7 August, 2022
HomePosts Tagged "Nick Peeters"

[bing_translator]

Si è concluso con un bilancio ampiamente positivo, superiore alle attese, per i colori italiani, il BISFed 2018 Boccia Regional Open di Olbia, disputatosi da martedì 23 a venerdì 27 ottobre sui campi allestiti nel PalAltoGusto del GeoVillage di Olbia. In un campo di partecipanti molto qualificato, composto da 64 atleti in rappresentanza di ben 15 nazioni, sono state due le medaglie conquistate dagli atleti azzurri: una d’argento da Mirco Garavaglia nella categoria individuale BC3 ed una di bronzo a squadre da Diego Gilli (BC1), Ciro Montanino (BC2) e Claudia Targa (BC2).

Per la boccia paralimpica italiana si tratta di un risultato storico. Mai nessun italiano era riuscito a vincere una medaglia d’argento. Dopo aver fatto sua la semifinale contro lo svedese Christoffer Hagdahl (3 a 1), Mirco Garavaglia si è dovuto arrendere nell’atto finale alla classe e all’esperienza di Maria Bjurstrom, vittoriosa per 5 a 3. La sconfitta in finale non toglie comunque nulla allo strepitoso torneo di Mirco Garavaglia: «Siamo orgogliosi che proprio a Olbia si sia scritta una pagina importantissima della boccia paralimpica italiana – ha commentato il presidente del comitato organizzatore Dario Della Gatta – Mirco ci ha fatto sognare, dimostrando di essere all’altezza dei migliori in Europa nella sua categoria».

«Sono molto felice – ha detto Mirco Garavaglia – ringrazio chi mi ha sostenuto nell’allenamento e nella preparazione. La pratica della bocca paralimpica va promossa e sostenuta ad ogni livello, perché è capace di regalare grandi benefici a chi è affetto da disabilità.»

Nella finale per il 3° e 4° posto a squadre, Diego Gilli (BC1), Ciro Montanino (BC2) e Claudia Targa (BC2), hanno superato la squadra dell’Ucraina con il punteggio di 6 a 3, lasciandosi poi andare ad un entusiasmo incontenibile.

Alle due medaglie va aggiunto lo splendido 4° posto ottenuto da Diego Gilli nell’individuale BC1.

Sorprese e pronostici ribaltati nelle altre categorie individuali: nella BC1 il portoghese Joao Pinto, arrivato ad Olbia con la miglior posizione nel ranking mondiale tra i partecipanti, è stato superato in finale dalla ceca Katerina Curinova (3 a 1) che, a sua volta, aveva fermato in semifinale la corsa dell’italiano Diego Gilli, autentica rivelazione del torneo. L’azzurro si è successivamente dovuto accontentare del quarto posto, superato nella finale per il bronzo dall’ucraino Kukhta (3 a 2).

Il primo posto nella BC2 è andato al portoghese Abìlio Valente, bravo a far suo in maniera netta il derby lusitano contro Cristina Goncalves (6 a 3). Al terzo posto si è classificato invece l’olandese Nick Peeters (9 a 2 su sull’ucraino Andrii Moroz).

Altra grande sorpresa, nella categoria BC4, dove il grande favorito Artem Kolinko è stato sorpreso dall’azero Bahruz Mirzayev, impostosi con il punteggio di 4 a 1. Sul podio anche Matjaz Bartol (4 a 1 sulla tedesca Nicole Michael).

Spettacolare e suggestiva la cerimonia di premiazione, che ha visto anche l’esibizione del gruppo delle Majorettes Tonino Spano di Olbia.

L’intera manifestazione è stata coperta televisivamente in diretta streaming da Directa Sport, anche nel sito della federazione bocce.

Soddisfazione per il bilancio finale è stata espressa sia dai vertici della federazione (all’inaugurazione e alla prima giornata di gare ha presenziato il presidente FIB Marco Giunio De Sanctis, alle premiazioni Jon Morgan, dirigente della federazione internazionale della FISBed), sia dai funzionari della Regione Sardegna, presenti all’inaugurazione ed alla prima giornata di gare, e dai rappresentanti dall’Amministrazione comunale di Olbia, alla conferenza stampa di presentazione dal vicesindaco Angelo Cocciu e alle premiazioni l’assessore dello Sport Silvana Pinducciu, che hanno patrocinato e sostenuto l’organizzazione dell’evento.