14 April, 2021
Home2015Maggio (Page 3)

Serbariu copia

Nella sezione Bandi di Gara – Concessione di Beni del sito web del comune di Carbonia è in pubblicazione l’avviso per l’asta pubblica per la vendita dell’“ex Scuola Materna”, in vico Filzi, a Serbariu.

Il valore iniziale attribuito all’immobile quale prezzo base d’asta era di 514.000 euro. Il prezzo a base d’asta rideterminato con riduzione del 10% è pari a 462.600 euro.

Le domande di partecipazione devono essere presentate entro e non oltre le ore 12.00 del 29 giugno 2015.

Rally d'Ogliastra 2 Rally d'Ogliastra 1

L’emozione di avere terminato il Rally d’Ogliastra in festa è ancora viva per Mediterranean Team e Porto Cervo Racing, organizzatori della quinta edizione. Emozione da condividere con i primi classificati, Maurizio Diomedi, navigato da Antonello Bosa, Vittorio e Salvatore Musselli secondi, seguiti da Auro Siddi e Claudio Mele. Festa ancora più grande, da spartire anche con lo staff e gli ospiti.

Il Rally d’Ogliastra si è svelato in tutta la sua bellezza, fornendo prova di fortissime caratteristiche sportive e turistiche. Un’edizione memorabile nonostante i tempi difficili. Lo scorso week end, cullati dalle bellezze naturali, piloti e naviga, si sono trovati allo start pronti a lanciarsi in otto difficili tappe che li hanno portati per quasi tutto il territorio della provincia più bella. Prima le vette di Perda Liana e i Tacchi di Osini e Jerzu, i paesaggi straordinari della costa di Cardedu sono apparsi progressivamente. I monti di Tarè, nel secondo giorno di gara, hanno nuovamente richiesto l’attenzione degli equipaggi, mentre le colline di Santa Maria sono state lo spettacolo finale. «Abbiamo delle caratteristiche territoriali molto rare nel panorama sportivo internazionale, – dicono dall’organizzazione – gli equipaggi possono mettersi alla prova per difficoltà tecniche, scenari e strade che variano, passando dai 900MT di Monte Armidda al lungomare di Cardedu o di Arbatax in pochissimi minuti. Queste sono le caratteristiche che ci eleggono territorio ideale scelto da chi ama il Rally.»

I numeri di questa edizione sono notevoli:

41 equipaggi iscritti

300 persone di staff a vari livelli

380 ospiti

170 commissari sportivi alloggiati

13 strutture alberghiere coinvolte

7 ristoranti convenzionati

migliaia di pasti distribuiti in tre giorni di gara

26 cronometristi

30 ufficiali Aci Csai

18 paesi coinvolti più le Unioni dei Comuni

16 equipaggi ogliastrini iscritti

Con la vittoria al Rally d’Ogliastra, Maurizio Diomedi è attualmente al comando del challenge promosso da Yokohama Motorsport: 65 i punti guadagnati dall’avvocato di Calangianus, seguito da Marco Canu, unico pilota a punti nelle due gare finora disputate, con 62,5 punti, terzi ex-aequo, Vittorio Musselli e Auro Siddi con 55 punti. Con la gara ogliastrina (la prima al Rally di Cagliari del 7-8 marzo), la lista dei candidati vincitori è giunta a quattordici piloti, attirati dal ricco montepremi in denaro che prevede in totale 31.000 Euro e numerosi benefit in palio.

In ricordo degli amici da non dimenticare, Mediterranean Team e Porto Cervo Racing, hanno assegnato a Piergiorgio Ladu, 6° assoluto, il trofeo dedicato a Silverio Demurtas, il pilota di Lotzorai recentemente scomparso.

«E’ questo il modo giusto per pensare al Rally d’Ogliastra – dice Gianni Coda della Porto Cervo Racing, ringraziando tutti – il territorio ha risposto accogliendo una gara dalle doti straordinarie. Sono felice e per questo ringrazio chi ha partecipato, dando un supporto pratico e morale. Tutti noi siamo stati ricompensati dal vostro sostegno, è stata questa la forza per una edizione di puro piacere umano e sportivo.»

Alcune centinaia di persone, lavoratori, studenti, insegnanti, dirigenti, personale ATA, hanno manifestato giovedì sera in molte piazze italiane, dalle 19.00 alle 20.00, vestiti di rosso e con il libro del cuore in mano contro il ddl scuola in discussione al Senato. Un unico flash mob coordinato in tutta Italia.

I partecipanti hanno accolto l’invito degli organizzatori e sono usciti di casa con il loro libro preferito in mano, recandosi nella piazza prestabilita, nel Sulcis in Piazza Roma a Carb0nia e in Piazza Sella a Iglesias. Si sono disposti sia in file orizzontali parallele, come un esercito della conoscenza, sia in forma circolare. Tutti hanno poi letto contemporaneamente ad alta voce un passo del loro libro, in modo da creare un momento suggestivo e quindi sono rimasti immobili e in silenzio con il libro stretto al cuore.

Foto di Nadia Pische

IMG_9307IMG_9322 IMG_9321 IMG_9320 IMG_9319 IMG_9318 IMG_9317 IMG_9316 IMG_9315 IMG_9314 IMG_9313 IMG_9312 IMG_9311 IMG_9310 IMG_9309 IMG_9308  IMG_9306 IMG_9305 IMG_9304 IMG_9303 IMG_9302 IMG_9301 IMG_9300 IMG_9299 IMG_9298

Nuova strardinaria impresa della Dinamo Banco di Sardegna in gara 1 di semifinale play off scudetto. La squadra di Meo Sacchetti ha sbancato il Forum di Milano, 84 a 75 (primo tempo 49 a 42 per l’Olimpia Emporio Armani) al termine di una partita spettacolare e ricca di colpi di scena, confermandosi un’autentica “bestia nera” per la squadra di Luca Banchi (in questa stagione la Dinamo ha avuto la meglio sull’Olimpia sia in Supercoppa sia in Coppa Italia, sempre al Forum). La Dinamo ha vinto da grande squadra, grazie ad una partenza esaltante e, soprattutto, ad un finale irresistibile.
Dinamo subito avanti, 6 a 0, con canestri di Logan, Sanders e Laval, e nonostante una reazione d’orgoglio dell’Olimpia, guidata da Samuels e MarShon Brooks, ha mantenuto un vantaggio minimo fino alla conclusione del primo quarto: 25 a 23.
Il punteggio è rimasto ancora in equilibrio in avvio di secondo quarto e Milano ha effettuato il primo sorpasso al 13′: 31 a 30. Ma Sassari ha continuato a giocare bene e a tenere testa alla dominatrice della regular season fino al 17′, 44 a 42, accusando il primo passaggio a vuoto con MarShon Brooks che ha portato Milano sul 49 a 42 al riposo lungo.
Se qualcuno pensava di trovarsi di fronte alla svolta dell’incontro a favore di Milano, ha dovuto presto ricredersi perché Logan e Dyson hanno riportato sotto la Dinamo (51 a 48). Nuovo allungo di Milano, al massimo vantaggio al 25′ sul 62 a 53 ma l’altro Brooks, Jeff, ha messo a segno punti pesanti che hanno limato il ritardo (68 a 64 al termine del terzo quarto) e dato il là al gran finale sassarese.
Una “bomba” da tre punti di Linas Klein ha portato Milano sul +7 (71 a 64) ma la partita di Milano è praticamente finita lì, perché Sassari non ha sbagliato più niente ed ha confezionato l’impresa con uno parziale straordinario di 20 a 4. Due bombe di David Logan, due canestri da sotto di Sosa e dello stesso Logan, un’altra bomba di Sosa a segno anche da due punti come Lawal e ancora Sosa con un canestro da due punti hanno segnato il definitivo 84 a 75 su un’Olimpia Milano nervosissima e ormai fuori dalla partita, con Alessandro Gentile espulso per proteste (in avvio di terzo quarto aveva subito un tecnico, sempre per proteste)
La Dinamo ha chiuso con ben sei uomini in doppia cifra (su tutti Rain Sanders, 17, ed Edgar Sosa, 16). Per Milano solo quattro uomini in doppia cifra, con MarShon Brooks e Daniel Hackett a 14.
In archivio gara 1, le due squadre torneranno in campo domenica, ancora al Forum, alle 18.00. Per Milano è già tempo di vincere ad ogni costo per non compromettere la serie che martedì si sposterà al PalaSerradimigni di Sassari.
Dopo l’impresa su Trento, Sassari ora ne sogna un’altra ancora più grande che varrebbe la finale scudetto.
Sabato sera gara 1 tra Umana Venezia e Grissin Bon Reggio Emilia.

Dinamo Banco di Sardegna SS Vs Orlandina Basket Capo D'Orlando Al 4° City Of Cagliari Nella foto al tiro David Logan Dinamo Basket

Stazione ferroviaria di Cagliari

I lavori per la metropolitana leggera di Cagliari inizieranno entro novembre del prossimo anno. A ottobre 2015 sarà pubblicato il bando di gara per la realizzazione della linea Repubblica – Matteotti del nuovo mezzo di trasporto cittadino. È quanto confermato dalla conferenza di servizi sul progetto preliminare convocata oggi nella sala anfiteatro della Regione.
L’assessorato dei Trasporti, l’Arst, il comune di Cagliari e tutti gli enti coinvolti nella costruzione dell’opera, hanno illustrato i tempi del cronoprogramma: entro maggio del prossimo anno è prevista l’aggiudicazione e il completamento del progetto definitivo per arrivare all’apertura dei cantieri fissata per novembre. Dicembre 2018 è la data indicata per l’apertura all’esercizio.
Il coordinamento della direzione generale dell’assessorato dei Trasporti è stato determinante per l’accelerazione della fase di progettazione, preliminare all’appalto integrato: «Crediamo molto in questa nuova infrastruttura, fondamentale per la mobilità di tutto l’hinterland cittadino e che rappresenta una risposta concreta a una delle principali criticità dell’area urbana», dice l’assessore dei Trasporti Massimo Deiana. Le procedure tecniche e amministrative prevedono ancora diversi passaggi obbligati. «Tuttavia ad ora è stata portata a termine una grande mole di lavoro – continua l’assessore – si tratta adesso di procedere con la consueta determinazione per completare tutte le fasi successive: la Regione terrà molto alta l’attenzione su questa grande opera strategica che interessa centinaia di migliaia di cittadini.»

La metropolitana leggera di Cagliari, attualmente in esercizio, collega la stazione di San Gottardo a Monserrato con quella del capoluogo in piazza Repubblica, con il Policlinico universitario e con Settimo San Pietro. Sono stati già finanziati il raddoppio dei binari nella tratta Caracalla – Gennari, la realizzazione del collegamento Repubblica – Matteotti, di cui oggi è stato presentato il progetto preliminare, e la progettazione del completamento della rete nell’area vasta di Cagliari, con la quale si prevede di collegare con la città i Comuni di Quartu Sant’Elena, Quartucciu, Selargius e Sestu.

Il finanziamento totale dell’opera a carico della Regione (Por Fesr 2000/2006, 2007/2013, Piano azione e coesione, Fondo sviluppo coesione), è pari a 144,960 milioni di euro.

MetroCagliari, gestita dall’Arst sulla rete a scartamento ridotto, con la realizzazione della linea Repubblica – Matteotti si connetterà, attraverso il polo intermodale delle ferrovie, al servizio metropolitano gestito da Trenitalia collegato con Elmas, Assemini e Decimomannu.

Appuntamento al Molo Ichnusa di Cagliari, dal 22 al 24 giugno, con le tre giornate di lavoro organizzate dalla Direzione Generale della Comunicazione della Regione Sardegna sui temi della Digital Library, dell’Archivio storico virtuale e il sistema integrato dei portali.
L’evento pubblico di giugno, intitolato “La memoria della Sardegna in Rete”, segue il “Think tank” (“serbatoio di pensiero”) dell’aprile scorso, dove esperti del settore e amministrazione regionale si sono confrontati su temi di stretta attualità, quali il valore della conservazione dei dati, riuso, copyright, interoperabilità e integrazione tra i sistemi. Argomento che ha messo d’accordo tutti, «la necessità di creare una biblioteca digitale che valorizzi ogni risorsa di qualunque provenienza e natura essa sia, rendendola fruibile e accessibile alle diverse tipologie di pubblico».
Il confronto proseguirà con l’evento di giugno al quale parteciperanno, tra gli altri, Stefano Vitali, Direttore dell’Archivio di Stato di Torino, Alessandro Lovari, Università di Sassari, Paul Gabriele Weston, Università di Pavia, Carlo Meghini, CNR, Mariella Guercio, Università della Sapienza Roma. Novità rilevante delle giornate del 22-23-24 sarà proprio l’apertura della fase di consultazione con il pubblico: chiunque potrà iscriversi, inviare il proprio contributo, e intervenire al dibattito, compilando la scheda di adesione allegata.
La scelta è in linea con la politica di democrazia “partecipata”, promossa e portata avanti e dalla Regione Sardegna in linea con il Trattato di Lisbona.

Molo Ichnusa Cagliari 1 copia

 

Su proposta dell’assessore dell’Ambiente, Donatella Spano, la Giunta Pigliaru ha approvato la rimodulazione di circa 3 milioni di euro di fondi Por. Per evitare la perdita dei fondi comunitari a causa dei ritardi nella spesa, è stato deliberato di spostare il finanziamento – previsto in origine a favore del comune di Carbonia per realizzare una piattaforma per lo stoccaggio e la valorizzazione della raccolta differenziata – al Consorzio Industriale Provinciale Oristanese per la realizzazione del terzo lotto funzionale – 5° stralcio dell’impianto di trattamento RSU di Arborea.

Impianto di trattamento dei rifiuti di Sa Terredda 5 copia

La Giunta regionale, presieduta dal vice presidente Raffaele Paci, ha approvato questo pomeriggio una delibera proposta dall’assessore della Difesa dell’Ambiente, Donatella Spano, con la quale vengono programmate le risorse finanziarie, di provenienza statale, impiegate per il Sistema Integrato di Salvamento Balneare (SISB) 2015. Oltre 400 mila euro stanziati in favore delle Province per l’attuazione del programma SISB 2015 che vengono distribuiti in ogni territorio provinciale, per il 40% in funzione dello sviluppo lineare delle coste fruibili ai fini della balneazione e per il 60% in funzione del numero di presidi di salvamento attivati.

Fontanamare 1

Pigliaru-Delrio copia

Il presidente della Regione Francesco Pigliaru ha incontrato questa mattina a Olbia il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio. All’incontro hanno partecipato l’assessore dei Trasporti Massimo Deiana e l’assessore delle Infrastrutture Paolo Maninchedda.

«È stato il primo di una serie di approfondimenti in vista degli interventi concordati con il presidente Renzi – ha detto Francesco Pigliaru alla fine della riunione -. Durante il vertice a tre di ieri con il presidente del Consiglio e con il ministro Delrio, abbiamo affrontato la questione Sardegna nel suo complesso, mettendo al centro il tema dell’insularità, degli svantaggi che ne derivano e del lavoro che dobbiamo affrontare insieme per superarli.» 

Sono stati fissati i termini del confronto su continuità territoriale, su ANAS, strade ferrate, porti e aeroporti. «C’è un forte impegno comune a colmare il grave gap infrastrutturale della Sardegna e superare davvero e in fretta il problema dell’insularità – conclude il presidente Pigliaru -. Nelle prossime settimane verranno definite le schede progetto e le coperture finanziarie. La chiusura del percorso è per questo autunno. La Sardegna non può più aspettare».

Tra i temi affrontati, anche quello del trasporto marittimo. La Regione Sardegna ha espresso la preoccupazione che, sul fronte delle possibili evoluzioni della vicenda Tirrenia, possano consolidarsi posizioni dominanti che potrebbero avere conseguenze significative sul sistema tariffario e sull’utenza. In più, se questa eventualità si verificasse, il quadro sarebbe reso ulteriormente anomalo dal fatto che tali posizioni si avvantaggerebbero delle risorse pubbliche concesse a favore della Tirrenia.