7 August, 2022
HomePosts Tagged "Pier Giacomo Muscas"

Carcere di Buoncammino copia

«Il nuovo tragico evento verificatosi a Buoncammino, il quarto negli ultimi 5 mesi in Sardegna, conferma l’incapacità del sistema penitenziario di dare risposte al disagio. La scelta estrema di una persona non può che ricadere sulle Istituzioni». Lo afferma Maria Grazia Caligaris, presidente dell’associazione “Socialismo Diritti Riforme”, con riferimento al suicidio di Pier Giacomo Muscas, avvenuto nel Centro Clinico della Casa Circondariale cagliaritana.

«Aldilà del singolo caso che induce a riflettere per la complessità della vicenda, la realtà della detenzione – osserva Maria Grazia Caligaris – è spesso sottovalutata e non ci si rende conto che la maggior parte dei cittadini privati della libertà è legata al mondo della tossicodipendenza. In molti casi si tratta ormai solo di un mezzo per garantirsi un introito facile ma, molto spesso, è espressione di problematiche di carattere sociale e psichico.»

«Il sistema sociale esterno è inerte davanti a queste problematiche che fa ricadere quasi interamente su quello penitenziario. L’uno e l’altro operano secondo logiche distanti dai reali bisogni accentuando gli aspetti repressivi che si esasperano con la burocratizzazione delle istanze. Le risposte non sempre arrivano in tempo utile e l’attesa è vissuta come una tortura aggiuntiva generando disperazione. La Polizia Penitenziaria non può sempre scongiurare il peggio anche perché ha bisogno di essere supportata da altre figure professionali. Occorre maggiore attenzione ma è indispensabile – conclude la presidente di SDR – intervenire sulla rete sociale esterna per dare speranze di riscatto e di reintegro nella comunità.»