25 September, 2022
HomePosts Tagged "Marco Frau"

[bing_translator]

Sabato 11 marzo, dalle ore 17.00 alle ore 20.00, si terrà a Cagliari, nella sede della Fondazione Banco di Sardegna, in via San Salvatore da Horta, una conferenza dal titolo “Cyberbullismo, crimine e prevenzione”, organizzata dallo staff di Rosadigitale, con il patrocinio del comune di Cagliari.

Rosadigitale è un movimento fondato da Sara Broi a Cagliari nel novembre 2015, che si prefigge l’obiettivo di abbattere le disuguaglianze di genere in campo tecnologico attraverso un’informazione mirata, eventi partecipativi e formazione costante.

La conferenza, inserita nel ciclo di eventi della settimana di Rosadigitale (4-12 marzo 2017), affronterà il delicato tema del cyberbullismo e dei reati informatici, discutendo linee di prevenzione mirate e in relazione all’età dell’utente, promuovendo un’educazione digitale e un uso più consapevole degli strumenti informatici e della rete. L’uso improprio delle tecnologie è un fenomeno che sta dilagando nella società odierna, specialmente tra i giovani, portando talvolta conseguenze tragiche e incontrollabili. Si parlerà a tal proposito anche dei danni psicologici in cui incorrono le vittime e delle strategie educative che le famiglie, le istituzioni e la scuola  potrebbero mettere in atto per contrastare il problema.

Ai lavori, coordinati dal referente di Rosadigitale per la Sardegna Marco Frau, prenderanno parte Mauro Casula, amministratore di sistema presso il PRA-lab – DIEE – Unica, Matteo Sesselego, esperto di sicurezza informatica, Davide Costa, ideatore del software SARDU – SARDUx, Giovanni Battista Gallus, avvocato e esperto di reati informatici, e Daniela Trudu, pedagogista clinica.

[bing_translator]

Sabato 11 marzo, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, si svolgerà nell’Aula Magna Capitini della Facoltà di Magistero la Conferenza dal titolo “Tecnologia e disuguaglianze di genere”, organizzata dal movimento Rosadigitale e dai suoi referenti per la Sardegna Patrizia Lampis e Marco Frau.

Rosadigitale è un movimento nazionale, fondato proprio a Cagliari nel novembre 2015, che si occupa di Pari opportunità in ambito tecnologico e si prefigge l’obiettivo di abbattere la disuguaglianza di genere. “The conquest is information”, ovvero “la conquista è informazione”, è il motto del movimento che ne interpreta completamente lo spirito e il compito di avvicinare il mondo femminile a quegli ambiti, quali scienza, tecnologia e informatica, che per stereotipo sono ritenuti da sempre maschili.

La conferenza, con il patrocinio del comune di Cagliari, è inserita nel ciclo di eventi della settimana del RosaDigitale (4-12 Marzo 2017) e vedrà coinvolti diversi esperti del settore che racconteranno la loro esperienza in  materia e stimoleranno un dibattito costruttivo con gli studenti dell’Ateneo.

Interverranno la presidente e fondatrice di Rosadigitale Sara Broi, la referente internazionale di Rosadigitale Liliana de los Rios, la vicepresidente della Commissione Pari opportunità della Regione Sardegna Barbara Congiu, il presidente del corso di laurea in Scienze della comunicazione Elisabetta Gola, la docente di Informatica nel Dipartimento di Matematica dell’Università di Cagliari Nicoletta Dessì, il docente di grafica all’Accademia d’Arte Santa Caterina Stefano Obino, l’ingegnere elettronico Romina Lobina, la giornalista e attivista digitale Manuela Vacca, la docente di Psicologia sociale, del lavoro e delle organizzazioni Cristina Cabras. Saranno presenti anche gli altri collaboratori dello staff di RosaDigitale Manuela Ennas, Matteo Sesselego e Matteo Enna.

I petali rosa che identificano gli eventi organizzati dal movimento non vogliono significare un’affermazione di diversità fra uomo e donna, ma semmai rimarcare la necessità delle donne di inserirsi in contesti nei quali ancora faticano ad essere presenti e ad avere un giusto riconoscimento, con azioni concrete che mirino al superamento del gender gap e conducano i giovani e la società futura ad una parità sotto ogni aspetto.

[bing_translator]

Phytoness_official

Laura, Maurizio, Giorgia, Silvio sono quattro ragazzi di Carbonia, Iglesias e Cagliari, che partecipano all’ambizioso progetto, organizzato dall’Università di Cagliari, allo scopo di promuovere l’imprenditorialità giovanile.

Maurizio Olla, 45 anni, è un dottore di ricerca in chimica, è la colonna portante di questa idea imprenditoriale, è infatti il responsabile della ricerca e sviluppo.

Laura Ferrara, Giorgia Vinci e Silvio Rizzi, rispettivamente 21, 23 e 25 anni, studiano economia e gestione aziendale a Cagliari e si occupano della gestione economica del progetto.

Collabora con il gruppo Marco Frau, 19 anni, che cura la realizzazione e gestione del sito internet.

Phytoness è il nome che hanno dato alla loro start-up, phyto dal greco “pianta” e ness dall’inglese “stato”, quello che vogliono trasmettere, anche attraverso il nome, è l’attenzione verso il regno vegetale che diventa una risorsa sempre più importante, a maggior ragione nella provincia di Carbonia Iglesias, nota ormai come la provincia più povera d’Europa.

Insieme, stanno portando avanti un progetto d’impresa che prevede lo sviluppo di un kit per poter effettuare analisi fogliari autonomamente, che aiuterà agricoltori e agronomi nell’individuazione di scompensi nutrizionali nelle piante, permettendo di ottenere risultati immediati, correggendo e mirando la concimazione secondo le reali esigenze della pianta, riducendo gli sprechi e migliorando la qualità dei prodotti.

La differenza di età nel loro caso, non è stata un ostacolo, sono infatti un team coeso e affiatato, credono fermamente nella loro idea e sperano che i loro sogni diventino presto realtà.