23 June, 2021
Home2021Giugno (Page 9)

Alle 22.00 di ieri, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Iglesias sono intervenuti per una richiesta pervenuta all’utenza 112 da parte di un 33enne marocchino, residente ad Iglesias, disoccupato con precedenti denunce a carico. I militari si sono precipitati in soccorso dell’uomo che aveva asserito di trovarsi in pericolo presso la propria abitazione di residenza, in quanto il padre 65enne, residente a Capoterra, commerciante ambulante, anch’egli gravato da precedenti denunce, lo stava minacciando con un coltello da cucina della lunghezza complessiva di cm 30. Il genitore, che già nel pomeriggio si era reso responsabile di un’aggressione nei confronti del ragazzo, alla vista dei militari si è liberato dell’arma e, bloccato dagli operanti, ha continuato ad inveire nei confronti del figlio, con ripetute minacce di morte. Al termine della redazione dei verbali di quanto compiuto, l’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della caserma dell’Arma di Iglesias, in attesa della celebrazione del processo del rito direttissimo Alle origini del litigio vi sarebbe la decisione del figlio di non ospitare più il padre presso un’abitazione ricevuta in comodato d’uso.

Si utilizzi la graduatoria degli idonei funzionari amministrativi Aspal che scadrà nel marzo del 2022.
Lo chiede la consigliera regionale e segretaria della Commissione Sanità e Politiche sociali del Movimento Cinque Stelle, Carla Cuccu, che dichiara: «Non posso che essere vicina a tutte quelle persone che, pur inserite all’interno di questa graduatoria, non riescono a trovare un lavoro. Non riesco proprio a capire il perché, anche attraverso la pubblicazione di articoli sui giornali, ci si lamenti della carenza di personale amministrativo all’interno dell’organo Regione visto e considerato che esiste una graduatoria e che questa, non si sa per quale motivo, non venga utilizzata».
«Auspico vivamente che chi di dovere ha concluso Carla Cuccu – si metta una mano sulla coscienza e attinga da questa graduatoria per evitare quello che potrebbe essere un mal funzionamento degli apparati regionali dovuto alla carenza di personale. Sarebbe un vero e proprio toccasana sia per la Regione che per queste persone.»
Antonio Caria

Portoscuso è in festa per il 103° compleanno di Giuseppe Cosseddu.
«Ieri ho avuto l’onore ed il piacere di partecipare al compleanno del sig. Giuseppe Cosseddu, classe 1918 – ha detto il sindaco, Giorgio Alimonda -. È stato un giorno speciale, non solo per il festeggiato ed i suoi familiari ma anche per tutta la Comunità di Portoscuso.»
«Il nostro decano è sempre molto lucido scherzoso e presente ed ha spento in un sol fiato le candeline del suo 103 esimo compleannoha concluso Giorgio Alimonda -. Un grande saluto e augurio da tutta la Comunità.»

Diminuisce il numero delle persone positive al virus nel territorio comunale di Portoscuso, ad oggi sono 14 casi.
«La situazione mostra un miglioramento rispetto alla situazione precedente documentando una riduzione di 5 casiha scritto il sindaco Giorgio Alimonda in un post pubblicato su Facebook -. I focolai attivi sono ancora 4 ed il numero delle persone in quarantena obbligatoria si riduce ad un solo caso. Documentando una riduzione di 12 casi, rispetto alla situazione precedente. Dalle notizie in nostro possesso le persone stanno quasi tutte abbastanza bene e l età media, dei contagi si è notevolmente abbassata. Si documentano 2 ricoveri ospedalieri.»
«Pur essendo ancora lontani dal raggiungimento dell’obiettivo che dobbiamo assolutamente perseguire di azzeramento dei casi come è stato per noi in altri periodi ha aggiunto Giorgio Alimonda -, i dati attuali dimostrano un miglioramento della situazione ma il virus é sempre pericolosamente in circolazione e non si ferma neanche durante l’estate. Pertanto, al fine di mantenere la possibilità di avere un periodo estivo che tenda finalmente alla normalità, si Invitano tutti i cittadini e turisti a osservare la massima prudenza nei comportamenti ha concluso il sindaco di Portoscuso -, e ponendo in essere tutte le note misure anticontagio, distanziamento e proseguire con le vaccinazioni.»

Il Carbonia chiude questo pomeriggio la sua stagione sul campo della capolista Monterosi, già promossa in Lega Pro (fischio d’inizio ore 16.30, dirige Jules Roland Andeng Tona Mbei di Cuneo, assistenti di linea Gheorghe Mititelu di Torino e Damiano Caldarola di Asti). La squadra di David Suazo insegue una nuova impresa, contro la squadra dominatrice del girone che in 33 giornate ha perso una sola volta, proprio contro il Carbonia, al campo Is Collus di Santadi. Questa la formazione iniziale annunciata da David Suazo: Bigotti, Bagaglini, Cestaro, Salvaterra, Russu, Palombi, Stivaletta, Serra, Gjuci, Cappai, Cannas. Squadra col tridente in attacco, per sostenere il bomber Roberto Cappai, impegnato nella corsa verso il titolo di capocannoniere, con Gigi Scotto del Latte Dolce, Andrea Sivillia del Monterosi e Victor Gomez dell’Insieme Formia.

Alla vigilia Roberto Cappai aveva 1 goal di vantaggio sulla coppia Scotto-Sivilla, due su Gomez (18 contro 17 e 16), ma in questo momento si trova già ad inseguire Gigi Scotto, perché il bomber sassarese è in campo dalle 15.00 sul terreno di gioco del “Peppino Sau” di Usini, nell’incontro con il Giugliano (già retrocesso) ed ha realizzato quattro goal nel temporaneo 5 a 4 maturato nei primi 85′ di gioco.

Il programma delle altre sette partite che si giocheranno domani, domenica 13 giugno: Afragolese-Arzachena, Cassino-Gladiator, Lanusei-Nola, Latina-Insieme Formia, Muravera-Torres, Salvoai-Team Nuova Florida, Vis Artena-Nocerina.

 

Sono 20 i casi di positività al Covid-19 accertati nelle ultime 24 ore in Sardegna, su 3.725 test eseguiti (0,54%). Salgono a 56.997 i casi di positività dall’inizio dell’emergenza. In totale sono stati eseguiti 1.337.986 tamponi.
Non si registrano nuovi decessi (1.483 in tutto). Sono 85 (+2) le persone attualmente ricoverate in ospedale in area medica, mentre è stabile il numero dei pazienti (5) in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.981 e i guariti sono complessivamente 43.443 (+22).
Sul territorio, dei 56.997 casi positivi complessivamente accertati, 14.921 (+5) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.667 nel Sud Sardegna, 5.161 a Oristano, 10.947 (+3) a Nuoro, 17.287 (+12) a Sassari.

Prosegue il servizio di biblioteca e mediateca digitali su MLOL – MediaLibraryOnLine, la più importante rete italiana per il prestito digitale, con tanti nuovi acquisti.
Centinaia di film e migliaia di ebook, tra i quali diversi testi specializzati sul cinema, scelti uno per uno dallo staff dell’Umanitaria Sardegna, a disposizione gratuitamente per tutti gli utenti e accessibili su diversi dispositivi (smartphone, talbet, pc, e-reader, smart tv).
L’accesso a MLOL è riservato ai tesserati e alle tesserate delle mediateche dei tre centri, e la procedura di iscrizione può essere fatta interamente online, scrivendo una e-mail agli indirizzi dedicati.
Agli utenti già tesserati basterà semplicemente richiedere l’iscrizione su MLOL con una e-mail e riceveranno le credenziali di accesso; le nuove e i nuovi utenti riceveranno il modulo per il tesseramento, valido per i servizi in presenza e in digitale, e in seguito le credenziali di MLOL.
Una volta all’interno della piattaforma di MediaLibraryOnLine, le e gli utenti potranno accedere a tutti gli e-book e i film che la Società Umanitaria mette loro a disposizione, oltre le migliaia di contenuti digitali già liberamente accessibili su MLOL. Si possono anche gestire online, autonomamente, i propri prestiti e le proprie prenotazioni, se l’ebook o il film che si cerca è già stato preso temporaneamente da qualcun altro, e perfino i desiderata per gli acquisti futuri.
Mentre il Paese finalmente riparte e ritornano le attività in presenza, la Società Umanitaria della Sardegna continua a essere presente anche in digitale, per essere vicina alla sua comunità di utenti, di pubblico, di cittadine e cittadini, in tutti i modi che il tempo presente permette. Come sempre, da più di cinquant’anni.

«E’ incredibile che in Sardegna sia stato possibile arrivare a obbligare ad atti estremi persone che dedicano la vita ad aiutare minori in condizioni di particolare fragilità. Di fronte a uno scandalo che dovrebbe imbarazzare le autorità sanitarie della Regione e soprattutto chi ha responsabilità amministrative di vertice, unisco la mia voce alla loro per chiedere che si provveda al più presto a vaccinare i giovani abbandonati di Aritzo, di Elmas e di altre analoghe strutture della regione. In mancanza di un intervento immediato mi sentirò in dovere di portare il caso all’attenzione del ministro Speranza.»

Così la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura (Pd), in merito alla situazione in cui si trovano i minori delle Comunità alloggio sarde, segnatamente quelle di Aritzo (Nuoro) e di Elmas (Cagliari), per i quali l’Azienda per la Tutela della Salute della Regione Sardegna non ha previsto corsie preferenziali per ospiti e operatori.

«In altre Regioni d’Italia ormai si vaccinano tutte le fasce d’età mentre qui in Sardegnaaggiunge Romina Mura – abbiamo ancora dei ghetti in cui devono stare rinchiusi senza vaccino minori già in difficoltà. Siamo la Regione che sconta le performance peggiori nella percentuali di somministrazione sulle dosi disponibili, ma sarebbe doveroso almeno evitare certe situazioni-limite. E’ sempre più evidente che dobbiamo puntare sulla sanità territoriale e sul welfare di prossimità, sulle case della salute – conclude Romina Mura – finanziate con il Pnrr da utilizzare nei territori più marginali.»

Il 9 giugno il comandante delle Scuole dell’Arma dei carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Adolfo Fischione, è giunto in visita presso la Scuola Allievi Carabinieri di
Iglesias accolto dal colonnello Andrea Desideri, Comandante della Scuola Allievi Carabinieri di Iglesias. L’Alto Ufficiale Generale, che da febbraio scorso ha assunto l’incarico di Comandante di tutti gli Istituti di Istruzione dell’Arma dei Carabinieri, nelle sue visite programmate presso le Scuole Allievi Carabinieri, è giunto ad Iglesias per incontrare il personale del Quadro Permanente della Scuola e, soprattutto, per portare il proprio saluto agli Allievi che da circa due mesi stanno effettuando il 1° Ciclo di addestramento e preparazione del 140° Corso, che quest’anno è stato intitolato alla Medaglia d’Oro al Valor Militare “Carabiniere Alberto La Rocca”, nato a Sora (FR) il 30 gennaio 1924 e trucidato dai nazisti il 12 agosto 1944 a Fiesole (FI), insieme ad altri suoi colleghi.
Il Generale di Corpo d’Armata Adolfo Fischione nella sua lunga carriera, prima di essere stato designato quale Comandante delle Scuole dell’Arma dei Carabinieri, ha ricoperto numerosi e diversificati incarichi sia nell’Organizzazione Territoriale dell’Arma, quale Comandante della Compagnia Carabinieri di Urbino, di Roma Piazza Dante, Comandante Provinciale di Chieti e Caltanissetta, successivamente Comandante della Legione Carabinieri Emilia Romagna e Comandante del Comando Interregionale “Ogaden” a Napoli, nonché da Ufficiale superiore ha prestato servizio al Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri in qualità di Capo Ufficio Bilancio, Capo Ufficio Rapporti con la Rappresentanza Militare e Direttore del Centro Nazionale di Selezione e Reclutamento di Roma.

Il Generale di Corpo d’Armata Adolfo Fischione, a Reparti schierati nella Piazza d’Armi della Caserma “Trieste”, ha voluto rivolgere un bene augurante saluto ai 258 Allievi Carabinieri che rappresentano le nuove leve dell’Arma, sottolineando che «la consapevolezza dei valori che rappresenta l’uniforme dell’Arma si forma anzitutto all’interno della Scuola, luogo ove gli Allievi sono protagonisti di un percorso di crescita grazie al quotidiano confronto con i propri colleghi e con i propri istruttori».

Nel corso della visita il Comandante delle Scuole dell’Arma, accompagnato dal Colonnello Andrea Desideri, ha altresì visitato l’infrastruttura della Scuola Allievi, che comprende sia le strutture per l’addestramento degli Allievi, come le aule, il poligono ecc., sia gli edifici logistici come la mensa, l’officina, la falegnameria e gli alloggi degli Allievi.
Successivamente l’Alto Ufficiale si è intrattenuto con il Personale del Quadro Permanente della Scuola Allievi Carabinieri di Iglesias; Ufficiali, Marescialli, Brigadieri, Appuntati e Carabinieri ai quali ha espresso il suo personale ringraziamento e quello dell’Istituzione, per l’impegno profuso in questa prima fase e per l’ottimo lavoro che tutte le componenti delle articolazioni della Scuola stanno mettendo e metteranno in campo sia durante questo primo Ciclo di addestramento sia durante il secondo Ciclo. Quest’ultima fase, che partirà il prossimo gennaio e che vedrà presenti circa 375, ulteriori, Allievi, terminerà alla fine di luglio del prossimo anno, consentendo così al Comando Generale dell’Arma di poter immettere oltre 630 nuovi Carabinieri, provenienti dalla Scuola Allievi di Iglesias, che andranno a rinforzare le Stazioni Carabinieri presenti su tutto il territorio nazionale.

Due stelle della musica internazionale per un imperdibile preludio di Narcao Blues: Robben Ford e Bill Evans sono i protagonisti del concerto in programma l’8 luglio a Narcao (Sud Sardegna), grande anteprima dell’edizione numero trentuno del più longevo festival blues della Sardegna, che vivrà poi il suo clou due settimane dopo, dal 21 al 25.

Affiancati da una sezione ritmica che schiera Gary Grainger al basso e Wolfgang Haffner alla batteria, il chitarrista e il sassofonista statunitensi saliranno sullo storico palcoscenico di piazza Europa sull’onda dell’album “The Sun Room”, pubblicato nel 2019, che affonda le radici nel blues spingendosi oltre i confini del genere, per arrivare a esplorare le sonorità del jazz e del rock.

Robben Ford (classe 1951, di ritorno nel Sulcis tredici anni dopo l’ultima esibizione) e Bill Evans (1958) contano entrambi varie nomination ai Grammy e condividono uno spiccato gusto per la contaminazione oltre a collaborazioni eccellenti, come quella con Miles Davis, evocato anche dal titolo del concerto del prossimo 8 luglio a Narcao: “Miles, Blues and Beyond”.

Aprirà la serata (alle 21.30) il musicista cagliaritano Vittorio Pitzalis, tra i massimi esponenti del blues in Sardegna, che grandi consensi ha raccolto con la sua prima pubblicazione, il disco “Jimi James“, prodotto dall’etichetta MGJR Records nel 2017, e vincitore del premio Mario Cervo come migliore produzione discografica in Sardegna nel 2018. L’album, acclamato al Delta Blues di Rovigo nel giugno 2018, ha permesso a Vittorio Pitzalis, di volare negli Stati Uniti, dove nel 2019 ha concorso alla trentacinquesima edizione dell’IBC International Blues Challenge.

Ancora da definire il programma delle due serate successive – venerdì 9 e sabato 10 luglio -, che faranno da preludio al festival, in calendario da mercoledì 21 a domenica 25: nomi e altri dettagli verranno annunciati nei prossimi giorni.

L’accesso ai concerti in piazza Europa di Narcao sarà limitato a 400 posti a sedere; l’organizzazione adotterà le misure necessarie per garantire lo svolgimento delle serate in totale sicurezza e con l’opportuno distanziamento.

Il biglietto per il concerto di Robben Ford e Bill Evans di giovedì 8 luglio costa 20 euro, e consentirà di assistere anche alle due serate successive (9 e 10 luglio). Per informazioni e prenotazioni l’associazione culturale Progetto Evoluzione risponde all’indirizzo di posta elettronica infoblues@narcaoblues.it e al numero 0781 87 50 71.