19 May, 2022
HomeLavoroLavori pubbliciComitato Porto Solky: «Entro l’11 maggio le osservazioni sulla realizzazione del Nuovo Ponte di Sant’Antioco»

Comitato Porto Solky: «Entro l’11 maggio le osservazioni sulla realizzazione del Nuovo Ponte di Sant’Antioco»

[bing_translator]

Il Comitato Porto Solky ritorna sul progetto del nuovo ponte di Sant’Antioco, con una nota, nella quale sottolinea che «preso atto che neppure lo stato di emergenza decretato a seguito della pandemia è riuscito a sospendere i termini della procedura di approvazione del progetto, ritiene che i Sindaci del territorio, considerato l’aggravamento della crisi socio-economica del Sulcis a seguito della situazione in corso, non possano permettere un inutile dispendio di soldi pubblici».

«Considerata la valenza “strategica” a livello nazionale dell’opera, l’assenza di una netta opposizione da parte dei Sindaci del territorio comporterà di fatto il rilascio del nulla osta alla realizzazione dell’opera con il conseguente sperpero di 57,5 milioni di euro – aggiungono i tre portavoce del Comitato, Rolando Marroccu, Alfonso Curridori e Daniele Garau –. Ricordiamo che i finanziamenti sono totalmente rimodulabili per la realizzazione di infrastrutture realmente funzionali allo sviluppo del territorio così come previsto dalle linee di indirizzo del Piano Sulcis; ad esempio per la messa in sicurezza della viabilità primaria del Sulcis, ovvero dell’intero tratto bivio Sirai-Nuxis-Calasetta.»

«Il Comitato Porto Solky ritiene opportuno che i Sindaci delle Amministrazioni comunali del territorio assumano una netta presa di posizione in merito al contestato Nuovo Ponte, inviando in tempo utile affinché si possa essere convocati per la 1° Conferenza di Servizi decisoria in modalità Sincrona già fissata per mercoledì 11 maggio così come ha già fatto lo stesso comitatoconcludono i tre portavoce -. Preso atto dell’estrema urgenza dovuta dalla ristrettezza dei tempi, il Comitato Porto Solky, con una PEC, ha messo a disposizione dei Sindaci del Sulcis il documento già presentato nelle riunioni del marzo 2019 contenente le Osservazioni elaborate dal Comitato stesso e sottoscritte dal Grig (Gruppo di Intervento Giuridico), WWF Sardegna e Italia Nostra Sardegna, finalizzate ad opporsi alla realizzazione del Nuovo Ponte e per il quale i Sindaci si erano resi disponibili ad un suo utilizzo per costituirsi parte attiva nella Conferenza dei Servizi.»

Pianeta Anziani e Pa

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT