23 May, 2024
HomePosts Tagged "Bruno Cannas"

[bing_translator]

Diventerà esecutivo nei prossimi giorni l’accordo firmato dal Gruppo Mondialpol, attraverso la Vedetta2-Mondialpol S.p.A., per l’acquisto del ramo di azienda attivo nella Vigilanza privata armata e non armata e Servizi fiduciari di Vigilanza Cannas S.r.l., operante nel territorio di Carbonia Iglesias, di Cagliari e Sud Sardegna, con un fatturato pari a 4 milioni di euro e con l’impiego di oltre 100 Guardie Particolari Giurate e 10 addetti ai Servizi fiduciari.

Oggi Bruno Cannas ha salutato i “suoi” dipendenti nel corso di un pranzo organizzato al Lù Hotel, a Carbonia. E’ stato un incontro carico di emozioni, sia per chi si congeda da una “sua creatura”, Bruno Cannas, dopo oltre quattro decenni, sia per i dipendenti che proseguiranno il loro percorso professionale con un’altra proprietà. All’incontro erano presenti anche alcuni ex dipendenti che hanno raggiunto la pensione dopo aver prestato servizio nell’Istituto di Vigilanza Cannas per l’intera vita lavorativa, ed altri che sono ormai prossimi al collocamento in pensione. E a segnare la continuità lavorativa, alle 14.00, durante il pranzo, c’è stato l’avvicendamento tra chi doveva iniziare il turno giornaliero di servizio in vigilanza e chi lo aveva appena concluso.

Vedetta2Mondialpol S.p.A. è già presente sul territorio sardo con tre sedi operative: a Cagliari, Sassari ed Arzachena, e con l’acquisizione del ramo di azienda dall’Istituto Cannas continua la politica di espansione sul territorio e consolida la propria posizione di leadership nel settore della Vigilanza Privata, Trasporto, Custodia e Contazione Valori.

«Con l’acquisizione del ramo Vigilanza e Servizi Fiduciari dalla Vigilanza Cannas S.r.l. – hanno detto Marco e Fabio Mura, proprietari del Gruppo Mondialpol, al momento della firma dell’accordo preliminare vincolante per l’acquisto del ramo di azienda attivo della Vigilanza Cannas – vogliamo consolidare il legame con la terra e la popolazione sarda che ha origini profonde e lontane. Investire su questo territorio per noi significa anche dare un ulteriore impulso allo sviluppo occupazionale e migliorare sempre più gli standard operativi al fine di garantire, ai nostri Clienti, livelli di sicurezza sempre maggiori. Essere propositivi, investire costantemente nell’innovazione e rafforzare gli standard di servizio sono i nostri obiettivi ed impegni quali professionisti della Sicurezza Privata. Riteniamo inoltre che le origini dell’Istituto fondato da Bruno Cannas vadano preservate e la figlia Claudia continuerà a operare in qualità di responsabile di area del Sud Sardegna per conto del Gruppo Mondialpol ed il fratello Roberto curerà i rapporti commerciali.»

Il Gruppo Mondialpol è fra i leader nazionali del settore della Sicurezza Privata e ha sedi operative a Milano, Como, Lecco, Novara, Brescia, Bergamo, Padova, Belluno, Udine, Pordenone, Jesi, Gattico, Torino, Treviso, Ancona, Macerata, Firenze, Livorno, Perugia, oltre a Cagliari, Sassari ed Arzachena ed ha chiuso il 2018 con un bilancio consolidato pari a 200 milioni, aggregato pari a 270 milioni, con circa 2.700 dipendenti diretti e 1.300 indiretti. Nel 2019, a fronte di altre operazioni in corso, il fatturato aggregato raggiungerà i 370 milioni ed i dipendenti diretti saliranno a circa 5.000, oltre gli indiretti.

                                       

[bing_translator]

Il Gruppo Mondialpol comunica di aver firmato, attraverso la Vedetta2-Mondialpol S.p.A., un accordo preliminare vincolante per l’acquisto del ramo di azienda attivo nella Vigilanza privata armata e non armata e Servizi fiduciari di Vigilanza Cannas S.r.l., operante nel territorio di Carbonia Iglesias, di Cagliari e Sud Sardegna, con un fatturato pari a 4 milioni di euro e con l’impiego di oltre 100 Guardie Particolari Giurate e 10 addetti ai Servizi fiduciari.

Il closing dell’operazione è atteso per la fine di agosto 2019.

Vedetta2Mondialpol S.p.A. è già presente sul territorio sardo con tre sedi operative: a Cagliari, Sassari ed Arzachena, e con l’acquisizione del ramo di azienda dall’Istituto Cannas continua la politica di espansione sul territorio e consolida la propria posizione di leadership nel settore della Vigilanza Privata, Trasporto, Custodia e Contazione Valori.

«Con l’acquisizione del ramo Vigilanza e Servizi Fiduciari dalla Vigilanza Cannas S.r.l. – affermano Marco e Fabio Mura, proprietari del Gruppo Mondialpol – vogliamo consolidare il legame con la terra e la popolazione sarda che ha origini profonde e lontane. Investire su questo territorio per noi significa anche dare un ulteriore impulso allo sviluppo occupazionale e migliorare sempre più gli standard operativi al fine di garantire, ai nostri Clienti, livelli di sicurezza sempre maggiori. Essere propositivi, investire costantemente nell’innovazione e rafforzare gli standard di servizio sono i nostri obiettivi ed impegni quali professionisti della Sicurezza Privata. Riteniamo inoltre che le origini dell’Istituto fondato da Bruno Cannas vadano preservate e la figlia Claudia continuerà a operare in qualità di responsabile di area del Sud Sardegna per conto del Gruppo Mondialpol ed il fratello Roberto curerà i rapporti commerciali.»

Il Gruppo Mondialpol è fra i leader nazionali del settore della Sicurezza Privata e ha sedi operative a Milano, Como, Lecco, Novara, Brescia, Bergamo, Padova, Belluno, Udine, Pordenone, Jesi, Gattico, Torino, Treviso, Ancona, Macerata, Firenze, Livorno, Perugia, oltre a Cagliari, Sassari e Arzachena ed ha chiuso il 2018 con un bilancio consolidato pari a 200 Milioni, aggregato pari a 270 milioni, con circa 2.700 dipendenti diretti e 1.300 indiretti.

Nel 2019, a fronte di altre operazioni in corso, il fatturato aggregato raggiungerà i 370 milioni e i dipendenti diretti saliranno a circa 5.000, oltre gli indiretti.

Il Gruppo Mondialpol è stato assistito nell’operazione, in qualità di Advisor, dallo Studio Carone Commerciale Tributario e Legale, mentre Vigilanza Cannas è stata assistita dallo Studio del dottor Confalone.

Bruno Cannas.

[bing_translator]

Il tenente colonnello Orazio Sechi è il nuovo presidente del Rotary Club di Carbonia. La cerimonia del passaggio del collare dalla presidente uscente, Maria Antonietta Cuccheddu, si è svolta ieri sera, nella sala riunioni dell’Hotel Ristorante Museo Tanit, a Carbonia. Erano presenti, tra gli altri, l’assistente del governatore del distretto Vanda Mulliri, il comandante del 1° Reggimento Corazzato di Teulada colonnello Carlo Colaneri, il vicesindaco Gian Luca Lai e l’assessore dei Servizi sociali del comune di Carbonia Loredana La Barbera.

La cerimonia si è aperta con la relazione della presidente uscente, Maria Antonietta Cuccheddu, che ha ricostruito l’attività svolta dal Club negli ultimi dodici mesi, ed è proseguita con la consegna di alcuno riconoscimenti ai soci, tra i quali quelli a coloro che hanno raggiunto il 30° anno di presenza nel Rotary Club di Carbonia. Il socio Bruno Cannas ha consegnato una lampada dei vecchi minatori di Carbonia all’assistente del governatore Vanda Mulliri, anche lei al termine del mandato biennale.

Il clou della serata è arrivato con il passaggio di consegne tra Maria Antonietta Cuccheddu ed Orazio Sechi. Il neo presidente, ricevuto il collare, ha presentato la squadra di collaboratori con i quali porterà avanti l’attività nei prossimi dodici mesi ed ha dato la disponibilità del Club al vicesindaco ed all’assessore del comune di Carbonia presenti, a collaborare per la realizzazione di progetti di carattere sociale a beneficio della città.

                   

                    

[bing_translator]

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10219499395703464/

Si è concluso questa mattina il progetto “Scuola con il Rotary”, per il sostegno degli alunni frequentanti le prime classi delle scuole medie cittadine, organizzato dal Club di Carbonia. Presso la sede della scuola Media dell’I.C. “S. Satta” in Via Umbria, sono stati consegnati 6 “Premi di studio” da € 200,00 cadauno in favore di due alunni di ciascuna delle tre scuole secondarie di primo grado di Carbonia, per un totale di 1.200,00 €. Il possesso dei requisiti attestato dai dirigenti scolastici è stato segnalato dalle tre scuole medie di Carbonia su quattro a cui era stato richiesto.

La presidente del Club, Antonietta Cuccheddu e Bruno Cannas, ha consegnato i “Premi di studio” a due alunni dell’Istituto “Don Milani” di via Dalmazia: Noemi Ambroso della classe 2ª B ed Anna Barlini della classe 2ª A; a due alunni dell’Istituto “Camilla Gritti” di via Manzoni: Eleonora De Blasi della classe 1ª e Francesco De Sanctis della classe 1ª; e, infine, a due alunni dell’Istituto “Satta” di via Mazzini: Riccardo Melis della classe 2ª A ed Alice Frau della classe 2ª B.

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10219461345392230/