20 July, 2024
HomePosts Tagged "Camilla Gritti"

Diversi alunni delle scuole di Carbonia hanno superato le semifinali dei Giochi Matematici 2024 e sono approdati alle finali nazionali. «Un motivo d’orgoglio e soddisfazione per i ragazzi, per i loro genitori e per i docenti, nonché elemento che dà lustro alla nostra città in campo nazionale. Ci complimentiamo con gli studenti per l’ottimo risultato conseguito e inviamo loro un forte in bocca al lupo per le finali», hanno dichiarato congiuntamente il sindaco Pietro Morittu e l’assessora della Pubblica istruzione Antonietta Melas.

Nel dettaglio, due studenti dell’Istituto Comprensivo Deledda Pascoli, Tommaso Fadda e Caterina Soddu, parteciperanno alla finale nazionale di Palermo, in programma il 19 maggio 2024. Inoltre, Riccardo Salis ha ottenuto la medaglia d’argento), Elisa Cocco la medaglia di bronzo.

Per quanto riguarda l’Istituto Comprensivo Satta, per la categoria P4, 2° posto per Amelie Balia e 3° posto per Asia Ghisu; per la categoria P5 1° posto per Marco Serra, che accederà alla finale nazionale di Palermo, in programma il 19 maggio.

Per quanto concerne gli istituti secondari di secondo grado, Andrea Enrico Vella, della classe 3ª A di Informatica dell’Istituto di Istruzione Superiore Angioy ha superato le semifinali dei Giochi Matematici – categoria L1 – svoltesi a Selargius e approda alle finali previste a maggio a Milano, nella sede dell’Università Luigi Bocconi.

Per l’Istituto Amaldi-Gramsci 2° posto, nella categoria individuale, per Michele Tomasi della 4ª C, che si è distinto anche negli anni precedenti sino ad ottenere nel 2023 una medaglia d’oro. Nella gara a squadre miste si sono classificati al 3° posto Michele Tomasi, Caterina Sarais, Gioia Potenza, Angelo Basciu, Francesca Secci, Maria Puddu e Francesco Contu.

Ha superato la semifinale dei Giochi Matematici Bocconi e andrà alla finale nazionale a Milano il 25 maggio per la categoria C1, anche l’alunno della Scuola Paritaria “Madre Camilla Gritti” di Carbonia Leonardo Locci.

 

Il Rotary Club Carbonia ha avviato lo screening sulla diagnosi precoce della celiachia, rivolto alle classi 4ª e 5ª della scuola Primaria e alle classi della Prima Media degli Istituti Comprensivi Deledda Pascoli e Camilla Gritti.

Nella giornata di martedì 20 febbraio si terrà la prima riunione informativa con i genitori, alla quale seguirà la calendarizzazione della somministrazione dei test.
Grazie alla collaborazione di medici e infermieri volontari, sotto la direzione scientifica del socio dottor Carlo Parodo, verranno somministrati oltre 150 test che permetteranno di offrire una prima indicazione sulla presenza della celiachia, ed i risultati verranno resi noti singolarmente.

Si coglie l’occasione per ringraziare la sensibilità al tema dimostrata dai cittadini di Carbonia che, numerosissimi, hanno sposato sia questa iniziativa, sia quella destinata alla Parrocchia Don Bosco di cui presto vi daremo notizia, aderendo con entusiasmo alla pizzata di raccolta fondi organizzata dal Rotary Club Carbonia lo scorso 15 dicembre, al fine di realizzare i due obiettivi individuati a favore del nostro territorio.

Al termine dello screening verrà stilato un report della ricerca con i risultati ottenuti resi anonimi, aggregati e standardizzati.

La ricerca verrà intitolata e dedicata al socio dottor Aldo Atzeni, stimato pediatra scomparso prematuramente.

Nella foto di copertina Maria Mameli, presidente del Rotary Coub Carbonia.

Nella seconda foto il compianto Aldo Atzeni.

Ieri ha preso il via il progetto “Pediatric Safety – I giovanissimi, l’attivazione del soccorso 118, la sicurezza individuale e nozioni sulla legalità”, organizzato dall’Auser Carbonia con il patrocinio del comune di Carbonia. L’iniziativa è finalizzata a formare i giovani, educandoli ai principi di solidarietà e partecipazione a una cittadinanza attiva, per oggi e per il futuro, con metodologie moderne e funzionali alla formazione che rendono maggiormente qualificato l’intervento in caso di emergenza-urgenza di tipo sanitario ed educarli al rispetto della sicurezza individuale e collettiva, contribuendo alla crescita di cittadini responsabili, consapevoli e rispettosi della legalità.

Il percorso formativo “Pediatric Safety” ha avuto inizio nelle terze classi delle scuole secondarie di 1° grado di Carbonia e nelle frazioni di Cortoghiana e Bacu Abis.

«L’iniziativa coinvolge tutti gli Istituti comprensivi cittadini: Deledda-Pascoli, Don Milani, Satta e la scuola paritaria Madre Camilla Gritti ha spiegato l’assessora della Pubblica Istruzione Antonietta Melas -. Il progetto prevede la partecipazione attiva degli studenti, con i volontari dell’Auser Carbonia e i suoi formatori, con lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche. L’obiettivo è far sì che i giovanissimi di oggi siano cittadini consapevoli domani.»

Alla fine del percorso formativo, l’Auser assegnerà un importante riconoscimento all’Istituto della classe più meritevole. L’Auser si pone, inoltre, come obiettivo di questo progetto sensibilizzare la maggior diffusione della formazione del personale scolastico alla pratica del primo soccorso di Emergenza-Urgenza.

Questa mattina, presso la sede dell’Ex Dopolavoro di Piazza Primo Maggio, è stato presentato il progetto educativo “Robot-School”, organizzato attraverso un partenariato tra l’Associazione Alea Onlus, il comune di Carbonia e 8 istituti scolastici cittadini.
«Si tratta di un progetto che si sostanzia in un percorso laboratoriale incentrato sulla robotica educativa, quale efficace strumento didattico che amplifica la creatività digitale e il miglioramento della competitività in campo scientifico e informatico. L’iniziativa assume una valenza di progetto comunità, poiché intende mettere in rete le comunità scolastiche e educanti per promuovere la crescita delle competenze e al contempo una nuova identità di comunità che guardi al futuro e all’innovazione come fari per il proprio modello di società», ha dichiarato l’assessora della Pubblica Istruzione Antonietta Melas.
Finanziata dalla Fondazione di Sardegna, l’iniziativa coinvolge gli istituti Satta, Beccaria, Deledda-Pascoli, Camilla Gritti, Don Milani, Ipia Loi, Angioy, il CPIA Serramanna-Carbonia.
«Con grande piacere e facendo seguito agli impegni assunti in campagna elettorale e nelle sedute del Consiglio comunale, finalmente questa sede, situata nel cuore del quartiere Rosmarino, è tornata ad essere un polo di aggregazione, socializzazione e punto di riferimento per la formazione e la didattica dei giovani della nostra città con progetti legati all’innovazione tecnologica e alla valorizzazione delle competenze digitali ha aggiunto il sindaco, Pietro Morittu -. L’obiettivo è quello di favorire la nascita nella città di Carbonia delle precondizioni per ospitare e diffondere l’innovazione tecnologica per utenti di diversa età e condizione sociale.»

Il sindaco Pietro Morittu e l’intera Amministrazione comunale di Carbonia hanno espresso sentite condoglianze e si sono stretti in un forte abbraccio a tutti i familiari e alle Suore Orsoline di San Girolamo in Somasca per la scomparsa, all’età di 79 anni, di suor Eraldina Cacciarru.
Suor Eraldina, nata a Carbonia, è rimasta orfana di padre in tenerissima età, ha vissuto l’infanzia in collegio e a 16 anni ha deciso di prendere i voti da suora. Dopo aver trascorso una ventina d’anni a Roma, nel 1985 si è trasferita a Carbonia, e ha insegnato presso la Scuola Camilla Gritti fino all’età della pensione.
«Una perdita importante per l’intera comunità di Carbonia, molto legata a Suor Eraldina e a tutta la congregazione delle Suore Orsoline di San Girolamo in Somasca, presenti a Carbonia da oltre 80 anni. Un punto di riferimento per l’educazione religiosa e la formazione dei nostri giovani ragazzi che frequentano la Scuola Camilla Gritti», ha detto il
sindaco Pietro Morittu.
La cerimonia funebre, molto emozionante e commovente, si è svolta questo pomeriggio presso la Parrocchia di Cristo Re alla presenza di centinaia di fedeli, tra cui numerosi studenti ed ex studenti, il corpo docente e il personale ATA della Scuola Camilla Gritti.

Il Lions Club di Carbonia, con un’azione sinergica con le Scuole e le Istituzioni del territorio, il 17 marzo 2023, ha avviato il progetto di indagini diagnostiche “Sight for kids”.
Il primo appuntamento, in coordinazione con Suor Maria Saccomandi, Superiora Generale delle Suore Orsoline di San Girolamo in Somasca e responsabile della Scuola Paritaria Cattolica “Madre Camilla Gritti”, si è svolto, con le Sezioni Primavera e dell’Infanzia di quella Scuola.
Il primo obiettivo è stato conseguito distribuendo, da circa trenta giorni, un opuscolo informativo a fumetti, per sensibilizzare ed informare genitori e insegnanti sulle problematiche da deficit dell’acutezza visiva (ambliopia), nei bambini in età pediatrica.
Il secondo obiettivo, conseguente al primo, è consistito nello svolgere, in data odierna, visite oculistiche gratuite e non invasive, con la dottoressa Roberta Sulis, dirigente medico dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Cagliari, alcuni amici del Lions Club Cagliari Villanova e del Club di Carbonia. L’attività continuerà nelle prossime settimane, presso le altre Scuole dell’Infanzia del territorio, per contribuire alla tempestiva identificazione di deficit visivi nei bambini al fine di favorirne le cure adeguate. Tutti sono stati straordinari partecipando direttamente a tutte le fasi del servizio, organizzativa, divulgativa ed esecutiva. Chi non ha partecipato direttamente ha fatto sentire il suo sostegno con affetto e parole di incoraggiamento e sostegno.
«Gli esiti dei controlli effettuati saranno trattati in maniera da garantire un’adeguata sicurezza dei dati personali, secondo quanto previsto dalla normativa sull’integrità e sicurezza delle informazioni», ha riferito Attilio Burdi, il presidente del Lions Club Carbonia.

 

La Sardegna, terra per eccellenza del sole e del mare, e dell’aria pulita, non può non essere presente in un concorso rivolto alle scuole, inerente l’importanza della necessaria valorizzazione delle fonti di energia rinnovabili per un futuro migliore, per un futuro consapevole di quanto l’inquinamento possa e sta compromettendo in maniera irrevocabile la vita sulla terra: la vita degli uomini, la vita degli animali, la vita delle piante. Unica scuola partecipante al concorso indetto da Anter (Associazione nazionale tutela energie rinnovabili) è la scuola paritaria Camilla Gritti di Carbonia che chiede a gran voce di unirsi ad essa e far volare in alto un messaggio importante: utilizzo energie rinnovabili = migliore qualità di vita. Di seguito potrete vedere un video ed un link dove, ogni persona sensibile al problema “ambiente” potrà votare facendo così vincere l’unica scuola partecipante della Sardegna.

VOTATE VOTATE VOTATE Tutte le bambine e i bambini che hanno creato gli elaborati vi ringraziano.

https://greenawards.anteritalia.org/it/progetti/scuola-primaria-paritaria-madre-camilla-gritti-carbonia-sud-sardegna

Nadia Pische

nadiapische@tiscali.it

Studenti e sportivi: un binomio vincente. Mercoledì pomeriggio, nella sala polifunzionale, l’Amministrazione comunale di Carbonia ha premiato con una pergamena tutti gli studenti e i membri delle associazioni sportive protagoniste della seconda edizione della Festa del Patrimonio, tenutasi a Carbonia nel weekend del 18 e 19 maggio scorso. Un doveroso riconoscimento a circa 300 giovani che hanno contribuito, con la loro partecipazione fattiva, alla buona riuscita di un evento finalizzato a valorizzare il patrimonio storico, culturale, artistico e sportivo della città.Le società sportive cittadine si sono distinte in occasione della sfilata inaugurale della Festa del Patrimonio, quando in piazza Roma hanno dato vita a esibizioni di alto livello sotto il profilo della tecnica e dello spettacolo. A ricevere un omaggio da parte dell’Amministrazione comunale sono stati gli atleti delle seguenti società: Asd Shardana Ju Jitsu; Asd Aurora Carbonia; Asd Dimonios Bike Team; Asd Sulcis Bike; Asd Spakkaruote; Asd Pallavolo Sulcis Cortoghiana; Asd Tennis Club Carbonia; Asd Wudang Kung Fu; Asd Asso Sulcis; Asd Atletica Cortoghiana; Asd I Corvi.

Gli studenti degli Istituti scolastici locali si sono invece adoperati, con successo, nelle attività di informazione turistico-culturale sui luoghi simbolo della nostra città. A ricevere un encomio sono stati i ragazzi delle seguenti scuole:
• Istituto Comprensivo Don Milani;
• Istituto di Istruzione Superiore Gramsci Amaldi;
• IPIA Emanuela Loi;
• Istituto di Istruzione Superiore Angioj;
• Scuola Camilla Gritti.
L’Amministrazione comunale ha ringraziato anche la Pro Loco, la Misericordia, la Croce Rossa, i ragazzi dell’Info Point, coordinati dal prof. Lorenzo Tartaglione, tutti i docenti e i genitori degli studenti.

Proseguono senza soluzione di continuità i festeggiamenti per celebrare gli 80 anni di presenza a Carbonia e in Sardegna dell’Istituto Suore Orsoline di San Girolamo in Somasca. “Una ricorrenza importante per suggellare il ruolo svolto dalla congregazione delle Suore Orsoline di San Girolamo in Somasca quale punto di riferimento nelle attività di istruzione, educazione e formazione di tanti nostri giovani da ben 80 anni. Le Suore Orsoline hanno dato un contributo rilevante, nei primi decenni di vita della città di Carbonia, nella lotta contro l’analfabetismo e, successivamente, nella lotta contro il diffuso fenomeno della dispersione scolastica”, ha detto il sindaco Paola Massidda. Una storia lunga 80 anni, la cui realtà odierna è caratterizzata da un Istituto scolastico comprensivo, “Madre Camilla Gritti” e “Gesù Divino Operaio”, con sede in via Manzoni, frequentato da oltre 300 alunni. L’Istituto religioso è stato fondato dalle sorelle Caterina e Giuditta Cittadini nella prima metà dell’Ottocento a Somasca di Vercurago (Lecco) nella diocesi di Bergamo.

Per festeggiare l’80° anniversario della presenza in città delle Suore Orsoline, nella giornata di domani, venerdì 7 giugno, alle ore 19.00, presso la Grande Miniera di Serbariu, si svolgerà la celebrazione eucaristica di ringraziamento presieduta da Sua Eccellenza, monsignor Giovanni Paolo Zedda, vescovo della diocesi di Iglesias. A seguire si terrà la processione religiosa verso la scuola “Madre Camilla Gritti” in via Manzoni, con tappa intermedia nella piazzetta di via Mazzini e omaggio floreale al monumento alla Beata Caterina Cittadini. Al fine di consentire lo svolgimento in sicurezza dell’intera manifestazione, domani, venerdì 7 giugno, dalle ore 20.00 fino al termine della processione, è stata disposta la chiusura del traffico veicolare, al momento del passaggio del corteo, nelle seguenti strade: Grande Miniera di Serbariu; via Giovanni Maria Lai; via Mazzini; piazza Caterina Cittadini; via Manzoni; via Dante.

[bing_translator]

La congregazione delle Suore Orsoline di San Girolamo in Somasca è un punto di riferimento importante nelle attività di istruzione ed educazione di tanti nostri giovani.

L’Istituto religioso, fondato dalle sorelle Caterina e Giuditta Cittadini nella prima metà dell’Ottocento a Somasca di Vercurago (Lecco) nella diocesi di Bergamo, è presente a Carbonia e, più in generale in Sardegna, da ben 80 anni. Un anniversario da festeggiare nel migliore dei modi con una serie di iniziative che si svolgeranno nelle giornata di domani, martedì 4 giugno, e di venerdì 7 giugno.

Una storia lunga 80 anni, la cui realtà odierna è caratterizzata da un Istituto scolastico comprensivo, “Madre Camilla Gritti” e “Gesù Divino Operaio”, con sede in via Manzoni, frequentato da oltre 300 alunni.

Di seguito pubblichiamo il calendario degli eventi previsti, tra cui spicca nella giornata di domani, martedì 4 giugno, alle ore 18.00, nella Sezione di Storia locale della Grande Miniera di Serbariu, la tavola rotonda dal titolo «80 anni di impegno educativo tra la gente: una storia, una presenza, un “seme” di futuro», alla presenza del sindaco Paola Massidda e dell’assessore della Cultura Sabrina Sabiu.

Venerdì 7 giugno, alle ore 19.00, presso la Grande Miniera di Serbariu, si svolgerà la celebrazione eucaristica di ringraziamento, presieduta da Sua Eccellenza monsignor Giovanni Paolo Zedda, vescovo di Iglesias.

Inoltre, presso la Scuola “Madre Camilla Gritti” in via Manzoni è stata allestita una mostra fotografica sull’impegno educativo e sociale delle suore in questi 80 anni.