged "Massimo Comparetti" (Page 7)

[bing_translator]

Dimenticata definitivamente la “favola estiva” della fusione, Monteponi e Carbonia sono già al lavoro per preparare il nuovo campionato di Promozione. La squadra rossoblù si è radunata il 17 agosto, sotto la guida del nuovo tecnico Giampaolo Murru, alla seconda esperienza in panchina dopo l’esordio al Carloforte, quella biancoblù ha iniziato a lavorare 24 ore più tardi, il 18 agosto, sotto la guida del nuovo tecnico Andrea Marongiu.

Le novità in casa Carbonia sono tante, sia nell’assetto societario sia sia in quello tecnico. Al vertice societario c’è un nuovo presidente, l’imprenditore Carlo Foti, fratello di Sandro, presidente della Monteponi, che ha raggiunto l’accordo con la famiglia Giganti per gestire insieme la società. Luca Giganti e Roberto Porcedda saranno vicepresidenti, Renato Giganti presidente onorario, Pino Giganti responsabile del settore giovanile, Ferruccio Atzori direttore sportivo, Stefano Canu direttore generale.

La rosa a disposizione di Andrea Marongiu (coadiuvato da Luca Carboni, Stefano Frau e Manuel Contu, dal fisioterapista Fabrizio Manca e dal preparatore dei portieri Tore Pippia) è composta da sette elementi di esperienza e da una pattuglia di giovani promesse, quasi tutti maturati nel florido settore giovanile che negli ultimi anni è cresciuto a vista d’occhio, raggiungendo eccellenti risultati. I nuovi sono il centrale difensivo Fabiano Todde, in arrivo dal Muravera; il centrocampista Giancarlo Porcu, ex Guspini; il difensore Christian Mameli, ex Sant’Antioco; l’attaccante Marco Foti, in arrivo dalla Monteponi; il centrocampista Nicola Rais, 30 anni, proveniente dal Ghilarza (Eccellenza), cresciuto nelle giovanili del Cagliari e con esperienze in serie C nel Potenza (2005/06) e successivamente ad Alghero, Campobasso, al Savona in Prima Divisione, Tempio Pausania, Tavolara, Castiadas e Selargius.

Oltre a Simone Marini, che ha deciso di appendere le scarpette al chiodo, nel nuovo organico non figura il giovane attaccante Marco Foddi, ceduto in prestito per una stagione al Budoni.

Il programma della preparazione prevede una partita amichevole in famiglia sabato 22 agosto e un’amichevole sabato 29 agosto con la Fermassenti.

 

La nuova stagione scatterà il 6 settembre con i sedicesimi di finale di Coppa Italia. Il Carbonia esordirà a Carloforte, mentre l’Atletico Narcao ospiterà la Monteponi Iglesias. Partite di ritorno il 13 settembre a campi invertiti.

Il campionato di Promozione avrà inizio il 20 settembre 2015. Al via ci saranno anche altre tre squadre sulcitane: il Siliqua, guidato nuovamente da Titti Podda, dopo la breve parentesi del finale della scorsa stagione, quando il tecnico di Carbonia venne esonerato e sostituito da Marco Piras; l’Atletico Narcao, con il nuovo tecnico Gianni Maricca in panchina; e, infine, il Carloforte, appena ripescato, guidato dal confermato Massimo Comparetti.

IMG_6070

IMG_4097 IMG_4098 IMG_4099 IMG_4100 IMG_4101 IMG_4102 IMG_4103 IMG_4104 IMG_4105 IMG_4106 IMG_4107 IMG_4108IMG_6102

[bing_translator]

Con il ripescaggio del Carloforte, saranno quattro le squadre sulcitane protagoniste del campionato di Promozione 2015/2016. Il ripescaggio del Tonara nel campionato di Eccellenza, la fusione del Tergu con il Ploaghe e la rinuncia del Pula, hanno liberato tre posti per il campionato di Promozione 2015/2016 che sono stati coperti con i ripescaggi della società tabarchina, dello Stintino e del Bosa.

Il girone A, nel quale sono inserite le quattro squadre sulcitane (Monteponi Iglesias, Carbonia, Atletico Narcao e Carloforte), risulta così composto: Arbus, Atletico Narcao, Bosa, Carbonia, Carloforte, Frassinetti Elmas, Girasole, Guspini Terralba, Monteponi Iglesias, Orrolese, Quartu 2000, Sant’Elena, Senorbì, Siliqua, Tharros e Villacidrese.

La notizia del ripescaggio tanto inseguito, ha creato nuovo entusiasmo intorno al Carloforte, anche se i tempi ormai avanzati della fase precampionato, rendono complicate le operazioni di adeguamento dell’organico alla categoria superiore. La società guidata dal giovane presidente Giuseppe Buzzo, ha confermato in panchina Massimo Comparetti, protagonista di un brillante finale nell’ultimo campionato di Prima categoria e sta ora cercando di inserire nella rosa alcuni elementi, per renderla competitiva nel nuovo campionato di Promozione, con un solo grande obiettivo: la salvezza. Quando ha assunto la guida della società il presidente Giuseppe Buzzo non ha nascosto l’ambizione di riportare il Carloforte in Eccellenza nell’arco di cinque anni, ma la stagione che sta per iniziare sarà necessariamente di assestamento, per poi puntare al vertice nella stagione 2016/2017.

«Siamo molto contenti di poter disputare il campionato di Promozione – conferma il tecnico Massimo Comparetti – ma è evidente che il mercato sia ormai in una fase molto avanzata e tutti i migliori elementi si sono già accasati. Lavoreremo per raggiungere la salvezza, far maturare i nostri migliori giovani e quindi programmare una crescita a partire dalla prossima stagione.»

La nuova stagione scatterà il 6 settembre con i sedicesimi di finale di Coppa Italia. Il Carloforte esordirà ospitando il Carbonia, mentre l’Atletico Narcao ospiterà la Monteponi Iglesias. Partite di ritorno il 13 settembre a campi invertiti.

Il campionato di Promozione avrà inizio il 20 settembre 2015.

Massimo Comparetti copia

L’ultimo turno di campionato è stato a tinte chiaro/scure per le squadre sulcitane. Il ko interno subito con il Guspini allontana la Monteponi dalla vetta, il Carbonia più vicino alla salvezza. Il Siliqua vince in trasferta e sorpassa la Monteponi al terzo posto, per l’Atletico Narcao un brusco risveglio sul campo della Frassinetti, a Elmas.

Per la Monteponi non è decisamente un periodo positivo. Un punto conquistato in due consecutive partite casalinghe (2 a 2 con il Carbonia e 0 a 1 con il Guspini, goal dell’ex Porcu) sono un bilancio troppo misero per non parlare di crisi, soprattutto dopo che la società le ha tentate veramente tutte, cambiando ben due volte allenatore in poche settimane, per scuotere la squadra e riportarla sulla strada che in avvio di stagione l’aveva portata in testa alla classifica, in piena corsa per la seconda promozione consecutiva. Ora, ormai irraggiungibile il primo posto che vale la promozione diretta (lontano 8 punti a sette giornate dalla conclusione della regular season), l’obiettivo sono i play-off e quindi il secondo posto (comunque lontano 7 punti) o il terzo, appena lasciato al Siliqua ma distante un solo punto. La prima verifica si avrà domenica a Quartu, sul campo del Sant’Elena.

Il Carbonia vive una fase decisamente positiva. Nelle ultime nove giornate la squadra di Maurizio Ollargiu ha perso una volta sola, in casa contro l’Orrolese, e dopo il bel pari del derby di Iglesias ha superato un ostacolo fondamentale in prospettiva salvezza, il Serramanna, con due goal di Demontis. I tre punti hanno consentito ai biancoblù di portare a 8 punti il margine di vantaggio sul Serramanna, terz’ultimo, e a 5 punti sull’Atletico Narcao. Il calendario dà ancora una grande chance al Carbonia, domenica prossima, sul campo del Guspini, reduce dall’impresa di Iglesias, distante in classifica solo 4 punti, al pari del Pula. Un’altra vittoria probabilmente varrebbe la salvezza certa a 6giornate dalla fine del torneo.

Il pesante ko di Elmas, 0 a 5, ha frenato la rimonta dell’Atletico Narcao che resta comunque in piena corsa per la salvezza, raggiungibile attraverso i play out (al momento l’avversario sarebbe il Serramanna che deve difendere due punti di vantaggio sul San Vito. Il calendario, nell’immediato, non è purtroppo alleato della squadra del presidente Tullio Argiolas, che domenica prossima ospiterà la capolista Kosmoto Monastir, fermata sull’1 a 1 interno domenica scorsa nel confronto diretto con la Ferrini, ma sempre in smaglianti condizioni di forma.

Il Siliqua di Marco Piras è in chiara ripresa dopo un periodo negativo. La vittoria di misura ottenuta sul campo del Progetto Sant’Elia ha consentito il sorpasso sulla Monteponi e il mantenimento di un margine di tre punti sulla Frassinetti Elmas, squadra che conserva ambizioni da terzo posto. La squadra è attesa ad una conferma domenica prossima nel confronto casalingo con il Pula.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, domenica c’è stato il sorpasso in testa alla classifica, con il Senorbì che si è ripreso la posizione a lungo tenuta all’inizio e popi ceduta alla Villacidrese, tre giorni fa caduta sorprendentemente a Sadali con un netto 2 a 0. La neo capolista ha attraversato un periodo di crisi tra fine novembre e metà gennaio, quando ha raccolto solo 3 punti in 7 partite (passando da +5 a -8 dalla Villacidrese), ed ha iniziato la risalita proprio nel vittorioso confronto diretto con la Villacidrese, passando in altre 7 giornate da – 8 a + 2.

Alle spalle delle due squadre che hanno fin qui caratterizzato la lotta al vertice, c’è il Carloforte che, dopo la bufera interna che ha portato alle dimissioni di Walter Poncellini con il nuovo tecnico Massimo Comparetti in panchina (ritornato dove era stato fino allo scorso anno) ha travolto l’Iglesias, 5 a 2, e si mantiene al terzo posto, utile per partecipare ai play off promozione, insidiato dal Sadali (a 3 punti) e dal Real Villanovatulo (a 4 punti).

L’ottava giornata del girone di ritorno ha registrato la brillante vittoria della Fermassenti sulla Libertas Barumini (3 a 0) e solo sconfitte per le altre squadre sulcitane: 2 a 1 interno per il Sant’Antioco con la neo capolista Senorbì, 3 a 2 in clamorosa rimonta dopo lo 0 a 2 iniziale segnato dalle reti di Pinna al 5′ e al 12′ e goal decisivo al 93′, 6 a 2 per il Gonnesa a Siurgus Donigala, contro l’Andromeda.

Demontis - Carbonia copia

 

Monteponi promossa 2 Monteponi promossa 1

La Monteponi supera il Carloforte, 2 a 0, e “vola” in Promozione. La squadra di Vittorio Corsini ha così coronato il suo sogno di tornare in Promozione dopo quattro anni, al termine di una stagione trionfale, caratterizzata da un girone di ritorno da record, con 13 vittorie ed un solo pareggio nelle 14 partite fin qui disputate (per chiudere la stagione manca solo la trasferta sul campo del Guspini, il grande rivale dell’intero campionato, secondo a quattro punti di distanza).
Il derby odierno con il Carloforte di Massimo Comparetti, disputato allo stadio Comunale di Sant’Antioco davanti ad una grande ed entusiasta cornice di pubblico, non è stato facile. Il primo tempo, forse per la tensione dei rossoblù iglesienti, ha visto in campo equilibrio e nessun goal. La svolta è arrivata nella ripresa, dopo la strigliata data da Vittorio Corsini ai suoi giocatori negli spogliatoi, portando ai due goal che hanno deciso la partita e il campionato.
Al termine, grande festa in campo e sulla tribuna, per i giocatori, il tecnico ed il presidente Sandro Foti, con un auspicio, il ritorno al Monteponi, per disputare un campionato di Promozione da protagonisti, insieme al Carbonia, all’Atletico Narcao, salvatosi matematicamente oggi con i tre punti strappati nel derby di Quartu con il Sant’Elena e, si spera, anche con il Sant’Antioco che, nonostante la pesantissima sconfitta subita oggi ad Arbus per 5 a 0, può ancora farcela nello spareggio che, in caso di vittoria nel derby di giovedì 1 maggio con il Carbonia, disputerà contro il Sant’Elena.

Nelle altre partite, Fermassenti sconfitta sul campo del Cus Cagliari, 2 a 0; Tratalias piegato in casa dalla Libertas Barumuni, 4 a 3; Portoscuso vittorioso sulla Fulgor Senorbì, 2 a 0, tre punti purtroppo inutili con la squadra ormai retrocessa; e, infine, il Gonnesa si è imposto sull’Escalaplano, 3 a 2, ed ora in piena corsa per la salvezza, dopo aver agganciato proprio l’avversario odierno al quint’ultimo posto, con 28 punti (la quart’ultima e la terz’ultima si affronteranno in gara unica sul campo della prima). Domenica prossima il Gonnesa giocherà sul campo del Monserrato, terz’ultimo a due punti dalla squadra biancoverde, mentre l’Escalaplano ospiterà il Portoscuso.