6 February, 2023
HomeCulturaArte contemporaneaAl Gallura Buskers Festival venerdì si parla di terapia del sorriso nel convegno “Clown terapia: quando ridere cura”.

Al Gallura Buskers Festival venerdì si parla di terapia del sorriso nel convegno “Clown terapia: quando ridere cura”.

[bing_translator]

Al Gallura Buskers Festival arrivano i clown dottori dell’associazione Sogno Clown. Alle 18.30 la quinta giornata riprende con un’iniziativa importante legata al sorriso, il convegno “Clown-terapia: quando ridere cura”. Ridere fa bene e i “dottor sorrisi” lo sanno bene. La musica, il teatro, le arti circensi, aiutano tutti, grandi e piccoli, ad alleggerire le cure ospedaliere e a ridurre le paure generate dal ricovero, fornendo un importante supporto psicologico. Per il quarto anno consecutivo della rassegna internazionale di artisti e di circo contemporaneo saranno protagonisti i clown-dottori di Sogno Clown dove nel corso dell’incontro che si terrà nella sede del Gruppo Appartamento La Funtana in via Filigheddu n. 4 a Santa Teresa, racconteranno il loro desiderio di prendersi cura degli altri con il sorriso, con la magia e con la risata. Ospite d’eccezione il dott. Alberto Dionigi, presidente della Federazione Nazionale Clowndottori. A cura dell’associazione Sogno Clown e della Federazione Nazionale Clowndottori – info: 328/0424127.

A partire dalle 19.30, invece, riprenderanno gli spettacoli degli artisti ospiti di questa edizione. In piazza V. Emanuele aprirà la serata Felice Pantone: atmosfere degli antichi cantastorie itineranti tra musica, poesia, risate e tanto coinvolgimento. Stesso orario e stessa piazza (in differenti location) anche per l’argentino Ete Clown, mimo e clown dalla dirompente energia e da una vocina molto particolare che lascia il segno; dalle 21.30 spettacolo itinerante per le vie del paese con Mabò Band, trio comico-musicale di tre straordinari marchigiani e il loro cocktail di musica, tra gag esilaranti e improvvisazioni; alle 22.00 tre spettacoli in contemporanea in tre punti diversi del centro storico: Francesca Mari sarà in piazza San Vittorio/Chiesa tra musica, giocoleria, boogie e tip tap, come arte, comunicazione, vita; in via Cavour il sorriso e la magia del prestigiatore del Sol levante Keiichi Iwasaki, e in piazza Vittorio Emanuele le affascinanti marionette di Bence Sarkadi. Alle 22.15 e in replica alle 23.45 altri due spettacoli: Chris Lynam, il clown per eccellenza conosciuto in tutto il mondo, buffo, folle, brillante; Circo Pacco, i simpaticissimi e molto improbabili clown che  si sfidano a suon di numeri demenziali. Alle 22.30 sempre in piazza Vittorio Emanuele ritorna Sblattero con le sue formidabili acrobazie che sfidano le leggi della fisica con la sua inseparabile ruota libera; alle 22.45 la compagnia catalana Trukitrek: burattini viventi al limite fra musica, commedia, poesia; alle 23.00 La Sbrindola, uno spettacolo esplosivo a suon di giocoleria e clowneria delirante e surreale; in contemporanea ma in piazza V. Emanuele sarà pronto El Grito, primo esempio di circo contemporaneo, con un componimento sinfonico di acrobazie, giocolerie, musica. E ancora per le vie del centro storico si potrà assistere agli spettacoli itineranti di Crazy Pony, basso e chitarra in perfetto equilibrio tra acrobazie e colpi di scena; Gunter Rieber, riconoscibilissimo per una improbabile gamba ingessata e qualche mano di più che sporge da sotto la giacca: senza parole, solo la meraviglia del linguaggio del corpo; i Coltivatori di Musica, spettacolo fra sorrisi, gnocchi, pomodoro locale, musica, amore e molta fantasia.

Edoardo Tocco (FI):
Abbanoa fa il bilanc

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT