6 October, 2022
HomePosts Tagged "Roberto Tumbarello"

[bing_translator]

    

Cultura e intrattenimento in questo lungo fine settimana di appuntamenti che accompagnerà cittadini e visitatori fino al 25 dicembre. Si parte oggi (venerdì 20), alle 16.00, presso il MAB, Museo Archeologico Ferruccio Barreca di Sant’Antioco, con la presentazione al pubblico del libro “Il Paese dei cuori”alla presenza degli autori, il dottor Roberto Tumbarello e la dottoressa Sabrina Montis. Domani, sabato 21, altro appuntamento culturale: alle 17.30, nell’aula consiliare, verrà presentato il libro “Il Profumo della Storia. Sardegna Sud-Occidentale nel XVIII e XIX secolo”. Ovvero le circostanze storiche della nascente comunità isolana di Sant’Antioco che ispirarono il romanzo “Il Profumo del Ginepro”, scritto dal Paolo Balia.

E poi tanta animazione con “Il Villaggio di Natale”, da sabato 21 fino a mercoledì 24, per poi riprendere giovedì 26 dicembre. Tutti i giorni, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 21.00, saranno aperti la Fiera Mercato di Piazza Umberto e il Giardino delle Fiabe di Piazza Italia, dove si terranno gli spettacoli dedicati ai bambini. Ma in programma anche altri appuntamenti, fissati in particolare per lunedì 23: alle 16.30, spettacolo itinerante degli “Zampognari di Sardegna”; dalle 17.00, sfilata di Natale della banda musicale Santa Cecilia; infine evento di chiusura del concorso “Natale in vetrina”, quest’anno dedicato alle fiabe della Disney.

 

[bing_translator]

Venerdì 20 dicembre, alle 16.00, presso il MAB, Museo Archeologico Ferruccio Barreca di Sant’Antioco, verrà presentato al pubblico il libro “Il Paese dei cuori”, alla presenza degli autori, il dottor Roberto Tumbarello e la dottoressa Sabrina Montis. L’archeologia e la storia di Sardegna incontrano la cardiologia e i suoi professionisti. Non è facile spiegare ai bambini le cardiopatie congenite (difetti di più frequente riscontro in epoca neonatale), ma il direttore del reparto di Cardiologia Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera G. Brotzu di Cagliari, dottor Roberto Tumbarello, ed i suoi collaboratori, ci sono riusciti, utilizzando come collante l’antica storia di Sardegna, dei suoi abitanti e dei loro nuraghi. Leggendo questo bellissimo libro, i bambini e non solo scopriranno tante importanti nozioni sull’organo vitale del loro corpo, il cuore, e lo faranno in modo ludico e divertente.

Il libro non ha un prezzo di vendita: può essere devoluta un’offerta che andrà a sovvenzionare il reparto di cardiologia pediatrica dell’azienda ospedaliera G. Brotzu di Cagliari, centro di riferimento in Sardegna per la diagnosi e la cura delle cardiopatie congenite. Tale reparto dell’ospedale Brotzu rappresenta un modello di “ospedale – non ospedale” nel quale sofisticate attrezzature tecnologiche sono mascherate da un ambiente confortevole e perfettamente integrate con tecnologie psicologiche (come l’ipnosi e la Pet Therapy) che aiutano a vivere la propria cardiopatia in maniera meno traumatica.

 

[bing_translator]

Search engine friendly contentIl primo bilancio del Progetto Connect (COmmunication Networks for NExt-generation Clinical Teleconsultations), sperimentazione nel settore della telemedicina in tempo reale, è positivo.
Il progetto ha dimostrato l’efficacia e l’applicabilità di un sistema di teleconsulto in “real-time” tra una sede, la S.C. di Cardiologia Pediatrica del Brotzu di Cagliari, e altri centri sul territorio.
«Si tratta – ha detto l’assessore regionale della Sanità, Luigi Arru – di un progetto innovativo, cui guardiamo con attenzione. Sposa in pieno lo spirito del lavoro in rete, tra strutture e operatori, sul quale stiamo puntando con la riorganizzazione della rete ospedaliera e dei servizi territoriali. E dimostra l’importanza dell’Ict, del digitale nella medicina moderna, in un’ottica di collaborazione tra grandi centri, con ampia casistica, e centri più piccoli inseriti in una rete integrata.»
Realizzato dal cardiologo pediatrico del Brotzu, Roberto Tumbarello, insieme al Crs4, Connect prevede un consulto specialistico dal Brotzu a strutture periferiche che non dispongono di figure altamente specializzate. Connect funziona con: trasmissione di flussi audio/video in tempo reale per il supporto alla diagnosi tra distretti remoti; diffusione di tecnologie abilitanti a basso costo e facilmente integrabili nei progetti di sanità elettronica regionale (MEDIR, RTR, SISaR); possibilità di interconnessione di apparati diagnostici per l’ecografia di diverso tipo, purché dotati di un’uscita video; realizzazione di streaming video uno-a-molti, a scopo didattico.

Sala Lepori Iglesias

“La mia scuola è cardioprotetta” è il titolo del progetto portato avanti dall’associazione “I Colori del Cuore Onlus” in collaborazione con gli istituti scolastici cittadini. L’associazione si è fatta promotrice di una campagna volta all’acquisto e alla messa in uso di due defibrillatori semi-automatici (DAE) sul territorio. Valore aggiunto dell’iniziativa è stata la possibilità data a studenti e ai docenti di seguire i corsi per essere abilitati all’utilizzo dello strumento.

In questi due anni di attività, l’associazione “I Colori del Cuore Onlus” si è impegnata con propri interventi economici a sostenere le famiglie disagiate con bambini cardiopatici e ad acquistare beni strumentali per il reparto di Cardiologia Pediatrica del Brotzu, apportando un significativo miglioramento in termini di qualità della vita delle persone.

Il progetto “La mia scuola è cardioprotetta” prevede la collocazione di un primo defibrillatore semi-automatico presso l’Istituto Magistrale “Baudi di Vesme” e il secondo defibrillatore ad uso adulto-pediatrico presso l’Istituto Comprensivo “Costantino Nivola”, che raggruppa più di 740 alunni.

Venerdi 9 maggio si è tenuto, presso la Palestra dell’Istituto Magistrale “Baudi di Vesme”, il primo corso BLS-D destinato agli studenti maggiorenni dell’Istituto Baudi Di Vesme, la 4 AES, e ai docenti dell’Istituto Comprensivo “Costantino Nivola”(Infanzia, Elementari, Medie).

La consegna dei due defibrillatori è prevista per sabato 17 maggio, alle ore 18.00, presso la Sala Lepori, in presenza dei dirigenti scolastici e dell’Amministrazione comunale.

«L’associazione “I Colori del Cuore Onlus” – commenta la Presidente Lydie Martine Licheri – intende condividere con i cittadini l’impegno per costruire un’identità su valori e comportamenti improntati alla responsabilità sociale. I fondi raccolti con la vendita del libro “I Colori del Cuore – Storie d’’amore per la vita” a cura di Sabrina Montis e Roberto Tumbarello, Aipsa Edizioni, ci hanno consentito l’avvio del progetto “La mia scuola è cardioprotetta”, con l’acquisto di ciò che consideriamo un investimento sociale: due defibrillatori semi-automatici.»

«Esprimo massimo apprezzamento – commenta il sindaco, Emilio Gariazzo – nei confronti dell’associazione “I Colori del Cuore Onlus” per aver raggiunto l’obiettivo dell’acquisto dei defibrillatori ma soprattutto per aver formato una rete di persone in grado di saperli utilizzare.»