27 May, 2022
HomePosts Tagged "Tommaso Delogu"

[bing_translator]

Con una serata imperniata sulle magiche atmosfere del tango sabato 1° settembre, a Calasetta, cala il sipario su ARTango & jazz festival, la manifestazione organizzata dall’associazione Anton Stadler che per l’intera settimana ha visto bandoneonisti da tutto il mondo riuniti per una masterclass con il grande maestro argentino Victor Hugo Villena, ma anche concerti e milonghe sotto le stelle.

L’appuntamento è alle 22.00, nel suggestivo scenario della Torre spagnola con “Ida y vuelta”, concerto che vedrà protagonisti oltre allo stesso Victor Hugo Villena, anche i bandoneonisti Fabio Furìa e Yovonne Hann accompagnati dall’Ensemble Scisma del Conservatorio di Cagliari (formato da Silvia Congia, Anna Floris, Mauro Farci, Tommaso Delogu, Riccardo Fadda, alla viola, Beatrice Deplano al violoncello; Andrea Piras al contrabbasso, Maura Porru, Marcello Calabrò e Karolina Bogusz al pianoforte).

La serata proporrà un repertorio di tango tradizionale, con brani che spazieranno da autori come Horacio Salgàn ad Anìbal Troilo e Astor Piazzolla a Juan de Dios Filiberto.

[bing_translator]

 

Secondo appuntamento lunedì 7 maggio, nell’Auditorium del Conservatorio di Cagliari, con “I talenti del Conservatorio”, la rassegna che offre ai migliori studenti dell’istituzione musicale la possibilità di mostrare le capacità acquisite suonando davanti a un pubblico.

Si parte alle 18.00, sulle note del Quintetto per pianoforte e archi in la maggiore “D667 Forelle” di Franz Schubert: protagonisti saranno: Silvia Congia (violino), Tommaso Delogu (viola), Fabrizio Meloni (violoncello), Massimo Tore (contrabbasso), Riccardo Leone (pianoforte).

Si prosegue con l’esibizione degli studenti della classe di pianoforte guidata da Maria Lucia Costa: Riccardo Mancini proporrà il preludio “La cathedrale engloutie” di Claude Debussy, mentre Michele Scano suonerà la “Toccata” di Aram Kachaturian.

L’ingresso è libero e gratuito.

[bing_translator]

Doppio appuntamento finale con Inaudita, la rassegna organizzata a Cagliari dall’Ensemble Spaziomusica, quest’anno alla sua edizione numero sei: domani (martedì 13) terza e ultima serata al Centro Culturale la Vetreria, in via Italia a Pirri, con ingresso gratuito.

Si comincia alle 19.00 con i “padroni di casa”, ovvero l’Ensemble Spaziomusica, con Enrico Di Felice al flauto, Riccardo Leone al pianoforte e Roberto Migoni alle percussioni. In programma brani di Morton Feldman (“Why Patterns”, del 1978) e, in linea col tema principale di questa edizione di Inaudita all’insegna delle donne in musica, di due compositrici: la napoletana Alessandra Bellino (“Il suono dei flauti riuniti”, del 2013) e l’italo-argentina Marcela Pavia (“Imaginary Beings”, del 2009).

Fondato nel 1982 da Riccardo Leone e Enrico Di Felice, l’Ensemble Spaziomusica ha partecipato a diversi e importanti festival italiani e all’estero, come Nuova Consonanza di Roma, Festival Contrechamps di Ginevra, Ferienkurse Darmstadt, Ars Mobilis di Parigi, Festival S.I.M.C di Tirana, Festival “Encuentros” di Buenos Aires (1996), Temporada 96 di Montevideo (1996), Festival L.I.M di Madrid (1997), Festival Cinque Giornate di Milano (2012 e 2013). L’anno scorso, in duo con Enrico Di Felice e Riccardo Leone, ha effettuato una tournée in America Latina che ha toccato le principali città di Argentina e Uruguay. Nel 2012 ha pubblicato un CD dedicato a John Cage, nel centenario della nascita, molto apprezzato dalla critica specializzata, mentre è di quest’anno un disco con brani proprio di Alessandra Bellino.

Chiusura di serata e di festival, alle 21.00, con la presentazione di “Musica nuova per Monte Sirai”, un progetto didattico ideato dai Servizi Educativi della Soprintendenza Archeologica di Cagliari e Oristano e realizzato da giovani compositori e strumentisti del Conservatorio “Giovanni Pierluigi da Palestrina” per un’applicazione per dispositivi mobili dedicata all’area archeologica nei pressi di Carbonia. Accompagnati da slides e un video, i brani composti dai ragazzi verranno proposti in prima esecuzione assoluta dall’Ensemble Scisma, nato quest’anno in seno al laboratorio multidisciplinare del Conservatorio di Cagliari e dedicato all’elaborazione ed esecuzione di nuovi brani delle classi di Composizione oltre che allo studio di importanti partiture del Novecento storico e contemporanee. Diretti da Nicola Manca, sul palco della Vetreria saliranno Marina Onidi e Selene Gaviano ai flauti, Laura Piras all’oboe, Andrea Onnis al clarinetto, Serena Flore al corno, Silvia Congia, Anna Floris, Teresa Paniconi e Greca Puddu ai violini, Tommaso Delogu alla viola, Rebecca Fois e Alessandro Mallus ai violoncelli, Federica Josè Are al contrabbasso, Eleonora Congiu all’arpa, Marcello Calabrò alla celesta, Nina Krokos, Marcello Calabrò e Matteo Atzori al pianoforte, Matteo Musio alle percussioni e Michele Uccheddu ai live electronics.

Il concerto verrà replicato il 25 di questo mese a Monte Sirai, nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio, mentre è in fase di realizzazione la app col supporto tecnico-informatico dell’ATI Ifras S.p.A.

La sesta edizione di Inaudita è organizzata dall’Ensemble Spaziomusica con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari e con il concorso del Conservatorio di Musica “G. Pierluigi da Palestrina” e di Cemea (Centri di Esercitazione ai Metodi dell’Educazione Attiva).

dav

dav

 

[bing_translator]

Cala il sipario domani, domenica 28 febbraio, sul ciclo di iniziative organizzate dal conservatorio “G.P. Da Palestrina” di Cagliari per sensibilizzare sullo stato dell’Alta formazione artistica e musicale (AFAM), al collasso per la mancata attuazione della riforma del 1999.

Per l’occasione sarà proposto un doppio concerto che vedrà in scena gli stessi studenti dell’istituzione musicale cagliaritana e altri del progetto Erasmus.

Si comincia alle 11.00, nella splendida cornice del Palazzo Regio, con “Erasmus concerts”, esibizioni di giovani musicisti che hanno vissuto un’esperienza di studio all’estero grazie ai progetti Erasmus. Protagonisti del concerto (l’ultimo in cartellone della rassegna Concerti a Palazzo, partita a gennaio) saranno il pianista Vincenzo De Martino, appena rientrato da un’esperienza in Lituania, e il soprano polacco, ora in città per perfezionarsi in canto, Anna Maria Alexandrowicz. Il programma proporrà musiche di R. Schumann, M.K. Ciurlionis e A. Remesa.

Alle 12,30 si prosegue nel vicino Palazzo di Città (antica sede del Conservatorio) con “La musica da camera di Mozart”, concerto degli studenti delle classi di musica da camera del Conservatorio (Andrea Onnis, clarinetto, violino I, Greca Puddu, violino II, Tommaso Delogu, viola, Niccolò Porcedda, violoncello). L’ingresso ai concerti è libero e gratuito.

Conservaorio di Cagliari A

Dopo la due giorni di lunedì e martedì dedicata all’esibizione dei giovani finalisti arrivati dai diversi conservatori d’Italia, domani, giovedì 7 maggio, l’XI Premio delle arti intitolato al maestro “Claudio Abbado” prosegue con il penultimo concerto inserito nella rassegna concertistica abbinata al concorso.

A partire, dalle 18.00, nella Galleria comunale d’arte di Cagliari, si esibiranno due quartetti, composti da studenti del Conservatorio “G.P. Da Palestrina”, che per il loro elevato livello il 26 aprile sono stati invitati a esibirsi nel prestigioso Museo del violino “Antonio Stradivari” di Cremona nella rassegna intitolata “Le vie del quartetto: poetica, vigore e vitalità”.

Si tratta del quartetto composto da Marta Collu (violino), Tommaso Delogu (viola), Pierpaolo Pais (violoncello), Marco Schirru (pianoforte), che proporranno il Quartetto d’archi in sol minore di W.A. Mozart K 478, e del quartetto formato da Giulia Greco (violino), Gabriele Piras (viola), Fabio Lambroni (violoncello) ed Eros Usai (pianoforte) che suoneranno il Quartetto per pianoforte in mi bemolle maggiore op. 47 di F. Schumann.

L’XI Premio delle Arti “Claudio Abbado” si chiude venerdì 8 maggio con l’ultimo concerto della rassegna concertistica, in programma alle 18, sempre nella Galleria comunale d’arte.

Per il ridotto numero dei posti a sedere, è richiesta la prenotazione, telefonando al numero 070 6776454 (dalle 10.00 alle 18.00) Ingresso: 6 € (ridotto studenti 2,50 €).

Dal 3 all’8 maggio il Conservatorio di musica “G.P. Da Palestrina” ospita per la prima volta le prove finali del prestigioso “Concorso nazionale per le arti Claudio Abbado”, istituito dal Ministero dell’Università e della ricerca per sostenere la formazione artistica promuovendone le eccellenze. L’evento (il Conservatorio ha ospitato le prove finali della sezione Musica da Camera) è preziosa occasione non solo per avere in città i giovani più promettenti del panorama nazionale, ma anche per assistere a una imperdibile rassegna musicale organizzata in collaborazione con gli altri conservatori d’Italia.

L’iniziativa è realizzata con il patrocinio di: Regione Autonoma della Sardegna, Provincia di Cagliari, Comune di Cagliari – Assessorato alla Cultura, Musei civici di Cagliari, Cagliari 2015, Associazione culturale Orientare, T Hotel.

Conservatorio di Cagliari 35 copia