26 June, 2022
Home2022Giugno (Page 3)

«L’Arpas rappresenta un importante presidio istituzionale per il suo ruolo di controllo e di monitoraggio della qualità ambientale in Sardegna, avendo competenza primaria in particolare nella verifica delle condizioni dell’aria e dell’acqua, anche di balneazione, e nell’individuazione dei motivi dell’inquinamento.»

Lo ha detto l’assessore regionale della Difesa dell’ambiente, Gianni Lampis, commentando l’approvazione della delibera che, d’intesa con l’assessorato regionale della Sanità, predispone il programma annuale e pluriennale (2022-2024) dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Sardegna (Arpas).

«Nel triennio 2022-2024ha aggiunto l’assessore Gianni Lampis il suo impegno sarà canalizzato sul mantenimento dei presidi ambientali che verificano diversi indicatori ambientali, con la prosecuzione delle attività di monitoraggio della qualità dell’aria e delle acque dolci e salate, interne e marine, superficiali e sotterranee, dei controlli sui siti contaminati e sulle attività industriali, con mantenimento del focus sulla filiera dei rifiuti. Inoltre, sarà presidio operativo a supporto della Protezione civile regionale e di autorità competenti, forze dell’ordine e altre organizzazioni territoriali in situazioni di emergenze ambientali per arginare possibili inquinamenti.»

 

Sono 1.808 i nuovi positivi al Covid-19 in Sardegna su 5.903 tamponi eseguiti, 137 diagnosticati da molecolare, 1.671 da antigenico.

E’ rimasto invariato sia il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva, 8, sia quello dei pazienti ricoverati in area medica, 104.

Sono 18.382 le persone in isolamento domiciliare (+787).

Si registra il decesso di una donna di 96 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari.

Nuovi sbarchi sulle coste della Sardegna meridionale. Nella giornata di ieri, a Pula nel corso di due differenti interventi, i carabinieri della locale Stazione, in collaborazione con quelli di Domus de Maria, hanno rintracciato complessivamente 12 cittadini magrebini di cui 11 di asserita nazionalità tunisina ed uno proveniente dall’Algeria, tutti di sesso maschile, in buono stato di salute e naturalmente sprovvisti di qualsivoglia documento di riconoscimento. Nella prima circostanza ne avevano rintracciati 8 e successivamente ulteriori 4, verosimilmente sbarcati tutti dallo stesso natante che non si è potuto rintracciare. Gli stessi sono stati trasferiti presso il Centro di accoglienza di Monastir a bordo di un mezzo della ditta convenzionata con la Prefettura di Cagliari per tale tipo di attività. Non è stato possibile neppure individuare la località esatta dello sbarco.

I carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Iglesias hanno arrestato un diciottenne nato e residente a Nuoro, di fatto domiciliato presso la comunità terapeutica “Casa Emmaus”, in località San Lorenzo. Il giovane sottoposto alla misura della custodia cautelare presso la comunità, si era allontanato senza giustificato motivo e, nell’andarsene, aveva danneggiato mediante il lancio di pietre il finestrino di una Citroen DX di proprietà di un 61enne pensionato. Il giovane, dunque, è stato arrestato per evasione dal luogo di detenzione ed è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Compagnia iglesiente in attesa del rito direttissimo fissato per la mattinata odierna presso il Tribunale di Cagliari.

Nuova gravissima emergenza alla Asl 7. Il sindaco di Fluminimaggiore, Marco Corrias, ha pubblicato un post nel suo profilo Facebook, con il quale rende noto «ci è stato appena comunicato dalla direzione ASL del Sulcis Iglesiente che a causa dell’improvvisa assenza per malattia di 4 medici di Pronto soccorso su 6 dell’ospedale di Carbonia, il Pronto soccorso CTO di Iglesias resterà chiuso dalle 14 di domani venerdì 24 giugno fino alla 8 di lunedì 27. Per le urgenze bisognerà rivolgersi all’ospedale Sirai di Carbonia».
«È solo una delle tante conseguenze di una Sanità territoriale gravemente deficitaria ha rimarcato Marco Corrias -. Cosa si aspetta a mettere mano seriamente al reclutamento dei medici?»

Si è insediato questa sera il nuovo Consiglio comunale di Nuxis, eletto domenica 12 giugno. Dopo l’esame delle condizioni di eleggibilità e di compatibilità degli eletti, il nuovo sindaco, Romeo Ghilleri, ha prestato giuramento ed ha presentato la nuova Giunta.

Dario Melis è vice sindaco ed assessore delle Politiche Socio assistenziali e culturali.

Federico Figus è assessore dei Lavori pubblici, Viabilità, Urbanistica ed Attività produttive.

Damiano Cani è assessore delle Politiche ambientali, Turismo, Agricoltura, Protezione civile.

Serenella Tronci è assessore dello Sport e Tempo libero.

Quest’ultima, candidata alla carica di consigliere, non eletta, è stata nominata come assessore esterno.

Simone Secci, il consigliere più votato con 94 preferenze, è stato nominato capogruppo di maggioranza.

Ricordiamo la composizione del nuovo Consiglio comunale, con le relative preferenze.

Sindaco: Romeo Ghilleri (460 voti).

Maggioranza: Simone Secci, 94 preferenze; Dario Melis, 78; Valeria Acca, 64; Federico Figus, 35; Damiano Cani, 26; Cristian Muscas, 24; Gabriele Serra, 19; Davide Tatti, 19.

Minoranza: Piero Andrea Deias (candidato sindaco non eletto con 449 voti); Roberto Curreli, 71 preferenze; Maria Antonietta Pinna, 62; Andrea Lai, 59.

Alle 18.30 si insedia il nuovo Consiglio comunale di Nuxis, eletto lo scorso 12 giugno. All’ordine del giorno della riunione, convocata dal neo sindaco Romeo Ghilleri, eletto con 460 voti contro i 449 del sindaco uscente 449, figurano quattro punti: insediamento del Consiglio comunale, esame delle condizioni di eleggibilità e compatibilità degli eletti; giuramento del sindaco, ai sensi dell’art. 50 comma 11, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267; comunicazione dei componenti della Giunta; nomina della commissione elettorale comunale.

Ricordiamo la composizione del nuovo Consiglio comunale, con le relative preferenze.

Sindaco: Romeo Ghilleri (460 voti).

Maggioranza: Simone Secci, 94 preferenze; Dario Melis, 78; Valeria Acca, 64; Federico Figus, 35; Damiano Cani, 26; Cristian Muscas, 24; Gabriella Serra, 19; Davide Tatti, 19.

Minoranza: Piero Andrea Deias (candidato sindaco non eletto con 449 voti); Roberto Curreli, 71 preferenze; Maria Antonietta Pinna, 62; Andrea Lai, 59.

 

Giro di boa, a Portoscuso, per i seminari e i concerti di musica di matrice popolare di Mare e Miniere, in pieno svolgimento nella cittadina costiera del Sulcis da martedì scorso fino a domenica prossima, 26 giugno. La quarta giornata – domani, venerdì 24 – propone come sempre attività didattiche negli spazi dell’antica tonnara di Su Pranu, la mattina dalle 10.00 alle 13.00, ed il pomeriggio dalle 16.00 alle 19.00. A tenere i rispettivi corsi e laboratori un corpo docente che, insieme al direttore artistico Mauro Palmas (mandola e liuto cantabile) è composto da Elena Ledda e Simonetta Soro (canto popolare), Luigi Lai (launeddas), il Cuncordu e tenore de Orosei (canto a tenore), Andrea Piccioni (tamburi a cornice), Mario Incudine e Silvano Lobina (musica d’insieme), Alessandro Foresti (canto corale), Marcello Peghin (chitarra) e Giulia Cavicchioni (laboratorio per bambini di musiche del mondo).

In serata concerto dei Cantori della Resurrezione e Mario Incudine ed Antonio Vasta con le storie di miniera di “Surfaru e focu”.

«Invitiamo tutti i nostri concittadini alla massima prudenza ed al rispetto delle regole di prevenzione visto il rapido propagarsi dei contagi di Covid-19. Infatti, ad oggi, si contano 80 casi positivi a Portoscuso. A prescindere da norme e divieti abrogati, continuiamo a seguire il buon senso. Distanziamento, scrupolosa igiene delle mani e mascherine in luoghi chiusi restano una buona regola di comportamento.»
Lo ha detto oggi il sindaco di Portoscuso, Ignazio Atzori.

Sono 1.999 i nuovi casi positivi al Covid-19 in Sardegna su 6.057 tamponi eseguiti, 164 diagnosticati da molecolare, 1.835 da antigenico.

I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 8 (stesso dato di ieri).

I pazienti ricoverati in area medica sono 104 (-5).

Sono 17.595 le persone in isolamento domiciliare (+864).

Si registra il decesso di un uomo di 73 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari.