5 December, 2022
HomeSpettacoloFesteIl 31 gennaio, a Portoscuso, chiuderà i battenti la mostra dei presepi di “Su Pranu” allestita dall’associazione “Sa Fabbrica”.

Il 31 gennaio, a Portoscuso, chiuderà i battenti la mostra dei presepi di “Su Pranu” allestita dall’associazione “Sa Fabbrica”.

[bing_translator]

Il 31 gennaio, a Portoscuso, chiuderà i battenti la mostra dei presepi di “Su Pranu” allestita dalla locale associazione “Sa Fabbrica”.

Visitare la mostra costituisce un momento emozionante sia sul piano religioso che artistico.

Il primo presepe è ambientato nella Campania del ‘700, del periodo in cui, in seguito alla scoperta di Pompei, si diffondeva la volontà di riportare in vita il valore e la bellezza del mondo classico. E’ questo il motivo per cui il Bambinello non giace in una stalla o in una grotta, bensì tra le colonne, elemento tipico del periodo storico che si vuol far rivivere.

Le statue, fatte interamente a mano, sono costruite con grande maestria e vestite con abiti curati anche nei minimi particolari. Ogni statua ha la sua identità, diversi sono i volti, diverse le espressioni. Siamo davanti ad un mondo, che pur nella staticità delle pose, rivela un notevole dinamismo; sono rappresentate persone il cui movimento sembra essere stato momentaneamente fermato da una macchina fotografica, che riesce comunque ad evidenziare tutta la meraviglia per il fatto miracoloso appena annunciato.

Sono stati necessari due anni di lavoro che hanno visto impegnate varie persone con diverse abilità artistiche, mirabilmente armonizzate tra loro, indice di un sentire comune e di un profondo legame artistico e spirituale.

Il secondo presepe rappresenta il mondo sardo, che esiste ormai nel ricordo, ma che riesce comunque ad esercitare un notevole impatto sulle nostre menti. Andate a vedere, finché ne avete la possibilità queste rappresentazioni, guardate con attenzione ciascun personaggio, vedrete “Is Massaius” vestiti di “orbace”, le donne con lo scialle ricamato a mano, forse vi capiterà di incontrare come è accaduto a noi, qualche persona di vostra conoscenza, predisponetevi all’ascolto, siamo convinti che li sentirete “parlare”. Non perdete questa occasione perché i presepi verranno smantellati alla fine del mese, mentre sarebbe decisamente valido che anche a Portoscuso la bellezza diventasse un’offerta permanente.

Anna Maria Murtas / Ernesto Valdes

IMG_5655 IMG_5653 IMG_5652 IMG_5651 IMG_5650 IMG_5645 IMG_5642 IMG_5640 IMG_5638 IMG_5636 IMG_5635 IMG_5634 IMG_5633 IMG_5632 IMG_5631 IMG_5630 IMG_5629 IMG_5626 IMG_5625 IMG_5623 IMG_5622 IMG_5621 IMG_5616 IMG_5613 IMG_5611 IMG_5610 IMG_5608 IMG_5607 IMG_5603 IMG_5602 IMG_5601 IMG_5600 IMG_5599

Entro il 1° marzo l
Edoardo Tocco (FI):

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT