17 May, 2021
HomePosts Tagged "Roberto Neroni"

Si terrà venerdì 14 maggio, a partire dalle 17.30, un tavolo di discussione sulla proposta dell’Arcipelago del Sulcis inserita nell’ambito del Just Transition Fund: la Metropolitana di superficie Carbonia-Arcipelago del Sulcis, ovvero una proposta di sviluppo sostenibile e per la transizione energetica. L’evento, si svolgerà sul web, in diretta, nella pagina Facebook istituzionale del comune di Sant’Antioco.

Interverranno il presidente della Regione Autonoma della Sardegna, Christian Solinas, l’assessore regionale dei Trasporti, Giorgio Todde, l’amministratore unico dell’ARST, Roberto Neroni, il sindaco di Cagliari e vice presidente nazionale Anci, delegato alla mobilità urbana, Paolo Truzzu, il presidente della Fondazione di Sardegna, Antonello Cabras.

E ancora i docenti dell’Università di Cagliari, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura, Italo Meloni (professore ordinario) e Gianfranco Fancello (professore associato).

Parteciperanno inoltre i consiglieri regionali Michele Ennas e Fabio Usai. Infine, i Sindaci dei Comuni dell’Arcipelago: Sant’Antioco, Ignazio Locci; Calasetta, Claudia Mura; Carloforte, Salvatore Puggioni.

«Oggi, assieme all’assessore regionale dei trasporti Giorgio Todde e al capo segreteria Luca Erba, ho incontrato il commissario dell’Azienda regionale sarda trasporti, dott. Roberto Neroni, e il direttore ing. Carlo Poledrini, per discutere dei progetti in tema di mobilità sostenibile. Un incontro ricco di utili spunti di riflessione sul futuro della mobilità che vogliamo veder realizzata nel territorio del Sulcis Iglesiente, che si interseca con il più ampio progetto di transizione energetica ed economica.»

Lo scrive, in una nota, Michele Ennas, consigliere regionale, componente della Commissione trasporti e responsabile regionale Lega dipartimento Energia.

«Lo sviluppo del nostro territorio passa dalla conversione della mobilità, a partire dalla decarbonizzazione del settore del trasporto locale e relative infrastrutture, sino alla promozione della mobilità elettrica e la valutazione dei sistemi di ferrovie e ciclovie del territorio mediante il recupero di importanti infrastrutture di elevato pregio ambientale, architettonico e turistico aggiunge Michele Ennas -. Progetti che non solo sono in sintonia con quanto proposto dal Just Transition Fund ma che traggono spunto direttamente dalle indicazioni di indirizzo della Commissione europea, che tracciano il futuro tema degli investimenti green volti a decarbonizzare il sistema di produzione energetica e che si uniscono al progetto dell’HUB Energetico portato avanti da Carbosulcis che nel corso dei prossimi anni può trasformarsi in un avamposto tecnologico d’avanguardia per la Regione Sardegna. L’incontro è servito anche per discutere della situazione attuale, con aspetti che devono essere oggetto di approfondimento e che traggono spunto da segnalazioni arrivate dal territorio conclude il consigliere regionale della Lega -. Continuerò a seguire da vicino la tematica, in quanto strategica per il futuro, con l’obiettivo di incentivare modalità di spostamento urbano ed extraurbano nel territorio, attraverso interventi tesi a diminuire gli impatti ambientali.»

 

[bing_translator]

Si è svolto questa mattina il sopralluogo dell’assessore dei Lavori pubblici Roberto Frongia, accompagnato dal commissario regionale Roberto Neroni, presso gli uffici dell’azienda regionale per l’edilizia abitativa, Area, a Carbonia. «Iniziano oggi una serie di visite presso le sedi territoriali di Area propedeutiche alla riorganizzazione più generale dell’Agenzia a cui stiamo lavorando», ha detto l’assessore all’indomani dell’incontro tra il Commissario regionale ed i rappresentanti politici, delle professioni e delle associazioni di Carbonia, avvenuto appunto ieri, e considerato importante dall’esponente della Giunta.
Roberto Frongia ha assicurato la volontà di intervenire per rendere efficiente l’Agenzia: «L’obiettivo resta quello di imprimere una forte accelerazione sulle modalità di assegnazione degli alloggi e sulle manutenzioni degli stabili Area ha le risorse per poterlo fare, ma necessita di una riorganizzazione e di un apporto di personale al proprio interno. La riorganizzazione a cui stiamo lavorando porterà efficacia nell’azione dell’Agenzia».
Poco prima dell’emergenza Covid, presso l’assessorato dei Lavori pubblici, era stato avviato il tavolo tecnico per la modifica della legge regionale che disciplina le assegnazioni e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, la legge regionale 13 del 1989, in vigore a distanza di oltre 30 anni dalla sua emanazione. L’iter di revisione riprenderà in queste settimane e – ispirandosi a criteri di equità sociale, chiarezza normativa e semplificazione amministrativa – dovrà ridisegnare le funzioni dei vari soggetti interessati (Regione, Comuni e Azienda regionale per l’edilizia abitativa, Area) e migliorare i diversi procedimenti che vanno dalla predisposizione delle graduatorie alla decadenza dell’assegnazione, alla mobilità, fino alla determinazione del canone.

L’assessore ed il commissario hanno incontrato il sindaco di Carbonia Paola Massidda e gli assessori Gian Luca Lai e Luca Caschili. L’incontro era stato chiesto da un comitato spontaneo che stamane ha portato nella sede di via Angioy circa 200 persone che chiedono la piena operatività della sede Area di Carbonia e la nomina di un responsabile zonale, in una città, Carbonia, nella quale è presente uno straordinario patrimonio di Area.

[bing_translator]

Le criticità manifestatesi a Carbonia nell’attività di Area (Azienda regionale per l’edilizia abitativa), sono state esaminate questa mattina, nel corso di un incontro svoltosi a Cagliari, che ha visto seduti intorno allo stesso tavolo, il commissario regionale Roberto Neroni (ex commissario della provincia di Carbonia Iglesias dal mese di luglio 2013 al mese di dicembre 2014) ed una delegazione di rappresentanti politici, istituzionali, delle professioni e delle associazioni della città mineraria: i consiglieri comunali Michele Stivaletta, Federico Fantinel, Nino Spanu e Maurizio Soddu, il referente territoriale di Confapi Alessio Lampis, il presidente territoriale dell’Adiconsum Giancarlo Cancedda, il geometra Federico Zara, il portavoce dell’associazione “Carbonia Avanti” Marco Murru, il presidente della commissione Lavori pubblici del comune di Carbonia Mauro Careddu e, infine, il consigliere regionale Fabio Usai.
All’attenzione del commissario Roberto Neroni sono state portate numerose istanze provenienti dal comune di Carbonia, fra le quali le difficoltà nell’interloquire con i funzionari locali dell’ente; la burocrazia ed i disservizi che si manifestano pressoché quotidianamente nel rapporto con l’utenza vista l’esigua dotazione organica; gli atavici problemi legati agli acquisti degli immobili da parte degli affittuari (bisognosi di ristrutturare il proprio stabile); l’annosa tematica dei canoni concordati che in quanto tali dovrebbero invece essere abbattuti del 20% per rispondere alle esigenze sociali provenienti dal territorio.
Nel corso del confronto, sono emerse anche numerose situazioni irrisolte come quelle degli stradelli e delle porzioni di territorio di cui ancora oggi non è possibile stabilire pienamente la competenza e quindi la responsabilità di intervento fra Comune ed Area.
Si è parlato anche delle prospettive economiche ed occupazionali che Area potrebbe generare con l’adozione dei nuovi provvedimenti legislativi varati dal governo nazionale come l’ecobonus al 110% per le ristrutturazioni e l’efficientamento energetico.

Il commissario Roberto Neroni ha assicurato la massima disponibilità ad interloquire per trovare soluzioni concrete ed ha annunciato prossime riunioni per l’esame delle problematiche sollevate in maniera specifica. Il commissario Roberto Neroni ha ribadito di aver già effettuato l’analisi del fabbisogno del personale dell’ente e di aver avviato la discussione con la Giunta regionale per l’assunzione di nuovo personale. Inoltre, ha garantito il proprio impegno a privilegiare, ove e quando entrerà in vigore il provvedimento nazionale dell’ecobonus, l’imprenditoria locale allo scopo di garantire importanti ricadute economiche e sociali nei territori.
Si è parlato anche della necessità di nominare un dirigente unico nel Sulcis Iglesiente, al quale affidare le funzioni previste dalla legge per l’amministrazione dell’ente.
Già dai prossimi giorni il commissario Roberto Neroni esaminerà le problematiche emerse nel corso della riunione, con l’apparato tecnico ed amministrativo dell’azienda regionale.

[bing_translator]

villa devoto

Roberto Neroni.

La Giunta regionale, riunita a Villa Devoto sotto la presidenza di Francesco Pigliaru, ha deliberato lo scioglimento del Consiglio comunale di Samatzai, in seguito alle dimissioni della sindaca Agostina Boi. Sempre su proposta dell’assessore Cristiano Erriu ha nominato l’ex dirigente della Regione Roberto Neroni (ex commissario straordinario della provincia di Carbonia Iglesias) commissario straordinario per la provvisoria gestione del Comune. L’Esecutivo ha poi nominato il sostituto della dimissionaria Maria Domenica Porcu, commissario straordinario del comune di Austis. Al suo posto subentra Alessandro Alciator, dirigente del comune di Macomer. Dal 28 maggio 2015 il comune di Austis è commissariato in quanto non sono state presentate liste di candidati nei turni elettorali. Infine, sempre su proposta dell’assessore Cristiano Erriu, è stato nominato il commissario ad acta per il comune di Pula: il funzionario regionale Nevio Usai dovrà sostituire il Consiglio comunale per l’esame e la valutazione delle osservazioni pervenute in relazione alla delibera consiliare n. 30 del 24 novembre 2015 con la quale è stato adottato il Piano urbanistico comunale. Il Consiglio comunale, in questo caso, si trova nell’impossibilità di deliberare. In due distinte sedute, infatti, è venuto a mancare il numero legale a causa dell’incompatibilità della maggioranza dei consiglieri comunali con gli argomenti trattati.
Su proposta dell’assessore Luigi Arru, la Giunta ha approvato un corso di formazione manageriale per i Direttori Generali, che sarà organizzato dall’Azienda per la tutela della salute: le spese per la partecipazione saranno a carico dei partecipanti o degli enti di appartenenza. Per l’organizzazione e l’attivazione del corso di formazione, la Regione si avvarrà della collaborazione con le Università ed eventualmente con altri enti o istituzioni. L’Esecutivo ha, inoltre, autorizzato le Aziende del servizio sanitario all’utilizzo di un’anticipazione di cassa per un importo massimo di 130mila euro. Sono stati aggiornati i Poli di funzionamento del donatori di midollo osseo, fermi al 2013. Via libera anche alle Linee guida che definiscono i requisiti specifici strutturali, organizzativi e di personale per le singole tipologie di strutture sociali: per consentirne l’accreditamento, si procederà con la massima urgenza alla istituzione del Nucleo tecnico. Per quanto riguarda il programma Dopo di noi, per l’assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, è stato accolto il documento “Strumenti per la presa in carico, la valutazione multidimensionale delle persona e la progettazione degli interventi L. 112/2016” e sono state integrate le linee di indirizzo. Accolte, infine, le linee guida per la predisposizione e la rendicontazione dei programmi annuali d’intervento finanziati dal fondo per le comunità per l’accoglienza di giovani adulti e adulti sottoposti a misure restrittive della libertà personale: ogni ente avrà 50 mila euro come anticipazione dell’importo complessivo (massimo 200 mila euro a testa) che verrà loro riconosciuto a seguito della valutazione delle richieste e dei Programmi di intervento da loro presentati, nei limiti delle risorse disponibili e a fronte di presentazione di polizza fidejussoria.
Per la diffusione della tradizione poetica e musicale sarda la Giunta, su proposta dell’assessore Giuseppe Dessena, ha stanziato 250mila euro ed approvato i criteri e le modalità per l’assegnazione e per la rendicontazione dei contributi. Il provvedimento diversifica gli interventi da realizzare con le risorse a disposizione nell’anno corrente attraverso la ripartizione delle risorse in due avvisi pubblici: il primo, pari a 100.000 euro, prevede l’attribuzione di contributi con bando a sportello e modulistica semplificata, il secondo, pari a 150.000 euro, l’assegnazione di contributi di importo differenziato per fasce attraverso la pubblicazione di un avviso pubblico con valutazione a punteggio.
La Giunta, su proposta dell’assessora Maria Grazia Piras, ha approvato il programma di ripartizione dei contributi 2018 per favorire le attività delle confederazioni delle imprese industriali e delle piccole medie imprese sui problemi dello sviluppo economico e sociale. Il contributo ammonta a 200 mila euro suddiviso in parti uguali per Confindustria Sardegna e Confapi Sardegna. Approvati anche i programmi di intervento contenenti i progetti presentati dalle due associazioni di categoria.
Su proposta dell’assessora Virginia Mura, è stata approvato l’erogazione di contributi in favore delle Organizzazioni dei lavoratori sui problemi dello sviluppo economico-sociale regionale. Per il 2018 è confermata la somma di 400mila euro. La ripartizione dei contributi è stata concordata con le stesse sigle sindacali nel corso di una riunione svoltasi lo scorso 14 giugno.
La Giunta ha espresso voto favorevole all’approvazione del bilancio d’esercizio 2017 della Società Abbanoa S.p.A. e all’aumento di capitale destinato ai Comuni non soci del Gestore per favorire l’allargamento della compagine sociale.
Su proposta dell’assessore Filippo Spanu, sono stati designati i funzionari regionali Valentina Spiga e Renato Serra alla carica di componenti del Consiglio di amministrazione di Janna, società consortile a responsabilità limitata nella quale la Regione ha una quota di partecipazione del 49%.
L’Esecutivo, su proposta dell’assessora Donatella Spano, ha espresso l’intesa con la Capitaneria di Porto di Porto Torres sull’aggiornamento, per il periodo 2018–2021, del Piano di raccolta e di gestione dei rifiuti e dei residui del carico prodotti dalle navi che fanno scalo nel porto di Stintino. Non sarà sottoposto all’ulteriore procedura di valutazione di impatto ambientale, ma condizionato al rispetto delle prescrizioni, l’intervento per la messa in sicurezza operativa e bonifica dei suoli Impianti Sud dello stabilimento di Sarroch.
Su proposta dell’assessore Pier Luigi Caria, la Giunta ha licenziato la delibera in cui è previsto che, all’atto del riconoscimento di Argea Sardegna come Organismo pagatore autonomo regionale, la stessa Agenzia subentri al soggetto nazionale Agea nella convenzione operativa con la direzione generale della Sanità della Regione Sardegna in materia di trasmissione dei dati relativi ai controlli dei criteri di Gestione obbligatori veterinari (CGO) da trasmettere al ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali.
Consolidare il posizionamento della Sardegna in ambito turistico mediante campagne pubblicitarie sui canali di comunicazione delle società sportive professionistiche nella stagione 2018-19 attraverso la promozione delle produzioni dell’artigianato artistico isolano e di attrattori culturali quali “le statue di Mont’e Prama”. Lo prevede la delibera proposta dall’assessora Barbara Argiolas. L’individuazione delle società sportive con elevata potenzialità di diffusione del messaggio pubblicitario sarà effettuata attraverso una richiesta di manifestazione di interesse.
Sono stati avviati dalla Giunta, su proposta dell’assessore Raffaele Paci, la ricognizione degli agenti contabili ed i procedimenti di verifica amministrativa, parifica, approvazione e di deposito dei conti giudiziali.

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore degli Enti locali, Cristiano Erriu, ha nominato i nuovi commissari delle quattro province cancellate dal referendum e della provincia di Cagliari. Su cinque nomi c’è da registrare una sola conferma: per la Provincia di Olbia Tempio, è stato confermato Giovanni Carta. Tiziana Ledda, direttore generale dell’aerea legale della Presidenza, è il nuovo commissario della provincia del Medio Campidano; Franco Sardi, direttore generale dell’assessorato al Bilancio, guiderà la Provincia di Cagliari; Maria Gabriella Mulas, direttore generale dei servizi idrici della Presidenza, è il nuovo commissario della Provincia dell’Ogliastra; per la Provincia di Carbonia Iglesias, infine, al posto di Roberto Neroni è stato nominato Giorgio Sanna, direttore generale dell’Enas.

Cristiano Erriu

Sede Provincia via MazziniRoberto Neroni

Il commissario straordinario dell’ex Provincia di Carbonia Iglesias, Roberto Neroni, ha deliberato il recesso dall’associazione Rotta dei Fenici, dall’associazione Strada del Carignano del Sulcis e dall’associazione Centro Italiano della Cultura del Carbone.

Nella delibera il commissario spiega che «il recesso da tali organismi non vada in alcun modo ad inficiare sulle attività amministrative e programmatiche di promozione turistica e culturale del territorio, che la Gestione Commissariale dell’ex Provincia di Carbonia Iglesias intende comunque continuare a promuovere e sostenere, anche mediante la collaborazione con soggetti pubblici e privati che operano nel perseguimento di tali finalità».

Nello specifico, il commissario straordinario sottolinea che, «in riferimento all’associazione Rotta dei Fenici, nel periodo intercorso dall’adesione ad oggi, le opportunità di effettiva promozione dell’immagine dei contesti fenici del Sulcis ed i risultati nella valorizzazione culturale dei siti e dell’offerta turistica del territorio nell’ambito dell’itinerario Rotta dei Fenici sono state poche ed occasionali e che pertanto, specie nella fase di dismissione dell’ente, possa risultare più opportuno attivare azioni alternative di valorizzazione, più specifiche e puntuali, anche in partenariato con i Comuni, le istituzioni scientifiche ovvero altri soggetti che operano nel campo della promozione culturale, senza per questo essere legati all’appartenenza a specifici organismi»; in riferimento all’associazione Strada del Carignano del Sulcis, «la Provincia di Carbonia Iglesias ha assunto il ruolo di soggetto promotore per la costituzione della stessa. In questi anni la Provincia di Carbonia Iglesias ha supportato le attività poste in essere dall’associazione cofinanziandole annualmente e coinvolgendo la stessa in progetti pilota, finalizzati allo sviluppo turistico. Attraverso la creazione di strumenti utili ad incrementare e migliorare la comunicazione dell’offerta turistica sui mercati, la realizzazione di prodotti integrati rivolti a specifici target, la Strada del Carignano del Sulcis ha contribuito a sostenere il territorio nello sviluppo turistico locale raggiungendo oggi piena autonomia finanziaria e operativa tale da consentirne anche senza il supporto della Provincia l’agevole prosecuzione delle attività»; in riferimento all’associazione Centro Italiano della Cultura del Carbone, «considerato l’ormai prossimo avvio della fase liquidatoria dell’ente si ravvisa l’opportunità di disimpegnarsi dalla suddetta associazione la cui partecipazione costituisce altresì un importante aggravio economico finanziario per l’ente».

Ipia Sant'Antioco

Anche la sede staccata dell’Istituto professionale IPIA di Sant’Antioco, finalmente, possiede il proprio impianto sportivo adiacente la scuola.

Stamane, alla presenza dei funzionari della Gestione commissariale dell’ex Provincia di Carbonia Iglesias, guidata dal commissario straordinario Roberto Neroni, del dirigente Fulvio Bordignon e del sindaco di Sant’Antioco Mario Corongiu, il campo polivalente appena ultimato è stato consegnato al dirigente scolastico, Rosanna Sardu

Duecentomila euro sono stati utilizzati dalla Provincia per realizzare la struttura, dotata di pavimento in gomma e predisposta per il calcetto e la pallavolo.

L’impianto è recintato e può contare su un’efficace illuminazione, per permetterne un suo utilizzo anche in assenza di luce naturale.

Tale progetto rientra nel Piano provinciale di efficientamento degli Istituti scolastici del Sulcis Iglesiente, attualmente in piena fase di attuazione e finalizzato a permettere una loro piena fruizione e il potenziamento dell’offerta formativa.

Roberto Neroni Campo Ceramica

Il Commissario straordinario dell’ex provincia di Carbonia Iglesias, Roberto Neroni, questo pomeriggio ha diffuso una nota per chiarire che, in merito all’affidamento, in concessione, della gestione del campo polifunzionale di Ceramica, ad Iglesias, sin dall’atto dell’assunzione delle sue funzioni, ha avviato interlocuzioni con l’Amministrazione comunale, proprio finalizzate ad affidare, all’Ente locale, la gestione del complesso sportivo, oggetto di recenti e consistenti interventi di ristrutturazione da parte della Provincia.

«Non è da trascurare, infatti, che la necessità di affidare, prioritariamente, in gestione a privati il complesso sportivo di ceramica – si legge nella nota – nasce da una precisa volontà espressa attraverso un regolamento, approvato dall’Amministrazione provinciale guidata dall’allora Presidente Salvatore Cherchi ed ancora vigente; il tutto, al fine di garantire l’utilizzo di una struttura che, per la sua natura e il suo potenziale, non può e non deve stare inutilizzata, essendo realizzata con l’impiego di fondi pubblici ed in grado di offrire ampi servizi di cui la stessa città di Iglesias può beneficiare. E’ ovvio, quindi, che qualunque atto commissariale, volto nella fattispecie alla revoca di tale regolamento, dovesse essere necessariamente supportato da una precisa richiesta da parte del Comune di Iglesias, risultata invece inesistente.»

«L’affidamento sarebbe stato naturalmente condizionato all’assunzione, da parte del Comune, degli oneri di gestione e della garanzia che l’impianto stesso sarebbe stato messo a disposizione dell’intera comunità sportiva del Sulcis Iglesiente – si legge ancora nella nota -. Tale impegno richiedeva, però, da parte dell’Amministrazione comunale di Iglesias, l’adozione di una delibera che andasse ben oltre le parole e le frasi informali. Poiché sono quindi decorsi mesi, durante i quali il Comune, al di là di intenti manifestati in forma atipica, non ha prodotto alcunché, e non sono stati onorati i tentativi di incontro proposti, nelle scorse settimane, dal Commissario al Sindaco, la Gestione commissariale ha dovuto ripubblicare l’invito, ai soggetti già ritenuti idonei, alla presentazione delle relative offerte per il servizio di gestione del campo polifunzionale.»

Si conclude venerdì 8 novembre, nella sala conferenze della Grande Miniera di Serbariu, il progetto Sali Saliu, realizzato dalla Cooperativa MCG nell’ambito dell’avviso pubblico Green Future, finanziato dal POR Sardegna e dal Fondo Sociale Europea/Asse II Occupabilità.

Sali Saliu s’è posto l’obiettivo di promuovere nel Sulcis la nascita di nuove imprese nel settore del turismo sostenibile, attraverso la realizzazione di un percorso integrato di orientamento, formazione professionale e consulenza. Il percorso, che ha visto protagonisti giovani in cerca di occupazione, tutti residenti nel territorio, ha consentito la nascita di una cooperativa: Destinazione Sulcis.

Il primo prodotto della cooperativa è l’applicazione Visit Sulcis, la prima applicazione turistica del Sulcis Iglesiente realizzata in collaborazione con la Provincia di Carbonia Iglesias e con l’STL Sulcis Iglesiente.

In collaborazione con il regista Daniele Atzeni, infine, i soci della cooperativa hanno organizzato in un istituto del Sulcis il progetto “APPartenendoSI” che ha permesso agli alunni di realizzare dei cortometraggi sul territorio.

Nel corso dell’evento, quindi, verrà presentata la cooperativa e le attività realizzate. Si discuterà, inoltre, sulle opportunità di sviluppo del Sulcis Iglesiente attraverso la promozione di nuove imprese nel settore del turismo ambientale.

L’evento di chiusura verrà aperto dall’intervento di Roberto Neroni, commissario straordinario della Provincia di Carbonia Iglesias e moderato dal giornalista Sandro Manai.

Sono previsti i seguenti interventi:

“Da Green Future a Prima: iniziative della Regione Sardegna per lo sviluppo di nuove imprese” – Luca Galassi, direttore del Servizio della Governance della Formazione professionale – Assessorato regionale del Lavoro, Formazione professionale, Cooperazione e Sicurezza sociale;

“L’operazione Sali Saliu: i risultati raggiunti” – Piero Calderaio, presidente di MCG e direttore dell’Operazione;

“Il turismo sostenibile nel Sulcis” – Francesco Aru, esperto in turismo ambientale e consulente del progetto Sali Saliu;

“La cooperativa Destinazione Sulcis” – Nicoletta Bernardini, Fabio Concu, Ponziana Ledda, Mari Grazia Peddis e Simone Uccheddu, beneficiari del progetto Sali Saliu e soci della cooperativa;

“Appartenendosi”: i cortometraggi realizzato dagli studenti partecipanti al progetto realizzato dalla cooperativa Destinazione Sulcis – Daniele Atzeni, regista e consulente del progetto Sali Saliu.

A conclusione dei lavori, interverrà l’assessore regionale del Lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale, Mariano Contu.