5 July, 2022
HomePosts Tagged "Arturo Brachetti"

Lunedì 21 settembre prende il via, a Villacidro, la trentacinquesima edizione del concorso letterario intitolato a Giuseppe Dessì, promosso dalla Fondazione che porta il suo nome e dal comune di Villacidro, con il patrocinio dell’assessorato regionale della Pubblica Istruzione, della Fondazione di Sardegna, del ministero per i Beni e le Attività Culturali e del GAL Linas Campidano. In programma fino a domenica 27 settembre, una settimana densa di appuntamenti, tra i protagonisti gli attori Neri Marcorè, Amanda Sandrelli e Arturo Brachetti, il cantautore Pacifico, il medico e psicoterapeuta Alberto Pellai, a fare da cornice all’evento clou di sabato 26: la cerimonia di proclamazione e premiazione dei vincitori delle due sezioni in cui si articola la competizione letteraria. Come già annunciato, sono in lizza per la Narrativa Melania Mazzucco con L’architettrice (Einaudi), Hans Tuzzi con Nessuno rivede Itaca (Bollati Boringhieri), ed Alessandro Zaccuri con Nel nome (NN Editore); per la Poesia, invece, Maurizio Cucchi con Sindrome del distacco e tregua (Mondadori), Emilio Rentocchini con 44 ottave (Book Editore), e Paolo Ruffilli con Le cose del mondo (Mondadori). Le due terne dei finalisti sono state selezionate da una qualificata giuria presieduta da Anna Dolfi (professore ordinario di Letteratura italiana moderna e contemporanea all’Università di Firenze e studiosa dell’opera di Dessì) tra le 282 opere iscritte a questa edizione al premio: 169 per la sezione Narrativa e 113 per quella riservata alla Poesia.

Nella stessa serata di sabato 26 verranno consegnati anche i due premi speciali che, come sempre, affiancano quelli prettamente letterari: il Premio Speciale della Fondazione di Sardegna, che quest’anno va a Luciano Canfora, filologo classico e storico dell’antichità, autore di opere che hanno allevato generazioni, un accademico che non ha fatto mai mancare la sua voce su temi rilevanti della nostra democrazia e della nostra civiltà; e il Premio Speciale della Fondazione di Sardegna, che stavolta viene conferito a due figure di spicco nel panorama librario nazionale: Renata Colorni, mezzo secolo di vita tra i libri, metà dei quali alla direzione della collana Meridiani della Mondadori, ed Andrea Kerbaker, manager della comunicazione e raffinato bibliofilo, fondatore della Kasa dei Libri a Milano. 

 

[bing_translator]

L’arte di strada sbarca per il secondo anno a Pula, dal 21 al 23 luglio 2019. Teatro, comicità, giocoleria, magia, cirque nouveau, risate e un pizzico di follia al Pula Busker Festival organizzato dall’associazione Presence in collaborazione con l’amministrazione comunale e la direzione artistica Alberto Pisu. La “tre giorni” del sorriso si prepara ad accogliere da domenica a martedì un esercito di artisti girovaghi provenienti da Argentina, Uruguay, Messico, Spagna, Canada, Francia, Finlandia, Italia, che daranno vita alle performances più fantasiose per aprire le porte all’immaginazione dei grandi e dei più piccoli tra mille colori, acrobazie impossibili, nonsense, allegria, spensieratezza e tanta poesia. Lunedì 22 luglio introduce la serata il Gruppo Folk Nora.

Tra i protagonisti di quest’anno: Francesco Scimemi, illusionista, comico, intrattenitore e straordinario animale da palcoscenico tra gli artisti più importanti del cabaret nazionale scoperto nel 1990 da Pippo Baudo in “Gran Premio” e da allora ospite dei programmi televisivi più importanti Rai, Mediaset, Sky, nel cast di Zelig, Domenica In, e ancora in teatro al fianco di Arturo Brachetti; Abraham Arzate (Messico) con il suo spettacolo divertente “The Record Breaker”, tra gags divertenti e un atteggiamento clownesco irresistibile; Chiringuito Paradise (Spagna) e il mix apocalittico tra giocoleria catastrofica, commedia fisica e fuochi d’artificio; Madame Jocelyne (Andreanne Thiboutot, Canada) e l’universo di prodezze con i suoi hula hoops acrobatici che scaldano i cuori; Nadia Imperio (Italia), e la magia della marionette nel suo spettacolo ironico e poetico che stupisce, emoziona e diverte; Il Mimo Bubè (Italia), tra numeri di mimo e esilaranti pupazzi da lui costruiti e animati; Bianche Presenze (Italia), itineranti figure bianche eteree, eleganti, che danzano sui trampoli, volano, sorprendono; Bubble on Circus (Italia/Argentina), bolle giganti e coloratissime di un mondo incantato fra arte circense e teatro comico; Ita Lento (Italia) e il carillon vivente con un’eterea ballerina e un settecentesco pianista; Kate&Pasi (Finlandia), la coppia insolita di sposi con le loro spettacolari storie di straordinaria quotidianità, in chiave acrobatica, comica e romantica; Le Due e ½ (Italia), due strane bebè itineranti a bordo dei loro passeggini giganti per coinvolgere e divertire il pubblico; La Malette (Francia), la favola musicale ispirata al blues del Mississippi, tra marionette, poesia e armonica live; Le Fil à La Patte (Francia) e le strane creature del bosco molto curiose, tra leggende perdute e sogni dimenticati; Pindarica (Italia), due Lord d’antan che si aggirano per le strade alla ricerca di sogni, creature della fantasia, misteri.

Gran finale martedì 23 luglio con Andrea Fidelio (Italia), artista brillante, performer ironico con il suo personaggio Fefè che si atteggia come un boss, tra esibizioni di giocoleria, geniali improvvisazioni e grande coinvolgimento, la Mabo Band (Italia), brass band italiana e trio comico-musicale che accenderà l’entusiasmo del pubblico per chiudere in bellezza questa seconda edizione con gli artisti del Pula Buskers Festival.

[bing_translator]

Dal 17 al 21 luglio ritorna il Gallura Buskers Festival Internazionale Artisti di Strada. Un esercito di diciotto compagnie internazionali si appresta a colorare di allegria, fantasia, sogni e magia il borgo incantevole di Santa Teresa Gallura.

L’arte dell’intrattenimento, per sorridere e far sognare ad occhi aperti. La piazza e i vicoli storici, si vestono di mille colori, musica, allegria, risate, magia, follia. Ritorna il Gallura Buskers Festival Internazionale Artisti di Strada, dal 17 al 21 luglio: un plotone di giocolieri, acrobati, trampolieri, mimi, clowns, personaggi fantastici, maghi, illusionisti, tra i più richiesti nel mondo, sta per sbarcare a Santa Teresa Gallura per trasformare le sue piazze e il centro storico in un incantevole set animato della fantasia e della creatività. Diciotto compagnie internazionali provenienti da Italia, Ucraina, Francia, UK, Nuova Zelanda, Giappone, Spagna e Brasile, invaderanno il suggestivo borgo di cinquemila abitanti, gioiello esclusivo popolato d’estate dal passaggio di decine di migliaia di turisti, con il suo mare cristallino e le spiagge bianchissime, incastonato nel promontorio che si affaccia sulle Bocche di Bonifacio. Un salto nel pianeta del buonumore tra gag esilaranti, magiche, vulcaniche e coinvolgenti, e ancora la mostra fotografica di Paolo Laconi, visita guidata a Lu Brandali e degustazioni, nella natura incontaminata della Gallura.

Organizzata dall’associazione “Dietro Le Quinte” con la direzione artistica e organizzativa di Alberto Pisu, la sesta edizione del Gallura Buskers Festival, citato nel sito di viaggi expedia.it tra i quindici migliori festival di artisti di strada in Europa, si appresta a inondare il paese di saltimbanchi bizzarri e parate musicali, per conquistare adulti e bambini con i loro numeri spettacolari. Anche quest’anno il palcoscenico a cielo aperto si articolerà tra la frazione di San Pasquale e il Cinema Arena Odeon per le anteprime del 17 e 18 luglio, mentre dal 19 al 21 luglio l’appuntamento è nel centro storico di Santa Teresa (piazza Vittorio Emanuele I, Via XX Settembre, Via Cavour) con una puntata anche nella Torre Spagnola di Longosardo, tra le poche torri visitabili, edificata nella seconda metà del Cinquecento.

Si parte la sera del 17 luglio da San Pasquale, frazione di Santa Teresa Gallura, con un piccolo assaggio delle performance degli artisti del Gallura Buskers Festival, a partire dalle ore 21.30. Inaugurazione ufficiale invece mercoledì 18 luglio alle ore 22.00 al Cinema Arena Odeon in via Capo Testa, 6. Ad aprire l’edizione 2018 sarà la comicità ed il talento di Matteo Galbusera con il suo personaggio esilarante MaicolGatto, un umanoide risvegliato non decifrabile: un omaggio agli anni ‘70 dei Kraftwerk e all’immaginario fantascientifico di film come Metropolis; a seguire Dekru, la compagnia ucraina di mimi straordinari con uno spettacolo elegante, divertente e fortemente evocativo; e, infine, il celebre duo comico italiano Lucchettino, formato da Luca Regina e Tino Fimiani (collaborazioni tra le tante con Zelig e Arturo Brachetti). Una serata speciale in cui gli artisti proporranno alcuni dei loro spettacoli inediti. Ingresso € 10,00 compresa degustazione di vini della cantina Piero Mancini a cura della CoolTour Gallura. I posti per la serata inaugurale sono limitati, si consiglia la prenotazione tramite la biglietteria del Cinema Arena Odeon dalle ore 21.00 e il numero di telefono: 347/5849719.

Da giovedì 19 a sabato 21 luglio performance degli Artisti del Gallura Buskers Festival per le vie del centro storico del paese. Gli orari delle esibizioni variano dalle 21.00 alle 24.00; sabato 21 luglio la performance dei buskers si sposta nel sito della splendida Torre Spagnola in occasione della iniziativa “Estate Degustando” a cura della Cooltour Gallura. Posti limitati, per info: 347/7412166. Sempre il 21 luglio alle 23.00 l’atteso gran finale in Piazza Vittorio Emanuele, tra musica, colori e tante sorprese. Nella stessa piazza anche una mostra fotografica con i dipinti dell’artista cagliaritano Paolo Laconi (autore tra l’altro dei disegni della locandina di questa edizione), dallo stile unico, allegro, e dalle tonalità intense e vivaci. I volti-maschera, si rifanno alla tradizione dei Mamuthones, alludono in maniera raffinata a relazioni più interiori, i colori e i paesaggi evocano atmosfere di una vita intrisa di simbolismi arcani e allegri di un tempo, gli oggetti si fanno vivi. Tutti gli eventi del GBF a Santa Teresa Gallura sono liberi e gratuiti.

Il 20 luglio, alle 18.30, si potrà inoltre visitare con una guida esperta il sito archeologico Lu Brandali, animazione finale con un artista del GBF. Biglietto € 5,00.