2 August, 2021
HomeSpettacoloMusicaGiovani cantanti sardi in gara all’8° “Festival Maria Paola Dedola”, in programma il 3 e 4 agosto a Bottidda.

Giovani cantanti sardi in gara all’8° “Festival Maria Paola Dedola”, in programma il 3 e 4 agosto a Bottidda.

[bing_translator]

Alla scoperta dei talenti vocali sardi con l’8 edizione del Festival canoro regionale “Maria Paola Dedola” in programma a Bottidda venerdì 3 e sabato 4 agosto 2018, dalle ore 21,30. La manifestazione, organizzata dall’Associazione Culturale Musicale “Maria Paola Dedola”, in collaborazione con l’Aics Sardegna e con il patrocinio del comune di Bottidda, della Presidenza del Consiglio Regione Sardegna e della Comunità montana Goceano, si propone dal 2010 come trampolino di lancio per i giovani cantanti sardi che sognano di avere una chance nel mondo dello spettacolo.

L’appuntamento è quindi per il 3 e 4 agosto, dalle ore 21 e 30, all’anfiteatro comunale del Parco Santo Stefano “Su Pizzu” dove, sotto la cura del direttore artistico, Tore Tilocca, saliranno sul palco circa settanta concorrenti, tutti rigorosamente non professionisti.

La formula del Festival, ormai collaudatissima, prevede due sezioni libere: una per gli under 15, che quest’anno vedrà cimentarsi al microfono oltre 40 giovani cantanti, e una per gli adulti (over 16), con la partecipazione di ben 27 aspiranti artisti provenienti da tutta la Sardegna.

I cantanti della sezione over 16, che si esibiranno la sera di sabato 4 agosto, saranno accompagnati live da una band composta da: Fabio Carta (tastiera), Federico Canu (batteria), Andrea Cossu (chitarra) e Fabrizio Leoni (basso).

Al termine di ciascuna serata saranno premiati il primo, il secondo e il terzo classificato, secondo le valutazioni espresse da una Giuria composta dai musicisti e maestri e presieduta dal tastierista e compositore dei Bertas, Mario Chessa.

I premi in palio saranno, per gli under 15: 250 euro al primo classificato, 150 euro al secondo, 100 euro al terzo. Per la categoria over 16: 500 euro al primo classificato, 300 euro al secondo, 200 euro al terzo.

Per assistere alle due serate di musica all’anfiteatro di Bottidda, dove sarà allestito anche un punto ristoro con bibite e panini, non è previsto il pagamento di un biglietto d’ingresso, ma chi vorrà potrà contribuire con un’offerta libera alle tante attività musicali dell’Associazione, tra cui la scuola di canto.

Due giovani sono sta
Alla Pelosa di Stint

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT