23 July, 2024
HomeSanitàIl 10 e 11 novembre, nell’aula magna della Facoltà di Medicina di Sassari, confronto tra esperti del settore sulla gestione di un percorso multidisciplinare integrato.

Il 10 e 11 novembre, nell’aula magna della Facoltà di Medicina di Sassari, confronto tra esperti del settore sulla gestione di un percorso multidisciplinare integrato.

[bing_translator]

“Il percorso multidisciplinare integrato del paziente con disturbi del movimento e del paziente con disturbi cognitivi: diagnosi clinica, imaging e terapia” sarà l’argomento centrale del convegno che si svolgerà a Sassari il 10 e 11 novembre, nell’aula magna della Facoltà di Medicina e Chirurgia, in viale San Pietro.

L’appuntamento scientifico vuole sottolineare l’importanza della gestione multidisciplinare integrata di alcune patologie a elevato impatto sociale, quali sono i disturbi del movimento e i disturbi cognitivi, mettendo a confronto i maggiori esperti del settore.

Il convegno, nel quale sono previste relazioni frontali, discussione di casi clinici e tavole rotonde di confronto tra le varie figure professionali, sarà articolato in 2 sessioni: nel pomeriggio del 10 novembre verranno affrontate le tematiche relative ai disturbi del movimento, con particolare riguardo per la malattia di Parkinson e i Parkinsonismi, mentre nella mattina dell’11 novembre saranno trattati i disturbi cognitivi, con un focus mirato sulle demenze conclamate e le forme pre-cliniche.

Nel corso delle due giornate verranno analizzati gli aspetti clinici e i quadri della moderna diagnostica strumentale di imaging medico nucleare e radiologico nonché le attuali possibilità terapeutiche.

I lavori saranno presieduti da Angela Spanu, direttore dell’Unità operativa complessa di Medicina Nucleare dell’Aou di Sassari, mentre i responsabili scientifici del convegno sono Susanna Nuvoli, ricercatrice medico nucleare dell’Università degli Studi di Sassari, e Maria Rita Piras, neurologa e già ricercatrice dell’Ateneo turritano.

L’evento è stato accreditato con 9 crediti formativi Ecm sia per i medici chirurghi (Neurologia, Geriatria, Medicina Nucleare, Radiodiagnostica, Medicina Generale, Medicina Fisica e Riabilitazione, Neurofisiopatologia, Psichiatria) che per le categorie professionali di fisioterapista, psicologo, tecnico di Neurofisiopatologia e tecnico sanitario di Radiologia medica.

Rinviata a lunedì 6
Intervista di Sébas

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT