31 January, 2023
HomePosts Tagged "Mauro Usai"

Dopo l’ingresso dei comuni di Villamassargia e Fluminimaggiore, anche il comune di Buggerru entra a far parte dell’assemblea del Consorzio Ausi di Iglesias.
Laura Cappelli sindaca di Buggerru: «L’amministrazione comunale di Buggerru è orgogliosa di essere riuscita ad entrare e far parte del Consorzio Ausi, il quale rappresenta non solo per i Comuni aderenti, ma per tutto il territorio, un’occasione di sviluppo culturale attraverso le varie attività proposte. Siamo certi che solo attraverso la condivisione di progetti e proposte si possa portare avanti il rilancio del territorio»

Mauro Usai, presidente del Consorzio Ausi: «Con l’adesione del comune di Buggerru il Consorzio Ausi prosegue nell’intento di coinvolgere le amministrazioni locali nella sua attività di formazione così da potenziare e ramificare sul territorio l’offerta che potrà dunque avvalersi di maggiori iniziative rivolte ai giovani del Sud Sardegna che intraprendono la carriera universitaria. Il comune di Buggerru, così come quello di Villamassargia e Fluminimaggiore rappresenta un tassello importante della storia mineraria del Sulcis Iglesiente tale da fornire un contributo certamente di alto profilo nei settori di studio, ricerca e naturalmente formazione. Ringrazio, dunque, la sindaca Laura Cappelliaggiunge Mauro Usaicon l’auspicio che in questo percorso possano presto confluire le forze di ulteriori amministrazioni locali della nostra Provincia dove, purtroppo, il numero dei ragazzi che abbandona gli studi è in costante crescita ed il 26% – in età compresa fra i 15 e 29 anni – (in base agli ultimi dati diffusi da Save the children) non lavora, non studia e non risulta essere in un percorso di formazione».

Prosegue, intanto, l’attività all’interno del Consorzio Ausi in collaborazione con l’università degli studi di Cagliari. «Grazie alla presenza di un laboratorio analisi di alta tecnologia che resta a disposizione dei borsisti e non solo spiega Mauro Usai -. Mentre stanno per ripartire i Master di architettura e paesaggio in collaborazione col Dipartimento di architettura Dicaar di Cagliari. Infine una serie di nuove iniziative pronte a decollare che potrebbero fornire un contributo importante al settore ambientale e dell’energia.»

Venerdì 14 ottobre, dalle ore 17,30, la Sala Blu del Centro culturale di Iglesias, ingresso da via Grazia Deledda, ospiterà un incontro per ricordare la figura di Daverio Giovannetti. Coordinerà i lavori Antonangelo Casula. Interverranno: Paolo Serra, Emanuele Madeddu, Mario Zara, Andreano Madeddu, Mario Sciolla, Marino Canzoneri, Mauro Usai, Giuliano Murgia, Paolo Collu e Salvatore Cherchi.

La personalità di Daverio Giovannetti, ha attraversato per diversi decenni il Sulcis iglesiente e la Sardegna tutta. Uomo di sindacato, che, quale dirigente dei minatori, dagli anni ’50, ha condotto battaglie, spesso drammatiche per il riscatto e il benessere sociale, dei lavoratori. Chiamato ad un ruolo confederale, giungendo sino al massimo livello come Segretario Regionale della CGIL, è stato protagonista delle battaglie per il lavoro, di tutte le categorie sociali, anche pagando un prezzo elevato con arresti e carcerazione. Non era uomo che si fermava di fronte ai rischi personali e ai sacrifici, forte della convinzione nei suoi ideali e della sua integrità morale. Dagli anni settanta, chiamato ad un ruolo politico di grande prestigio, Senatore della Repubblica, ha continuato a spendersi per le battaglie sociali della classe lavoratrice e della Sardegna. Alla sua figura, l’Associazione Amici della Miniera, l’Associazione Minatori e Memoria, l’Associazione Minatori Nebida Onlus, il C.I.C. ARCI Iglesias, il CSC Umanitaria Carbonia-Fabbrica del Cinema, con la partecipazione dell’Archivio Storico di Iglesias, la Sezione di Storia Locale di Carbonia, ed il patrocinio del comune di Iglesias, dedicano una serata di ricordo e discussione.

Neppure la pioggia, caduta abbondantemente nelle prime ore del mattino, ha fermato la voglia di socializzare di centinaia di persone, giovani e meno giovani, che si sono dati appuntamento nella frazione di San Benedetto, a Iglesias, per la 10ª edizione della Castagnata, organizzata dall’associazione culturale Uniti per San Benedetto, con il patrocinio del comune di Iglesias e in collaborazione con Last Dance power Marco Ortu per la parte musicale, Is Massaius Suerxinus per la lavorazione artigianale de “Is Malloreddus”, dalla Gastronomia Cottu e Pappau di Buggerru per la degustazione dei prodotti tipici della zona ed Eremidu per il trekking.

La giornata, poi accompagnata da una schiarita meteorologica, è stata arricchita dall’esibizione dei Musici sbandieratori del quartiere fontana di Iglesias e dalla distribuzione di caldarroste e vino per tutti.

Durante lo svolgimento della manifestazione, Nadia Pische ha intervistato il sindaco di Iglesias, Mauro Usai, comprensibilmente entusiasta per la grande partecipazione popolare.

[bing_translator]

L’Amministrazione comunale di Iglesias, a seguito dell’emergenza sanitaria, economica e sociale determinata dalla diffusione dell’infezione Covid-19, ha elaborato una serie di interventi di carattere tributario a sostegno di quanti si siano trovati a dover interrompere la propria attività.

Per quanto riguarda la TARI, il tributo relativo ai rifiuti, gli interventi individuati nel Piano Economico Finanziario prevedono l’istituzione di un fondo di esenzione pari a quasi 400.000 euro, che saranno utilizzati per:
– Una riduzione tariffaria proporzionale ai mesi di chiusura, rivolta alle imprese economiche che, nel rispetto delle prescrizioni contenute nei vari provvedimenti nazionale e regionali, hanno dovuto interrompere le proprie attività.
– La conferma dell’esenzione TARI per le famiglie in possesso di certificazione ISEE ordinaria, pari o inferiore a 2.000,00 euro.
Oltre la soglia dei 2.000,00 euro di ISEE, detassazione del 30% a seconda del numero di componenti del nucleo familiare e dell’indicatore ISEE.
– Al netto del fondo di esenzione, è prevista una riduzione della TARI per tutte le utenze domestiche e per la maggior parte delle utenze non domestiche. Una riduzione che sarebbe stata ancora più consistente se non si fosse dovuta fronteggiare un’emergenza inaspettata e grave come quella relativa alla diffusione del Covid-19, che in questo momento impone di destinare tutte le risorse al sostegno alle attività produttive.
Inoltre le scadenze per il pagamento dell’acconto e del saldo della TARI, previste per i mesi di luglio e dicembre, verranno prorogate al mese di settembre per quanto riguarda l’acconto, ed al mese di febbraio 2021 per il saldo finale.
– Per contrastare lo spopolamento, sarà prevista anche un’esenzione totale TARI di 3 anni rivolta ai nuclei familiari che alla data del 31/12/2019 risiedevano in un altro Comune ed abbiano trasferito la propria residenza ad Iglesias.

«Questo per sostenere la ripresa economica – ha proseguito il sindaco Mauro Usaie per consentire agli Uffici preposti di elaborare le richieste di esenzione e di riduzione TARI. E’ importante sottolineare come il minor gettito per le casse comunali, derivante dalle misure ordinarie e straordinarie di esenzione e riduzione TARI, è il ricavato degli importi recuperati grazie alla lotta all’evasione tributaria effettuata negli ultimi anni, che ha di fatto aumentato il numero dei contribuenti e le superfici assoggettabili alla Tassa sui rifiuti. Una lotta all’evasione che quindi non serve a fare cassa, ma ad aiutare chi si trova in difficoltà, permettendo di utilizzare al meglio le risorse disponibili.»

Gli interventi riguarderanno anche la TOSAP, la tassa per l’occupazione di spazi e aree pubbliche.
E’ pronta la delibera che permetterà di esentare completamente i bar ed i ristoranti per i restanti mesi del 2020, al fine di garantire un’importante agevolazione economica, permettendo ai titolari di potersi conformare a quanto previsto dalle disposizione sanitarie di sicurezza e di distanziamento interpersonale.
«Nessuna iniziativa propagandistica, ma misure reali a beneficio di coloro che fino a questo momento non hanno chiesto niente al Comune, ma che dobbiamo sostenere in maniera decisa, in quanto con il loro lavoro reggono sulle spalle l’economia della città ed i servizi ai turisti, che auspichiamo possano tornare presto da noi – ha spiegato il sindaco di Iglesias . Le misure sono state discusse da subito con tutti i gruppi consiliari in sede di Conferenza Capigruppo, lo scorso 30 marzo, ed in quest’ultimo mese la Giunta ha elaborato gli atti, individuando le relative coperture finanziarie. Ogni altra iniziativa in programma verrà condivisa con tutto il Consiglio comunale, a partire dalla recente proposta formulata dal gruppo dei Riformatori sardi e dalla consigliera Valentina Pistis, per l’istituzione di un tavolo di confronto con le parti sociali sulle misure inerenti la ripresa economica. Per onestà intellettuale occorre precisare che la stessa leader dell’opposizione in sede di conferenza aveva avanzato la proposta, da subito accolta e condivisa dal sottoscritto. Un atteggiamento responsabile e costruttivo che ho accolto con favore. Presto saranno rese disponibili la modulistica e le modalità per usufruire delle esenzioni e delle riduzioni tributarie. Se esiste in cassa anche solo un euro in più questo deve essere produttivo e destinato a coloro che fino a questo momento non hanno mai chiesto nulla – ha concluso Mauro Usai -. A loro ci rivolgiamo con una misura shock, perché solo attraverso il lavoro potrà ripartire l’economia della Città.»

[bing_translator]

In ottemperanza alle disposizioni contenute nei decreti del presidente del Consiglio dei ministri dell’8/03/2020, del 09/03/2020 e dell’11/03/2020, relativi al contenimento delle infezioni Covid-19, ed alle ordinanze del presidente della Regione Autonoma della Sardegna in materia di sanità pubblica, il sindaco di Iglesias, Mauro Usai, ha emesso un’ordinanza contenente le disposizioni relative, al fine dare applicazione alle norme contenute nei decreti ministeriali.

Le misure adottate e contenute nell’ordinanza, con valore a partire dalla data odierna, e fino al 3/04/2020, riguardano:

– La sospensione immediata per le rivendite di generi di monopolio in attività nel territorio del comune di Iglesias e dotate di apparecchi per il gioco lecito, di tutte le tipologie di gioco che prevedono vincite in denaro e non.

– La possibilità per le persone di spostarsi dalla propria abitazione per consentire l’espletamento dei bisogni fisiologici degli animali domestici, esclusivamente per una distanza massima di 250 metri dal portone d’ingresso della propria casa, provvedendo a mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro da eventuali altre persone.

– La sospensione di qualsiasi attività motoria e di qualsiasi pratica sportiva all’aperto in luoghi pubblici, divieto esteso anche alle semplici passeggiate, fatta eccezione per l’attività motoria motivata da documentate esigenze mediche, legate a particolari patologie.
Le citate esigenze mediche dovranno essere autodichiarate e si dovrà provvedere a mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro da eventuali altre persone.

– Relativamente al disbrigo delle incombenze necessarie consentite, come gli acquisti di farmaci e generi alimentari, l’obbligo di limitare le uscite ad una sola persona per nucleo familiare, (n.1 uscita, n.1 persona), fatte salve le necessità delle persone anziane o non autosufficienti che vivono da sole e devono essere accompagnate, le quali hanno a disposizione anche il servizio di assistenza predisposto dall’Amministrazione comunale.

– La chiusura dell’apertura al pubblico dell’ecocentro comunale.

[bing_translator]

«In questi giorni effettueremo, grazie agli elenchi in nostro possesso, i controlli sulle seconde case di Iglesias dei cittadini residenti fuori dalla Sardegna. Verificheremo chi effettivamente è arrivato nella nostra città nei giorni scorsi, se si sono autodenunciati alle autorità competenti (se non l’hanno fatto lo faremo noi), e se stanno rispettando l’obbligo di quarantena.»

Lo ha scritto in un post pubblicato su Facebook, Mauro Usai, sindaco di Iglesias.

«Oltre questo i prossimi giorni effettueremo la sanificazione delle strade, in modo particolare nei luoghi in prossimità delle attività ancora aperte come farmacie e super mercati – ha aggiunto Mauro Usai -. L’invito è quello di stare a casa e di sospendere (non muore nessuno) le attività motorie all’aperto se non per chi le svolge in ragione di una patologia.»

«Infine, un grazie a tutti i miei concittadini che con grande pazienza e disciplina si stanno attenendo alle disposizioni del governo e dell’amministrazione – ha concluso il sindaco di Iglesias -. Coraggio, se continuiamo così, presto tutto passerà.»

[bing_translator]

Considerata la necessità, nell’ambito della più generale riduzione della spesa pubblica, di adottare provvedimenti tesi al contenimento del consumo energetico, da perseguirsi in particolari periodi dell’anno caratterizzati da riduzione dell’accesso ai servizi comunali da parte dell’utenza e della correlata contrazione del numero di unità di personale in servizio in concomitanza con la fruizione delle ferie del personale, il sindaco di Iglesias Mauro Usai ha disposto la chiusura degli Uffici comunali nella giornata di venerdì 16 agosto 2019.
I dirigenti competenti garantiranno i servizi pubblici essenziali, nel rispetto delle disposizioni contenute nella legge 12 giugno 1990 n. 146 e successive modificazioni ed integrazioni.

[bing_translator]

Il sindaco di Iglesias, Mauro Usai, risponde questa sera ai tre consiglieri comunali nonché portavoce del Movimento 5 Stelle, Bruna Moi, Federico Garau e Francesca Tronci, che gli hanno inviato una lettera aperta sulle gravi problematiche che affliggono la città ed il territorio in campo sanitario.

«La conferenza dei capigruppo, della quale fa parte il consigliere Federico Garau – dice Mauro Usai – è convocata in maniera permanente. L’ultima riunione si è svolta una settimana fa. Abbiamo assunto questa decisione per cercare di capire quali azioni intraprendere in base a quel che accadrà da qui al 4 settembre. Sono a disposizione per qualsiasi iniziativa o azione a sostegno dei diritti della nostra città e del territorio – aggiunge il sindaco di Iglesias -, anche a costo di contrastare in maniera eclatante coloro che in questo momento, senza criterio, dispongono trasferimenti, tagli e depotenziamento dei nostri servizi. Se i consiglieri del Movimento 5 Stelle ritenessero di promuovere azioni – conclude Mauro Usai – sarei presente con la fascia da sindaco e li vorrei al mio fianco.»