27 May, 2022
HomePosts Tagged "Justin Timberlake"

[bing_translator]

Un bilancio lusinghiero per la stagione 2017 e l’annuncio di importanti eventi già dalla primavera del 2018. Franco Mulas, Area Manager Costa Smeralda di Marriott International, che gestisce gli alberghi per conto di Qatar Holding, ha elencato questa mattina, nel corso di una conferenza stampa al Cervo Hotel di Porto Cervo, i risultati in termini di presenze e fatturato per i quattro alberghi Cervo, Cala di Volpe, Pitrizza e Romazzino nell’anno appena concluso.

Il fatturato complessivo nel 2017 ha registrato un incremento del 10% sull’anno precedente e per il 2018 si punta a una crescita di un altro 10%. Le camere occupate sono cresciute nel 2017 del 17,3% rispetto all’anno precedente e per il 2018 si prevede un incremento di un ulteriore 13%. Risultati di rilievo sulle presenze turistiche che si sono riflettute nell’incremento della spesa per il personale, con un aumento del 9% sul 2016 e si prevede un’ulteriore crescita del 7% per quest’anno. Marriott International ha pagato 17 milioni e mezzo di euro in stipendi, con una crescita del 9% rispetto al 2016.

«Risultati che sono arrivati grazie ad azioni commerciali e di distribuzione che hanno riguardato l’Europa e l’America – ha spiegato Emanuele Massolini, direttore Revenue Management & Business Development Area Costa Smeralda di Marriott International -. L’occupazione delle camere è aumentata sia nei periodi di spalla, ma anche nei mesi di luglio ed agosto. L’arrivo di gruppi e la realizzazione di eventi nel mese di maggio e settembre hanno consentito di attirare clientela anche in mesi considerati di bassa stagione. Il Cala di Volpe ed il Pitrizza hanno potuto chiudere entrambi il 7 ottobre anche grazie all’arrivo di clientela individuale. Abbiamo certamente tratto beneficio dalla programmazione di voli sull’aeroporto di Olbia a partire da marzo e fino ad ottobre – conferma Massolini -. Per il 2018 stiamo lavorando per sfruttare al massimo la rete commerciale e di distribuzione del gruppo Marriott International che ci permetterà di essere presenti in maniera capillare su tutti i mercati internazionali a livello globale.»

La parola d’ordine è quella di estendere la durata della stagione turistica e nel 2018 si intende confermare il trend positivo registrato l’anno scorso. I mercati di riferimento per gli alberghi della Costa Smeralda si confermano quello Usa, al primo posto, seguito da quello Uk, Italia, Germania-Svizzera e Russia. Mercati che insieme contano oltre il 50% della clientela degli alberghi che Marriott International gestisce per conto della proprietà di Qatar Holding.

La grande novità della stagione 2018 sarà l’apertura del Cala di Volpe già dal mese di aprile. L’occasione sarà un grande vento internazionale ospitato a Porto Cervo: si tratta di “Engage Summit”, la fiera che ospita gli organizzatori di matrimoni e valorizza il business che ruota attorno ai “fiori d’arancio” rappresentato da operatori provenienti da tutto il mondo. Dal 25 al 28 aprile Cala di Volpe e Romazzino ospiteranno oltre 300 professionisti del settore, in un workshop che vedrà incontrarsi wedding planner ed albergatori, insieme a tutti gli operatori che lavorano all’organizzazione delle nozze. “Si tratta di una straordinaria occasione per portare la Costa Smeralda e tutta la Sardegna al centro dell’attenzione internazionale – spiega Franco Mulas -. Si tratta solo della terza volta che questo evento viene ospitato in Europa e, ovviamente, la prima nell’isola. I nostri partner potranno presentare i loro prodotti a una potenziale clientela proveniente da tutto il mondo”.

«Questo evento consente di dare visibilità alla Sardegna a livello internazionale, portandola nel cuore della destinazione più esclusiva e proponendola come tale nel segmento dei matrimoni – sottolinea Claudio Cadeddu, direttore Sales e Marketing Area Costa Smeralda per Marriott International -. La centralità dell’isola nella programmazione di questi primi appuntamenti in Costa Smeralda è confermata da altri due eventi di primo piano.»

Il primo sarà il congresso nazionale di Federalberghi, che si svolgerà dal 3 al 5 maggio al Conference Center di Porto Cervo. Seguito dall’assemblea nazionale di Federagenti, in rappresentanza degli agenti marittimi italiani, che si terrà dall’11 al 14 maggio tra il Cala di Volpe e il Conference Center. All’interno di questo programma, ci sarà il consueto appuntamento con il “Forum del lusso possibile”. «Sono queste le iniziative di cui ha bisogno un’isola, anche la Costa Smeralda, per promuovere il territorio e creare ottime ragioni per venire in Sardegna nei mesi di spalla – aggiunge Franco Mulas -. Nella logica di offrire nuovi servizi, apriremo la spa al Romazzino. Sarà gestita da noi con l’ausilio di un brand internazionale. Il prossimo anno inaugureremo la spa anche al Pitrizza e stiamo lavorando poter offrire il medesimo servizio anche all’hotel Cervo e al Cala di Volpe dove verrà riaperto il beach bar. Un espediente importante per attrarre la generazione dei millennials che in questo momento è la componente mancante della nostra clientela».

Cristina Gattu, Digital Marketing coordinator Marriott International per la Costa Smeralda, spiega: «Supportiamo la strategia aziendale anche attraverso i canali online e digital. L’estensione degli eventi risponde all’obiettivo di attrarre nuove generazioni e dare a questo tipo di ospiti dei nuovi servizi. Daremo un’ampia offerta delle attività da fare nei mesi centrali della stagione e in quelli di spalla».

Dal 18 al 21 maggio al Conference Center di Porto Cervo confermato l’appuntamento con il Wine&Food Festival, che quest’anno festeggia i dieci anni di vita. «Continua la nostra azione di promozione dei prodotti sardi ed italiani – spiega Franco Mulas, Area Manager Costa Smeralda di Marriott International -. Sarà un grande appuntamento con tantissime novità». Prosegue poi a gonfie vele “Taste of Sardinia”, il programma che porta l’eccellenza dell’hotel Cala di Volpe e la grande tradizione enogastronomica della Sardegna nei più esclusivi resort di tutto il mondo. La novità per il 2018 sarà la partnership con Albany Bahamas, resort esclusivo nelle isole a est della Florida, gestito da un fondo di investimento di cui fanno parte, tra gli altri, il campione di golf Tiger Woods e il cantante ed attore Justin Timberlake. La brigata di cucina del Cala di Volpe, capitanata dallo chef Maurizio Locatelli, si trasferirà alle Bahamas dal 26 febbraio al 16 aprile. Confermati gli altri appuntamenti di “Taste of Sardinia” in giro per il mondo: da Londra a Miami, Tel Aviv e Mosca, New York, Palm Beach, Azerbaijan e Kazakistan.

Gli hotel di proprietà della Qatar Holding in Costa Smeralda gestiti dal gruppo Marriott International confermano anche per il 2018 un’attenzione massima per lo sport. «A maggio – conclude Franco Mulas – avremo un torneo internazionale di paddle al quale parteciperanno i campioni mondiali della disciplina e daremo seguito ai tornei di tennis che, come nelle precedenti stagioni, ospiteranno i fuoriclasse delle racchette. Tra le conferme immancabili, i due concerti con cena di gala al Cala di Volpe in programma il 29 luglio e il 12 agosto».

[bing_translator]

Titoli di coda, nel fine settimana a Cagliari, per la seconda parte di Creuza de Mà, il festival di musica per cinema diretto dal regista Gianfranco Cabiddu, quest’anno alla sua edizione numero undici. 

La giornata di domani (sabato 4) prende il via alle 10.00, nell’Aula Porrino del Conservatorio, con l’ultima masterclass sul suono nel cinema: montaggio e suono il tema trattato da Marco Spoletini, montatore per il cinema e la televisione. 

A mezzogiorno, si parla invece dell’Associazione Compositori Musiche da Film con Riccardo Giagni (una lunga carriera nel settore della discografia in qualità di autore, arrangiatore e produttore per Matia Bazar, Miguel Bosé, Cristiano De André, e nel settore del cinema con colonne sonore per Marco Bellocchio, Mimmo Calopresti, Sabina Guzzanti), Pivio e Aldo De Scalzi (autori di musiche per numerosi film e serie televisive, vincitori del David di Donatello per “Song’e Napule”, il Nastro d’argento e il Globo d’oro per “Il Bagno Turco” di Ferzan Ozpetek; loro anche le musiche di “Ammore e malavita”, in programma la sera prima al festival). Nata quest’anno per iniziativa di un nucleo di compositori (soci promotori sono Giuliano Taviani, Stefano Mainetti, Kristian Sensini, Stefano Caprioli e lo stesso Pivio; presidente onorario Ennio Morricone) come risposta al dilagare della dispersione di regole e meccanismi certi, l’ACMF si pone l’obiettivo di promuovere l’azione dei compositori di musica da film come disciplina autoriale e identitaria e difenderne i diritti.

Ultime proiezioni, nel pomeriggio, al Cinema Odissea (ingresso gratuito) dove si completa, con un focus su Enzo Avitabile, il “capitolo” che il festival ha voluto dedicare in questa sua undicesima edizione alla musica e al cinema di Napoli. Si comincia alle 16.00 con “Indivisibili” di Edoardo De Angelis, film che ha raccolto tanti allori anche per le musiche di Avitabile, agli ultimi David di Donatello, Ciack d’oro, Nastri d’argento e Globo d’oro: un film “sulla separazione e sul dolore che comporta”, protagoniste due gemelle siamesi (impersonate da Angela e Marianna Fontana) che cantano ai matrimoni e alle feste e danno da vivere a tutta la famiglia, fino a quando non scoprono di potersi dividere.

Enzo Avitabile è poi il protagonista del successivo film in programma (alle 18.00), “Music Life”: un documentario che racconta la vita e il talento dell’eclettico musicista napoletano, classe 1955, firmato nel 2012 da Jonathan Demme, il grande regista statunitense (Premio Oscar nel 1992 per la miglior regia per “Il silenzio degli innocenti”) scomparso lo scorso aprile, nelle cui opere la musica ha sempre avuto un ruolo importante: una passione che negli anni ha riversato in numerosi videoclip e, soprattutto, in documentari e cineconcerti acclamati dal pubblico e dalla critica su artisti come Neil Young, Justin Timberlake, i Talking Heads. Nato dalla stima reciproca tra Demme e Avitabile, “Music Life” racconta non solo il musicista napoletano, che ha fatto della continua ricerca e sperimentazione un segno distintivo, ma anche la sua città, con tutte le sue ricchezze e contraddizioni.

Alle 21 il festival Creuza de Mà si trasferisce all’Auditorium del Conservatorio (ingresso gratuito) per uno dei suoi momenti più attesi: preceduto da un incontro con il pubblico presentato da Riccardo Giagni, Enzo Avitabile (voce, sax e altri strumenti) si esibisce con Gianluigi Di Fenza alla chitarra classica e Emidio Ausiello alle percussioni in “Acoustic World”, un concerto che ripercorre la sua produzione dal 2003 a oggi.  

Creuza de Mà chiude la sua seconda parte domenica mattina (5 novembre) con un evento speciale proposto al centro d’arte e cultura ExMà (in via San Lucifero) in collaborazione con lo European Jazz Expo, il festival in corso a Cagliari da martedì: a mezzogiorno tiene banco il trombonista Mauro Ottolini alla testa dei suoi Sousaphonix con le musiche del suo progetto dedicato a un’icona del cinema muto, Buster Keaton; a seguire il CinematiCA DJ set, una selezione di musica per film a cura di Gianmarco Diana, ideatore e conduttore dell’omonima trasmissione in onda sull’emittente cagliaritana Radio X, e collaboratore abituale del festival Creuza de Mà, che concluderà la mattinata.

Calato il sipario sulla sua seconda parte, altri appuntamenti attendono nelle settimane successive Creuza de Mà. Ecco, dunque, la collaborazione con l’associazione culturale Tra Parola e Musica – Casa di suoni e racconti per la prima edizione della rassegna di cineconcerti “Sinestesie”, con le sonorizzazioni dal vivo di film d’epoca proposte dai gruppi Dancefloor Stompers, Scisma – Short Cut e Skull Cowboys, rispettivamente di scena giovedì 9, il 16 e il 23 novembre al centro di produzione per lo spettacolo Intrepidi Monelli (in viale Sant’Avendrace, 100).

In collaborazione con il Conservatorio di Cagliari ecco invece, dal 4 al 9 dicembre, la seconda edizione del corso di tecnica di composizione musicale per il cinema condotto da Franco Piersanti e intitolato a Sergio Miceli, il musicologo scomparso nel 2016, che per primo ha contribuito, attraverso la sua ultratrentennale attività di ricerca, a inserire la storia e l’analisi della musica per film nell’ambito delle discipline accademiche. Una preziosa opportunità per compositori e musicisti di conoscere e affinare le tecniche della drammaturgia musicale applicata al cinema con uno dei più rappresentativi autori del settore.

Arena Mirastelle copia

Giovedì 10 luglio, alle 21.30, presso l’Arena Mirastelle, in Piazza Roma, a Carbonia, è in programma il secondo appuntamento della rassegna “Cinema Sotto Le Stelle” con la proiezione del film “A proposito di Davis” dei fratelli Coen.

La manifestazione “Cinema sotto le Stelle 2014” è articolata in sei serate per altrettanti titoli che accompagneranno gli appassionati di cinema del territorio in un affascinante percorso fatto di storie, immagini e suoni che si ripeterà tutti i giovedì sera alle 21.30, fino al 7 agosto, nel suggestivo spazio a cielo aperto dell’Arena Mirastelle.

La rassegna “Cinema sotto le Stelle 2014” è organizzata dal Centro Servizi Culturali di Carbonia Iglesias della Società Umanitaria, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Carbonia, in collaborazione con le associazioni Sonebentu, Luis Bunuel (Arci/Ucca) e La Miniera (FICC).

Il film “A proposito di Davis” (con Oscar Isaac, Carey Mulligan, Justin Timberlake, Ethan Phillips, Robin Bartlett) racconta la storia di Davis, giovane cantante folk che cerca faticosamente di farsi strada nel mondo musicale del Greenwich Village del 1961. Davis è tormentato da ostacoli che sembrano insormontabili, alcuni dei quali creati da lui stesso. Parte per un viaggio che lo porterà dalle “baskethouses” del Village (i caffè newyorchesi in cui i musicisti vengono pagati dal pubblico con soldi raccolti in un cestino) ad un club deserto di Chicago per un’assurda odissea in un’audizione con un potente impresario musicale.

I prossimi appuntamenti in programma per la rassegna “Cinema sotto le Stelle 2014” sono:

• 17/07/2014 ore 21.30 – Kiki consegne a domicilio
• 24/07/2014 ore 21.30 – Song’e Napule
• 31/07/2014 ore 21.30 – Dallas Buyers Club
• 07/08/2014 ore 21.30 – Venere in pelliccia

Il costo dei biglietti è di 4 euro (posto unico non numerato), 3 euro per i giovani fino ai 21 anni e per gli associati ai circoli del cinema FICC e ARCI/UCCA. Il botteghino aprirà un’ora prima dell’inizio di ciascuno spettacolo presso la biglietteria del Cine-Teatro Centrale.