15 June, 2024
HomePosts Tagged "Michele Carta"

E’ scomparsa oggi, all’età di 106 anni, Rafaela Canneddu, la ultracentenaria di Carbonia. Alcune settimane fa, Rafaela Canneddu era stata sottoposta ad un intervento chirurgico per la frattura di un femore, al quale aveva reagito con una straordinaria forza e pochi giorni dopo il ritorno a casa aveva ripreso la sua vita normale, attorniata dal calore dei figli e dei nipoti. Aveva in programma anche un viaggio a Mamoiada, suo paese di nascita, dove avrebbe dovuto incontrare un’amica e compagna di scuola della primissima infanzia, oggi 105enne. L’incontro avrebbe avuto il crisma dell’ufficialità, con una cerimonia pubblica, alla quale avrebbe presenziato anche il sindaco, Luciano Barone.

Nei giorni scorsi Rafaela Canneddu è stata poco bene, probabilmente anche per i postumi dell’anestesia alla quale è stata sottoposta per l’intervento chirurgico per la frattura del femore, la situazione clinica è rapidamente peggiorata e qualche ora fa ha cessato di vivere.

Rafaela (Raphaela nel certificato di nascita) Canneddu, era nata a Mamoiada il 18 maggio 1915. All’età di 25 anni, sposò il fonnese Michele Carta, operaio nelle miniere di Carbonia. Per ragioni di lavoro, pertanto, “Tzia Boelledda” si trasferì nella cittadina mineraria, dove insieme al marito investì i propri risparmi per aprire un’attività commerciale di successo nella produzione e distribuzione di bibite gassate in tutto il Sulcis Iglesiente. Rimase vedova 12 anni fa, quando Michele Carta morì, all’età di 93 anni.

Le foto allegate si riferiscono alla festa per il suo 106esimo compleanno, organizzata dai familiari lo scorso 18 maggio.

Giampaolo Cirronis

           

106! Rafaela Canneddu, la nonnina ultracentenaria di Carbonia, oggi ha compiuto 106 anni. Anche quest’anno – come avvenne un anno fa per il 105° – le restrizioni ed il divieto di assembramenti a causa del Covid-19, non hanno consentito di abbracciare ed omaggiare Rafaela Canneddu come negli anni precedenti, ma per i familiari è ugualmente una giornata dalle emozioni forti, anche perché, come si vede dalle fotografie allegate, conserva ancora una lucidità straordinaria per l’età.
Originaria di Mamoiada, Rafaela (Raphaela nel certificato di nascita) Canneddu, all’età di 25 anni, sposò il fonnese Michele Carta, operaio nelle miniere di Carbonia. Per ragioni di lavoro, pertanto, “Tzia Boelledda” si trasferì nella cittadina mineraria, dove insieme al marito investì i propri risparmi per aprire un’attività commerciale di successo nella produzione e distribuzione di bibite gassate in tutto il Sulcis Iglesiente.

[bing_translator]

Raffaela Canneddu, la nonnina ultracentenaria di Carbonia, oggi ha compiuto 105 anni. Quest’anno le restrizioni ed il divieto di assembramenti a causa del Covid-19, non hanno consentito di abbracciare ed omaggiare Raffaela Canneddu come negli anni scorsi (la foto di copertina è relativa ai festeggiamenti per il 102° compleanno, le altre ai festeggiamenti per il 103°, con il sindaco Paola Massidda al fianco della festeggiata).
«Tzia Boelledda, così come la chiamano parenti e amici, è un fulgido esempio di longevità, energia e vitalità. Le auguriamo buon compleanno e le facciamo i complimenti per aver raggiunto uno straordinario traguardo da ultracentenaria», ha commentato Paola Massidda.
Originaria di Mamoiada, Raffaela, all’età di 25 anni sposò il fonnese Michele Carta, operaio nelle miniere di Carbonia. Per ragioni di lavoro, pertanto, “Tzia Boelledda” si trasferì nella cittadina mineraria, dove insieme al marito investì i propri risparmi per aprire un’attività commerciale di successo nella produzione e distribuzione di bibite gassate in tutto il Sulcis Iglesiente.

      

 

[bing_translator]

«La sua forza e la sua energia siano da esempio per tutti noi.»

Con queste parole il sindaco di Carbonia Paola Massidda ha portato gli auguri dell’Amministrazione comunale e dell’intera cittadinanza alla signora Raffaela Canneddu che oggi, 18 maggio 2018, ha compiuto 103 anni. 

Originaria di Mamoiada, Raffaela Canneddu esercitò da giovanissima la professione di collaboratrice domestica. All’età di venticinque anni sposò il fonnese Michele Carta, operaio nelle miniere di Carbonia. Per ragioni di lavoro, pertanto, “tzia Boelledda”, così come la chiamano ancora parenti e amici, si trasferì nella cittadina mineraria, dove insieme al marito investì i propri risparmi per aprire un’attività commerciale di successo nella produzione e distribuzione di bibite gassate in tutto il Sulcis Iglesiente.
Signora Raffaela attualmente risiede nella sua abitazione di via XVIII Dicembre, dove questo pomeriggio il sindaco Paola Massidda ed il presidente del Consiglio comunale, Daniela Marras si sono recate per farle gli auguri di compleanno ed omaggiarla con una pergamena.

      

[bing_translator]

La Fimaa Confcommercio Sardegna ha organizzato per venerdì 20 novembre, a Oristano, il convegno dal titolo “Evoluzione del mediatore: quali strumenti per favorire la ripresa?”Al convegno, che si terrà nella sala convegni della Confcommercio di Oristano a partire dalle 10.00 e tratterà le opportunità di sviluppo e la nuova normativa che regola il mercato immobiliare che, dopo aver attraversato un periodo di crisi, è in ripresa anche in Sardegna, prederanno parte il presidente e il vicepresidente nazionale di Fimaa Italia, Santino Taverna e Marco Mainas, il presidente Confcommercio Sardegna, Agostino Cicaló e il presidente di Fimaa Sardegna, Michele Carta.

«La Sardegna sarà la regione pilota dei nuovi strumenti informatici per il rilancio del mercato immobiliare – spiega il vicepresidente nazionale della Fimaa Marco Mainas – al convegno parteciperanno i responsabili di casa.it con i quali è stato siglato un importante accordo. Il mercato immobiliare ha attraversato un momento critico ma adesso si può iniziare a parlare di inversione di tendenza. Nel corso del convegno saranno divulgati anche i dati elaborati dal centro studi sul mercato del credito non solo a livello regionale ma anche nazionale:»

«La Sardegna è una delle regioni più importanti per numero di soci – sottolinea il presidente di Fimaa Sardegna, Michele Carta – vogliamo dare loro un contributo concreto per puntare sulla ripresa. I prezzi delle case si sono stabilizzati con i valori riferibili al 2003/2004 con un mercato in leggero miglioramento.»