20 October, 2021
HomeDifesaForze ArmateIl ministero della Difesa ha avviato una procedura per l’arruolamento di 120 ufficiali medici e 200.000 sottufficiali infermieri

Il ministero della Difesa ha avviato una procedura per l’arruolamento di 120 ufficiali medici e 200.000 sottufficiali infermieri

[bing_translator]

Il ministero della Difesa ha indetto una procedura straordinaria, ai sensi dell’articolo 7 del decreto legge n° 18 del 17 marzo 2020, di arruolamento per chiamata diretta nell’Esercito Italiano, con una ferma eccezionale della durata di un anno, di 120 ufficiali medici, con il grado di tenente e di 200 sottufficiali infermieri, con il grado di maresciallo.

I cittadini italiani, aspiranti alla procedura, dovranno essere in possesso, alla data dell’entrata in vigore del decreto legge, dei seguenti requisiti:

non aver superato il 45° anno di età;

• essere in possesso del seguente titolo di studio: per i 120 posti da ufficiale medico, laurea magistrale in medicina e chirurgia e della relativa abilitazione all’esercizio della professione; per i 200 posti da sottufficiale infermiere, laurea in scienze infermieristiche e della relativa abilitazione professionale.

• non essere stato giudicato permanentemente non idoneo al servizio militare;

• non essere stato dimesso d’autorità da precedenti ferme nelle Forze Armate;

• non essere stato condannato per delitti non colposi, anche con sentenza in applicazione della pena su richiesta, a pena condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna, ovvero non essere in atto imputato in procedimenti penali per delitti non colposi.

Le domande di arruolamento dovranno essere presentate in maniera telematica, previo accreditamento, esclusivamente tramite il “Portale dei concorsi on line del Ministero della – 2 – Difesa”, raggiungibile all’indirizzo https://concorsi.difesa.it ovvero tramite l’home page del sito www.difesa.it, dal 18 marzo 2020 al 25 marzo 2020.

Nella domanda di arruolamento gli aspiranti, oltre al possesso dei requisiti di cui al precedente paragrafo 1, dovranno indicare le eventuali specializzazioni conseguite, le eventuali pregresse esperienze professionali in campo clinico.

Alla domanda dovrà, inoltre essere allegato, ai fini delle successive valutazioni per l’impiego, un curriculum vitae, redatto secondo il formato europeo, che descriva le esperienze di studio e professionali svolte.

FOLLOW US ON:
È morto oggi, all'e
Graziano Lebiu (OPI)

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT