2 August, 2021
HomePosts Tagged "Simone Russo"

[bing_translator]

Nulla da fare per la Sulcispes Sant’Antioco, battuta al PalaGiacomoCabras dalla capolista Uri con il punteggio di 52 a 58 (primo tempo 19 a 32). I lagunari sono stati traditi dalla giornata storta al tiro.

Gli ospiti, nonostante qualche assenza importante come quella di Flumene, hanno trovato subito un buon ritmo in zona d’attacco. La Sulcispes, invece, nonostante delle buone circolazioni anche contro la zona avversaria, non è stata precisa al tiro e ha perso pian piano terreno, finendo sotto di 10 alla fine del primo quarto, con soli 5 punti all’attivo: 5 a 15.

La situazione non è cambiata nel secondo quarto, nonostante una timida reazione sulcitana e la capolista è andata al riposo avanti di 13 punti: 19 a 32.

In avvio di terzo quarto, il canovaccio è rimasto immutato: Rolando e Masu hanno fatto la voce grossa sotto le plance, mentre i sulcitani, accusando anche la giornata storta degli stranieri Fox Layne e Markovic, non sono riusciti ad accelerare il ritmo della gara, finendo per accettare quello più congeniale alla formazione ospite. Gli ultimi assalti della Sulcispes sono risultati vani: sfruttando l’esperienza dei propri uomini migliori, la capolista ha portato a casa il successo, mantenendo salva la propria lunghissima imbattibilità. Positivo, tra i padroni di casa, l’esordio del nuovo arrivato Simone Russo, che ha avuto buon impatto nonostante non sia riuscito ad andare a referto.

Per la prima volta nel corso della stagione, la Sulcispes si trova a fare i conti con due sconfitte consecutive. Coach Paolo Massidda analizza così la situazione: «Nel complesso la prestazione non è stata male peccato per la giornata storta al tiro. Mi sarebbe piaciuto però vedere un po’ di applicazione: il livello tecnico del campionato è salito, e senza la giusta applicazione diventa difficilissimo vincere partite come questa».

Sulcispes Sant’Antioco – Basket Club Uri 52 a 58

Sulcispes: Farci, Cavassa 9, Basciu, Massidda 9, Fox Layne 5, Righetti 13, Peloso, Cuccu 8, Russo, Markovic 8. Coach: Massidda.

Uri: Moledda 11, Masu 13, Delogu 1, Spanu 9, Galanti 3, Unali 2, Pischedda 2, Risso 3, Rolando 13, Sanna. Coach: Pianura.

Parziali: 5-15; 19-32; 37-46.

Arbitri: Solinas di Sestu e Piras di Quartu Sant’Elena.

[bing_translator]

La sconfitta subita sabato scorso con la Scuola Basket Cagliari ha posto fine ad una splendida serie positiva di otto vittorie consecutive ma la Sulcispes Sant’Antioco non si perde d’animo, ed è determinata a riprendere subito il proprio cammino nella “Poule A” del campionato di Serie D.

«In settimana ho parlato con la squadra – dice coach Paolo Massidda – cercando di analizzare i motivi della sconfitta del PalaCEP. Abbiamo peccato soprattutto dal punto di vista mentale, sbagliando completamente l’approccio alla partita. Questo non deve più succedere, perché, nonostante le otto vittorie consecutive, non abbiamo ancora fatto nulla. Tutte le avversarie incontrate fino a ora ci hanno creato dei problemi, e se non mettiamo in campo la giusta determinazione rischiamo sempre delle brutte sorprese. Dobbiamo essere più squadra.»

I lagunari proveranno a correggere il tiro sabato sera, quando sul parquet amico del PalaGiacomoCabras sarà di scena il Basket Club Uri, capolista imbattuto con quattro successi in altrettante gare disputate. Il quintetto di coach Pianura ha finora regolato, nell’ordine, Astro, Nuoro, Scuola Basket Cagliari e San Salvatore, e ora punta dritto al pokerissimo. La punta di diamante del roster è l’esperto (classe 1975) Marco Rolando, pivot di quasi 210 centimetri che ha maturato esperienze in Serie A con Torino e Fabriano, e in B1 con la Dinamo Sassari.

«Tra le squadre del girone – aggiunge Massidda – Uri è probabilmente quella che ci somiglia maggiormente dal punto di vista della struttura. Rolando è il loro giocatore chiave, sia in attacco – dove conclude e smista palloni con grande qualità – che in difesa, dove invece è chiamato a chiudere l’area, specialmente in situazioni di zona 2-3. Ma dovremo stare attenti anche ad altri giocatori di ottimo livello come Masu, Zoagli e Spanu.»

La Sulcispes proverà, dunque, a impostare una gara tatticamente diversa rispetto alle ultime: «Contrariamente al solito – sottolinea ancora Paolo Massidda – dovremo cercare di alzare il ritmo e di giocare maggiormente in transizione. Sarà fondamentale, inoltre, attaccare bene la loro difesa a zona. Mi attendo una partita caratterizzata dall’equilibrio. Partiamo forse sfavoriti, ma faremo di tutto per sovvertire il pronostico e tornare a vincere.»

Coach Massidda potrà contare anche sul contributo del nuovo arrivato Simone Russo, il cui tesseramento è stato completato in tempo utile per il match.

Palla a due sabato 25 febbraio, alle 19.00, al PalaGiacomoCabras di Sant’Antioco. Arbitreranno Riccardo Solinas di Sestu e Claudio Piras di Quartu Sant’Elena.

[bing_translator]

Nuovo arrivo in casa Sulcispes Sant’Antioco, impegnata nella “Poule A” del campionato di serie D. Il club antiochense ha ingaggiato il playmaker Simone Russo, che sarà a disposizione di coach Paolo Massidda già per la gara interna di sabato sera contro il Basket Uri.

Torinese, classe 1993, Simone Russo è un esterno mancino di ordine e sostanza, particolarmente abile nel mettere in ritmo i compagni di squadra. Alto 180 centimetri, ha buone doti difensive che è capace di sfruttare anche contro avversari di stazza maggiore. Lo scorso anno ha vestito la canotta della Gilbertina Soresina (serie D lombarda), mentre in precedenza aveva maturato un’esperienza nella serie B inglese con il Westside London. Simone Russo ha scelto di indossare la canotta bianco blu numero 21 (finora, nelle sue squadre, aveva indossato sempre la maglia numero 19).  

«Siamo soddisfatti di aver portato a termine questa operazione – spiega il presidente Salvatore Ingrande – visti i tanti acciacchi accusati dai nostri esterni abbiamo deciso di fare uno sforzo per regalare a coach Massidda un giocatore in grado di allungare le rotazioni. Simone è un ottimo ragazzo, che fin da subito ci ha impressionati per professionalità e voglia di mettersi in gioco. E’ a Sant’Antioco già da qualche giorno e si è subito ambientato nel migliore dei modi, sia in città che all’interno della squadra. Siamo certi che ci darà una grossa mano d’aiuto nella parte finale di questo campionato.»