20 October, 2021
HomePosts Tagged "Francesco Cicero"

[bing_translator]

Nessun caso positivo all’interno della Comunità-alloggio “Papa Giovanni XXIII”, che opera nel comune di Ortacesus.
Ad annunciarlo è il commissario del comune della Trexenta, Francesco Cicero, che sottolinea come le autorità sanitarie competenti abbiano eseguito gli accertamenti sanitari a 52 tra ospiti, operatori sanitari, dipendenti e tutte le persone che, a vario titolo, frequentano la struttura, senza che sia stato accertato nessun caso positivo di contagio al virus Covid-19.
«L’Amministrazione comunaleafferma Francesco Cicero in questo momento difficile di diffusione della pandemia, ha rispettato e fatto rispettare in modo rigoroso tutti i protocolli sanitari delle autorità competenti, mettendo al primo posto la salute dei cittadini.»

In questa prima fase, per quanto di competenza, si è proceduto a sanificare le strade comunali, in particolare le zone più sensibili, e i locali della sede del Municipio, con la collaborazione dell’Arciconfraternita del Santissimo Rosario.

«È stata data la possibilità ai dipendenti comunaliprosegue il Commissariodi usufruire del “lavoro agile” da casa, facendo salva la presenza fisica per i servizi essenziali. L’attività amministrativa si è svolta senza interruzioni, ed è stato garantito l’accesso agli uffici previo appuntamento via email e/o telefono.»

Sono state consegnate, inoltre, 2030 mascherine alla Comunità integrata V. Porceddu, e altre 970 alla Comunità alloggio Papa Giovanni XXIII, oltre che a ulteriori 190 mascherine al personale che svolge il servizio di assistenza domiciliare, e 99 ai dipendenti comunali.
«Ad oggi, sono stati consegnati i “Buoni spesa” a 14 famiglie che ne hanno fatto richiesta e sono risultate in possesso dei requisiti previsti dalle recenti disposizioni in materia. Nei prossimi giorni verrà pubblicato un nuovo bando che consentirà di erogarne degli altri. Sarà nostra curaconclude Francesco Cicerointervenire con ulteriori iniziative, qualora necessarie, al fine di tutelare la salute dei cittadini, nel rispetto rigoroso della normativa vigente.»

[bing_translator]

Questa mattina sono state eseguite la sanificazione e la disinfestazione del centro abitato di Ortacesus, disposte dal commissario straordinario del comune della Trexenta, Francesco Cicero, che ha chiarito come gli interventi siano stati previsti in particolare nelle zone più sensibili, come per esempio le case di riposo, e sono iniziate alle ore 8.00.

L’intervento, reso possibile grazie al prezioso contributo della Confraternita religiosa del Santissimo Rosario di Ortacesus, è stato eseguito dalla Protezione Civile “Valenza Marmilla”.

 

 

[bing_translator]

Lo Sport come strumento di inclusione sociale, in campo e fuori. È lo scopo del Panathlon Cagliari, che il 10 novembre, alle ore 10.30, in occasione del Turisport organizza alla Fiera un Convegno dal titolo “Lo sport come strumento di integrazione”, in collaborazione con il Coni regionale e l’assessorato delle Politiche sociali del comune di Cagliari. Un’occasione per ribadire l’importanza dello Sport sui temi correlati alle problematiche migratorie, cercando di rendere sempre più facile l’accesso alla pratica sportiva, nel rispetto delle pari opportunità di genere e sensibilizzando gli operatori del settore. 

Nel corso del convegno porterà la propria testimonianza Josiah Timothy Tinat, atleta nigeriano, che, dopo varie esperienze in diverse discipline sportive nel suo Paese e in Europa, si è trasferito in Sardegna, sposandosi con una ragazza sarda, ed è stato ingaggiato dal Cus Cagliari nel 2007, diventando una colonna dell’hockey sardo.

Oltre al presidente del Panathlon Cagliari, Francesco Cicero, e al Governatore del Panathlon area Sardegna, Lello Petretto, interverranno anche la prof.ssa Anna Maria Carta (Comitato Sardo di Solidarietà), Ferdinando Secchi, assessore alle Politiche Sociali e Salute del comune di Cagliari, e Gianfranco Fara, Presidente del Coni Sardegna. Modererà il convegno il giornalista Lello Caravano.

[bing_translator]

Una grande serata di sport insieme ai due tra i maggiori artefici di questa bellissima stagione dei rossoblù. Si è svolto ieri sera l’incontro organizzato dal Panathlon, in collaborazione con l’associazione “Riprendiamoci la Sardegna”, che ha visto come ospiti illustri l’allenatore del Cagliari Massimo Rastelli e il suo vice Nicola Legrottaglie.

I due mister hanno passato alcune ore con i rappresentanti dell’associazione culturale in campo sportivo al Caesar’s Hotel, parlando dell’ottimo cammino compiuto dalla squadra in questo campionato, che sta volgendo ormai al termine, e che ha visto la compagine rossoblù raggiungere la quota salvezza con ben quattro giornate di anticipo.

Nel corso dell’incontro, moderato dal giornalista Mario Frongia, c’è stata l’occasione anche di tracciare un bilancio sui risultati ottenuti dall’allenatore campano in queste due stagioni sulla panchina del Cagliari, autore nella passata stagione di una promozione dalla serie B alla serie A a dir poco sensazionale.

«Sono qui perché credo nei valori fondanti del Panathlon, che sono il rispetto e la lealtà – ha detto Massimo Rastelli, che insieme a Nicola Legrottaglie ha ricevuto dal presidente del Panathlon Francesco Cicero una targa in ricordo dell’evento -. Si può vincere o perdere, ma l’importante alla fine è aver dato tutto.»

Massimo Rastelli ha concluso con una battuta sul suo futuro, confermando la sua intenzione di restare sulla panchina rossoblù anche la prossima stagione.

[bing_translator]

Francesco Cicero è il nuovo presidente del Panathlon Club Cagliari. Lo ha deciso l’Assemblea ordinaria dell’associazione non governativa, che ha rinnovato le cariche sociali per il biennio 2017/2018.

Francesco Cicero è stato eletto all’unanimità, mentre sono stati eletti nel Consiglio direttivo Antonio Mura, Maurizio Farci, Renato Figari, Gesualdo Gorini, Giuliano Lodes, Luigi Cossu, Giorgio Onano.

Francesco Cicero, 72 anni, calabrese di Cropalati (Cosenza) e cagliaritano di adozione da più di quarant’anni, è stato dirigente del comune di Cagliari per più di 20 anni, direttore generale in Regione e Commissario in vari Comuni dell’Isola. Ha vissuto a Torino e Milano, prima di scegliere il capoluogo sardo. Qua ha cominciato a lavorare come funzionario all’Università, in Giurisprudenza, dove si è laureato, e nel 1988 è entrato in Comune. Attualmente in pensione, è socio Panathlon dai primi anni ‘90.

Il Panathlon, associazione non governativa, senza fini di lucro, aconfessionale, apartitica, senza distinzione di razza o di sesso, si impegna per l’affermazione degli ideali sportivi e dei suoi valori umani e culturali per la formazione delle persone.