18 May, 2024
HomePosts Tagged "Francesca Ena"

[bing_translator]

Venerdì 6 ottobre, dalle 18.00, il Forte Village, Santa Margherita di Pula, ospita la cerimonia di consegna dei Premi Ussi Sardegna 2017. L’evento, realizzato grazie al supporto del resort, prevede riconoscimenti per atleti e club isolani e nazionali che si siano messi in evidenza nel corso delle stagioni agonistiche 2016 e 2017. Madrine della serata le neoelette Miss Italia Cinema, Francesca Ena, e Miss Sardegna, Francesca Carrucciu.

Tra i premiati la campionessa olimpionica di windsurf e vicepresidente Giunta nazionale Coni Alessandra Sensini, la medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Rio 2016 Giovanni Achenza, Fabio Pisacane del Cagliari, il coach della Dinamo Banco di Sardegna Federico Pasquini, il sindaco di Cagliari Massimo Zedda, il giornalista Franco Bragagna (Rai), Vittorio Lai, presidente Federazione pugilistica italiana, il campione mondiale Laser 4.7 Cesare Barabino, i nuotatori di fondo Marcello Guidi (campione italiano 2,5 km) e Kai Schirrmacher, Alessandro Bonan, Luca Marchegiani e Fayna (Sky tv), il presidente del Comitato regionale Fip Bruno Perra, il giornalista Luigi Garlando (Gazzetta dello sport), i velocisti Filippo Tortu, Wanderson Polanco e Dalia Kaddari, gli hockeisti su prato approdati in serie A1 della Juvenilia Uras, il campione italiano di surf Under 16 Matteo Calatri, il direttore sportivo del triathlon Challenge Forte Village Sardinia Andrea Mentasti, All’evento prendono parte, tra gli altri, la sindaca di Pula Carla Medau e l’assessora al Turismo Ombretta Pirisinu, l’assessore regionale Pubblica istruzione Giuseppe Dessena, gli assessori comune Cagliari allo Sport e alla Comunicazione, Yuri Marcialis e Claudia Medda, i presidenti del Coni Sardegna, Gianfranco Fara e della Dinamo Banco di Sardegna, Stefano Sardara, il coordinatore televisivo Sky Davide Bucco. Attesi, a sorpresa, anche alcuni campioni del calcio internazionale.

I Premi Ussi – su “Sport: tra diritti, doveri e buone pratiche”, oltre a riconoscere gli exploit sportivi ed etici in ambito regionale – sono un’occasione per riflettere e ampliare il confronto su temi d’attualità, con forti riverberi mediatici locali e nazionali. I Premi hanno, tra gli altri, il patrocinio di presidenza Giunta regionale, assessorato regionale Sport, Coni, Coni Sardegna, Ussi nazionale, Università di Cagliari, corso laurea Scienze comunicazione. La manifestazione è supportata da Banco di Sardegna, Coni Sardegna, Fondazione Banco di Sardegna, Intesa San Paolo e Ordine dei giornalisti Sardegna. L’evento prevede i premi “Ussi-Joseph Vargiu” per Vittorio Lai, “Ussi-Banco di Sardegna” per Federico Pasquini, “Ussi-Intesa San Paolo” per Fabio Pisacane, “Ussi – Sportivi per diletto” per Antonello Cabras e Ordine degli ingegneri di Cagliari.

[bing_translator]

Circa 3.000 persone hanno partecipato questa sera, a Iglesias, alla fiaccolata silenziosa organizzata per ricordare Federica Madau, la giovane mamma di 31 anni uccisa brutalmente dal marito, il 46enne Gianni Murru, dal quale aveva deciso di separarsi, giovedì sera. Il lungo corteo, partito dalla Piazza Sella con in testa uno striscione con la scritta “L’amore non ammette violenza”, presente la mamma Anna Paola, ha attraversato alcune vie del centro storico, è arrivato fino a Piazza Municipio ed è poi tornato in Piazza Sella, dove in silenzio, ha ricordato Federica sulle note di “The sound of silence”. Nel corso della breve cerimonia, con Christian Castangia e Francesca Ena, è intervenuto il sindaco, Emilio Gariazzo, che ha ringraziato gli organizzatori dell’iniziativa, voluta per ricordare la giovane mamma di tre bimbe, Gabriella, Giulia e Gloria, ma anche per far crescere la sensibilità sull’allarmante fenomeno del femminicidio.

Alleghiamo un album fotografico realizzato lungo le strade della fiaccolata e al termine in Piazza Sella e due filmati, il primo realizzato al passaggio in Piazza Pichi, il secondo durante la cerimonia in Piazza Sella.

      

 

[bing_translator]

Federica Madau – Foto tratta dal profilo Facebook.

La tragica fine di Federica Madau, la 31enne madre di tre bambine di 4, 6 e 9 anni, uccisa brutalmente ieri sera a coltellate dal marito, il 46enne Gianni Murru, dal quale si stava separando, non è che l’ennesimo caso di femminicidio che si verifica in Italia ormai da troppo tempo, fenomeno dilagante al quale non si riesce a porre un freno.

Iglesias, città nella quale da anni l’associazione “Io non ho paura” porta avanti una straordinaria azione sociale, tra tante difficoltà, soprattutto di natura economica, s’è ritrovata improvvisamente sotto la lente di tutti i media nazionali, per una nuova tragedia che ha sconvolto tutta la comunità che domani sera, alle 20.00, si ritroverà in Piazza Sella per una fiaccolata per Federica.

La vita di una giovane madre che da tempo denunciava una situazione familiare ormai invivibile che l’aveva convinta a separarsi dal marito violento, è stata spezzata a soli 31 anni; tre giovanissime bimbe saranno costrette a crescere senza l’amore della loro madre.

Il sindaco di Iglesias, Emilio Gariazzo, ha proclamato il lutto cittadino per il giorno dei funerali di Federica Madau. Decisione lodevole, alla quale però ora, da parte di tutte le istituzioni, ne dovranno seguire altri, concreti, a sostegno di quanti, ogni giorno, in silenzio, operano volontariamente per sostenere le tante, troppe donne, che si ritrovano in situazioni analoghe a quella che ha portato alla tragica fine di Federica Madau.

io-non-ho-paura-3

 

 

 

 

[bing_translator]

Gli Stati Generali Delle Donne della Sardegna ed il centro Anti Violenza “Io non ho paura”, in preparazione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne fissata per il 25 novembre, sabato 5 novembre realizzeranno la Panchina Rossa nella Piazza Sella di Iglesias. L’inizio della manifestazione che servirà a sensibilizzare i cittadini a questa grave piaga sociale, avrà inizio alle ore 10.00. Una panchina verrà dipinta di rosso per ricordare tutte le vittime del femminicidio.

Questa mattina abbiamo intervistato Francesca Ena, coordinatrice regionale degli Stati Generali Delle Donne della Sardegna, da anni impegnata, tra mille difficoltà, nel sostegno delle donne vittime di questa grave piaga sociale, in allarmante crescita anche nel Sulcis Iglesiente.

io-non-ho-paura-1io-non-ho-paura-4 io-non-ho-paura-2 io-non-ho-paura-3

 

 

Il rogo di Norfieddu

La festa di Carnevale in Centro Storico, prevista per martedì 4 marzo è stata rinviata, a causa del persistere del maltempo, a sabato 8 marzo. Dalle ore 16.30 le scuole di danza della città, Milly’s Angels D&F Center di Milena Perra, D.N.A. di Veronica Medda, Francesca Ena della Palestra Alias Gym e Azzurra 2000 di Davide e Rosa Colella animeranno le vie del Centro. Saranno presenti quattro gruppi rappresentanti i Carnevali Storici della Sardegna: Ula Tirso, Gavoi, Ortueri e Neoneli.

In Piazza Lamarmora ci sarà una degustazione di dolci di carnevale a cura dell’IPSIA “Galileo Ferraris” in compagnia del Drag Show di Velena, Delya Incruè e An-Jefree.

Al termine della sfilata, sulla scalinata di Piazza Sella, dopo aver girato per le vie del centro, sarà dato al rogo Norfieddu, a cura del Gruppo Folk “Città di Iglesias”. Dopo il rogo, si svolgerà in Piazza Sella un divertente spettacolo di Cabaret che prevede la partecipazione di Alverio Cau (comico presentatore), Zamu (prestigiatore illusionista), Ignazio Delizia (comico, leader del gruppo storico “Is ammakiaus”, Francesco Porcu (comico della trasmissione “Fuori onda”), Federica Urracci (cantante), Francesca Murgia (comica con partecipazione a Lapola con Miss Bidda), Cossu e Zara (comici).