23 May, 2022
HomePosts Tagged "Eros Piras" (Page 2)

[bing_translator]

Luciano Pasquini ha fatto registrare il miglior tempo nella crono d’apertura del Giro delle Miniere 2018, valida per l’assegnazione delle maglie tricolori di specialità. Il ciclista del Team Bike Ballero ha completato i 12 km di percorso interamente pianeggiante da Gonnosfanadiga a Pabillonis con il tempo di 13’54’’ (51,8 km/h di media), staccando il compagno di squadra Sergio Sinesi, che ha invece fermato il cronometro sui 14’11’’. Sul gradino più basso del podio Giampaolo Codebò del Bicistore Cycling Team (14’13’’). Primo tra i sardi Eros Piras (TechnoBike), classificatosi in settima posizione e vincitore della maglia tricolore nella categoria M1. Da segnalare l’ottimo tempo fatto registrare da Michele Pittacolo: l’atleta friulano, già campione del mondo paraolimpico nel 2014, ha chiuso con l’11° tempo assoluto (14’46’’) pur non potendo utilizzare una bici da cronometro. Assente, invece, uno degli uomini più attesi, ovvero il vincitore dello scorso anno Matteo Mascia, fermato in extremis da un attacco influenzale.

La maglia bianca nella “Fascia A” è andata all’olandese Mark De Bruine (Team Fryslan), nella “Fascia B”, invece, a Enrico Grimani (Team Bike Ballero). Leader della classifica femminile, infine, Elena Barbagli (Ciclistica Senese).

La prima tappa del Giro delle Miniere, denominata 3ª Coppa Città di Pabillonis, ha registrato un numero record di partenti: sono stati ben 160, infatti, i corridori alla partenza, in piazza Mercato, a Gonnosfanadiga. Numeri che hanno superato le più rosee aspettative, gratificando il grande sforzo organizzativo della Società Ciclistica Monteponi presieduta da Luigi Mascia: «Ogni anno l’emozione è sempre maggiore – affermano gli organizzatori – nonostante le condizioni sfavorevoli dovuti all’insularità abbiamo superato i numeri del campionato italiano a cronometro disputato in Puglia lo scorso anno. Un doveroso ringraziamento va alla Federazione Ciclistica Italiana, che anche quest’anno ha voluto premiare il nostro impegno».

Classifica 1ª tappa “3ª Coppa Città di Pabillonis”

1 – Luciano Pasquini (Team Bike Ballero) 13’54’’

2 – Sergio Sinesi (Team Bike Ballero) 14’11’’

3 – Giampaolo Codebò (Bicistore Cycling Team).

Queste le maglie tricolori assegnate sul podio di Pabillonis:

Categoria Elmt: Alessandro Diomedi (Sc Centro Bici Team Terni)

Categoria M1: Eros Piras (TechnoBike)

Categoria M2: Ovidio Pilia (G.S. Runner)

Categoria M3: Sergio Sinesi (Team Bike Ballero)

Categoria M4: Alessio Freschi (Team Bike Ballero)

Categoria M5: Luciano Pasquini (Team Bike Ballero)

Categoria M6: Mario Giuseppe Fundoni (Sc Logudoro)

Categoria M7: Salvatore Toscano (Breviario Bonate Sopra)

Categoria W2: Elisa Rigon (Roma Ciclismo)

Categoria W1: Elena Barbagli (Ciclistica Senese).

Il Giro delle Miniere prosegue domani, domenica 3 giugno, con la seconda tappa, l’attesissima Gran Fondo delle Miniere – Trofeo Parco Geominerario Memorial Roberto Saurra. Dopo i cronomen, dunque, spazio agli scalatori. La tappa, lunga 142 km, scatterà alle 9.15 dalla Miniera di Monteponi e sarà così articolata: primi 60 km in pianura con lievi saliscendi, a seguire 1ª salita di km 2.5 dentro Arbus. Seguono 20 km con vari saliscendi in cui sono presenti 2-3 strappi di 1.200-1.700 metri con GPM al Passo Bidderdi. All’80° km discesa impegnativa di 8.5 km al 6-8%. All’uscita del centro abitato di Fluminimaggiore ha inizio la 2° salita di km 11 su due pendenze: i primi 6.5 km al 4% per impennare al 6-7% nei 3.5 km finali con il secondo GPM sul Passo Genna Bogai. Discesa verso Iglesias di 4,5 km al 4%. All’uscita del centro abitato di Iglesias, strappo di km 1.7, all’8-10% con punte del 15% sulla circonvallazione di Iglesias, con successivo velocissimo rettilineo in discesa, che mantiene le stesse pendenze dello strappo. Al termine della discesa ultimi 2 strappi di giornata da 800 metri e 500 metri al 6% all’ingresso del centro abitato di Iglesias in località Villamarina. Arrivo in viale Monteponi, con un rettilineo di 300 metri completamente pianeggiante.

[bing_translator]

Alessandro Nannetti, già campione italiano di specialità nella categoria M3, oltre che vincitore della cronometro Villamassargia-Iglesias nell’edizione 2016 del “Giro delle Miniere”, s’è aggiudicato la terza ed ultima tappa, una cronometro individuale, del 18° “Giro delle Miniere”, completando il percorso di 14 km, da Gonnosfanadiga a Pabillonis, con il tempo di 14’49’’ (56,67 km/h di media), precedendo Eros Piras (15’02’’) ed Antonio Marongiu (15’06’’), entrambi atleti della Techno Bike.

Nessun problema per i tre detentori delle maglie rossoblù, tutti usciti indenni dalla lotta contro il tempo: Matteo Mascia (SC Monteponi) è giunto quinto (15’21’’ il suo crono) ed ha conquistato il suo terzo “Giro delle Miniere” nella categoria A. Ha amministrato al meglio il vantaggio accumulato nella Gran Fondo d’apertura anche Alessandro Freschi (Team Bike Ballero), vincitore nella categoria B, sui pur ottimi Simone Seguro (2000 Ricambi) e Stefano Ferruzzi (Bike Emotion), mentre non ha avuto rivali tra le donne Michela Gorini (Team Fausto Coppi Fermignano), che ha fatto il vuoto alle sue spalle nella classifica generale, ottenendo il successo alla sua prima partecipazione al “Giro delle Miniere”.

«E’ stato bellissimo – afferma l’organizzatore Luigi Mascia – il 18°Giro delle Miniere sarà ricordato per i numeri da record: oltre 200 iscritti al campionato italiano di Gran Fondo, a cui si aggiungono le 140 presenze di media per le altre due tappe. Mi fa piacere inoltre sottolineare le medie spaventose tenute dagli corridori, specie nella cronometro conclusiva, corsa peraltro col vento che soffiava in direzione contraria. Questo fatto ben racconta delle qualità tecniche dei partenti. Il successo di Matteo Mascia? Mi rende felice come presidente ed ovviamente anche come padre. Desidero, infine, rivolgere un ringraziamento al team organizzativo della SC Monteponi, un bel gruppo che lavora prima di tutto con forte spirito di amicizia.»

Classifica maschile 3ª tappa

1° Alessandro Nannetti (Team Bike Ballero) 14’49’’ (56,6 km/h media)
2° Eros Piras (Techno Bike) 15’03’’
3° Antonio Marongiu (Techno Bike) 15’06’’
4° Luca Pizzi (Asd Ciclipazzi) 15’11’’
5° Matteo Mascia (SC Monteponi) 15’21’’

Classifica femminile 3ª tappa

1ª Michela Evaristo (Giorgione Ozierese Carrera) 18’29’’ (45,4 km/h media)
2ª Michela Gorini (Team Fausto Coppi Fermignano) 18’45’’
3ª Kersti Leeman (Team Fausto Coppi Fermignano) 19’34’’

Classifica finale “Categoria A”

1° Matteo Mascia (SC Monteponi) 5h 47m 52s
2° Eros Piras (Techno Bike) 5h49m12s
3° Antonio Marongiu (Techno Bike) 5h49m33s
4° Mirko Puglioli (In Bici Cycling Team) 5h49m51s
5° Andrea Pisanu (C.C. Antonio Manca) 5h50m15s

Classifica finale “Categoria B”

1° Alessandro Freschi (Team Ballero) 5h53m35s
2° Simone Seguro (2000 Ricambi) 5h55m 36s
3° Stefano Ferruzzi (Team Bike Emotion) 5h57m29s
4° Massimiliano Cadelano (Sa Vida Noa 2008) 5h58m43s
5° Taeke Oppewai (Team Fryslan) 6h00m00s

Classifica finale Donne

1ª Michela Gorini (Team Fausto Coppi Fermignano) 6h14m47s
2ª Kersti Leeman (Team Fausto Coppi Fermignano) 6h50m53s
3ª Laura Garau (SC Monteponi) 5h11m36s.

[bing_translator]

E’ l’olandese Matthejs Steehius il vincitore della seconda tappa del 18° “Giro delle Miniere”. Il ciclista del Team Fryslan, che ha concluso il percorso in 2h 04m 36 s, si è imposto sul traguardo di Villamassargia battendo in volata Luca Pizzi (Asd Ciclopazzi) ed Eros Piras (Technobike).

La seconda frazione si è svolta su un circuito di 90 km, prevalentemente pianeggiante, con partenza ed arrivo nel comune di Villamassargia. Desideroso di recuperare il distacco accusato al termine della prima frazione, Piras è partito solitario in fuga subito dopo il via. Al 25° km, l’atleta della Technobike è stato raggiunto da Luca Pizzi e Matthjs Steenhius. Il caldo non ha rallentato i tre fuggitivi, che hanno mantenuto medie orarie altissime e guadagnato ben presto 2 minuti di vantaggio sul resto del gruppo. Piras, Pizzi e Steenhius si sono presentati appaiati all’ingresso del centro abitato di Villamassargia. Il sardo ha lanciato la volata ai 400 metri, Pizzi è partito deciso ma ha subito il potente affondo di Steenhius, che lo ha superato, aggiudicandosi così la 2ª Coppa “Città di Villamassargia”.

Matteo Mascia della SC Monteponi si è classificato 20° con oltre 2 minuti di distacco da Steenhius, ma ha conservato la maglia rossoblù nella categoria A. Non è cambiato neppure il quadro relativo alla categoria B, con Alessandro Freschi (Team Ballero) che è rimasto leader della classifica, così come Michela Gorini (Team Fausto Coppi Fermignano) nella categoria riservata alle donne.  

Ordine d’arrivo 2ª tappa

1° Matthjus Steenhius (Team Fryslan) 2h 4m 36s
2° Luca Pizzi (Asd Ciclopazzi) s.t.

3° Eros Piras (Techno Bike) 2 s

4 ° Stefano Ferruzzi (Team Bike Emotion) 2m 10s

5° Ruben Hoekstra (Team Fryslan) 2m 11s

Classifica generale “Categoria A”

1° Matteo Mascia (SC Monteponi) 5h 32m 31s

2° Andrea Pisanu (CC Antonio Manca) 5h 33m 52s

3° Mirko Puglioli (In Bici Cycling Team) 5h 33m 56s

Classifica generale “Categoria B”

1° Alessandro Freschi (Team Ballero) 5h 37m 25s

2° Simone Seguro (2000 Ricambi) 5h 39m 02 s

3° Stefano Ferruzzi (Team Bike Emotion) 5h 41m 44s

Classifica generale Donne

1ª Michela Gorini (Team Fausto Coppi Fermignano) 5h 56m 02 s

2ª Kersti Leeman (Team Fausto Coppi Fermignano) 6h 31 m 19 s

3ª Laura Garau (SC Monteponi) 4h 51m 01 s

Domenica 4 giugno si correrà la terza e ultima tappa, decisiva per la composizione delle classifiche finali. Si tratta di una cronometro di 14 km con partenza da Gonnosfanadiga ed arrivo a Pabillonis. Il percorso sarà completamente pianeggiante, eccezion fatta per qualche tratto in leggerissima discesa.

[bing_translator]

Aggiudicandosi la quarta tappa in volata su Emanuele Murtas e Mirko Puglioli sul traguardo di Piazza Sella, a Iglesias, Lucca Pizzi, portacolori del GS Vigili del Fuoco di Viterbo, s’è aggiudicato il Giro delle Miniere 2016. L’ottima prova nella Gran Fondo ha permesso a Pizzi di sorpassare Alessandro Nannetti in classifica generale, conquistando così la Maglia Bianca “Fascia B”. Nella “Fascia A”, invece, successo finale a Eros Piras (Techno Bike), mentre tra le donne vince Odette Bertolin (GSM Sport ASD).

Centonovantotto i partenti al via della quarta e ultima frazione del Giro delle Miniere, la “Gran Fondo delle Miniere Trofeo Parco Geominerario – Memorial Roberto Saurra”. Dopo il raduno nella sede della Società Ciclistica Monteponi e il minuto di silenzio osservato in memoria di Roberto Saurra, gli atleti hanno affrontato un impegnativo percorso misto di 120 km complessivi, che prevedeva due Gran Premi della Montagna sui passi Bidderdi e Genna Bogai (pendenze tra il 7 e il 10%).

La tappa è stata caratterizzata fin dall’inizio dal forte vento contrario, che ha messo in difficoltà gli atleti facendo selezione nel gruppo. Emanuele Murtas, già vincitore della tappa di Siliqua oltre che della Gran Fondo 2015, e Mirko Puglioli (ASD Veloservizi) hanno provato lo scatto sul Passo Bidderdi, guadagnando circa un minuto e mezzo di vantaggio sul gruppo. Margine cresciuto fino ai due minuti sul successivo GPM di Genna Bogai.

All’inseguimento dei due fuggitivi si sono lanciati la maglia bianca “Fascia A” Eros Piras (Techno Bike), e Lucca Pizzi, che sono stati capaci di riprendere Murtas e Puglioli poco prima dell’ingresso a Iglesias. Sul lungo rettilineo finale di piazza Sella, Piras si è staccato leggermente dai rivali, lasciando via libera alla volata a tre che ha sorriso a Lucca Pizzi, bravo a sfruttare la maggior esperienza per battere il giovane Murtas.

«Sono molto felice per la vittoria – ha commentato Lucca Pizzi -, questo successo mi gratifica particolarmente e certifica un buon momento di forma. Ho marcato stretto Nannetti, mio rivale per la maglia bianca, poi mi sono lanciato all’inseguimento dei fuggitivi. Mi dispiace per Murtas, che è stato protagonista di una bella fuga. Credo che un pizzico di esperienza in più da parte mia nel finale sia stata decisiva.»

Soddisfatto anche l’organizzatore Luigi Mascia: «Il duro lavoro di organizzazione degli ultimi mesi ci ha premiato – ha detto Luigi Mascia -, il Giro delle Miniere è stato caratterizzato da una partecipazione di pubblico che ci rende felici e ci dà la carica per progettare le prossime edizioni».

Ordine d’arrivo della 4ª tappa “Gran fondo delle miniere”

1° Lucca Pizzi (GS Vigili del Fuoco Viterbo) 3h 31m 3s

2° Emanuele Murtas (Speed Bike Uta)

3° Mirko Puglioli (ASD Veloservizi)

4° Eros Piras (Techno Bike) a 15’’

5° Taeke Oppewald (Body2Bike) a 1’ 32’’

Classifica finale “Fascia A”

1° Eros Piras (Techno Bike) 7h 41m 32s

2° Simone Spiga (Techno Bike) a 4’32’’

3° Francesco Muller (SC Monteponi) a 9’31’’

Classifica finale “Fascia B”

1° Lucca Pizzi (GS Vigili del Fuoco Viterbo) 7h 41m 14s

2° Alessandro Nannetti (ASD Team Bike Ballero) a 1’16’’

3° Mirko Puglioli (ASD Veloservizi) a 1’27’’

Classifica finale “Donne”

1ª Odette Bertolin (GSM Sport ASD) 8h 0m 55s

2ª Elena Barbagli (ASD Ciclistica Senese) a 18’49’’

3ª Paola Carpita (Ciocc Racing Team) a 31’51’’

Podio Giro Miniere

[bing_translator]

Podio a VallermosaPartenza da VallermosaStefano Garzelli

L’atleta della Alé Cipollini Galassia Michele Pittacolo ha vinto la 3ª tappa del “Giro delle Miniere” nel circuito di Vallermosa di 89 km. Il para-atleta, qui in Sardegna per preparare al meglio il grande appuntamento di Rio 2016, si è reso protagonista di una bellissima progressione in prossimità del traguardo di Vallermosa, battendo i suoi compagni di fuga.

In classifica generale, Eros Piras della Techno Bike e Alessandro Nannetti dell’ASD Team Bike Ballero hanno conservato la Maglia Bianca rispettivamente nella “Fascia A” e nella “Fascia B”. Tra gli atleti paralimpici, conferma per il vincitore odierno di tappa Michele Pittacolo (Alè Cipollini Galassia), mentre tra le donne Odette Bertolin (GMS Sport ASD) conferma la maglia bianca, seguita da Elena Barbagli (ASD Ciclistica Senese).

A dare il via ai 102 iscritti alla terza tappa che assegnava la 3ª Coppa Città di Vallermosa – Giro del Medio Campidano, un testimonial d’eccezione come Stefano Garzelli, vincitore del Giro d’Italia del 2000.

Il percorso pianeggiante e ricco di rettilinei non favorisce azioni individuali nella prima parte di gara col gruppo che rimane compatto fino ai 20 km al traguardo, quando in 5 tentano la fuga. Michele Pittacolo (Alè Cipollini Galassia), Taeke Oppewal (Body2Bike), Dario Travellini (SC Monteponi), Alessio Freschi (Team Bike Ballero) e Giuseppe Giannuzzi (Team Mondo Bici) riescono a guadagnare in 5 km un vantaggio di 1’30”: il gruppo tenta la rimonta nel finale, ma il tentativo rimane vano con il drappello regolato da Pittacolo sul belga Oppewal e il portacolori della SC Monteponi Travellini. La volata del gruppo, arrivato a un soffio dai primi cinque, è stata vinta da Bruno Brabants. Tra le donne vittoria di Odette Bertolin su Elena Barbagli e Paola Carpita.

La quarta e ultima tappa è in programma domani mattina, Gran Fondo delle Miniere Trofeo Parco Geo Minerario Memorial Roberto Saurra. La partenza agonistica è fissata alle 9.15 per la Gran Fondo di 120 km dell’anello di Iglesias. Dopo un primo tratto di 60 km di saliscendi arrivano le prime vere salite ad Arbus (2,5 km pendenza media del 3-5%). La tappa prosegue con vari mangia e bevi fino al GPM di Bidderdi seguita dalla difficile discesa che porta all’abitato di Fluminimaggiore. Successivamente ha inizio la 2° salita di km 11 su due pendenze: i primi 6.5 Km al 4% per impennare al 6-7% nei 3.5 km finali con il secondo GPM sul Passo Genna Bogai, poi discesa verso Iglesias di 4,5 km al 4%. All’uscita del centro abitato di Iglesias, strappo di km 1.7, all’8-10% con punte del 15% sulla circonvallazione cittadina. Arrivano poi gli ultimi 2 strappi di giornata da 800 metri con pendenze del 4-5% e la 2° di 1.500 metri al 6%. Ultima discesa in rettilineo dentro la galleria Cruccueddu per un 1 km, e ultimi 4 km in piano, che portano al centro abitato di Iglesias. Arrivo in via Garibaldi e Piazza Sella con un rettilineo in leggera pendenza, di 1.500 metri.

Ordine d’arrivo della 3ª tappa “Giro del Campidano”

1° Michele Pitaccolo (Alé Cipollini Galassia) 2h 17m 33s (41,44 km/h di media)

2° Taeke Oppewal (Body2Bike)

3° Dario Travellini (SC Monteponi ACD)

4 °Alessio Freschi (ASD Team Bike Ballero)

5° Giuseppe Giannuzzi (ASD Team Mondo Bici) a 6”

Classifica generale “A”

1° Eros Piras (Techno Bike) 4h 10m 13s

2° Simone Spiga (Techno Bike) 21’’

3° Francesco Muller (SC Monteponi ACD) 1’09’’

Classifica generale “B”

1° Alessandro Nannetti (ASD Team Bike Ballero) 4h 09m 25s

2° Luca Pizzi (GS Vigili del Fuoco Viterbo) 45’’

3° Dario Travellini (SC Monteponi ACD) 58’’

Classifica generale “Donne”

1ª Odette Bertolin (GMS Sport ASD) 4h 15m 40s

2ª Elena Barbagli (ASD Ciclistica Senese) a a 6’39’’

3ª Paola Carpita (Ciocc Racing Team) a 8’44’’

[bing_translator]

Emanuele Murtas, portacolori della Speed Bike Uta, ha vinto in volata la seconda tappa del “Giro delle Miniere 2016”, partita ed arrivata nel centro di Siliqua. Il corridore della Speed Bike Uta ha completato il percorso in 1h 29m 42s e si è imposto in volata con mezza bici di vantaggio su Mirko Puglioli della ASD Veloservizi. Terzo classificato Luca Pizzi del GS Vigili del Fuoco Viterbo.

In classifica generale, Eros Piras della Techno Bike e Alessandro Nannetti dell’ASD Team Bike Ballero hanno conservato la Maglia Bianca rispettivamente nella “Fascia A” e nella “Fascia B”. Tra gli atleti paralimpici, lo scettro del comando è rimasto nelle mani di Michele Pittacolo (Alè Cipollini Galassia), mentre tra le donne Odette Bertolin (GMS Sport ASD) ha strappato la Maglia Bianca dalle mani di Elena Barbagli (ASD Ciclistica Senese).

Centodieci gli iscritti al via della seconda frazione, che assegnava la 6/a Coppa “Città di Siliqua” – Giro del Cixerri. Gli atleti, partiti nel primo pomeriggio dalla centralissima via Cixerri a Siliqua, hanno percorso per due volte un circuito pianeggiante di 32,5 km. Caldo e vento l’hanno fatta da padrone, ma il clima non ha comunque impedito a un gruppo di circa trenta corridori di staccare i rivali e di completare il primo giro a una media piuttosto sostenuta (43 km/h). Davanti a tutti, a metà gara, Maurizio Cherchi della Techno Bike (45’41”) davanti a Murtas e Basso.

A 3 km dal termine del secondo e ultimo giro l’olandese De Proost (Body2Bike) ha tentato la fuga, ma il gruppo, trainato da Luca Pizzi (GS Vigili del Fuoco Viterbo), lo ha ripreso a circa 500 metri dal traguardo. Emanuele Murtas ha quindi guadagnato la posizione di testa all’ultima curva prima del rettilineo d’arrivo e, grazie a un prodigioso sprint, è riuscito a tagliare il traguardo davanti a Puglioli e Pizzi.

«Sono molto felice per questo successo – dice Emanuele Murtas -, è stata una tappa veloce e anche nervosa in alcuni tratti. Il vento ci ha creato qualche difficoltà, ma alla fine, grazie all’aiuto della squadra, sono riuscito ad avere la meglio. Gli obiettivi per il Giro delle Miniere? Non ho particolari velleità di classifica – aggiunge Murtas – cercherò piuttosto i singoli successi di tappa.»

Vallermosa è protagonista oggi della terza tappa del “Giro delle Miniere 2016”, di 89 km, partita alle 10.00 da via Roma, con il seguente percorso: SS 293, SS 196, bivio Villacidro, Gonnosfanadiga, Sp 72, Pabillonis, Sp 69, SS 126, Sp 64 Pabillonis, Sp 72, Gonnosfanadiga, SS196, bivio Villacidro, SS293. Quindi il rientro a Vallermosa per l’arrivo previsto ancora in via Roma alle 12.30 circa. Tappa interamente pianeggiante.

Ordine d’arrivo della 2ª tappa “Giro del Cixerri”.

1° Emanuele Murtas (Speed Bike Uta) 1h 29m 42s (43,8 km/h di media)

2° Mirko Puglioli (ASD Veloservizi) s.t.

3° Luca Pizzi (GS Vigili del Fuoco Viterbo) s.t.

4° Enrico Grimani (ASD Team Bike Ballero) s.t.

5° Alessio Freschi (ASD Team Bike Ballero) s.t.

Classifica generale “A”

1 – Eros Piras (Techno Bike) 1h 51m 40s

2 – Simone Spiga (Techno Bike) a 21’’

3 – Federico Mathieu (Techno Bike) a 57’’

Classifica generale “B”

1 – Alessandro Nannetti (ASD Team Bike Ballero) 1h 50m 53s

2 – Luca Pizzi (GS Vigili del Fuoco Viterbo) a 48’’

3 – Cristophe Masserey (SC L’Oleandro Budoni) a 1m 35’’

Classifica generale “Donne”

1 – Odette Bertolin (GMS Sport ASD) 1h 57m 30 s

2 – Elena Barbagli (ASD Ciclistica Senese) a 6’36’’

3 – Paola Carpita (Ciocc Racing Team) a 7’46’’

Seconda tappa Giro Miniere

[bing_translator]

Giro delle MIniere 2016

E’ andata in archivio con un grande successo di pubblico e partecipanti la cronometro d’apertura del 17° Giro delle Miniere organizzato dalla S.C. Monteponi di Luigi Mascia. 150 gli iscritti che si sono cimentati nella lotta contro il tempo valida per l’assegnazione di ben dieci titoli italiani Master di specialità. Una festa di sport, partita di buon mattino nel centro storico di Villamassargia e conclusa nel primo pomeriggio nella centralissima piazza Sella a Iglesias.

A far registrare il miglior tempo assoluto è stato Alessandro Nannetti della A.S.D. Team Bike Ballero, che ha completato il percorso in 21’10” davanti ad Antonio Marongiu (Techno Bike, 21’25”) e Giampaolo Codebò (Team Errebi, 21’33”). L’atleta toscano, dunque, ha conquistato la prima maglia bianca nella “Fascia B” (riservata ai corridori tra i 40 e i 70 anni), mentre il simbolo del primato per la “Fascia A” (ciclisti di età compresa tra i 17 e i 39 anni) è andata al sardo Eros Piras della Techno Bike, che ha fermato il cronometro sul tempo di 21’55”.

La Maglia Bianca riservata le donne è andata a Elena Barbagli della A.S.D. Ciclistica Senese (25’04”), che battuto la concorrenza di Elisa Rigon (A.S. Roma Ciclismo) e Michela Evaristo (Techno Bike). Nella categoria riservata agli atleti paralimpici, invece, il miglior crono è stato quello del pluricampione Michele Pittacolo (Alè Cipollini Galassia) che, nonostante un trasferimento in Sardegna piuttosto difficoltoso, è riuscito a chiudere il percorso in 23’49”.

Applauditissimo il tandem composto da Patrizia Spadaccini, leggenda del ciclismo italiano e testimonial del Giro delle Miniere, e Ilaria Meloni, atleta ipovedente della S.C. Monteponi che attualmente veste la maglia rosa del Giro d’Italia Handbike.

Questi i titoli italiani assegnati sul podio di Iglesias:

Cat. Elite sport: Antonio Marongiu (Techno Bike) 21’24”

Cat. M1: Cristiano Carcangiu (Mas Bike) 22’50”

Cat. M2: Simone Spiga (Techno Bike) 22’12”

Cat. M3: Alessandro Nannetti (A.S.D. Team Bike Ballero) 21’10”

Cat. M4: Alessandro Freschi (A.S.D. Team Bike Ballero) 22’49”

Cat. M5: Cristophe Masserey (S.C. L’Oleandro Budoni) 22’39”

Cat. M6: Mario Fundoni (S.C. Logudoro) 23’31”

Cat. M7: Salvatore Toscano (Breviario Bonate Sopra) 23’33”

Cat. M8: Mauro Barbieri (A.S.D. Ciclistica Senese) 24’35”

Cat. Master woman 2: Elisa Rigon (A.S. Roma Ciclismo) 25’20”

«Sono molto soddisfatto di questa prima giornata – ha detto l’organizzatore Luigi Mascia – è stato un onore poter assegnare le maglie tricolore di specialità. Nemmeno nelle più rosee previsioni ci saremmo aspettati di ospitare ben 150 partecipanti. Un ringraziamento va a tutti coloro che hanno contribuito a rendere un successo la prima tappa del Giro delle Miniere, dagli atleti ai volontari fino alle istituzioni. Voglio riservare, infine, una menzione speciale agli atleti paralimpici, che per noi rappresentano sempre un grande esempio di passione e sacrificio.»

Il Giro delle Miniere 2016 ripartirà domani, venerdì 3 giugno, con la seconda tappa (6ª Coppa Città di Siliqua – Giro del Cixerri). Un circuito di 32,5 km da ripetere due volte per un totale di 65 km. Start alle 16.00, in via Cixerri, a Siliqua, e arrivo previsto intorno alle 17.50. Questo il percorso: SS 293, Castello Acqua Fredda, Sp 2, Monte Cadelano, Sp 88, Sp 89-Pedemontana Domusnovas, bivio Vallermosa, SS 293, Siliqua (vie: Grazia Deledda, Marconi, Cixerri, Arrivo).