8 December, 2022
Home2013Settembre (Page 29)

TEMPORALE

Violento nubifragio domenica sera a Sant’Antioco. La pioggia, annunciata da fulmini e tuoni, ha iniziato a cadere intorno alle 17.00, allagando in particolare la parte bassa della città verso il mare. Nella zona intorno al ponte d’accesso alla città, l’acqua ha superato i marciapiedi e raggiunto le portiere delle auto. Allagato anche il lato prospiciente il lungomare. I vigili urbani hanno provveduto a transennare la zona ed il traffico in entrata e in uscita dalla città è rimasto bloccato per circa un’ora. Per fortuna non ci sono stati danni a cose o persone ed i vigili del fuoco di Carbonia non hanno ricevuto nessuna richiesta di intervento. La pioggia ha rischiato anche di non far effettuare, come lo scorso anno, la processione in onore di Nostra Signora di Bonaria, prevista via mare. Il corteo di barche con il simulacro della Vergine, infatti, ha lasciato il porto di ponti solo alle 19.00, per raggiungere le banchine del lungomare, da dove la processione ha poi proseguito per le vie della città.

Tito Siddi

Inondazione via Cagliari 7 Inondazione via Cagliari 6 Inondazione via Cagliari 5 Inondazione Carbonia 3 Inondazione Carbonia 2

Il temporale di fine agosto ha riproposto antichi problemi in alcune zone di Carbonia. E’ bastato un quarto d’ora di pioggia abbondante per creare una vera e propria emergenza, in particolare lungo la via Cagliari e alcuni stradelli laterali, come emerge chiaramente dalle fotografie allegate. Il problema si ripropone da anni e va sottolineato che tutti gli appelli lanciati dai cittadini residenti non hanno ancora avuto risposta. I temporali non si possono fermare, soprattutto negli ultimi giorni d’estate, ma adeguate contromisure possono certamente attenuare i danni. Il problema prioritario, appare evidente, è legato alla pulizia degli scarichi lungo le strade. Periodicamente dovrebbero essere ispezionati, per liberarli da tutto ciò che vi si deposita quotidianamente e per consentire un rapido scorrimento delle acque piovane, ma questo spesso non viene fatto e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. Con due interventi nell’arco dell’anno, uno a fine estate ed uno all’inizio della primavera successiva, soprattutto nelle zone più basse dei centri urbani, i pericoli di assistere ai fenomeni verificatisi lo scorso 31 agosto, verrebbero drasticamente ridotti, e verrebbe restituita tranquillità a tante famiglie che oggi vivono nel terrore ogni qualvolta il cielo si incupisce e minaccia temporali.

Il caicco "Primaluna".

Il caicco “Primaluna”.

L'Isola Piana.

L’Isola Piana.

Una giornata nel sud ovest Sardegna, alla scoperta dell’isola di San Pietro, una delle più belle isole della Sardegna, a bordo di un caicco in legno. E’ questo in breve, il programma per l’escursione proposta dal Cral Mereu e dall’Ancos Confartigianato, in occasione della seconda domenica di settembre.

La giornata prevede la partenza in bus da Cagliari domenica mattina, 8 settembre, con arrivo al porto turistico di Portoscuso. Alle 10.00 imbarco sul “Primaluna” caicco turco in legno del 2006 e inizio della navigazione verso l’Isola di San Pietro che prevede il passaggio di fronte all’Isola Piana, l’Isola dei Ratti, Punta della Tonnara, Calalunga, Punta delle oche, Cala Vinagra, Cala Fico, Capo Sandalo (faro). Si prosegue poi verso sud / sud est fronte: Golfo del Becco, La Caletta, Mezzaluna La Conca, Lucchese, Le Colonne La Bobba, Guidi, Punta Nera. Verso nord fronte Girin, infine, per rientro al porto di Carloforte.

Pranzo a bordo a base mare, pane, acqua e vino della casa. Successivamente merenda con frutta fresca e rientro alle 18.30 a Portoscuso e ripartenza per Cagliari.

Le iscrizioni scadono improrogabilmente venerdì 6 settembre alle ore 13.00.

Per informazioni e prenotazioni contattare Raffaela Carrus presso Mereu Autoservizi al telefono 070494345 o alla mail info@autoservizi.com oppure recarsi in Piazza Giovanni XXIII, 38 – 09128 Cagliari

 

IMG_5689IMG_3189IMG_3190IMG_3215IMG_3222IMG_3226IMG_3229 IMG_5691IMG_5692IMG_5695IMG_5698IMG_5700IMG_5705IMG_5723IMG_5725IMG_5732IMG_5736IMG_5743

Il parco di San Leonardo a Perdaxius, nell’ambito del NurArcheoFestival – Intrecci nei teatri di pietra, organizzato da Il Crogiuolo in collaborazione con il Teatro del Sottosuolo, ha ospitato ieri sera la rappresentazione dello spettacolo “Canne al vento” dell’Associazione Figli d’Arte Medas, con Gianluca Medas – voce narrante, accompagnato da Andrea Congia – chitarra classica.

“Canne al vento”  è un viaggio attraverso la fragilità umana, offerto da Grazia Deledda, attraverso la storia della famiglia Pintor di Galte (Galtellì). Vita, morte, egoismo, rinuncia, delitto, castigo, assassinio e pentimento; un’umanità in balia del destino, in un mondo in cui le convenzioni valgono più del libero arbitrio. “Canne al vento” , romanzo fatalista, in cui religione, superstizione e favola si mescolano, è stato raccontato in maniera veramente straordinaria e coinvolgente dalla voce dell’attore Gianluca Medas e dalle note della chitarra di Andrea Congia.

Federico Trogu 4 copiaSimone Marini 2 copia

Il Carbonia di Maurizio Ollargiu è partito con il piede giusto nel primo turno della Coppa Italia, manifestazione che apre la nuova stagione calcistica: 4 a 1 al Siliqua. Chicco Trogu, al ritorno in biancoblù dopo alcune stagioni, ha messo a segno una tripletta, il quarto goal porta la firma di un altro gradito ritorno: Simone Marini. Per il Siliqua di Titti Podda ha segnato Atzeni. La squadra mineraria ha messo una grossa ipoteca sul superamento del turno che si deciderà tra sette giorni nella partita di ritorno, a Siliqua.

Ieri pomeriggio, nell’altro derby sulcitano di Coppa Italia disputato al Comunale di Sant’Antioco, la partita tra la squadra antiochense e l’Atletico Narcao era terminata 0 a 0.

IMG_5354 IMG_5356 IMG_5375 IMG_5383 IMG_5428 Sun Ra ArkestraIMG_5430IMG_5438IMG_5475IMG_5477IMG_5481IMG_5484IMG_5485IMG_5491IMG_5494IMG_5496IMG_5508IMG_5510IMG_5512IMG_5530IMG_5531IMG_5534IMG_5544IMG_5545IMG_5547IMG_5563IMG_5568IMG_5569IMG_5578IMG_5595IMG_5596IMG_5597IMG_5613IMG_5618IMG_5621IMG_5624IMG_5630IMG_5631IMG_5643IMG_5648IMG_5649IMG_5652IMG_5653IMG_5658IMG_5660

 

Strepitosa conclusione ieri sera, a Sant’Anna Arresi, per la XXVIII edizione del festival “Ai confini tra Sardegna e Jazz”. La chiusura della manifestazione è stata affidata alla Sun Ra Arkestra, che ha letteralmente trascinato il pubblico con un’esibizione che ha onorato nel migliore dei modi la figura del suo grande maestro e fondatore, l’indimenticabile Sun Ra.

L’Arkestra, composta da 11 elementi, ha offerto come previsto uno spettacolo incredibile, composto da musica, teatro e danza. Una sorta di rito collettivo che ha rievocato lo spirito sempre presente del compositore dell’Alabama. Il concerto ha richiamato anche alla memoria la fiammeggiante esibizione che l’Arkestra e Sun Ra tennero sullo stesso palco arresino nel 1989.