6 December, 2022
HomePosts Tagged "Keiichi Iwasaki"

[bing_translator]

Ultima serata del Pula Buskers Festival Internazionale Artisti di Strada, martedì 24 luglio, con i giocolieri, trampolieri, mimi, illusionisti, e i divertenti personaggi nonsense, portatori sani di buonumore e tantissime risate. A Pula, buskers in arrivo da tutto il mondo animeranno la Piazza del Popolo e il Piazzale del Municipio, tra arcobaleni di colori, abilità circensi, teatro fisico e comicità senza freni. Mr Bang, clown eccentrico, i Dekru, mimi straordinari, Umami Dance Theatre e la danza di strada tra teatro, pantomima e commedia, i Mattacchioni Volanti, la comicità esilarante di Fraser Hooper, il virtuosismo della chitarra a sette corde del brasiliano Leo Eymard, giocoleria made in Japan tra equilibri impossibili del duo Senmaru & Yuki; i giganti sui trampoli Morks; Maria Norina Liccardo e il carillon vivente, Keiichi Iwasaki giocoleria arte dell’illusionismo: un giapponese amante dell’Italia e inarrestabile viaggiatore su due ruote. Gran finale a colori del festival che porta il sorriso, per la gioia dei bambini e degli irriducibili Peter Pan.

[bing_translator]

La magia dell’arte di strada sbarca per la prima volta a Pula, da domenica 22 a martedì 24 luglio 2018. Arriva il Pula Buskers Festival con la carovana di artisti girovaghi provenienti da tutto il mondo, per dare vita alle performances più fantasiose e trasportare i piccoli e i grandi e irriducibili “Peter Pan” in un mondo incantato, fatto di sogni, colori, sorrisi, equilibri possibili e poesia. Per tre serate il paese, immerso in una delle zone marine, naturalistiche e archeologiche più suggestive della Sardegna occidentale, a soli trenta chilometri da Cagliari, si trasformerà nel regno della risata e del divertimento. Organizzata da “Dietro le Quinte” in collaborazione con l’assessorato del Turismo del comune di Pula e l’associazione culturale Presence, la “tre giorni” del sorriso vedrà nella Piazza del Popolo e nel Piazzale del Municipio undici compagnie da Inghilterra, Ucraina, Spagna, Francia, Italia, Belgio, Nuova Zelanda, Giappone, Brasile.

Ecco gli artisti: Benjamin Delmos, in arte Mr Bang, un artista anglo-francese interpreta un clown eccentrico metropolitano, tra ironia e provocazione, abilità circensi, teatro fisico e cabaret postmoderno; gli imperdibili Dekru (Ucraina), quartetto di mimi ucraini: eleganti, divertenti e “senza parole”, evocano attraverso la potenza del linguaggio del corpo, perfettamente sincronizzati, storie di ordinaria quotidianità, dal lento risveglio della mattina al routinante lavoro in azienda, ai match sportivi fino al corteggiamento d’amore con gioie e dolori annessi; Umami Dance Theatre (Spagna), duo di danza di strada, in un mix surreale di breakdance, teatro, pantomima e commedia fisica; stupore garantito con i Mattacchioni Volanti (Italia), statue viventi sospese a mezz’aria che sfidano le leggi della fisica e dispensano perle di saggezza; brillante ed ironico Andrea Fidelio, da diversi anni ormai al GBF non solo come artista ma anche come collaboratore, maestro di cerimonia e presentatore; il travolgente Fraser Hooper (UK/Nuova Zelanda), comicità allo stato puro, irriverente. Pugile improbabile con i suoi enormi guantoni provocherà gli spettatori coinvolgendoli in round assurdi e “politicamente scorretti”; Keiichi Iwasaki (Giappone): giocoleria itinerante e l’arte dell’illusionismo, un giapponese amante dell’Italia e inarrestabile viaggiatore su due ruote; Leo Eyemard, il virtuoso chitarrista di Belo Horizonte (Brasile) e la sua chitarra a sette corde tra le affascinanti atmosfere musicali della “batida brasiliana e della bossa nova”; Senmaru & Yuki (Giappone), giocoleria giapponese e Daikagura, cerimonia sacra che nasce come talismano per scacciare il male e oggi attrazione importante nel Paese del Sol levante; la Baboltruppen dei Morks (Italia): un piccolo esercito di palloni gonfiati dalla città di “Ballonia” marcia per le strade. Artisti di strada, trampolieri, giocolieri, portano la loro esperienza e formazione maturata in diciotto anni di spettacoli, tra colori, megafoni, occhiali steampunk e nonsense; Maria Norina Liccardo (Italia), ricordi e seducenti atmosfere del passato con il suo carillon vivente.

[bing_translator]

L’arte di strada, per sorridere e far sognare ad occhi aperti. La piazza e i vicoli storici, si vestono di mille colori, musica, allegria, risate, magia e follia, venerdì 20 luglio, a Santa Teresa di Gallura, prosegue il Gallura Buskers Festival Internazionale Artisti di Strada con i giocolieri, acrobati, trampolieri, mimi, clowns, personaggi fantastici, maghi, illusionisti, per conquistare adulti e bambini con i loro numeri spettacolari.

Dalle 21.00 alle 24.00, si potrà assistere negli angoli più imprevedibili del suggestivo borgo alle performance degli artisti per le vie del centro storico e della piazza Vittorio Emanuele. The Looser, personaggio nonsense di Matteo Galbusera, un solitario e frustato impiegato delle poste che passa le sue domeniche a pescare e ascoltando la radio si immedesima in un tennista di successo; i Dekru, quartetto di mimi straordinari e il loro mondi fantastici; Homocatodicus, teatro di strada, burattini e nuove tecnologie; Senmaru & Yuki e la spiazzante giocoleria giapponese; Umami Dance Theatre, duo di danza di strada tra breakdance, pantomima, teatro e commedia fisica; Morks, trampolieri, giocolieri, e una importante esperienza e formazione maturata in diciotto anni di spettacoli; Marina Norina Liccardo ed il carillon vivente; i Mattacchioni Volanti, e le statue viventi sospese che sfidano le leggi della fisica e dispensano perle di saggezza; Luca Regina, esplosivo one man show: visual comedy, humour e molto di più; Leo Eymard con la sua chitarra a sette corde e le affascinanti atmosfere della bossa nova; Keiichi Iwasaki mago e illusionista del Sol levante; Andrea Fidelio, da diversi anni ormai affezionato al GBF non solo come artista ma anche in veste di collaboratore; Tino Fimiani, fantasista comico, clown stralunato, illusionista illuso e ingenuo ventriloquo tra giocoleria, equilibrismo e magia; il Mimo Bubè, e il suo teatro di figura, tra magia e comicità.

[bing_translator]

Sketch deliranti e tante risate con gli artisti folli, geniali e impertinenti di questa sesta edizione del Gallura Buskers Festival Internazionale Artisti di Strada, organizzato dall’associazione “Dietro le Quinte” e diretto da Alberto Pisu, a Santa Teresa Gallura. Giovedì 19 luglio si entra nel vivo della manifestazione con l’arrivo di tanti artisti da diverse parti del mondo. Per le vie del centro storico e la piazza V. Emanuele si potranno incontrare mimi, personaggi nonsense, giocoleria, equilibrismi e magia. Dalle 21.15 alle 24.00 il linguaggio corporeo dei Dekru, ed i loro mondi fantastici; The Loser (Matteo Galbusera) clownerie, umorismo assurdo; gli spassosi Homocatodicus, teatro di strada, burattini e nuove tecnologie; Fraser Hooper, l’esilarante boxer che sfiderà gli spettatori in un round di puro divertimento; Senmaru & Yuki e la spiazzante giocoleria giapponese; Umami Dance Theatre, duo di danza di strada tra breakdance, pantomima, teatro e commedia fisica; i Mattacchioni Volanti, statue viventi sospese che sfidano le leggi della fisica; Marina Norina Liccardo ed il carillon vivente; Leo Eymard con la sua chitarra a sette corde e le affascinanti atmosfere della bossa nova; Keiichi Iwasaki mago e illusionista del Sol levante; il Mimo Bubè, ed il suo teatro straordinario di figura, magia e comicità.

[bing_translator]

Al Gallura Buskers Festival arrivano i clown dottori dell’associazione Sogno Clown. Alle 18.30 la quinta giornata riprende con un’iniziativa importante legata al sorriso, il convegno “Clown-terapia: quando ridere cura”. Ridere fa bene e i “dottor sorrisi” lo sanno bene. La musica, il teatro, le arti circensi, aiutano tutti, grandi e piccoli, ad alleggerire le cure ospedaliere e a ridurre le paure generate dal ricovero, fornendo un importante supporto psicologico. Per il quarto anno consecutivo della rassegna internazionale di artisti e di circo contemporaneo saranno protagonisti i clown-dottori di Sogno Clown dove nel corso dell’incontro che si terrà nella sede del Gruppo Appartamento La Funtana in via Filigheddu n. 4 a Santa Teresa, racconteranno il loro desiderio di prendersi cura degli altri con il sorriso, con la magia e con la risata. Ospite d’eccezione il dott. Alberto Dionigi, presidente della Federazione Nazionale Clowndottori. A cura dell’associazione Sogno Clown e della Federazione Nazionale Clowndottori – info: 328/0424127.

A partire dalle 19.30, invece, riprenderanno gli spettacoli degli artisti ospiti di questa edizione. In piazza V. Emanuele aprirà la serata Felice Pantone: atmosfere degli antichi cantastorie itineranti tra musica, poesia, risate e tanto coinvolgimento. Stesso orario e stessa piazza (in differenti location) anche per l’argentino Ete Clown, mimo e clown dalla dirompente energia e da una vocina molto particolare che lascia il segno; dalle 21.30 spettacolo itinerante per le vie del paese con Mabò Band, trio comico-musicale di tre straordinari marchigiani e il loro cocktail di musica, tra gag esilaranti e improvvisazioni; alle 22.00 tre spettacoli in contemporanea in tre punti diversi del centro storico: Francesca Mari sarà in piazza San Vittorio/Chiesa tra musica, giocoleria, boogie e tip tap, come arte, comunicazione, vita; in via Cavour il sorriso e la magia del prestigiatore del Sol levante Keiichi Iwasaki, e in piazza Vittorio Emanuele le affascinanti marionette di Bence Sarkadi. Alle 22.15 e in replica alle 23.45 altri due spettacoli: Chris Lynam, il clown per eccellenza conosciuto in tutto il mondo, buffo, folle, brillante; Circo Pacco, i simpaticissimi e molto improbabili clown che  si sfidano a suon di numeri demenziali. Alle 22.30 sempre in piazza Vittorio Emanuele ritorna Sblattero con le sue formidabili acrobazie che sfidano le leggi della fisica con la sua inseparabile ruota libera; alle 22.45 la compagnia catalana Trukitrek: burattini viventi al limite fra musica, commedia, poesia; alle 23.00 La Sbrindola, uno spettacolo esplosivo a suon di giocoleria e clowneria delirante e surreale; in contemporanea ma in piazza V. Emanuele sarà pronto El Grito, primo esempio di circo contemporaneo, con un componimento sinfonico di acrobazie, giocolerie, musica. E ancora per le vie del centro storico si potrà assistere agli spettacoli itineranti di Crazy Pony, basso e chitarra in perfetto equilibrio tra acrobazie e colpi di scena; Gunter Rieber, riconoscibilissimo per una improbabile gamba ingessata e qualche mano di più che sporge da sotto la giacca: senza parole, solo la meraviglia del linguaggio del corpo; i Coltivatori di Musica, spettacolo fra sorrisi, gnocchi, pomodoro locale, musica, amore e molta fantasia.

[bing_translator]

Un carro di artisti girovaghi da tutto il mondo per stupire con l’arte di strada e del circo contemporaneo tra divertimento, risate e musica, al Gallura Buskers Festival, quinta edizione. Prosegue giovedì 20 luglio la rassegna internazionale di artisti di strada e circo contemporaneo a Santa Teresa, in questi giorni occupata per le vie e la piazza del centro storico da una carovana di acrobati, giocolieri, clown, maestri del teatro di figura e cantastorie. L’inaugurazione di martedì ha visto la sala gremita del Cinema Arena Odeon per l’atteso incontro con Simona Atzori, talento fuori dal comune, pittrice, ballerina, scrittrice di successo e grande comunicatrice, accolta calorosamente da un pubblico emozionato ed entusiasta. Una danza per la vita, di cui è follemente innamorata. «Ho due ali, la danza e la pittura. Il cuore e le radici, il senso di amore che ho per la vita e per le persone che incontro, sono qui stasera, e sono felice di aver danzato per voi. Incontrare le persone è una delle ricchezze più grandi. Le differenze non esistono, è il nostro sguardo a fare la differenza. Non per cogliere ciò che manca nell’altro, ma ciò che è l’altro», ha raccontato con grande intensità emotiva durante l’incontro. Un’ora e mezzo volata via, in cui l’artista poliedrica di Milano ma di origini sarde, ha incantato il pubblico con una travolgente simpatia, la sua grazia, il sorriso, i racconti, tanti aneddoti e la sua solarità, sui passi leggeri della sua danza insieme alle inseparabili “mie ragazze” Maria Cristina Paolini e Beatrice Mazzola, dedicati alla madre. «Stasera ho danzato per mia mamma, una piccola donna sarda che amava talmente tanto la sua terra da decidere di partire. Ogni volta che sono in Sardegna la sento tantissimo, sempre».

Riprendono invece nella serata di giovedì 20 luglio le performance delle migliori compagnie internazionali di teatro di strada che dalle 19.30 riempiranno le vie di Santa Teresa di allegria, sorrisi e colori. Ad aprire il programma di eventi di questa giornata sarà alle 19.30 Bence Sarkadi (Ungheria) e le sue straordinarie marionette, in piazza Vittorio Emanuele, replica alle 22.45; sempre nella piazza del paese alle 21.30 e alle 22.15 in via XX Settembre, il testimone passerà al duo statunitense Crazy Pony (USA), duo crossover tra musica bluegrass, acrobazie e incredibili sorprese; ancora alle 21.30 ma in via Cavour, si potrà assistere allo spettacolo dell’eclettico Felice Pantone (Italia), l’erede dei grandi cantastorie itineranti e di Ete Clown (Argentina), un grande clown di strada dalla dirompente energia che ama giocare con la gente. Entrambi si potranno rivedere in replica subito dopo in giro per le vie del paese. Anche la Mabò Band (Italia), trio di vulcanici musicisti dalla trascinante simpatia, invaderà e colonizzerà a partire dalle 21.30 le vie e le piazze principali, trascinando il pubblico in divertentissime gag; alle 21.45 in piazza V. Emanuele sarà la volta Andrea Fidelio (Italia/Belgio), one-man-show tra beat box, giocoleria e umorismo, dalla simpatia e dal sorriso disarmante; alle 22.00 in piazza San Vittorio si potrà assistere più volte allo spettacolo di Francesca Mari (Italia), clave, palloni da ritmica, acrobazie, giocoleria, boogie e tip-tap: sempre a caccia di nuove sfide; sempre alle 22.00 in via Cavour arriva Rufino Clown (Italia) con la sua comicità surreale. In piazza Vittorio Emanuele alle 22.15 dal Giappone, o meglio, da tutte le parti del mondo, arriva con la sua fedele bicicletta Keiichi Iwasaki, straordinario mago, illusionista (i più importanti talent show del mondo se lo contendono), amante dell’Italia e inarrestabile viaggiatore: dal 2002 gira il mondo e porta la sua arte e il suo sorriso in tutte le strade del pianeta; alle 22.30 sempre nella grande piazza V. Emanuele il testimone passerà a Chris Lynam (UK), il Clown, l’uomo più buffo e brillante del pianeta; e ancora performance itineranti dei Coltivatori di Musica (Italia), spettacolo muto tra gnocchi, amore, musica e molta fantasia.

[bing_translator]

Una carovana itinerante di giocolieri, acrobati, maghi, burattinai, giocolieri, clowns e cantastorie è pronta a sbarcare a Santa Teresa. Martedì 19 luglio la quinta edizione del Gallura Buskers Festival entra nel vivo. Quattordici gli artisti in programma provenienti da diverse parti del mondo e tra i più richiesti nei più importanti festival italiani e internazionali: un mix esplosivo di colori, arte, allegria, e il mondo fantastico del sogno, della magia. Spettacoli per tutti, bambini e adulti da zero a novantanove anni, nello scenario perfetto del comune gallurese, tra le località marittime più belle della Sardegna.

Dalle 21.00 alle 24.00 per le vie e la piazza del centro storico del paese si potrà assistere alle performance di Bence Sarkadi (Ungheria), e le sue straordinarie marionette; Circo Pacco (Italia), due improbabili clown e le strane sfide a suon di giocoleria, acrobatica, popcorn e tanta comicità; Crazy Pony (USA), duo crossover tra musica bluegrass, acrobazie e incredibili sorprese; Coltivatori di Musica (Italia), spettacolo muto tra gnocchi, amore, musica e molta fantasia; Felice Pantone (Italia), l’erede dei grandi cantastorie itineranti; Francesca Mari (Italia), clave, palloni da ritmica, acrobazie, giocoleria, boogie e tip-tap: sempre a caccia di nuove sfide; Funky Jazz Orchestra (Sardegna), parata musicale e danzante della band di soli fiati “made in Berchidda” (Sardegna) che animerà le vie del paese; La Sbrindola (Italia), delirio e demenzialità tra giocoleria e clowneria; Keiichi Iwasaki (Giappone), mago, illusionista, amante dell’Italia, inarrestabile girovago e portatore sano di sorrisi e allegria; Gunter Rieber (Svizzera), mimo e clown che non ha bisogno di parole per esprimersi; Sblattero (Italia), risate, comicità acrobatica e umorismo veneto: cose mai viste; Trukitrek (Spagna), teatro di figura, musica commedia, poesia e affascinanti marionette; Rufino Clown (Italia) e la comicità surreale.

Un carro di girovaghi per stupire con l’arte di strada e del circo contemporaneo tra divertimento, risate e musica, che in questa giornata si inoltrerà tra il pubblico seguendo l’itinerario tra via XX Settembre, piazza V. Emanuele I, via Maria Teresa, piazza San Vittorio (Chiesa) e via Cavour.

[bing_translator]

L’arte della felicità, gli artisti di strada che sanno e fanno sognare. La strada come palcoscenico, luogo della creatività, della follia, del sorriso, come scelta di vita. Ritorna il “Gallura Buskers Festival”, la rassegna internazionale di artisti di strada e circo contemporaneo. Musica, colori, magia: un esercito di acrobati, giocolieri, giullari, marionette, clowns e cantastorie da tutto il mondo si appresta a sbarcare a Santa Teresa per trasformarla nel regno fantastico dell’allegria, dello stupore, della fantasia, dell’estate. Dai più importanti festival di giocoleria, arte di strada e musica arrivano a Santa Teresa Andrea Fidelio, Bence Sarkadi, Chris Lynam, Circo Pacco, Coltivatori di Musica, Compagnia Rasoterra, Crazy Pony, El Grito, Ete Clown, Felice Pantone, Francesca Mari, Funky Jazz Orchestra, Gunter Rieber, Keiichi Iwasaki, La Sbrindola, Mabò Band, Nicola Virdis, Rufino Clown, Sblattero, Trukitrek.

Dal 17 al 23 luglio oltre venti compagnie internazionali invaderanno anche quest’anno le vie e le piazze di una delle località marittime tra le più belle della Sardegna, sede ormai da quattro anni del mondo meraviglioso e sorprendente del Gallura Buskers Festival che accoglie i migliori artisti regionali, nazionali e internazionali. Un tuffo nel cuore della creatività e nell’incantevole natura incontaminata della Gallura.

Quinta edizione organizzata dall’associazione “Dietro Le Quinte” con la direzione artistica e organizzativa di Alberto Pisu, il Gallura Buskers Festival porta quest’anno un mare di stravaganti performer tra i più richiesti nei più importanti festival italiani ed internazionali provenienti dall’Ungheria, UK, USA, Italia, Argentina, Giappone, Svizzera, Spagna e Sardegna, pronti ad accogliere nelle magiche serate sotto le stelle un pubblico di adulti e bambini, da zero a novantanove anni. La strada, il miglior teatro a cielo aperto, per divertire, intrattenere, raccontare e portare le persone dentro i sogni, le storie ed i loro fantastici personaggi.

Il teatro itinerante fra trucchi, numeri, poesia e gag esilaranti e parate musicali attraverserà le vie e le piazze principali di Santa Teresa: dalla frazione di San Pasquale al centro storico del paese, le piazze San Vittorio/Chiesa e Vittorio Emanuele, il Porto turistico, via XX Settembre, via Cavour, via Maria Teresa, fino alla splendida Torre Spagnola di Longosardo e il suo sguardo infinito sul mare, una delle poche torri visitabili edificata nella seconda metà del Cinquecento. E ancora mostre fotografiche delle precedenti edizioni del festival, convegni, incontri, parate musicali, degustazioni, visite al sito archeologico Lu Brandali.