6 October, 2022
HomePosts Tagged "Thomas Muster"

[bing_translator]

Thomas Enqvist ha vinto la finale della seconda edizione del torneo di esibizione Porto Cervo Star Tennis Classic, battendo 7-6 7-6 il francese Fabrice Santoro. Nella finale per il terzo e quarto posto Greg Rusedski si è imposto sull’austriaco Thomas Muster con il punteggio di 6-4 6-3.

Il 19 e 20 agosto i rinnovati campi veloci del Cervo Tennis Club sono stati teatro della sfida tra grandi campioni della racchetta che hanno scritto la storia di questo sport: Enqvist, Muster, Rusdeski e Santoro si sono affrontati a Porto Cervo, tra colpi di classe e risate, davanti ad un pubblico divertito e appassionato, che ha riempito le gradinate del Tennis Club per l’intera durata dell’evento.

La manifestazione si inserisce all’interno della strategia degli alberghi Marriott, gruppo che gestisce le quattro strutture della Costa Smeralda per conto della Qatar Holding, che punta sullo sport per allungare la stagione. «Un torneo di esibizione di grandissimo livello, che ci permette di rilanciare il progetto del Cervo Club, sul quale abbiamo iniziato con la ristrutturazione di alcuni campi e per il quale continueremo a lavorare con investimenti importanti per ospitare tutto l’anno oltre al tennis anche il paddle, nuoto, golf e sci d’acqua – ha spiegato Franco Mulas, Area manager degli alberghi Marriott Costa Smeralda -. Quest’anno abbiamo avuto il piacere di ospitare quattro fuoriclasse, giocatori che hanno fatto la storia del tennis».

L’organizzazione del torneo è stata affidata alla Padel Events di Alessandro Romano e di Giovanni Derosas. L’esibizione è iniziata sabato 19 agosto con la presentazione dei quattro giocatori e le due semifinali: Rusedski contro Santoro e Muster contro Enqvist. Il giorno successivo, domenica 20 agosto, si sono svolte le finali, Rusedski contro Muster e Enqvist contro Santoro, al termine delle quali è stato proclamato il vincitore dell’edizione 2017 del Porto Cervo Star Tennis Classic. L’evento-spettacolo ha entusiasmato il pubblico: le carismatiche leggende del tennis mondiale hanno dato prova della loro immutata bravura e capacità tecnica fronteggiandosi sui nuovi campi del Tennis Club. L’ingresso a offerta libera ha consentito di devolvere l’incasso in beneficenza. Nei giorni antecedenti il torneo, Thomas Enqvist, vincitore della sfida, ha tenuto un clinic di due giorni al quale hanno preso parte numerosi appassionati di tennis.

[bing_translator]

 

Quattro leggende sui nuovi campi veloci del Porto Cervo Tennis Club. Muster, Enqvist, Rusedski e Santoro, fuoriclasse che hanno segnato almeno tre decadi della storia del tennis, si esibiranno da oggi nella seconda edizione del Porto Cervo star tennis classic. Un evento che si inserisce all’interno della strategia degli alberghi Marriott, gruppo che gestisce le quattro strutture della Costa Smeralda per conto della Qatar Holding, che punta sullo sport per allungare la stagione. «Un torneo di esibizione di grandissimo livello, che ci permette di rilanciare il progetto del Cervo Club, sul quale abbiamo iniziato con la ristrutturazione di alcuni campi e per il quale continueremo a lavorare con investimenti importanti per ospitare tutto l’anno oltre al tennis anche il paddle, nuoto, golf e sci d’acqua – ha spiegato Franco Mulas, Area manager degli alberghi Marriott Costa Smeralda -. Quest’anno abbiamo il piacere di ospitare questi quattro fuoriclasse, giocatori che hanno fatto la storia del tennis».

Nella conferenza stampa che si è svolta all’hotel Cala di Volpe, i quattro giocatori hanno raccontato interessanti aneddoti della loro carriera. Thomas Muster, campione austriaco, ha vinto un Roland Garros, tre tornei di Montecarlo e quattro Internazionali di Roma. Grande specialista della terra battuta, ha raggiunto il numero uno del ranking Atp nel 1996. «Ho iniziato a giocare a pallone, ma nel mio club sentivo sempre il rumore della pallina da tennis nei campi vicini, mi sono incuriosito e da lì iniziai a giocare e non ho più smesso». Il ricordo più bello: «La vittoria del Roland Garros». Thomas Enqvist, svedese, è stato per diversi anni nei primi cinque al mondo e ha vinto un Master Series Atp. «In Svezia l’atleta più popolare negli anni in cui ero ragazzino era un tennista: Bjorn Borg. Era il mio idolo e ho iniziato a giocare grazie a lui. Il ricordo più bello della mia carriera? La vittoria della Coppa Davis». Greg Rusedski, canadese ma britannico d’adozione, è stato numero 4 al mondo nel 1997. L’anno successivo vinse i Paris Masters in finale contro Pete Sampras «e quello è stato il momento più bello della mia carriera – racconta – il tennis è una passione che ha travolto tutta la mia vita, fin da quando, bambino, guardavo mio padre che insegnava questo sport e io, piano piano, ho preso in mano la racchetta e ho iniziato a giocare e vincere». Anche il padre di Fabrice Santoro era insegnante di tennis: «Avevo sei anni e a bordo campo c’erano queste racchette di legno pesanti quasi mezzo chilo. Io le impugnavo con due mani, perché erano molto pesanti, e spedivo le palle in campo. Non ho più smesso». Fabrice Santoro ha disputato tornei del Grande Slam per quattro decenni: una longevità che gli ha consentito di vincere diversi titoli Atp in singolare ma soprattutto nel doppio, in cui ha vinto ventidue tornei tra cui due Australian Open. «Il momento migliore è stata la vittoria della Coppa Davis nel 2001».

L’esibizione inizia oggi, alle 18,30, con la presentazione dei quattro giocatori e le due semifinali: Rusedski contro Santoro e, a seguire, Muster contro Enqvist. L’ingresso al Cervo Tennis Club è a offerta libera e l’incasso sarà devoluto in beneficenza. Domani, stessa ora, si disputeranno la finale per il terzo e quarto posto e la finale per stabilire il vincitore. Santoro ed Enqvist hanno partecipato anche all’edizione dello scorso anno: «Fu bel successo, con tanta gente, in un posto meraviglioso. Sono molto felice di esser tornato» assicura Santoro. Enqvist, vincitore l’anno scorso, ha partecipato a una clinic di due giorni: «Ho giocato con tante persone, soprattutto giovanissimi, che volevano migliorare il loro gioco. I nuovi campi sono molto belli e veloci, mi sono divertito».

[bing_translator] 

Tutto pronto per il doppio concerto di domani sera all’hotel Cala di Volpe: durante una conferenza stampa, svoltasi questa mattina, l’Area Manager di Marriott Costa Smeralda, Franco Mulas ha rivelato un colpo a sorpresa, oltre ai già annunciati Black Eyed Peas sul palco allestito a bordo piscina dello storico hotel, si esibirà anche Enrique Iglesias. «Si tratta di un artista che piace sia ai teenager che ai meno giovani. Durante la sua carriera ha raccolto un consenso davvero planetario. Con lui e con i Black Eyed Peas sul palco, assisteremo a una serata davvero divertente», Franco ha spiegato Mulas. Come da tradizione, il concerto sarà preceduto da una cena di gala curata dal ristorante Cala di Volpe alla quale parteciperanno circa 800 persone: «Stiamo andando verso il record assoluto di presenze, supereremo anche lo storico concerto di Robbie Williams, quando ci fermammo a 720 posti a sedere – ha annunciato l’Area Manager di Marriott Costa Smeralda, la catena alberghiera che gestisce gli hotel Cala di Volpe, Romazzino, Pitrizza e Cervo per conto del Qatar – sia la cena di gala che il concerto servono per raggiungere un obiettivo: far conoscere la Sardegna nel mondo e, di conseguenza, creare occupazione». Enrique Iglesias salirà sul palco alle 10,45, un’ora dopo sarà il turno dei Black Eyed Peas.

Luglio e la prima metà di agosto hanno fatto registrare dati superiori a quelli del 2016. La clientela è sempre internazionale: americani, inglesi, francesi, russi, arabi. «Al riguardo dobbiamo dire che i clienti storici provenienti dalle nazioni arabe sono presenti anche quest’anno – ha specificato Franco Mulas – non abbiamo subìto alcun contraccolpo derivante dalle frizioni diplomatiche che si sono verificate tra il Qatar e l’Arabia Saudita. Anzi, un membro della famiglia reale dell’Arabia Saudita è stato recentemente in uno dei nostri hotel, per circa venti giorni». Emanuele Massolini, Director of revenue and business development di Marriott Costa Smeralda, ha annunciato «una forte crescita di presenze nei quattro hotel anche ad agosto. Soprattutto nella seconda metà del mese, avremo 15 per cento in più rispetto all’anno scorso. È un dato molto confortante perché solitamente è possibile aumentare le presenze con percentuali a doppia cifra nei mesi di spalla, dove si creano spesso delle buone opportunità, mentre è molto più difficile ottenere questi risultati in un mese di punta come agosto».

Dopo il successo della prima edizione, ritorna, sui campi del Cervo tennis club, il Porto Cervo Star Tennis Classic: dal 19 al 20 agosto si sfideranno il campione in carica, lo svedese Thomas Enqvist, il francese Fabrice Santoro, lo svizzero Greg Rusedsky e l’ex numero uno al mondo, l’austriaco Thomas Muster, uno dei più forti giocatori di sempre sulla terra rossa. Claudio Cadeddu, Sales & Marketing manager di Marriott Costa Smeralda: «Stiamo mettendo in pratica molte nuove idee per il Cervo tennis club. Questa settimana abbiamo organizzato il primo torneo vintage sui nostri campi: tanti consorziati e turisti si sono cimentati con le racchette di legno e le divise rigorosamente bianche tipiche di qualche decennio fa. Il prossimo weekend ci sarà il torneo con quattro grandissimi nomi del tennis, e questo torneo sarà preceduto da una clinic di Thomas Enqvist. Il campione svedese sarà nostro ospite e per alcuni giorni darà lezioni agli appassionati sui campi del Cervo. Inoltre, in inverno vorremmo lanciare una academy nel nostro club approfittando dello splendido clima di cui possiamo godere anche nei mesi meno caldi. Intendiamo fare in modo che qui si possano formare dei giovani talenti».

[bing_translator]

Sarà il gruppo statunitense Sister Sledge ad accompagnare il cantante inglese John Newman nel concerto al Cala di Volpe del prossimo 29 luglio, evento musicale dell’estate negli alberghi che Marriott gestisce per conto della proprietà di Qatar Holding. Il gruppo di soul e rhythm and blues tutto al femminile, fondato a Filadelfia nel 1972 dalle quattro sorelle Kim, Debbi, Joni e Kahty Sledge, attualmente si compone delle sorelle Kim e Debbi. Sono indissolubilmente legate alla dance anni ’70 e ha raggiunto il successo planetario attraverso hits indimenticabili come “We are family”, “He’s the greatest dancer”, “Got to love somebody” e “Pretty baby”. Nella stessa serata si esibirà anche Sergio Sylvestre, imponente e carismatico cantante americano vincitore nel 2016 di Amici di Maria De Filippi e rivelazione dell’ultima edizione di Sanremo, chiusa al sesto posto assoluto con il brano “Con te”.

Le Sister Sledge entreranno in scena sul palco dell’hotel Cala di Volpe dopo l’esibizione di John Newman, la prima star già annunciata per il concerto del 29 luglio. Newman, 27 anni, è uno degli artisti esplosi in questi ultimi anni grazie a una voce estremamente potente unita a una straordinaria capacità da performer. La sua hit “Love me again” del 2013 è una delle canzoni più ascoltate e ballate degli ultimi cinque anni. Altri brani molto conosciuti sono: “Out of my head”, “Cheating” e “Come and get it”. «Si tratta di un grande interprete, con delle capacità notevoli di intrattenitore – ha spiegato Franco Mulas – è un artista giovane, con un importante seguito di fans sui social. Abbiamo quindi deciso di puntare sulla generazione dei “millennials” perché, in qualità di destinazione turistica proiettata verso il futuro, intendiamo continuare a renderci attrattivi verso i clienti storici dei nostri hotel ma anche nei confronti delle nuove generazioni». Oltre a John Newman, le Sister Sledge e Sergio Sylvestre: una serata di altissimo profilo nel segno della dance, del soul, del divertimento. «Il concerto durerà circa due ore e anche Sylvestre e le Sister Sledge faranno ballare tutto il pubblico presente. Siamo molto felici di questa scelta», conferma Mulas. Il concerto del 29 luglio è il primo dei grandi show targati Marriott Costa Smeralda, il 12 agosto si replicherà con l’evento dell’estate: l’esibizione dei Black Eyed Peas.

Grandi brand internazionali stanno rivoluzionando l’offerta dell’alta cucina internazionale: in collaborazione con Marriott, in queste ultime settimane ha aperto il ristorante peruviano Coya, nella piazzetta di Porto Cervo, mentre per il secondo anno di fila è stato inaugurato Novikov for Cala di Volpe: nel 2016 il connubio “asian fusion” e Costa Smeralda è stato un successo assoluto, quest’anno si prevede una conferma basata sempre sull’alta qualità dell’offerta. «Abbiamo portato un brand giovane e innovativo come Coya per dare nuovo impulso alla vita notturna della piazza centrale di Porto Cervo – ha detto Mulas – mentre con Novikov intendiamo bissare i risultati della scorsa stagione, non solo in termini numerici, ma anche e soprattutto per far crescere il territorio: Novikov usa, in buona parte, i prodotti locali per proporre la sua cucina asiatica di alta qualità e questo rappresenta un importante strumento di promozione per la Sardegna nel mondo».

Altra novità Marriott Costa Smeralda: il Reef beach, primo beach club della catena alberghiera in Costa Smeralda. «Il nostro obiettivo è sempre quello di creare una destinazione – spiega Franco Mulas – e riempire i segmenti mancanti dell’offerta turistica, come i beach club dove è possibile fare intrattenimento fino a notte fonda. Abbiamo puntato anche sull’apertura di ristoranti etnici di marchi internazionali e sull’introduzione di nuove facilities: il prossimo anno apriremo il centro benessere dell’hotel Romazzino e probabilmente anche quello dell’hotel Pitrizza».

Il 19 e 20 agosto si svolgerà al Cervo Tennis Club la seconda edizione del Porto Cervo Star Tennis Classic, esibizione tra leggende della racchetta a cui parteciperanno Thomas Enqvist, Fabrice Santoro, Thomas Muster ed Henry Leconte. Lo svedese Enqvist, vincitore di 19 tornei del circuito pro, resterà una settimana a Porto Cervo con la sua Academy. Dopo una settimana ci sarà il World Paddle Tour, con grandi campioni di questa nuova disciplina sportiva in grande ascesa. Infine, il marchio Cala di Volpe accompagnerà la barca Adelasia di Torres nella prossima Rolex Cup, che si svolgerà dal 3 al 9 settembre nelle acque di Porto Cervo.