18 May, 2021
Home2020Luglio (Page 3)

[bing_translator]

Calzedoniacompagnia italiana che produce biancheria intima, calze e costumi da bagno, assumerà 100 nuove figure tra le quali: assistenti alle vendite, che dovranno accogliere e soddisfare i clienti, supportarli e assisterli nei loro acquisti, organizzare l’area vendita ed il magazzino; responsabili di negozio, i quali dovranno occuparsi della supervisione, motivazione e formazione dello staff, dell’analisi e monitoraggio degli incassi, della gestione e organizzazione del magazzino; addetti assistenza utenti, che dovranno fornire assistenza diretta agli utenti, gestire le problematiche di natura software e hardware, preparare e configurare i computer, le stampanti e i portatili aziendali, supportare i referenti italiani all’estero, soddisfare le richieste delle persone della loro filiale; specialisti in Finanza e Contabilità, i quali dovranno gestire la fatturazione passiva dei fornitori italiani ed esteri, supportare le filiali del gruppo nelle attività amministrative e di relazione con i fornitori, registrare la contabilità dei pagamenti e tante altre posizioni.

Il nuovo personale deve essere in possesso…

L’articolo completo è consultabile nel sito: http://suntini.it/diariolavoro_calzedonia_8_20.html

[bing_translator]

La commissione Sanità, presieduta da Domenico Gallus, ha approvato a maggioranza (contraria l’opposizione, astenuti i Riformatori sardi) la legge di riforma del sistema sanitario regionale, che ora passa all’esame del Consiglio. Designati, inoltre, i relatori del provvedimento: il presidente della commissione Domenico Gallus per la maggioranza, il capogruppo del Pd Gianfranco Ganau per l’opposizione.
Dopo l’approvazione del testo, il presidente della commissione, Domenico Gallus, ha dichiarato che «la commissione ha concluso in modo brillante un lungo lavoro affrontato con grande impegno e caratterizzato dalla volontà di ascolto di tutti i portatori di interesse».
«La legge ha aggiunto Domenico Gallus dal nostro punto di vista rappresenta uno spartiacque fra passato e futuro, fra una visione centralista fondata sull’Ats ed una rivolta ai territori, più vicina al paziente, ai suoi bisogni ed alle sue aspettative. E’, del resto, quanto ci hanno detto le istituzioni, le categrie e le persone che abbiamo ascoltato in questi mesi di confronto.»
«E’ quanto dice, in sostanza – secondo Domenico Galluslo stesso Cal nel suo parere, quando individua nell’Ats l’errore di fondo di sistema sanitario regionale che non ha funzionato. Noi, ha concluso, quella impostazione la correggeremo; stiamo iniziando a farlo con il “governo” del sistema e proseguiremo con la sanità territoriale e la rete ospedaliera che saranno le naturali conseguenze della scelta di fondo che abbiamo compiuto.»

«Ma, attenzioneha concluso il presidente della commissionesono due cose diverse che affronteremo correttamente in modo separato, per arrivare ad una buona riforma nell’interesse dei sardi.»

[bing_translator]

Un vasto incendio sta interessando il territorio comunale di Uta. La zona più colpita è quella di Pianu Zippiri. Sul posto stanno intervenendo sia le squadre del comando di viale Marconi di Cagliari e la “5A” del distaccamento VVF di Iglesias.
L’incendio si è propagato su più fronti, lambendo anche alcuni abitazioni e interessando strutture e terreni in aree rurali. Sul posto è anche presente un elicottero della base di Pula e la locale pattuglia della Forestale.
Le fiamme hanno coinvolto anche autovetture e automezzi parcheggiati nei pressi di abitazioni e terreni privati. Non risulterebbero persone coinvolte.
Antonio Caria
 

Il comune di Carbonia ha pubblicato l’avviso contenente la sede di svolgimento e i turni relativi alla prova preselettiva del concorso pubblico per la copertura a tempo pieno e indeterminato di n. 10 posti di Istruttore Amministrativo Contabile Categoria C.

Per maggiori informazioni è possibile consultare anche il seguente link:

https://www.comune.carbonia.su.it/amministrazione-trasp/bandi-di-concorso/item/3528-concorso-pubblico-per-la-copertura-a-tempo-pieno-ed-indeterminato-di-n-10-posti-di-istruttore-amministrativo-contabile-cat-c-comunicazione-sede-e-turni-prova-preselettiva

[bing_translator]

È arrivata questa mattina, intorno alle 9.00, e ha gettato l’ancora di fronte alla costa tra Su Portixeddu e Maladroxia. Era attesa, la meravigliosa nave scuola della Marina militare italiana, il bellissimo veliero “Amerigo Vespucci”.
Nonostante il forte vento di scirocco sono state tantissime le imbarcazioni che già nella mattinata si sono avventurate a pochi metri dallo scafo del grande veliero, per poterlo ammirare da vicino, così come è stato foltissimo il pubblico che l’imbarcazione è riuscita ad attirare da terra.
A differenza degli scorsi anni non sarà possibile far visita alla nave, a causa delle rigide regole imposte dal Covid. Prossima tappa, della imponente nave della Marina militare, il porto di Cagliari, dove l’arrivo è previsto il 3 agosto.
Nelle prossime ore, intanto, sarà ancora possibile godere dello spettacolo immenso del veliero di fronte alle coste di Sant’Antioco.
Federica Selis

[bing_translator]

I carabinieri della stazione di Guspini, unitamente ai colleghi della Stazione di Sardara ed al Nucleo cinofili dello Squadrone Caccciatori di Sardegna di Abbasanta, ieri mattina hanno arrestato un 34enne disoccupato di Guspini, pregiudicato, per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e detenzione ai fini dispaccio di sostanze stupefacenti. Alle ore 10.00, nella via Umberto Saba di Guspini, i carabinieri, che già da diversi giorni monitoravano i movimenti dell’uomo e le sue frequentazioni, gli hanno notificato un decreto di perquisizione personale e domiciliare emesso dalla Procura della repubblica di Cagliari su richiesta degli stessi militari. Quando l’uomo ha capito che i carabinieri sarebbero entrati in casa, ha tentato la fuga. Raggiunto dai militari, per non farsi bloccare, ha cominciato a colpirli con calci e spintoni, provocando lesioni personali a tre di essi. Dopo averlo ricondotto alla calma, il giovane è statoa sottoposto a perquisizione personale e locale, che ha consentito di rinvenire:
– oltre 50 grammi di marijuana;
– 3 grammi di hashish;
– una pianta di cannabis indica alta 90 – cm coltivata in vaso;
– due trita erba;
– due bilancini di precisione;
– materiale vario per il confezionamento
– un telefono cellulare.
I tre militari feriti hanno riportato varie contusioni ed escoriazioni con una prognosi rispettivamente di 10, 7 e 5 giorni. L’arrestato, che mentre veniva bloccato ha riportato un trauma contusivo al braccio sinistro, dopo le formalità di rito è stato  tradotto presso l’abitazione di residenza in regime di arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo che si è svolto questa mattina. Nel corso dell’udienza il Giudice ha convalidato l’arresto e lo ha sottoposto alla misura della custodia cautelare in carcere.

[bing_translator]

Nessun contagio e nessun decesso da Covid-19 nelle ultime 24 ore in Sardegna. Restano così 1.394 i casi di positività dall’inizio dell’emergenza.

In totale sono stati eseguiti 105.701 tamponi (698 nelle ultime 24 ore). I pazienti ricoverati in ospedale sono 3, nessuno in terapia intensiva, mentre 20 sono le persone in isolamento domiciliare. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.234 pazienti guariti, più altri 3 guariti clinicamente.

Sul territorio, dei 1.394 casi positivi complessivamente accertati, 261 sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 106 nel Sud Sardegna, 61 a Oristano, 83 a Nuoro, 883 a Sassari.

[bing_translator]
Monta la protesta per il nuovo parco eolico marino, al largo delle coste tra Portoscuso e Carloforte. I sindaci del territorio dicono no ed il diniego si alza alto e compatto. La proposta, avanzata dall’azienda Ichnusa Wind Power srl., vuole il posizionamento di 42 pale eoliche, alte 285 metri ciascuna, a 35 chilometri dalle coste sulcitane. Il costo totale dell’intera operazione si aggirerà intorno al miliardo e mezzo di euro, mentre il ricavo sarebbe intorno ai 150 milioni all’anno grazie agli incentivi per l’eolico offshore. L’intero parco sarà in grado di sviluppare una potenza di 504 megawatt: 12 megawatt per torre. La costruzione della struttura, che sulla carta dovrebbe produrre energia pulita, in realtà, dicono i sindaci in una corale unitaria, non produrrebbe alcuna ricaduta positiva sul territorio. Anzi, sarebbe un disastro in termini di impatto ambientale, imponendo nel contempo un mutamento non indifferente nello sfruttamento delle acque marine territoriali. La pesca in primis, quindi, ma anche il traffico marittimo verrebbero stravolti da questa nuova e rivoluzionaria proposta energetica.
«Di fronte ad un progetto simile non possiamo che essere assolutamente contrariafferma Ignazio Atzori, vicesindaco di Portoscuso -, perché finirebbe per distruggere quel poco che ancora ci resta nel territorio. Il mare è la risorsa che, per noi, significa futuro e senza questo futuro la situazione diventa veramente triste. Questo parco eolico non prevede per noi ricadute economiche e questo è ovviamente uno degli aspetti che hanno il loro impatto. Però, il problema di fondo è che c’è un grosso danno all’economia di tutto il territorio. Alla pesca, prima di tutto, ma anche al turismo, perché si va a sminuire il valore del nostro paesaggio e del nostro mare. Questo è un punto cruciale che non può essere ignorato, né dal territorio, che è il primo a subirne le conseguenze negative, né dalla Regione e dallo Stato italiano. Mentre invece è proprio lo Stato che sta finanziando, con soldi pubblici, un’opera che porta solo danni alla nostra economia e nessun reale beneficio. Questo è assolutamente inaccettabile.»
Salvatore Puggioni, sindaco di Carloforte, punta l’attenzione sul fatto che le istituzioni centrali non abbiano messo al corrente quelle periferiche: del progetto, i comuni dei territori interessati hanno saputo a cose già fatte.
«Le amministrazioni devono essere interessate in un progetto così epocale. È assurdo che veniamo a leggerlo dai giornali. Non c’è stato nessuno, da parte del Ministero o delle società che hanno gestito questa fase preliminare, che abbia interessato le amministrazioni. Parliamo di un cambio epocale, di un progetto che cambierebbe anche le nostre tradizioni, per i riflessi negativi che avrebbe anche sulla pesca del tonno. Per non parlare dell’impatto ambientale. Si tratta di una discussione che dovrebbe essere portata in un tavolo di concertazione. È stato un fulmine a ciel sereno ed è stato recepito negativamente dalla comunità, dall’amministrazione di Carloforte. Mi auguro sia fatta luce subito su questa cosa perché non siamo a conoscenza di nulla. È una cosa che si può sempre concertare.»
«Il problema dell’energia ce lo trasciniamo da decenniconclude il vicesindaco di Portoscuso -. Ma l’eolico offshore non può essere assolutamente la soluzione. Mentre invece in questo periodo di abbandono del carbone, la soluzione potrebbe essere un transitorio col gas. Le energie alternative hanno senso se, oltre a fornire l’energia, non aggravano i costi sull’energia stessa, sul territorio, sulla collettività. Quindi, ben venga uno sviluppo dell’energia da fonti rinnovabili ma deve nascere nel territorio, con tutta una serie di infrastrutture che dovrebbero partire dalla realizzazione degli impianti fino alla installazione e manutenzione. In questo progetto noi ci vediamo calare tutto dall’alto e scippare le risorse che questo può comportare.»
Federica Selis

[bing_translator]

Sono stati intercettati, intorno alle 21.00, dalla Guardia Costiera di Sant’Antioco, i due barchini con a bordo i 12 migranti approdati questa notte nel porto di Sant’Antioco. Tra loro, tutti di nazionalità algerina ed apparentemente in buona salute, c’erano due ragazzi adolescenti di 15 e 17 anni. Uomini e ragazzi, dopo i necessari controlli sanitari, sono stati portati con un pullman al centro d’accoglienza di Monastir.
Le condizioni meteomarine ottimali fanno prevedere altri arrivi nelle prossime ore e nei prossimi giorni. Il timore è che possa arrivare un numero troppo elevato di persone e che questo possa creare difficoltà nella gestione dei transiti verso il centro migranti. Intanto, continua il controllo del gruppo navale della Guardia di Finanza, in coordinamento col ministero degli Esteri. Nel territorio di mare antistante le coste del Golfo di Palmas opera per il soccorso la Capitaneria di Porto di Sant’Antioco, coordinata dalla Capitaneria di Porto di Cagliari.
Federica Selis

[bing_translator]

Impresa del Cagliari, nella penultima giornata del campionato di serie A 2019/2020. La squadra di Walter Zenga, reduce da un periodo decisamente poco brillante, s’è tolta la grande soddisfazione di battere la Juventus fresca della conquista del 9° scudetto consecutivo: 2 a 0.

A decidere la partita sono stati i goal realizzati nel primo tempo, prima con il giovane attaccante Luca Gagliano, 20 anni, che ha sbloccato il risultato all’8′, poi con Giovanni Simeone, al 2° di recupero.

E’ stata una partita piacevole che ha messo in mostra alcuni giovani assai interessanti, sia nel Cagliari sia nella Juventus.

Cristiano Ronaldo ha cercato in ogni modo il goal, fino al 95′, impegnato nella corsa al titolo di capocannoniere con Ciro Immobile, ma la difesa del Cagliari gli ha concesso poco e l’asso portoghese è rimasto a digiuno.