23 June, 2024
HomePosts Tagged "Stefania Simula"

[bing_translator]

La rivolta di Pratobello, l’illusione di Ottana, l’esplosione delle Brigate Rosse barbaricine, i tanti sequestri, gli omicidi, le rapine, ma anche la tenacia, la solidarietà, i grandi gesti umani: 30 anni di storia del nuorese e dintorni sono contenuti nelle pagine del libro di Franco Mannoni, intitolato “Il campo degli asfodeli”: lo scrittore gallurese ha presentato la sua ultima opera martedì 6 agosto a Santa Teresa durante la rassegna letteraria “I monumenti incontrano la letteratura” organizzata dalla cooperativa tutta al  femminile CoolTour Gallura. Mannoni ha parlato delle sue esperienze in terra barbaricina di fronte a una platea che contava oltre 80 persone, affiancato dal giornalista Piero Bardanzellu e da Giovanna Colombo: «Arrivai a Nuoro da giovanissimo dirigente scolastico – ha raccontato Mannoni – ho vissuto anni molto intensi, difficili per il territorio. Episodi e persone indimenticabili, che ho voluto fermare qui, in queste pagine». Tentativo perfettamente riuscito: per oltre un’ora il pubblico ha seguito con grande attenzione i racconti sui fatti ed i personaggi che hanno segnato il “Secolo breve” nel centro della Sardegna.

La presentazione de “Il campo degli asfodeli” è stato il quinto appuntamento inserito nel calendario della rassegna “I monumenti incontrano la letteratura”, il prossimo evento si svolgerà in uno scenario unico e decisamente rinnovato: il belvedere di Santa Teresa Gallura, un palcoscenico che si apre a 240 gradi sulle Bocche di Bonifacio con una vista scenografica sulle scogliere della Corsica e le insenature della punta nord della Sardegna e il monumento simbolo del paese, la Torre di Longonsardo. In questo contesto si esibirà sabato il musicista Raoul Moretti per un concerto di sola arpa, al tramonto, dalle 19,30 fino alle 21.00. L’evento è gratuito.

“I monumenti incontrano la lettura” proseguirà poi con altre due date: il 27 agosto ad Aggius ci saranno Flavio Soriga e Luciano Marrocu, mentre il 12 settembre la rassegna si concluderà con Vindice Lecis a Santa Teresa Gallura. La rassegna “I monumenti incontrano la lettura” è giunta alla sua ottava edizione ed è finanziata da: Fondazione di Sardegna, i Comuni di Aglientu, Aggius e Santa Teresa Gallura.

«Anche quest’anno abbiamo avuto un buon riscontro di pubblico – commenta Stefania Simula, della CoolTour Gallura – il laboratorio di fotografia e letture, gli incontri con gli autori e tutte le attività collaterali hanno visto la partecipazione di oltre 500 persone. Di anno in anno registriamo una crescita esponenziale del nostro pubblico e ci auguriamo una grande platea in occasione della serata di sabato, con il concerto di Raoul Moretti.»

[bing_translator]

Sarà Franco Mannoni, con il suo romanzo “Il campo degli asfodeli”, il protagonista del nuovo appuntamento con la rassegna “I monumenti incontrano la lettura”, organizzato dalla cooperativa CoolTour Gallura.

Martedì 6 agosto, a Santa Teresa Gallura, dalle 19.00, nella scalinata di via Angioy, l’autore presenterà il suo racconto di storie umane, emozioni, eventi e sentimenti, per non dimenticare, per lasciare la testimonianza di ciò che è stato e di ciò che saremmo potuti essere. La lettura di parti del libro, le domande e il costante scambio di opinioni con il pubblico presente saranno ancora una volta il marchio di fabbrica degli appuntamenti letterari della CoolTour Gallura. Con “Il campo degli asfodeli” Franco Mannoni, dopo il successo di “Se ascolti il vento”, ci riporta indietro di alcune decine di anni che, letti con il metro tumultuoso di oggi, sembrano quasi secoli. Un tempo, quello descritto nel libro, burrascoso, denso di fermenti, alcuni sfociati in tragedie, altri in belle pagine di progresso. Tra grandi, medi e piccoli protagonisti, Franco Mannoni disegna a tutto tondo quello che siamo stati, quello che saremmo voluti divenire e quello che in realtà siamo diventati. La presentazione del libro sarà affidata al giornalista Piero Bardanzellu e Giovanna  Colombo. La rassegna “I monumenti incontrano la lettura” è giunta alla sua ottava edizione ed è finanziata da: Fondazione di Sardegna, i comuni di Aglientu, Aggius e Santa Teresa Gallura. L’appuntamento con Mannoni precede di pochi giorni l’altro evento di questo agosto. Sabato 10, dalle 19,30, nel nuovo belvedere della piazza Libertà di Santa Teresa Gallura, antistante la Torre di Longonsardo, andrà in scena il concerto per arpa al tramonto con Raoul Moretti. Nuovi eventi che seguono la presentazione itinerante del libro “In cucina a tutta birra” di Corrado Travisan, andato in scena lo scorso luglio nel porto di Santa Teresa Gallura.

«Noi della CoolTour Gallura siamo felici di aver ancora una volta come ospite Franco Mannoni e di poter presentare il suo nuovo libro, che è già un successo come lo era stato “Se ascolti il vento”, che avevamo presentato sulla terrazza della  Torre Spagnola – spiegano Alessia Chisu, Arianna Riva e Stefania Simula, le tre ragazze della CoolTour Gallura -. Per l’appuntamento di martedì aspettiamo il nostro pubblico, sempre attento alle novità degli autori proposti nella rassegna e pronto a dialogare con loro.» 

[bing_translator]

In cucina…a tutta birra. Un percorso gastronomico che si dipana nella meravigliosa cornice del porto di Santa Teresa Gallura seguendo un filo conduttore che richiama la bevanda che da tempo contende gli onori del gusto al vino. La birra sarà quindi protagonista, martedì 9 luglio, di una serata evento a Santa Teresa. L’appuntamento è organizzato dalla cooperativa Cooltour Gallura nell’ambito della rassegna “I monumenti incontrano la lettura”. La birra, intesa come alimento e non solo come bevanda, sarà tema e oggetto di letture di ricette e degustazioni itineranti nei locali più rinomati del porto di Santa Teresa. Il percorso si svolgerà in compagnia di Corrado Trevisan, nome molto affermato della gastronomia italiana. Trevisan ha pubblicato due volumi: “ABC di cucina per bambini” e “In cucina… a Tutta Birra” per Pacini Fazi Editore.

A partire dalle 19.00, tra la Marina e il porto nuovo di Santa Teresa, le persone che si prenoteranno all’evento inizieranno il percorso. Prima tappa, il Cafè la Marina, a seguire il Cafè du Port e il Breeze bar. Infine, il ritorno al Caffè la Marina, per chiudere il cerchio delle degustazioni. Ciascun locale coinvolto ha preparato alcune ricette contenute nel libro “In cucina… a tutta birra” e Corrado Trevisan illustrerà i vari piatti. L’appuntamento, pertanto, consentirà di valorizzare la versatilità della birra quale ingrediente preziosissimo in cucina: inoltre, si potranno degustare alcune delle migliori marche della bevanda. Stefania Simula, della cooperativa Cooltour Gallura, spiega: «La nostra rassegna è giunta alla quinta edizione, questa è la prima volta che coinvolgiamo il porto di Santa Teresa. Sarà un bellissimo percorso, che faremo insieme all’autore e alle persone che vorranno unirsi a noi».

Per partecipare all’evento è necessario prenotarsi entro domenica. Il costo è di 20 euro e comprende la degustazione di tutti i cibi (2 antipasti, 1 primo ed il dolce) e di tutte le bevande che verranno servite nei locali, oltre al libro “In cucina… a tutta birra” scritto da Corrado Trevisan.

[bing_translator]

C’è Bourama, un ragazzo del Mali che vive nel centro di accoglienza di Trinità d’Agultu. C’è la signora romana che ama la Sardegna con profondità. C’è la studentessa giovanissima, che nella scrittura trova passioni antiche, fuori dal circuito dei social network. Un pubblico di appassionati, 25 scrittori “in erba”, dai 15 ai 75 anni, che si sono confrontati lo scorso 7 settembre nel laboratorio di scrittura artigianale tenuto da Flavio Soriga, scrittore sardo, “Premio Calvino” a 25 anni, uno degli autori contemporanei più importanti della cultura sarda. Un momento intenso e divertente, che ha celebrato la penultima tappa de “I monumenti incontrano la lettura”, rassegna letteraria organizzata dalla cooperativa tutta al femminile CoolTour Gallura. Flavio Soriga è stato l’insegnante di un laboratorio di scrittura creativa, definita nella sua accezione originaria “artigianale”, nel quale si è raggiunta l’osmosi di parole e sentimenti legati alla magia della composizione. Castelli, fiordi e cavalieri, racconti autobiografici, composti dagli allievi nelle tre tappe dell’evento itinerante, iniziato il 6 settembre a Santa Teresa, nel sito archeologico Lu Brandali, ma conclusosi il 7 e 8 settembre, nella cornice di Vignola Mare, nelcomune di Aglientu, all’interno del “Camping Saragosa” con vista sulla Torre spagnola. Soriga nelle vesti di maestro a volte severo, a volte ironico, sempre schietto, ha poi letto passi tratti dal libro dello scrittore scozzese John Niven: “Maschio bianco etero”. La rassegna letteraria, dunque, che ha avuto inizio proprio nel comune di Aglientu, con un laboratorio e una scuola di fumetto in collaborazione con il Centro internazionale del fumetto di Cagliari, procedendo in un lungo percorso che l’ha infine portata a chiudersi proprio a Vignola, sempre grazie alla straordinaria sensibilità e disponibilità del comune di Aglientu, prima di chiudere in bellezza, con la sua appendice finale ad Olbia, all’Archivio Mario Cervo, giovedì 13 settembre alle 21, con la serata Trilussa con i “Tr3lussa”.

Bambini e adulti, il mondo della lettura e della scrittura in un abbraccio simbolico che durante questi mesi ha portato davanti agli autori e artisti della rassegna “I monumenti incontrano la lettura” oltre mille persone. Un pubblico variegato, eterogeneo, accomunato dall’interesse per i racconti, la musica, le arti in generale. Una concezione itinerante, poi, che è diventata ormai una sorta di vocazione. Turisti e residenti nei vari Comuni si sono spesso spostati in altre località per seguire la rassegna, scegliendo di affezionarsi a una formula vincente. In questo modo la rassegna “I monumenti incontrano la lettura” conferma la propria scelta di metodo, che quest’anno l’ha portata a toccare cinque Comuni della Gallura: Santa Teresa Gallura, Aggius, Aglientu, Trinità d’Agultu e Olbia. «Uno dei nostri obiettivi è quello di creare una rete tra i paesi galluresi legata alla cultura, in questo senso siamo particolarmente felici di aver aggiunto quest’anno Trinità d’Agultu tra i luoghi dei nostri appuntamenti artistici, ma soprattutto consolidato la collaborazione con il comune di Aglientu, che ci è stato molto vicino, dimostrandosi attento alla valorizzazione della cultura – spiega Stefania Simula della CoolTour Gallura -. La rassegna iniziata proprio ad Aglientu con il laboratorio di fumetti per bambini, è proseguita nei giorni scorsi con i laboratori di scrittura creativa. L’ingresso di nuovi Comuni dimostra il cresciuto interesse per gli scrittori e i temi proposti nella rassegna letteraria. Puntiamo anche sul coinvolgimento delle scuole per far conoscere ai bambini il nostro territorio».

Chiusura della rassegna, come detto, il 13 settembre all’Archivio Mario Cervo con i Tr3lussa. Il trio artistico formato da Eugenio Cossu, Carlo Tomassetti e Gigi Pintus si esibirà nella declamazione delle famose poesie di Trilussa in chiave sassarese. Un divertente mix di ironia e musica che trova la propria cornice ideale nell’Archivio Mario Cervo, in Via Grazia Deledda 26, ad Olbia. L’ingresso per la serata sarà libero.

[bing_translator]

“La cercatrice di corallo” ha trovato il suo luogo eletto. Un grande successo di pubblico, un’atmosfera unica e il solito clima familiare hanno accolto la presentazione del libro di Vanessa Roggeri. La tappa de “I monumenti incontrano la lettura”, rassegna letteraria organizzata dalla cooperativa tutta al femminile CoolTour Gallura, lunedì 20 agosto ha trovato ospitalità nella Torre di Longonsardo, dove l’autrice Vanessa Roggeri ha presentato il suo ultimo romanzo “La cercatrice di corallo”, edito da Rizzoli. Ai piedi della Torre, accanto alla Madonna del Mare, in una quinta naturale e suggestiva, la scrittrice cagliaritana ha raccontato le storie di una Sardegna antica, magica e misteriosa, ascoltate fin da piccola: frammenti di vita che l’hanno segnata profondamente, facendole nascere il gusto per la narrazione e il desiderio di mantenere vivo il sottile filo che ci unisce a un passato ormai perduto. L’autrice ha dialogato con il pubblico, rapito da una narrazione semplice e fluida, incantato da un’atmosfera unica. Durante la chiacchierata, introdotta dall’omaggio fatto alla Roggeri di dolci tipici sardi preparati da una sua ammiratrice, ci sono stati momenti di riflessione e anche parentesi divertenti, come quando una spettatrice ha intonato una canzone dedicata alla scrittrice. Due ore che sono filate via in un attimo, davanti alle storie di Achille e Regina, che si incontrano per la prima volta nell’estate del 1919, di fronte alle acque spumeggianti di una Sardegna magica. Un appuntamento atteso, che è arrivato a distanza di qualche giorno da un altro evento: l’11 agosto Raul Moretti, sempre nello scenario magico della Torre di Longonsardo, aveva ammaliato il pubblico presente con un concerto d’arpa al tramonto sulla terrazza della Torre. Il prossimo appuntamento sarà invece con il laboratorio di scrittura creativa, ospitato a Vignola dal comune di Aglientu. In questo modo la rassegna “I monumenti incontrano la lettura” conferma la propria natura itinerante, che quest’anno l’ha portata a toccare cinque Comuni della Gallura: Santa Teresa Gallura, Aggius, Aglientu, Trinità d’Agultu ed Olbia.

«Uno dei nostri obiettivi è quello di creare una rete tra i paesi galluresi legata alla cultura, in questo senso siamo particolarmente felici di aver aggiunto quest’anno Trinità d’Agultu tra i luoghi dei nostri appuntamenti artistici e letterari ed ora consolidato la collaborazione con il comune di Aglientu – spiega Stefania Simula, della CoolTour Gallura -. La rassegna iniziata proprio ad Aglientu con il laboratorio di fumetti per bambini, proseguirà a settembre con i laboratori di scrittura creativa per gli adulti. L’ingresso di nuovi Comuni dimostra il cresciuto interesse per gli scrittori e i temi proposti nella rassegna letteraria. Puntiamo anche sul coinvolgimento delle scuole per far conoscere ai bambini il nostro territorio.»

Chiusura della rassegna il 13 settembre all’Archivio Mario Cervo di Olbia con i Tr3lussa. Sarà quindi ancora una volta Flavio Soriga, scrittore sardo tra i più conosciuti, il protagonista del laboratorio di scrittura creativa. L’evento sarà itinerante e inizierà il 6 settembre a Santa Teresa, nel sito archeologico Lu Brandali. Il 7 e 8 settembre, invece, l’appuntamento si sposterà a Vignola Mare, nel comune di Aglientu, all’interno del “Camping Saragosa” con vista sulla Torre spagnola. Il laboratorio si svolgerà su prenotazione e a pagamento. Per le prenotazioni chiamare il numero di telefono 392 0547979.

[bing_translator]

La prima mostra di archeologia ipersensoriale in grado di far conoscere una storia millenaria anche a persone con disabilità fisiche. La Sardegna di 3mila anni fa è la protagonista di “Lu Brandali leggi tocca e ascolta” l’esposizione di archeologia nuragica inaugurata il 18 luglio nell’omonimo sito di Santa Teresa Gallura. Un progetto ideato dalla CoolTour Gallura, la cooperativa che gestisce il complesso nuragico “Lu Brandali”, che conduce lo spettatore all’interno di un viaggio tattile, sensoriale e tridimensionale nella storia: ma, soprattutto, un percorso culturale accessibile anche alle persone con disabilità. Interamente tradotta in braille, grazie alla stretta collaborazione con l’associazione I.RI.FO.R. – Formazione, ricerca e riabilitazione per la disabilità visiva – “Lu Brandali leggi tocca e ascolta” propone stampe tridimensionali tattili e audio. Si tratta del progetto “Tooteko”, ideato da una start up che rende l’arte e i luoghi di cultura fruibili ai non vedenti e ipovedenti attraverso una speciale “app” collegata ad alcuni sensori che consentono di toccare i reperti esposti ed ascoltare le spiegazioni. La mostra di archeologia nuragica “Lu Brandali, leggi tocca ascolta” sarà visitabile fino al 15 novembre, dalle 9,30 alle 18,30, all’interno del centro didattico del sito archeologico Lu Brandali di Santa Teresa Gallura. L’esposizione raccoglie tutti i reperti archeologici più importanti degli scavi eseguiti nel sito nuragico e crea un percorso cronologico che parte dalla scoperta del sito nel ’67 fatta da Michele Careddu ed arriva fino agli scavi del 2016. Tra i materiali esposti anche alcuni teschi relativi agli inumati nella Tomba di Giganti, importantissima scoperta dei primi anni ‘80.

«Essere state le ideatrici di questa mostra ci inorgoglisce e ci riempie di gioia – spiegano Alessia Chisu, Arianna Riva e Stefania Simula della CoolTour Gallura -. In questi anni di gestione dei beni culturali del Comune di Santa Teresa Gallura abbiamo avuto tantissime soddisfazioni, ma la felicità che proviamo per questa nuova iniziativa è davvero indescrivibile. L’approvazione del progetto da parte della Regione ci ha consentito di realizzare un sogno iniziato nel 2012: rendere fruibile il sito archeologico Lu Brandali a tutti. Questa mostra è dedicata soprattutto alle persone che, a causa di disabilità fisiche, non avrebbero potuto vedere il sito archeologico e, grazie alla sinergia con i professionisti di settore e alle nuove tecnologie, ora potranno ammirarlo in tutto il suo splendore. Questo non è un punto di arrivo ma di partenza, vorremmo incrementare l’esposizione, aumentarne la capacità ed esportarla in più territori.»

Un percorso archeologico dove la tecnologia diventa strumento di conoscenza, attraverso i virtual reality ed esplorazioni in 3D da provare su tablet. Da qui la possibilità per tutti, soprattutto i portatori di handicap, di vivere e vedere la ricostruzione ideale della Tomba di Giganti, trovarsi davanti alla grande esedra ed esplorarla dall’interno. L’area tattile sarà anche corredata con riproduzioni di ceramica e di bronzo che propongono i reperti di Lu Brandali.

Francesco Carrera, funzionario SABAP delle province di Sassari e Nuoro, spiega: «La mostra di Lu Brandali è un tuffo nel passato, nella vita quotidiana di un villaggio nuragico risalente a 3.500 anni fa. Non esiste, in Sardegna, una esibizione simile, che consenta di vedere, sentire e percepire ciò che accadeva nell’isola ai tempi dei nuragici». I principali reperti della mostra provengono dal villaggio e dalla Tomba di giganti di Lu Brandali. «Ma questo sito non ha assolutamente finito di stupirci – conclude Francesco Carrera – sono sicuro che c’è molto altro materiale da scoprire e riportare alla luce».

L’archeologa Letizia Lemmi, a capo dei lavori di scavo nel biennio 2015/2016, commenta: «Per la prima volta in Sardegna si è utilizzata una tecnologia del genere applicata a una mostra nuragica. Non è mai stato fatto nulla di simile, finora. Serve per portare a conoscenza del pubblico, in maniera immediata, delle nozioni comprensibili sia per il pubblico adulto, sia per i bambini».

Il progetto, voluto e creato dalla Cooperativa CoolTour Gallura, con il titolo “Santa Teresa Gallura heritage. Ritorno al futuro. Dalle pietre di Lu Brandali alle mura della Torre di Longonsardo”, è stato finanziato attraverso il programma operativo regionale POR – Programmazione unitaria 2014-2020 – sulla competitività delle imprese con il bando Culture_LAB della Regione Sardegna. Un progetto che è stato possibile grazie alla collaborazione della dottoressa Letizia Lemmi per la direzione scientifica, dei dottori Rubens D’Oriano, Francesco Carrera e Francesco Di Gennaro, responsabili della Soprintendenza dei Beni archeologici per le province di Sassari e Nuoro, della dottoressa Angela Antona e il prezioso patrocinio del comune di Santa Teresa Gallura.

[bing_translator]

Flavio Soriga e gli scrittori da palco sono stati i protagonisti assoluti del reading di sabato scorso a Trinità D’Agultu. L’appuntamento, che si è tenuto in piazza della Rinascita a partire dalle 21,30, faceva parte del cartellone della rassegna letteraria itinerante “I monumenti incontrano la lettura” ideato e organizzato dalla cooperativa tutta al femminile Cooltour Gallura di Santa Teresa ed era, allo stesso tempo, anche il primo evento della rassegna culturale “Orfeo cinto di mirto” organizzata dall’associazione “Ingegner Agostino Muretti” di Trinità d’Agultu. Un pubblico molto partecipe e numeroso, composto da circa ottanta persone, ha applaudito per quasi due ore gli interventi di Flavio Soriga e degli altri autori: Emilia Agnesa, Dario Dessì, Angela Colombino e Andrea Sini. Divertenti, spontanei, dissacratori. La dinamica su cui è basata “Scrittori da palco” è risultata ancora una volta vincente: una commistione tra il classico reading letterario, il cabaret e il concerto musicale.

Stefania Simula, della cooperativa Cooltour Gallura, commenta: «La nostra rassegna itinerante, in questi anni, è stata ospitata da diversi paesi galluresi, ma questa era la prima volta a Trinità D’Agultu. Ed è stata una serata davvero molto bella, grazie agli Scrittori da palco e alla collaborazione con Giulia Erriu, la presidente dell’associazione “Ingegner Agostino Muretti” che da tanti anni si occupa di organizzare eventi culturali, mostre, incontri letterari».

La cornice di piazza della Rinascita è risultata perfetta: «Ci piacerebbe tornare anche l’anno prossimo e ricevere la stessa accoglienza – aggiunge Stefania Simula – l’atmosfera in piazza era ideale: classica del paese gallurese dove la sera si distribuiscono le sedie davanti alle case e si chiacchiera, al fresco della sera, mentre si sorseggia un caffè».

Archiviata la tappa di Trinità d’Agultu, la rassegna “I monumenti incontrano la lettura” continuerà il 24 luglio, alle 21.00, con la scrittrice sassarese Bianca Pitzorno che incontrerà il pubblico al sito archeologico Lu Brandali di Santa Teresa. Bianca Pitzorno è scrittrice, autrice di programmi televisivi, paroliera e archeologa: il tema della serata sarà “La vita di Eleonora d’Arborea” opera pubblicata nel 1984 e aggiornata alla luce di nuovi documenti nel 2010.

L’11 agosto, alle 19,30, Raul Moretti si esibirà in un concerto d’arpa al tramonto sulla terrazza della torre di Longonsardo. Il 20 agosto, alle 19,30, Vanessa Roggeri presenterà il suo libro “La cercatrice di corallo” alla Torre di Longonsardo. A settembre, la rassegna si concluderà con un incontro di poesia a Olbia ed un laboratorio di scrittura creativa itinerante.

[bing_translator]

Un laboratorio di fumetti realizzato ai piedi dell’imponente nuraghe Tuttusoni di Aglientu: prosegue con successo la rassegna letteraria itinerante “I monumenti incontrano la lettura” organizzata dalla Cooltour Gallura, la cooperativa tutta al femminile che gestisce i siti archeologici e i monumenti di Santa Teresa Gallura. La scorsa settimana, la rassegna ha coinvolto, in una nuova partnership, il Centro internazionale del fumetto, la scuola fondata da Bepi Vigna (uno dei padri di Nathan Never) a Cagliari. I laboratori di fumetto si sono svolti in due giornate durante le visite guidate al nuraghe Tuttusoni e alla Torre di Vignola: sono stati coinvolti tutti gli studenti delle scuole di Aglientu, dalla materna alle medie. Gli alunni si sono trasformati in fumettisti seguendo le indicazioni del team del Centro internazionale: i bambini della scuola dell’infanzia hanno riportato su carta le impressioni fornite dalla visita guidata ai siti del nuraghe Tuttusoni e della Torre di Vignola, colorando a loro piacimento delle stampe dei monumenti, a cui hanno aggiunto dei dettagli di flora e fauna. I bambini delle prime, seconde, terze e quarte elementari, invece, hanno realizzato una striscia a fumetti (3/6 vignette), imparando le basi essenziali del “racconto per immagini” e al contempo inventando una piccola storia che raccontasse un episodio ambientato nei siti visitati. I ragazzi della quinta elementare hanno lavorato insieme a quelli delle medie e sono stati introdotti al linguaggio del fumetto in modo professionale; le insegnanti hanno spiegato le varie fasi di realizzazione di una storia a fumetti mostrando sulla Lim i character design dei personaggi, le bozze a matita e le tavole a colori finite. Quindi i ragazzi hanno inventato delle brevi storie, disegnandole nelle strisce a fumetti.

«Per la prima volta, la nostra rassegna letteraria ha lavorato con il mondo dei fumetti – spiega Stefania Simula, della Cooltour Gallura – siamo molto contente del risultato ottenuto, è stato bello riuscire a sprigionare la fantasia dei bambini, i quali hanno riproposto i monumenti del comune di Aglientu in chiave moderna, popolati da alieni, o personaggi dei videogiochi, oppure da veri abitanti del paese. Ringraziamo il Centro internazionale del fumetto per la loro professionalità e capacità, e tutti gli insegnanti e gli assistenti che hanno reso possibile questa bellissima esperienza.»

“I monumenti incontrano la lettura” prosegue con gli appuntamenti in programma:

Il 10 giugno, alle 18.00, nella Torre di Longonsardo a Santa Teresa, ci sarà il laboratorio “Inventafavole” in collaborazione con “La bottega della strega”. Il 20 giugno, alle 19.00, sempre sulla torre di Longonsardo, ci sarà un incontro con Oliver Avellino e Alice Bertuzzi intitolato: “Guida al sottile – Esercizi energetici per il ritorno a sé”.

Il 7 luglio, alle 19.00, nel centro storico di Aggius, Corrado Trevisan (tra i fondatori di Slow Food e punto di riferimento dell’enogastronomia italiana) presenterà il suo libro “In cucina a tutta birra”. Ci saranno degustazioni itineranti nel centro storico di Aggius in collaborazione con i bar e i ristoranti.

Il 13 luglio, alle 18.00, nella Torre di Longonsardo a Santa Teresa, ci sarà il laboratorio “Inventafavole” in collaborazione con “La bottega della strega”. Il 14 luglio, alle 21,30, a Trinità d’Agultu, gli scatenati “Scrittori da palco” capitanati da Flavio Soriga invaderanno Piazza della Rinascita con il loro tipico spettacolo, una commistione tra il classico reading letterario, il cabaret e il concerto musicale, collaborazione con l’associazione culturale ingegner Agostino Muretti. Il 24 luglio, alle 21.00, la scrittrice sassarese Bianca Pitzorno incontrerà il pubblico al sito archeologico Lu Brandali di Santa Teresa. Bianca Pitzorno è scrittrice, autrice di programmi televisivi, paroliera e archeologa: il tema della serata sarà “La vita di Eleonora d’Arborea” opera pubblicata nel 1984 e aggiornata alla luce di nuovi documenti nel 2010.

L’11 agosto, alle 19,30, Raul Moretti si esibirà in un concerto d’arpa al tramonto sulla terrazza della torre di Longonsardo. Il 20 agosto, alle 19,30, Vanessa Roggeri presenterà il suo libro “La cercatrice di corallo” alla Torre di Longonsardo.

A settembre, la rassegna si concluderà con un incontro di poesia a Olbia ed un laboratorio di scrittura creativa itinerante.

[bing_translator]

L’edizione 2018 della rassegna letteraria itinerante “I monumenti incontrano la lettura” è pronta a partire: l’evento è stato costruito con un programma molto ricco e variegato, in grado di raggiungere qualsiasi tipologia di pubblico. La Cooltour Gallura, cooperativa tutta al femminile che gestisce i siti archeologici di Santa Teresa, per quest’anno ha ideato e organizzato una rassegna, giunta alla settima edizione, che toccherà diversi centri urbani galluresi. E si inizia immediatamente: domenica 20 maggio, lo scrittore del Senegal Mamadou Mbengas inaugurerà la manifestazione culturale. Un percorso che, iniziato sei anni fa, si conferma denso di appuntamenti e significati culturali, con la formula di successo che abbina le storie ai luoghi. «Uno dei nostri obiettivi è quello di creare una rete tra i paesi galluresi legata alla cultura, in questo senso siamo particolarmente felici di aver aggiunto quest’anno Trinità d’Agultu tra i luoghi dei nostri appuntamenti artistici e letterari – spiega Stefania Simula della CoolTour Gallura -. L’ingresso di nuovi Comuni dimostra il cresciuto interesse per gli scrittori e i temi proposti nella rassegna letteraria. Puntiamo anche al coinvolgimento delle scuole per far conoscere ai bambini il nostro territorio».

Il programma.

Il 20 maggio, alle 18.00, nel sito archeologico di Lu Brandali a Santa Teresa Gallura, si svolgerà un incontro con lo scrittore Mamadou Mbengas e il suo racconto “Kumba con Madre Kumba senza madre”: sarà un appuntamento molto coinvolgente, adatto a un pubblico di tutte le età, con musica e giochi, in una atmosfera perfetta per un ponte culturale tra Sardegna e Africa.

Il 25 maggio ci sarà un laboratorio organizzato in collaborazione con la Scuola internazionale del fumetto di Cagliari e con il Comune di Aglientu. È prevista una visita guidata ai monumenti di Aglientu – ossia il nuraghe Tuttusoni e la Torre di Vignola – in compagnia degli studenti delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria del Comune. Alcuni giorni dopo, il 30 maggio, il laboratorio si concluderà con la creazione di alcune strisce che riporteranno i disegni e le storie dei siti archeologici e storici e che successivamente saranno esposte nella struttura museale di Aglientu.

Il 10 giugno, alle 18.00, nella Torre di Longonsardo a Santa Teresa, ci sarà il laboratorio Inventafavole in collaborazione con La bottega della strega.

Il 20 giugno, alle 19.00, sempre sulla torre di Longonsardo, ci sarà un incontro con Oliver Avellino ed Alice Bertuzzi intitolato: “Guida al sottile – Esercizi energetici per il ritorno a sé”.

Il 7 luglio, alle 19.00, nel centro storico di Aggius, Corrado Trevisan (tra i fondatori di Slow Food e punto di riferimento dell’enogastronomia italiana) presenterà il suo libro “In cucina a tutta birra”. Ci saranno degustazioni itineranti nel centro storico di Aggius in collaborazione con i bar e i ristoranti.

Il 13 luglio, alle 18.00, nella Torre di Longonsardo a Santa Teresa, ci sarà il laboratorio Inventafavole in collaborazione con La bottega della strega.

Il 14 luglio, alle 21,30, a Trinità d’Agultu, gli scatenati “Scrittori da palco” capitanati da Flavio Soriga invaderanno Piazza della Rinascita con il loro tipico spettacolo, una commistione tra il classico reading letterario, il cabaret e il concerto musicale, collaborazione con l’associazione culturale ingegner Agostino Muretti.

Il 24 luglio, alle 21.00, la scrittrice sassarese Bianca Pitzorno incontrerà il pubblico al sito archeologico Lu Brandali di Santa Teresa. La Pitzorno è una delle firme più conosciute, in Europa, della letteratura destinata ai più giovani. Ha vinto decine di premi letterari internazionali, ha scritto alcuni capisaldi dei romanzi di formazione come “La bambina col falcone”, “La casa sull’albero”, “L’incredibile storia di Lavinia”. Dal 2000 è anche ambasciatrice dell’Unicef.

L’11 agosto, alle 19,30, Raul Moretti si esibirà in un concerto d’arpa al tramonto sulla terrazza della torre di Longonsardo

Il 20 agosto, alle 19,30, Vanessa Roggeri presenterà il suo libro “La cercatrice di corallo” alla Torre di Longonsardo.

A settembre, la rassegna si concluderà con un incontro di poesia a Olbia e un laboratorio di scrittura creativa itinerante.

La rassegna “I monumenti incontrano la lettura” è realizzata con il sostegno di: Fondazione di Sardegna, Archivio Mario Cervo, Made by Sardinia, Comune di Aglientu, associazione culturale “Ingegner Agostino Muretti” ed il Comune di Santa Teresa – Settore socio-assistenziale e sanitario. Inoltre, con il patrocinio dei Comuni di Aggius, Trinità d’Agultu e Vignola.

 

 

[bing_translator]

Enrica Tesio è uno dei casi letterari degli ultimi anni: alcuni anni fa ha iniziato a scrivere in un blog intitolato “Prima o poi l’amore arriva. E t’incula” e in breve tempo ha saputo conquistare una platea di affezionati lettori, i quali hanno continuato a seguirla anche quando la copywriter torinese, nel 2015, ha deciso di esordire in editoria con il romanzo edito da Mondadori “La verità, vi spiego, sull’amore”. «Un titolo che è solo marketing – assicura l’autrice – dal momento che continuo a farmi le domande sbagliate». In ogni caso, titolo e romanzo sono piaciuti molto a tanti lettori e quest’anno la sua storia è diventata un film. Stesso titolo, diretto da Max Croci, interpretato da Carolina Crescentini, Edoardo Pesce ed Ambra Angiolini.

In questi anni, Enrica Tesio ha raccontato la sua storia innumerevoli volte, ma mai in Sardegna: conosce bene l’isola da turista, ma deve ancora confrontarsi col pubblico sardo in qualità di autrice. Venerdì 18 agosto, alle 19.00, al sito archeologico Lu Brandali di Santa Teresa Gallura ci sarà quindi la sua prima presentazione in Sardegna. L’incontro sarà moderato da Pinuccia Sechi ed è stato realizzato in collaborazione con l’associazione “Amici di Lucia”.

L’appuntamento di venerdì chiude l’edizione 2017 della rassegna letteraria “I monumenti incontrano la lettura”, ideata e curata dalla Cooltour Gallura, una cooperativa formata da Alessia Chisu, Stefania Simula e Arianna Riva che si occupa di gestire i siti archeologici di Santa Teresa Gallura. La rassegna è stata organizzata in collaborazione con la Fondazione Banco di Sardegna, il comune di Aglientu, la Delphina Hotels & Resorts, Carlo Delfino Editore, e con il patrocinio dei comuni di Santa Teresa Gallura e Aggius. La manifestazione è iniziata lo scorso giugno con Flavio Soriga, a cui hanno poi fatto seguito le presentazioni dei libri di Franco Mannoni e Jean Marie Comiti, Liliana Scarparo e Giovanni Floris.