22 June, 2021
HomePosts Tagged "Mario Ferraro"

[bing_translator]

Ultimi posti disponibili per la prima edizione dei corsi di inglese gratuiti dedicati ai bambini dalla II alla V della scuola primaria, promossi da Smeralda Holding,  società del gruppo  Qatar Holding.

Dal 21 ottobre i più piccoli, residenti nei comuni di Arzachena e di Olbia, avranno la possibilità di frequentare lezioni gratuite di inglese una volta a settimana. Il corso ha una durata complessiva di 12 ore. I posti saranno assegnati in base all’ordine cronologico di iscrizione. Inoltre, alla fine del corso sarà rilasciato un attestato di frequenza.

I corsi  sono tenuti da docenti madrelingua qualificati e in possesso dei titoli di accesso all’insegnamento della The English School.

«I corsi di lingue rivolti ai più piccoli sono stati istituiti dopo un attento lavoro di ascolto delle esigenze della comunità locale – ha dichiarato Mario Ferraro, amministratore delegato di Smeralda Holding. Siamo quindi particorlamente soddisfatti di poter sostenere questa importante iniziativa formativa rivolta ai più piccoli. Lo sviluppo sociale ed economico del territorio passa anche e soprattutto attraverso la formazione dei più giovani.».

L’offerta della “Smeralda Language Academy” si arricchisce ogni anno grazie al prezioso confronto con tutti i corsisti che hanno partecipato alle edizioni precedenti: dal 2014, anno di lancio dell’iniziativa, sono stati oltre 600 gli studenti formati, dagli impiegati in uffici pubblici ai dipendenti di azienda, dagli studenti a chi è in cerca di occupazione.

A ottobre sono partiti inoltre i corsi gratuiti di inglese e francese per adulti, i corsi di tennis e padel e dal 20 ottobre partirà anche il corso di golf. Tutte queste iniziative fanno parte di “Smeralda Holding per il territorio”, il programma attraverso il quale la società parte di Qatar Holding, individua e promuove progetti per lo sviluppo sostenibile del territorio, contribuendo al benessere della comunità in cui opera.

Olbia.

Il municipio di Arzachena.

[bing_translator]

Si è riunita questa mattina presso il Conference Center di Porto Cervo, presieduta dall’avv. Renzo Persico, l’Assemblea Generale del Consorzio Costa Smeralda – associazione nata nel 1962 per volontà del principe Karim Aga Khan – che ha analizzato attività e programma, bilancio consuntivo e bilancio previsionale e ha proceduto al rinnovo del Consiglio di Amministrazione.

L’Assemblea ha confermato il giudizio positivo in merito all’operato del Consorzio – presieduto dall’Avvocato Renzo Persico – che ha raggiunto un record di consensi con il 90% dei voti favorevoli sul totale dei rappresentati in assemblea, raccogliendo il favore di molti dei più importanti consorziati storici.

L’Assemblea ha quindi proceduto all’elezione del nuovo Consiglio di Amministrazione per il prossimo quadriennio: il cda sarà composto da Mario Ferraro, Franco Mulas, Davide Cerea e Renzo Persico.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione, riunitosi al termine della Assemblea, ha nominato Renzo Persico come Presidente del Consorzio Costa Smeralda e Mario Ferraro come Vice Presidente.  Inoltre è stato riconfermato Massimo Marcialis come Direttore Generale.

Nel suo discorso ai consorziati, il presidente Renzo Persico ha evidenziato come «sempre il Consorzio rappresenti un’istituzione insostituibile per la conservazione e lo sviluppo della Costa Smeralda, garante e tutore della sua immagine e territorio, paradiso naturale conosciuto e apprezzato in tutto il mondo e visto in molti casi come modello di riferimento di sistema turistico. Il suo lavoro e il senso di responsabilità che ha dimostrato nel tempo sono sotto gli occhi di tutti e conferma il nostro centro turistico come riferimento di qualità, grazie all’attività del Consorzio che ha come obiettivo primario quello di far sì che il patrimonio progettato, realizzato e vissuto da ognuno di noi mantenga il suo valore e lo aumenti. Assistenza medica dedicata (anche 24 ore su 24), squadre antincendio equipaggiate, guardiania, parcheggi riservati ai consorziati, depurazione di acque reflue, pulizia delle spiagge, gestione e pulizia delle strade, illuminazione pubblica, gestione del verde pubblico, realizzazione di eventi e la costituzione del Comitato di architettura sono solo alcune delle attività a cui è chiamato il Consorzio Costa Smeralda, per rendere la Costa Smeralda più accogliente, più vivibile e più accessibile, per i consorziati ma anche per i turisti italiani e internazionali».

«Stiamo promuovendo un grande processo di rinnovamento – ha detto Mario Ferraro, vice presidente del Consorzio Costa Smeralda – con investimenti per oltre 6 milioni di euro nel prossimo biennio. Il Consorzio lavora secondo un piano strategico quinquennale avviato nel 2017 che punta a rivitalizzare la Costa Smeralda e favorire la realizzazione di progetti volti allo sviluppo della destinazione, per venire incontro alle le mutate esigenze e i crescenti flussi turistici, rendendo la Costa Smeralda più attrattiva, diversificando e ampliando l’offerta dei servizi erogati a consorziati e turisti.»

L’Assemblea ha inoltre approvato il bilancio consolidato di esercizio 2018, chiuso con ricavi a 11,312 milioni di euro, di cui circa il 62% da quote versate dai 3.889 consorziati.

Il territorio del Consorzio Costa Smeralda si estende su un’area di circa 3.114 ettari e su un confine costiero di oltre 55 chilometri, di cui 96,3% di superficie verde, e i cui membri sono 3.889 persone fisiche o giuridiche: oggi il Consorzio Costa Smeralda rappresenta «l’area gestita da privati» più vasta d’Europa.

«Un’area che, grazie al contributo di tutti – sottolinea Massimo Marcialis, Direttore Generale del Consorzio Costa Smeralda – ha saputo incrementare il proprio valore in maniera molto importante: se nel 2007, ultimo periodo prima della grande recessione, il valore era pari a 10.900 euro al metro quadro, oggi, secondo i più recenti dati 2018 della Banca dati dell’Agenzia delle Entrate, il valore è cresciuto a 13.000 euro al metro quadro, con un aumento rispetto al 2007 del 19,3%, a fronte di un calo medio nazionale di circa il 25%. Crediamo che sia qualcosa di unico, una performance di cui siamo orgogliosi e su cui ha inciso anche la nostra organizzazione consortile

Nel prossimo biennio saranno realizzate infrastrutture, come i parcheggi (Porto Paglia, all’ingresso del villaggio Porto Cervo e alla Marina di Porto Cervo), l’abbattimento di barriere architettoniche nel centro di Porto Cervo e la realizzazione di marciapiedi a Cala del Faro e all’ingresso Liscia Ruja del Cala di Volpe, ma il Consorzio lavora anche a progetti unici come le isole ecologiche a scomparsa, di cui sarà protagonista via Romazzino, unitamente al rinnovamento del verde urbano, come all’ingresso principale di Porto Cervo; inoltre il Consorzio provvederà a consolidare ulteriormente i servizi con una partnership esclusiva con il Mater Olbia.

A queste attività si aggiungono obiettivi del piano strategico che entro il 2024 punta a un riposizionamento globale dell’immagine della Costa Smeralda, al recupero dell’autorevolezza e alla valorizzazione dell’appartenenza al Consorzio, alla promozione della destinazione con la creazione di una community internazionale, partendo dalla considerazione che Costa Smeralda® non è un toponimo, ma un marchio registrato.

Inoltre, per incrementare il coinvolgimento della community internazionale, nel 2019 il Consorzio ha intrapreso innovative attività di comunicazione, tra cui:

  • – il portale Costa Smeralda (costasmeraldaportal.com), che contiene informazioni aggiornate su tutto ciò che riguarda la Costa Smeralda e la destinazione, con highlights sul mondo del lusso internazionale. Il portale rappresenta il canale di informazione ufficiale per la Costa Smeralda e diventerà nel tempo l’unico riferimento poiché, in virtù della registrazione del marchio, ogni altra fonte non autorizzata sarà progressivamente inibita. Il mondo digitale della Costa Smeralda®, riorganizzato nel portale, raggruppa tutti i siti di proprietà del Consorzio e i siti delle strutture consorziate – la cui adesione aumenta progressivamente (11 alla data attuale) – e rappresenta il veicolo più importante e più potente per la promozione della destinazione, con un potenziale di acquisizione traffico che ha già dato risultati sorprendenti a pochi mesi dalla messa online
  • – il tabloid mensile Costa Smeralda Journal, organo ufficiale del Consorzio, che si occupa dei consorziati e di tutto ciò che avviene nell’area della Costa Smeralda
  • – Handbook, il magazine ufficiale della Costa Smeralda con un’impostazione grafica outstanding ed una linea editoriale che spazia in tutti i campi dell’eccellenza internazionale
  • – un sistema di newsletter con diversi database esclusivi, unici nel loro genere
  • – il restyling del marchio e del logo Costa Smeralda.

[bing_translator]

E’ stato inaugurato questa sera, nell’area del Porto Vecchio, parallela all’ormeggio degli yacht, il Waterfront della Costa Smeralda, il luxury temporary store concepito come “salotto sul mare” di Porto Cervo, che per il secondo anno consecutivo ospita brand di fama mondiale, eventi inediti e atelier di lusso come Bentley, BMW, De Grisogono, Deodato Arte, Dolce&Gabbana, Jaguar Land Rover, Riva, San Lorenzo, Technogym, Mastercard, il cocktail bar e lounge di Nikki Beach, uno spazio dedicato alla promozione turistica del comune di Arzachena (Arzachena Turismo), nonché un programma di iniziative per i più piccoli con i personaggi di Warner Bros.

Nato per offrire ai visitatori di tutto il mondo l’esperienza di un ricco palinsesto di contenuti e di intrattenimento in una delle location più glamour d’Italia, il Waterfront Costa Smeralda, disegnato dall’architetto Giò Pagani e realizzato e gestito da Filmmaster Events per conto di Smeralda Holding, è un’irresistibile “via dello stile assoluto” con brand di fama mondiale, eventi musicali internazionali e atelier di lusso, incastonata in un panorama di eccezione lungo la banchina del Porto Vecchio. Un luogo dove trascorrere qualche piacevole ora di relax o l’intera serata assistendo ad uno degli spettacoli del programma estivo.

Ferro nero, legno e vetro sono i materiali usati sapientemente per la costruzione della struttura che si presenta come un esclusivo ed elegante salotto all’aperto circondato da luccicanti e invitanti vetrine. Lungo il percorso sono state realizzate diverse piazze espositive nelle quali sono posizionate autovetture e imbarcazioni. Così come nel 2018, nella zona antistante il ristorante Quattro Passi al Pescatore, sarà allestito il lounge-bar Nikki Beach che si propone con un nuovo layout del banco e dell’ampia zona salotto nella quale poter sorseggiare comodamente gli esclusivi cocktail dei suoi barman internazionali. Non mancheranno musica, animazione e divertimento che da sempre costituiscono l’anima del format del beach club di lusso.

Il sipario sul salotto smeraldino si è alzato sabato 6 luglio con il primo di una serie di concerti che animeranno la stagione. A inaugurare la serata l’imprenditore della ristorazione, nonché showman e musicista Joe Bastianich, che da protagonista di Waterfront 2018 ha passato virtualmente il testimone aprendo la nuova edizione con una esibizione insieme alla sua band Joe Bastianich Project. Sono saliti poi sul palco i Morcheeba, che hanno affascinato il pubblico per oltre un’ora con il loro mix di pop rock, alternative rock e indie rock. Al termine del concerto, un dj set ha fatto ballare gli ospiti fino a tarda notte.

Tanti eventi ed intrattenimento serale in programma al Waterfront 2019 che dispone di una nuova area predisposta per ospitare spettacoli di vario genere, musica, cabaret, prosa, con un palcoscenico modulabile in base all’evento in programmazione. Quest’anno sono previsti ospiti internazionali come i Planet Funk, i Bowland, un progetto hip-hop nato dall’incontro di tre studenti iraniani che hanno deciso di vivere a Firenze, Sophie Auster, cantautrice statunitense, figlia del celebre scrittore Paul Auster, che ha conquistato una sua indipendenza intellettuale con un album nel quale proponeva la sua personale interpretazione pop, folk e soft rock delle composizioni di grandi poeti classici e contemporanei, e Daddy G, musicista dei Massive Attack che darà libero sfogo alla sua grande conoscenza delle tecniche del mix.

Il programma completo è visibile sul sito www.waterfront-costasmeralda.com e prevede altri ospiti musicali, esibizioni di cabaret, presentazioni di libri e diverse iniziative di intrattenimento dedicate ai bambini per una Costa Smeralda sempre più kids friendly.

Un’altra novità del 2019 è rappresentata dalla completa riprogettazione e riorganizzazione dei canali digitali per offrire a tutti i brand partecipanti la possibilità di proporre i propri contenuti quotidianamente sia sul sito web del Waterfront sia sul profilo Instagram. Le nuove funzionalità del sito consentiranno il raggiungimento di un grande numero di utenti ed il loro coinvolgimento tempestivo e accattivante nella presentazione delle proposte e delle iniziative che sarà possibile trovare presso ogni pod.

«Waterfront Costa Smeralda rientra nel nostro piano strategico di diversificazione dell’offerta di intrattenimento e nasce con l’obiettivo di creare un polo di attrazione per l’estate di Porto Cervo – ha dichiarato Mario Ferraro, CEO di Smeralda Holding. Dopo il successo della scorsa edizione, che ha registrato oltre 180.000 visitatori, anche quest’anno Waterfront sarà un punto di incontro di riferimento per gli ospiti della Costa Smeralda grazie ai nuovi ingressi nel mix dei brand presenti nei pod, ma soprattutto al nuovo programma di eventi che propone ospiti sempre più internazionali. Per essere una destinazione non solo esclusiva ma anche interessante, sorprendente e beneficiare nel tempo del ricambio generazionale dobbiamo implementare progressivamente la nostra offerta di eventi e servizi rivolgendola anche a nuovi segmenti di mercato e ai nuovi consumatori. Waterfront 2019 e la sua proposta di musica, spettacoli, presentazioni di libri e iniziative per i più piccoli riuscirà senz’altro a rendere ancora più unica e memorabile la nuova stagione in Costa Smeralda.»

«Smeralda Holding ha riposto grande fiducia in noi – ha detto Andrea Varnier, Chief Executive Officer di Filmmaster Events. E’ un piacere lavorare per un progetto di lungo temine dall’alto contenuto consulenziale, dove possiamo mettere a disposizione la nostra esperienza nella gestione di progetti complessi e nella realizzazione di visitor experience di qualità. La nostra capacità di raccontare culture e di emozionare in tutto il mondo ci permette di dare un contributo importante anche nel settore del turismo.»

[bing_translator]

Gran finale per il Campus di calcio gratuito promosso da Smeralda Holding in collaborazione con il centro di formazione calcistica Leoni di Potrero: il fuoriclasse argentino Esteban Cambiasso, fondatore della scuola insieme al collega Javier Zanetti, ha guidato gli allenamenti dell’ultimo giorno e ha consegnato gli attestati di partecipazione ai 61 giovani aspiranti calciatori della comunità di Arzachena.

Come durante le giornate di Campus, sabato mattina presto i ragazzi erano tutti convocati al Campo Sportivo Comunale Andrea Corda di Abbiadori (Comune di Arzachena), dove, intorno alle ore 9.30, hanno accolto l’allenatore d’eccezione Esteban Cambiasso, approdato in Costa Smeralda appositamente per questo appuntamento con la comunità di Arzachena. Dopo tre giorni intensivi di allenamento con professionisti di alto livello, i piccoli partecipanti hanno potuto apprendere i trucchi e i segreti del celebre calciatore, allenandosi con lui per oltre due ore. A seguire, nell’emozione generale di grandi e piccini, è avvenuta la consegna degli attestati di partecipazione per mano dello stesso Cambiasso. La giornata si è poi conclusa in Piazza Padre Pio ad Abbiadori, con i sorrisi dei giovani aspiranti calciatori, soddisfatti ed entusiasti per aver partecipato al campus e aver stretto la mano all’ex calciatore argentino.

L’AD di Smeralda Holding Mario Ferraro ha dichiarato: «Abbiamo riscontrato un altissimo gradimento da parte della comunità locale nei confronti di questa iniziativa, dovuto in parte all’amore e alla passione che i giovani nutrono nei confronti di questo bellissimo sport e in parte al valore riconosciuto della scuola calcio Leoni di Potrero, che rappresenta un centro di formazione calcistica di eccellenza a livello internazionale. Sulla scorta di questo successo, ci impegniamo a ripetere in futuro iniziative come questa, volte a promuovere i valori educativi dello sport, inteso come occasione unica di crescita e di miglioramento soprattutto per le nuove generazioni.» 

Una mamma ha scritto alla Segreteria Organizzativa di Smeralda Holding: «Vorrei ringraziare tutto lo staff di Smeralda Holding e tutti gli organizzatori e istruttori della stupenda iniziativa del Camp di calcio Leoni di Potrero. È stato e rimarrà per mio figlio un’esperienza indimenticabile. Grazie per l’opportunità che gli avete regalato.» Le fa eco un’altra mamma: «Vi ho affidato mio figlio e lo rifarei mille volte ancora. Il nostro territorio ha bisogno di iniziative così».

Dopo i corsi di golf al Pevero Club, i corsi di tennis e padel al Cervo Tennis Club e l’iniziativa Canoa Kayak for Children, il Campus di calcio è una delle più importanti novità di quest’anno che hanno arricchito l’offerta di iniziative sportive dedicate alla comunità locale con l’obiettivo di avvicinare i più giovani allo sport e ai suoi valori, nell’ambito del programma di attività “Smeralda Holding per il Territorio”, promosso da Smeralda Holding.

 

[bing_translator]

Marina di Porto Cervo – società del Gruppo Smeralda Holding gestita da IGY Marinas – organizza, sabato 18 maggio 2019, “Smeralda Holding Day”, una giornata ecologica dedicata alla pulizia dei fondali marini  del porto di Porto Cervo sotto la supervisione della Guardia Costiera e grazie al contributo volontario di sub professionisti. Il progetto si inserisce nel calendario “Agenda BLU 2019”, l’iniziativa promossa per il secondo anno dal comune di Arzachena. L’appuntamento è parte dell’ampio programma di attività “Smeralda Holding per il Territorio”, che testimonia l’impegno del Gruppo per l’ambiente, il paesaggio e lo sviluppo sostenibile dell’area.

L’evento verrà svolto con la collaborazione della Guardia Costiera, del personale dei Nucleo Sub della Guardia Costiera, Carabinieri, Vigili del Fuoco, Sommozzatori della ditta privata DILAMAR, della Ditta SEA SERVICE di Cesare DESTRO, Ditta STEMAR di PIGA Piero & Pier Paolo, Associazione apneisti UNA CAPOVOLTA NEL BLU, dalla società G&P MULTI SERVICE per la raccolta rifiuti, dell’associazione Arzachena AGOSTO89 che mette a disposizione un’autoambulanza e volontari.

L’appuntamento è alle 8.00 presso la piazza antistante lo scivolo del Cantiere Navale Porto Cervo per un briefing operativo pre-immersione tenuto dal Comandante del Porto e dal Responsabile della Marina di Porto Cervo. L’area da perlustrare alla ricerca di eventuali rifiuti è stata suddivisa in sette zone di competenza, ciascuna affidata a un gruppo di sub. È stata emanata dalla Guardia Costiera un’apposita ordinanza di interdizione e regolamentazione dello specchio acqueo interessato dalla pulizia.

L’evento sarà supportato dallo YCCS e dalla Fondazione One Ocean che insieme al Nelson Pub offriranno a tutti i volontari coinvolti nell’operazione un buffet in Piazza Azzurra a chiusura dei lavori, alle ore 12.30, con l’utilizzo di piatti e stoviglie compostabili, in anticipo rispetto a quanto disposto dalle ordinanze sul divieto di uso di plastiche monouso sui litorali in vigore dal 1 giugno 2019.

«La salvaguardia del paesaggio e dell’ambiente rappresenta da sempre un impegno primario di Smeralda Holding – commenta l’amministratore delegato Mario Ferraro – si tratta di un obiettivo che ci vede tutti coinvolti, istituzioni, cittadini e operatori turistici, ciascuno per la sua parte. Iniziative come questa sono importanti proprio perché il mare e le nostre coste sono risorse preziose che vanno tutelate e preservate, non solo per garantire lo sviluppo turistico dell’area in chiave sostenibile, ma anche e soprattutto per il benessere del pianeta e delle generazioni future.»

L’iniziativa di sabato, inoltre, è pienamente in linea con la strategia adottata da IGY Marinas, che è oggi impegnata in un’attenta fase di ridefinizione delle proprie pratiche nel segno di un sempre maggiore rispetto e una più ferma assunzione di responsabilità nei confronti dell’ecosistema, attraverso l’adozione di un decalogo comportamentale per tutti i dipendenti e l’implementazione di una logica plastic free in tutti i propri uffici: vietate le bottiglie usa e getta, sostituite da bottiglie brandizzate riutilizzabili,  niente più bicchieri in plastica, sostituiti da quelli in  materiali riciclati, ecc.

«La strategia di IGY Marinas prevede l’adozione di abitudini e procedure che garantiscano un sempre minore impatto delle nostre attività sull’ambiente e in particolare sul mare – afferma Simon Bryan, direttore generale della Marina – si tratta di un impegno che siamo convinti porterà ottimi risultati, poiché notiamo che anche le abitudini dei nostri clienti stanno cambiando nel segno di una sempre maggiore attenzione nei confronti dell’ecosistema.»

[bing_translator]

La splendida 26enne modella boema Ivana Mrazova ha tagliato il nastro inaugurale del Porto Cervo Wine & Food Festival: la madrina della manifestazione, ha dato il via alla seconda giornata della rassegna enogastronomica che si è aperta oggi al grande pubblico della Costa Smeralda. Al taglio inaugurale hanno partecipato anche il sindaco di Arzachena, Roberto Ragnedda; l’amministratore delegato di Smeralda Holding, Mario Ferraro e Franco Mulas, Area manager di Marriott Costa Smeralda, la catena alberghiera che gestisce gli alberghi Cala di Volpe, Hotel Cervo, Pitrizza e Romazzino, di proprietà di Qatar Holding.

«Ringrazio Smeralda Holding per questa grande manifestazione – ha detto il sindaco Roberto Ragnedda – che rappresenta un importante momento di confronto con i produttori ai quali guardiamo con orgoglio per i grandi risultati ottenuti al Vinitaly.»

Mario Ferraro, amministratore delegato di Smeralda Holding, ha dichiarato: «Smeralda Holding da tempo ha attuato una strategia di diversificazione dell’offerta turistica ponendosi due obiettivi: la penetrazione di nuovi segmenti di mercato e l’allungamento della stagione. Con il Porto Cervo Wine & Food Festival abbiamo creato una piattaforma per fare conoscere le eccellenze enogastronomiche e comunicare al mercato che la Sardegna non è solo mare, ma ha anche tante altre attrazioni da vivere tutto l’anno e non solo d’estate».

Franco Mulas, Area manager di Marriott Costa Smeralda, ha ringraziato il team che ha organizzato l’evento e soprattutto i partner dell’iniziativa «che sposano la manifestazione anno dopo anno. Ogni edizione lavoriamo per rinnovare la rassegna: in questi mesi, abbiamo stretto accordi con i festival del vino di Miami e New York per l’internazionalizzazione del Porto Cervo Wine & Food Festival».

Ottima la risposta di pubblico nella vetrina del Conference Center dell’hotel Cervo: i tanti appassionati hanno trascorso un pomeriggio tra gli stand delle migliori produzioni enogastronomiche della Sardegna e del resto dell’Italia, con le degustazioni offerte dalle 50 cantine e dalle 25 aziende alimentari che stanno partecipando alla manifestazione. Sempre maggiore rilevanza stanno ottenendo gli eventi collaterali sviluppati all’interno della rassegna: ieri pomeriggio si è svolto il primo talk show dedicato al mercato americano, mentre stamattina l’argomento trattato da Alessandro Torcoli, editore di Civiltà del Bere, e dai suoi ospiti è stato quello dei cambiamenti climatici e le opportunità offerte dalla Sardegna per gli investimenti nel settore vitivinicolo.

Mike Veseth, giornalista di The Wine Economist, ha illustrato giovedì pomeriggio, nel primo dibattito della giornata introduttiva della rassegna riservata agli operatori,  le caratteristiche del mercato americano, dove l’Italia rappresenta il primo Paese esportatore davanti a Francia e Spagna. Veseth ha svelato le nuove tendenze del settore, pilotate dalle esigenze delle nuove generazioni: «La grande novità del mercato USA è il vino in lattina – ha spiegato Mike Veseth -. Non c’è nulla di romantico nel vino in lattina, ma questa confezione alternativa consente di raggiungere segmenti di mercato a vantaggio dei più giovani». Anche Sandro Sartor, manager della multinazionale Constellation Brands e Ruffino, ha confermato le nuove tendenze: «La lattina viene scelta perché è una novità e si adatta alle esigenze attuali del mercato». L’economista ha mostrato i grafici che disegnano la crescita esponenziale dei vini di media e alta gamma, dagli undici dollari in su, e dei rosati. Qual è il vino più adatto al mercato USA? «Ai giovani americani piace scoprire nuovi vini, quello più rispondente ai loro gusti è il vermentino», ha concluso Veseth.

Nel dibattito di questa mattina sono intervenuti: Vittorio Moretti, patron delle Cantine Sella&Mosca; Giordano Emendatori, titolare delle Cantine Masone Mannu; Giancarlo Demuro, manager di Vigne Surrau; Valentina Argiolas, titolare dell’omonima cantina; Giovanni Pinna, direttore tecnico di Sella&Mosca e Umberto Trombelli, enologo e consulente di varie cantine sarde. Durante il confronto è emersa la necessità da parte degli imprenditori del settore di fare sistema per promuovere il brand Sardegna e con esso anche i vini maggiormente identificativi. In questo senso, l’isola ha mantenuto salde le radici produttive continuando a valorizzare i vitigni autoctoni, la cui forte identità può rappresentare la forza dei vini sardi sui mercati esteri. Per quanto riguarda i cambiamenti climatici, sempre più cantine stanno elaborando sistemi di viticoltura “di precisione”: con modelli legati a stazioni climatiche che elaborano elementi statistici e informazioni in grado di anticipare i fenomeni atmosferici.

[bing_translator]

L’Assemblea dei Soci di Smeralda Holding – società italiana controllata dal fondo sovrano Qatar Investment Authority e proprietaria dal 2012 di asset immobiliari e terreni sul mare lungo la Costa Smeralda – ha approvato il bilancio di esercizio 2018.

Il Gruppo ha registrato una importante crescita nei ricavi che raggiungono quota 103 milioni di euro, in costante progresso negli ultimi anni, dagli 82 milioni di euro nel 2015 agli 87 milioni di euro nel 2016 fino ai 100 milioni di euro nel 2017.

(Le solide performance economiche del Gruppo sono confermate inoltre dalla crescita dell’Ebitda Adjusted, che al 31 dicembre scorso era pari a 32 milioni di euro e si è confermato stabilmente oltre il 30%.)

Il 2018 ha fatto registrare un incremento di presenze (+3,3% rispetto al 2017, con un picco del + 7,7% per l’Hotel Pitrizza) come risultato della scelta strategica di allungare la stagione turistica degli hotels (di cinque settimane) e dei positivi benefici della prima fase di investimenti – 30 milioni di euro impiegati entro la fine del 2019 – conclusasi nei tempi previsti e con successo. Investimenti con i quali Smeralda Holding e il suo azionista Qatar Investment Authority stanno rendendo ancora più esclusiva e competitiva la propria offerta turistica attraverso una importante ristrutturazione degli asset, con un incremento tra l’altro delle attività di ristorazione e di intrattenimento, un deciso miglioramento dei loro standard e con la creazione di nuove infrastrutture sul territorio.

«I nostri risultati sono dovuti soprattutto all’impegno e al coinvolgimento di tutti i nostri team di lavoro – ha detto il CEO di Smeralda Holding, Mario Ferraro – che hanno condiviso e compreso l’importanza di fare propri i cambiamenti previsti dal Piano Industriale Quinquennale del Gruppo, per continuare a essere la destinazione di riferimento per il turismo d’elite e per attrarre  nuovi segmenti di mercato e nuove generazioni di consumatori. La nostra strategia sta inoltre mettendo in atto l’evoluzione dei canali digitali del Gruppo e prosegue negli obiettivi di allungamento della stagione, con il progressivo ampliamento dell’offerta turistica di ristorazione e di intrattenimento, attuando una ricercata diversificazione delle proposte, dal lifestyle al wellness, con una meticolosa ricerca dell’eccellenza. Migliorare, cambiare, sorprendere, è questa la strada per mantenere la nostra promessa di un’ospitalità senza confronti.»

«La nostra crescita, sostenuta da un’oculata gestione, – ha aggiunto Davide Cerea, CFO del Gruppo – è solida e costante in tutte le linee di business;  il fatturato del Gruppo è, infatti, sempre cresciuto anno dopo anno – del 24% dal 2014 al 2018 – così come i principali fondamenti economici e questo è un fattore positivo che ci permette di proseguire il programma di investimenti con maggiore consapevolezza e tranquillità.»

Riqualificazione e ammodernamento degli alberghi, previsti nel piano industriale del Gruppo, hanno coinvolto alcuni tra i più rinomati architetti del mondo, come Bruno Moinard, Rodolfo Dordoni, Piero Lissoni, Matteo Thun, lo Studio Stoerr – Kids Club Concepts e lo studio BlackSheep, professionisti che hanno introdotto concept nuovi ed evolutivi nel cambiamento della Costa Smeralda.

Tra le grandi novità della stagione 2019 ci sono l’Hotel Cala di Volpe che riapre dopo importanti lavori di ristrutturazione (dieci suite, corridoi e la hall con il design di Bruno Moinard, la creazione di una Wellnes SPA Shiseido curata dall’architetto Rodolfo Dordoni, e l’apertura del ristorante Matshuisa, dopo il successo del pop-up dello scorso anno; mentre la seconda fase di ristrutturazione delle rimanenti camere è prevista per l’autunno. L’ingresso principale dell’Hotel Romazzino e della sua Spa sono invece già stati totalmente riprogettati per accogliere gli ospiti con una concezione degli spazi più adeguata alle nuove tendenze dell’ospitalità di lusso, ed è stato creato il primo Kid Club nell’hotel.

Anche gli storici locali che si affacciano sulla Piazzetta di Porto Cervo – il “Bar Portico” e il ristorante “La Pergola” – si presentano con una veste totalmente rinnovata; nella Marina Vecchia, anche quest’anno, il luxury temporary store “Waterfront” ospiterà brand di fama mondiale, eventi inediti e atelier di lusso.

«La Costa Smeralda – ha aggiunto Mario Ferraro – punta oggi a ribadire e consolidare la propria leadership come destinazione di riferimento per l’élite turistica internazionale. Siamo il Paese dell’accoglienza, della ‘bella vita’, dell’arte, della storia, della cultura,  della natura – e il turismo, se ben articolato e gestito, può veramente rappresentare una straordinaria miniera in grado di generare lavoro e sviluppo.»

Sul fronte dei servizi, Smeralda Holding – che controlla e gestisce il Cantiere Navale e la Marina di Porto Cervo, tra i più attrezzati e accoglienti attracchi del Mediterraneo, in grado di ospitare 700 posti barca fino a 160 metri – offre gli standard di eccellenza più elevati che esistano nel mercato dell’accoglienza nautica, con il supporto di IGY Marinas, leader mondiale nella gestione e sviluppo dei porti turistici di yacht e superyacht.

Nei prossimi tre anni il Gruppo completerà il piano di investimenti quinquennale di 120 milioni con le ristrutturazioni dell’Hotel Cervo, del Pitrizza, del Romazzino, del Tennis Club e del Pevero Golf.

Gli investimenti del piano consentiranno di generare importanti ricadute sull’economia del territorio e la creazione di nuovi posti di lavoro. Ogni anno Smeralda Holding contribuisce in maniera rilevante alla crescita dell’economia gallurese, con oltre 23 milioni di euro di salari e stipendi (26 considerando anche il Consorzio Costa Smeralda) e con più di 26 milioni di euro in acquisti da fornitori.

[bing_translator]

Smeralda Holding, che da sempre considera l’impegno ambientale una parte integrante delle proprie attività sul territorio della Costa Smeralda, rinnova il suo sostegno alla Fondazione One Ocean, la piattaforma nata in Italia dalla volontà dello Yacht Club Costa Smeralda per accelerare gli interventi sulle problematiche più urgenti che affliggono gli oceani. La Fondazione verrà supportata attraverso le società del Gruppo Marina di Porto Cervo e Cantieri di Porto Cervo con le quali lo Yacht Club Costa Smeralda condivide lo scenario naturale in cui risiede.

«Rinnoviamo la nostra fiducia e il nostro sostegno alla Fondazione e allo Yacht Club Costa Smeralda per questo importante progetto per la salvaguardia del mare – commenta Mario Ferraro, amministratore delegato di Smeralda Holding – che rappresenta la più grande e preziosa risorsa della nostra attività turistica ma soprattutto del nostro pianeta ed è un dovere di tutti noi tutelarlo. Più in generale, la difesa del territorio è inoltre un impegno imprescindibile del nostro Gruppo in Costa Smeralda ed è per questo che ci consideriamo un partner naturale di questa importante iniziativa.»

[bing_translator]

È aperto il bando per l’assegnazione gratuita per un anno di quattro postazioni di lavoro condivise all’interno dello spazio “Villaggio Marina Coworkingspace” a Porto Cervo Marina, completamente arredato e attrezzato con strumenti tecnologici e rete wi-fi.  

L’iniziativa promossa da Smeralda Holding, con il patrocinio del comune di Arzachena, è rivolta a giovani freelance, giovani nuovi imprenditori, studenti e nomadi digitali che intendano sviluppare in un ambiente stimolante e collaborativo un’attività imprenditoriale in linea con la vocazione turistica del territorio. L’obiettivo è favorire la nascita e il consolidamento di giovani imprese capaci di innovare il profilo produttivo del panorama economico locale.

Possono presentare domanda persone fisiche, società o gruppi – anche non ancora organizzati, ma uniti dallo stesso progetto imprenditoriale – residenti nel comune di Arzachena o, con riferimento a quest’ultima circostanza, coloro la cui copia integrale dell’atto di nascita riporta come luogo di residenza al momento della nascita il comune di Arzachena, di età compresa tra i 18 e i 35 anni. Le candidature saranno sottoposte a valutazione da parte di una commissione tecnica che formulerà una graduatoria sulla base di una serie criteri di valutazione quali: curriculum dei partecipanti, innovatività e potenzialità dei progetti, motivazioni che spingono a condividere uno spazio di coworking e coerenza delle idee imprenditoriali con la vocazione turistica del territorio.

«Questa nuova opportunità per i giovani di Arzachena si inserisce nell’ambito del programma di attività “Smeralda Holding per il Territorio” – dichiara Mario Ferraro, AD di Sardegna Resorts e Smeralda Holding – con cui diamo il nostro contributo allo sviluppo economico e sociale del territorio attraverso il sostegno a iniziative per l’educazione, la formazione, il lavoro e lo sport. Con questo bando intendiamo promuovere la diffusione della cultura collaborativa tra giovani freelance e nuovi imprenditori provenienti da settori professionali differenti, poiché crediamo che la condivisione di spazi e strumenti tecnologici potrà incentivare anche lo scambio di conoscenze ed esperienze, favorendo la nascita di una vera e propria community collaborativa, un vivaio di idee per lo sviluppo di competenze e progetti imprenditoriali innovativi. Siamo lieti che il comune di Arzachena abbia aderito a questa nuova iniziativa, poiché l’attivazione di sinergie efficaci sul territorio resta una delle nostre priorità, nonché il presupposto per garantire uno sviluppo coerente con le peculiarità dell’area.»

«Abbiamo accolto l’iniziativa della Sardegna Resorts con entusiasmo e concesso immediatamente il patrocinio. Il progetto sulla concessione di spazi di lavoro condivisi a Porto Cervo è al passo coi tempi e punta sull’imprenditorialità giovanile e l’innovazione – ha dichiarato Cristina Usai, vicesindaco ed assessore alle Politiche giovanili -. Continua la collaborazione con grandi aziende del territorio per offrire nuove opportunità e stimoli ai cittadini arzachenesi, anche in ambiti dove l’ente pubblico, da solo, ha ridotte possibilità di intervento per carenza di spazi pubblici o di risorse economiche.»

La modulistica con tutti i dettagli per la partecipazione al bando di concorso potrà essere reperita on line sul sito www.smeraldaholding.com , Sezione CSR, oppure presso gli uffici di Smeralda Holding, a Porto Cervo, Casa Il Ginepro 1/a, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30 e dalle 14.30 alle 17.00.

 

[bing_translator]

L’autunno in Costa Smeralda sarà ricco di opportunità grazie a “Smeralda Holding per il territorio”, il programma di iniziative gratuite che la società del Gruppo Qatar Holding rivolge alla comunità locale, con l’obiettivo di supportare la crescita sociale ed economica dell’area attraverso un’offerta sempre più ampia di progetti per l’educazione, la formazione professionale e la pratica sportiva.

Oltre a rinnovare l’appuntamento con le attività che hanno già ottenuto ottimi risultati in termini di partecipazione e gradimento – come i corsi di inglese della Sardinia English Academy, i corsi di golf al Pevero Club e i corsi di tennis e padel al Cervo Tennis Club – quest’anno Smeralda Holding inaugura una nuova iniziativa dedicata ai giovani startupper, che conferma ulteriormente l’impegno della società a offrire occasioni di crescita personale, professionale e lavorativa.

Il calendario autunnale esordisce il 22 ottobre con la “Sardinia English Academy”, il programma di corsi di lingua inglese riservato ai residenti nei Comuni di Arzachena e di Olbia, che dal 2014 ha contribuito a migliorare le competenze linguistiche di oltre 600 studenti e per la fine dei corsi prevede la consegna ai partecipanti un attestato ufficiale corrispondente al proprio livello di conoscenza della lingua.

Sempre il 22 ottobre ricominceranno le lezioni di tennis e padel per principianti al Cervo Tennis Club e, nel mese di novembre, i corsi di golf al Pevero Golf. Si rinnova così l’impegno di Smeralda Holding per valorizzare la pratica dello sport garantendo ai partecipanti l’opportunità di cimentarsi sul campo insieme a maestri professionisti.

Quest’anno, inoltre, è previsto un bando, che sarà pubblicato a breve, per la concessione temporanea di postazioni di lavoro all’interno del “Villaggio Marina Coworkingspace” di Porto Cervo. Il concorso è rivolto a giovani imprenditori, neo-professionisti e startupper del Comune di Arzachena per agevolare la loro attività quotidiana mettendo a disposizione un ambiente stimolante e collaborativo in cui far progredire le proprie iniziative.

«Smeralda Holding per il territorio è un progetto che diventa ogni anno più intenso e più interessante – ha dichiarato Mario Ferraro, Amministratore Delegato di Smeralda Holding – nelle risposte che diamo al territorio grazie all’attento lavoro di ascolto delle esigenze e delle aspirazioni di chi vive intorno a noi. In questo percorso è fondamentale confrontarci e operare in maniera sinergica con tutte le realtà locali che condividono la dedizione e l’entusiasmo che contraddistinguono il nostro impegno per lo sviluppo economico e sociale del territorio ed è nostra intenzione continuare a essere un riferimento e un supporto costante per la comunità locale attraverso iniziative per migliorare la formazione, il lavoro, lo sport, il tempo libero.»