19 May, 2022
HomePosts Tagged "Tore Armeni"

Sa die de sa Sardigna è la giornata dell’orgoglio sardo, del riscatto sociale e della cacciata dei Piemontesi: un giorno di risveglio dal dominio sabaudo che ancora rimane impressa nei cuori e nei ricordi di tutto il popolo sardo. E, così come avviene da anni, anche nel 2022 l’Associazione Culturale Musicale “Ennio Porrino” di Elmas ha scelto di mettere in scena una manifestazione narrativo-musicale in occasione di questa ricorrenza. Sabato 30 aprile, infatti, a Sant’Antioco (presso l’Aula Consiliare Comunale, con inizio alle ore 19.00) si terrà la manifestazione narrativo-musicaleSA STORIA DE SA SARDIGNA CUN CANTUS E CONTUS (Musica e parole per raccontare Sa Die de sa Sardigna) che vedrà protagonista il Gruppo Cameristico Vocale-Strumentale “Ensemble Porrino” di Elmas composto da Ignazio Perra (Tenore e Maestro Direttore), Manuela Ragusa (Mezzo Soprano), Alessio Asunis (Tromba), Vera Zuddas (Sax Contralto), Salvatore Svezia (Corno), Claudio Corrias (Euphonium), Marianna Loddo (Violino), Fabrizio Annis (Fisarmonica), Pasquale Perra (Pianoforte), Matteo Simone Musio (Percussioni), Fabio Pisu (Voce Recitante).

L’iniziativa consiste in una manifestazione tra storia, narrativa e musica (finalizzata ad approfondimenti e riflessioni sulle vicende storiche del popolo sardo, anche in relazione alla contemporaneità) che prevede l’interazione di varie forme di elaborazione e di espressioni artistiche e culturali con esibizioni musicali e narrazioni a tema e mira ad una rievocazione storica del periodo (fine XVIII secolo ed inizi del XIX secolo) nel quale si colloca l’allontanamento da Cagliari dei Piemontesi (28 aprile 1794), pure con spunti che possano correlarla a fatti e/o personaggi dei giorni nostri.

Sa die de sa Sardigna è la festa del popolo sardo che ricorda i cosiddetti “Vespri Sardi”, cioè l’insurrezione popolare del 28 aprile 1794 con il quale si allontanarono da Cagliari i Piemontesi ed il viceré Balbiano in seguito al rifiuto del governo torinese di soddisfare le richieste dell’isola titolare del Regno di Sardegna. I Sardi chiedevano che venisse loro riservata una parte degli impieghi civili e militari e una maggiore autonomia rispetto alle decisioni della classe dirigente locale. Il governo piemontese rifiutò di accogliere qualsiasi richiesta, perciò la borghesia cittadina con l’aiuto del resto della popolazione scatenò il moto insurrezionale. 28 aprile del 1794: la popolazione inferocita decise di allontanare dalla città il viceré Balbiano e tutti i Piemontesi, che nel mese di maggio di quell’anno furono imbarcati con la forza e rispediti nella loro regione.

La manifestazione SA STORIA DE SA SARDIGNA CUN CANTUS E CONTUS” (Musica e parole per raccontare Sa Die de sa Sardigna) è promossa ed attuata dall’Associazione Culturale Musicale “Ennio Porrino” di Elmas, con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato della P.I., Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport) con la compartecipazione finanziaria della Scuola Civica di Musica “Don Tore Armeni” di Sant’Antioco-San Giovanni Suergiu (diretta dal maestro Claudio Corrias) ed in collaborazione con il comune di Sant’Antioco nell’ambito del progetto “Suoni e Voci per l’Isola” e della produzione, distribuzione e circuitazione concertistica che l’associazione sta realizzando in Sardegna nell’anno 2022 (la cui direzione artistica è a cura del maestro Ignazio Perra).

L’iniziativa (con ingresso gratuito) sarà aperta al pubblico munito di green pass rafforzato e si terrà nel rispetto delle norme e disposizioni anti Covid.

Un doppio appuntamento concertistico è previsto con l’Associazione Culturale Musicale “Ennio Porrino” di Elmas che promuove e organizza il Concerto Vocale – Strumentale “TALES IN MUSIC – Musica e Parole per raccontare le tradizioni”, tenuto dal gruppo “Cantico dal Mare” (Manuela Ragusa: voce e strumenti tradizionali – Mario Pierno: chitarra).
Lunedì 6 settembre 2021 a Sant’Antioco (presso i Giardini del Museo Archeologico “Ferruccio Barreca”, con inizio alle ore 21.00) e martedì 7 settembre 2021 a Elmas (presso l’atrio del Palazzo Comunale, con inizio alle ore 21.00) verrà proposto un percorso fra musica e parole con suoni provenienti dalle nostre radici che uniscono terre diverse mediante l’esecuzione di un repertorio composto da brani appartenenti al repertorio tradizionale e popolare in lingua sarda, napoletana e siciliana.
I concerti sono promossi e attuati dall’Associazione Culturale Musicale “Ennio Porrino” di Elmas, con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato della Pubblica istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport), con la compartecipazione finanziaria della Scuola Civica di Musica “Don Tore Armeni” di Sant’Antioco e dell’Associazione Turistica Pro loco di Elmas e con la collaborazione dei comuni di Sant’Antioco e di Elmas, nell’ambito del progetto “Suoni e Voci per l’Isola” e della produzione, distribuzione e circuitazione concertistica che l’Associazione sta realizzando in Sardegna nell’anno 2021 (la cui direzione artistica è a cura del maestro Ignazio Perra).
L’ingresso ai concerti, che si terrà nel rispetto delle norme e disposizioni anticovid, sarà gratuito e sarà riservato esclusivamente al pubblico munito di green pass.

 

Martedì 3 agosto, in piazza Umberto, alle 21.30, a Sant’Antioco si terrà il concerto vocale – strumentale “Spartiti e memorie” che vedrà protagonisti Alice Madeddu: soprano, Francesca Matta: soprano, Manuel Cossu: baritono, Giancarlo Salaris: pianoforte.
L’appuntamento musicale sarà caratterizzato dall’esecuzione di celebri brani di autori, epoche e stili vari, tratti dal repertorio dell’operetta, dell’opera e della canzone, interpretati in forma colta ed in modo cameristico con un organico appositamente ideato per ottenere un sound d’insieme in grado di produrre un effetto ed una timbrica di particolare e coinvolgente impatto sonoro.
Il concerto predetto è promosso ed attuato dall’Associazione Culturale Musicale “Ennio Porrino” di Elmas, con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna e la collaborazione e la compartecipazione finanziaria della Scuola Civica di Musica “Don Tore Armeni” di Sant’Antioco), nell’ambito del progetto “Suoni e Voci per l’Isola” e della produzione, distribuzione e circuitazione concertistica che l’Associazione sta realizzando in Sardegna nell’anno 2021 (la cui direzione artistica è a cura del maestro Ignazio Perra).
Il concerto sarà aperto al pubblico (con ingresso gratuito) e si terrà nel rispetto delle norme e disposizioni anti-Covid.

Domenica 4 luglio 2021 a Sant’Antioco (presso i Giardini del Museo Archeologico “Ferruccio Barreca”, con inizio alle ore 21.30) si terrà il Concerto cameristico per oboe e trio d’archi “Spartiti e Memorie”, tenuto dall’Ensemble Trame Sonore (Francesca Viero: oboe, Olesya Emelyanenko: violino, Maria Cristina Masi: viola, Karen Hernandez: violoncello), musicisti professori dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari.
I suggestivi Giardini del Museo Archeologico “Ferruccio Barreca” faranno da cornice alle esibizioni musicali che saranno caratterizzate dall’esecuzione di brani di epoche, generi, stili ed autori vari appartenenti al repertorio operistico, cinematografico, tradizionale e popolare (anche sardo), interpretati in forma colta ed in modo cameristico da un organico appositamente ideato per ottenere un sound d’insieme in grado di produrre un effetto ed una timbrica di particolare e coinvolgente impatto sonoro.
Il concerto predetto è promosso e attuato dall’Associazione Culturale Musicale “Ennio Porrino” di Elmas, con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato della P.I., Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport) e con la collaborazione e la compartecipazione finanziaria della Scuola Civica di Musica “Don Tore Armeni” di Sant’Antioco), nell’ambito del progetto “Suoni e Voci per l’Isola” e della produzione, distribuzione e circuitazione concertistica che l’Associazione sta realizzando in Sardegna nell’anno 2021 (la cui Direzione Artistica è a cura del maestro Ignazio Perra).
Il concerto sarà aperto al pubblico (con ingresso gratuito).

[bing_translator]

Giovedì 30 aprile, alle 18.00, il Consiglio comunale di Sant’Antioco si riunirà a porte chiuse e verrà trasmesso in diretta streaming sul canale Youtube del comune di Sant’Antioco e sulla radio locale, ViVa Radio Sardegna, alle frequenze FM 101.50.

All’ordine del giorno figurano i seguenti punti:

– Comunicazioni del Sindaco;

– Approvazione della relazione sulla gestione (art. 151, comma 6 e art. 231, comma 1, D.Lgs. n° 267/2000 e art. 11, comma 6, D.lgs. n. 118/2011) e del rendiconto dell’esercizio 2019;

– Variazione n° 4 al bilancio di previsione 2020-2022;

– Variazione al bilancio di previsione finanziario n° 1 – ratifica della deliberazione di Giunta comunale n° 36 del 31/03/2020 adottata ai sensi dell’art. 175, comma 4, del DLGS n 267/2000;

– Variazione al bilancio di previsione finanziario n° 2 – ratifica della deliberazione di Giunta comunale n° 36 del 31/03/2020 adottata ai sensi dell’art. 175, comma 4, del DLGS n 267/2000;

– Variazione al bilancio di previsione finanziario n° 3 – ratifica della deliberazione di Giunta comunale n° 43 del 14/04/2020 adottata ai sensi dell’art. 175, comma 4, del DLGS n 267/2000;

–  Integrazione dell’atto di indirizzo relativo il rilascio delle concessioni demaniali, di cui all’art. 41, comma 1, lett. C – bis, L.R. n° 9 del 12/06/2006, adottato con delibera del Consiglio comunale n° 29 del 5/07/2018;

– Individuazione delle aree pubbliche da destinare alla pratica sportiva e all’accesso dei cani in spiaggia, da affidare in gestione, mediante autorizzazione stagionale, ad associazioni sportive o ad associazioni senza scopo di lucro;

– Attività di ricerca scientifica e didattica in ambito archeologico. Rinnovo convenzione con l’Università degli studi di Sassari;

– L.R. 28/1997 Istituzione scuola civica di musica don Tore Armeni – contributo RAS anno scolastico 2019/2020 – approvazione rimodulazione progetto;

– L.R. 28/1997 Istituzione scuola civica di musica don Tore Armeni – approvazione programma spese per l’anno scolastico 2020/2021 – richiesta contributo alla RAS;

– Modifica del regolamento e del piano delle aree per l’esercizio del commercio su aree pubbliche;

– Interrogazione presentata dal gruppo Genti Noa su: Annali 2016 (edizione speciale in riduzione a fumetto) – mancata consegna 1.500 copie;

– Interrogazione presentata dal gruppo Genti Noa su: procedure di dismissione degli alloggi popolari.

In alternativa alla presenza fisica in aula, i consiglieri potranno scegliere di partecipare alla seduta in videoconferenza, con preghiera di tempestiva comunicazione all’Ufficio Segreteria, al fine di poter testare la procedura.

[bing_translator]

Ieri sera si è svolta la cerimonia di inaugurazione della stagione “Bandiera Blu”, che dal primo luglio al 31 agosto prossimo vedrà il prestigioso riconoscimento internazionale fare bella mostra di sé nell’arenile di Sant’Antioco. Un successo rilevante, che proietta l’isola sulcitana tra le mete turistiche di qualità. Prima il sindaco Ignazio Locci ha consegnato le bandiere blu agli stabilimenti balneari presenti nell’arenile (che a loro volta potranno esporre la bandiera fino a conclusione della “Blue Flag Season”, il 31 agosto), poi ha innalzato ufficialmente il vessillo, accompagnato dall’Inno di Mameli intonato dalla banda musicale “Giuseppe Verdi”.

Dopo la cerimonia e la benedizione della Bandiera Blu ad opera del parroco della Basilica di Sant’Antioco Martire, don Mario Riu, cui hanno partecipato anche la Guardia Costiera, la Protezione Civile, i Vigili Urbani ed una rappresentanza dell’Arma dei Carabinieri della Compagnia di Carbonia, è seguito un rinfresco nelle aree dello stabilimento dedicato ai pazienti gravi e gravissimi, “L’Isola del Cuore”, al quale ha fatto da cornice l’intrattenimento musicale degli allievi della Scuola Civica di Musica “Don Tore Armeni”.

Ad avviare la festa, l’intervento del consigliere comunale con delega all’Ambiente Pasquale Renna: «La Bandiera Blu – ha commentato – è un traguardo importantissimo per la città di Sant’Antioco, che mette in risalto il nostro inestimabile patrimonio paesaggistico ed ambientale: un tesoro che ci è stato regalato dalla natura. Il lavoro che dobbiamo fare oggi è impegnarci per conservare questo vessillo».

Il sindaco Ignazio Locci ha ricordato quando nel 2017, durante la campagna elettorale, aveva annunciato di voler puntare alla Bandiera Blu, come punto di partenza per la valorizzazione delle bellezze antiochensi: «Oggi possiamo dire di avercela fatta – ha evidenziato il primo cittadino – grazie anche a un momento storico decisivo: nel giugno nel 2018, infatti, abbiamo inaugurato lo stabilimento “Isola del Cuore”, un esempio in Sardegna e in Italia che ci ha dato quel qualcosa in più per raggiungere l’obiettivo che ci eravamo fissati. Grazie all’associazione di volontariato “Le Rondini”, dunque, ai pazienti gravi e gravissimi è garantita l’accessibilità piena alla spiaggia di Maladroxia. Tuttavia, occorre migliorarci e potenziare i servizi, a partire dall’illuminazione e dalle strade».

Ignazio Locci, infine, ha ringraziato tutte le associazioni e i gestori di servizi che da anni operano a Maladroxia, dalla sicurezza alla balneazione, alla ristorazione.

[bing_translator]

Il sindaco Ignazio Locci ha convocato il Consiglio comunale di Sant’Antioco in seduta straordinaria – prima convocazione – per mercoledì 6 febbraio, alle 19.00 (termine dei lavori entro le 22.00), presso la sala consiliare, per la trattazione del seguente ordine del giorno:

 Interrogazione presentata dal gruppo “Sant’Antioco Attiva” su: Viabilità nel territorio comunale in prossimità del Faro;

 Mozione presentata dal Gruppo “Genti Noa” su: Novero degli studenti aventi diritto alle borse di studio;

 Progetto fattibilità tecnica ed economica messa in sicurezza e riqualificazione area prospiciente Piazza A. De Gasperi, adozione definitiva della variante al Piano Urbanistico Comunale, efficacia del vincolo preordinato all’esproprio, ai sensi del DPR 327/2001;

 Approvazione modifica protocollo d’intesa tra il comune di Sant’Antioco e l’associazione di volontariato Onlus Le Rondini per l’attuazione del nuovo progetto “Quando la disabilità non è un ostacolo”;

 L.R. 28/1997 – Istituzione Scuola Civica di Musica don Tore Armeni, contributo RAS anno scolastico 2018/2019 – approvazione rimodulazione progetto;

In caso di mancato esaurimento dei punti all’ordine del giorno entro le 22.00, la seduta sarà aggiornata alle 12.30 di giovedì 7/02/2019.

[bing_translator]

 

Ancora un fine settimana di divertimento a Sant’Antioco, in attesa del Capodanno in Piazza Umberto (31 dicembre) e della “discesa dal cielo” della Befana (sabato 5 gennaio), sempre in Piazza Umberto. Si parte oggi, venerdì 28, alle 18.00, con il “Concerto di Capodanno”, presso la Chiesa Santa Maria Goretti, a cura della Scuola Civica di musica don Tore Armeni. Domani, sabato 29 dicembre, tornano gli appuntamenti con il Villaggio di Natale in Piazza Italia: alle 10.00, apertura della Fiera Mercato, della Casa di Babbo Natale e della Fabbrica dei giochi. Si prosegue di sera, alle 19.00, con l’estrazione dei biglietti fortunati della lotteria “Regalo di Natale”, in compagnia del divertentissimo duo Cossu&Zara. Per finire, musica con dj set.

Domenica 30 dicembre, alle 10.00, si conferma l’apertura del Villaggio di Natale, mentre dalle 17.00 alle 20.00, spazio all’animazione per bambini, con truccambimbi e spettacolo dei burattini. Lunedì 31 dicembre, tutti in piazza Umberto per il Capodanno, a partire dalle 23.45, in compagnia della band “Tasinaska” e del dj set, pre e post concerto.

Il Villaggio di Natale chiuderà i battenti nel fine settimana della “Befana”. In programma sabato 5 gennaio, alle 10.00, Apertura della Fiera mercato e del Villaggio di Babbo Natale. Alle 18.00 torna l’atteso Concorso de “La befana più brutta”, con animazione e sfilata delle befane lungo il Corso Vittorio Emanuele, destinazione Piazza Umberto. Alle 19.30, Concerto Gospel nella Basilica di Sant’Antioco Martire. Per chiudere la giornata in bellezza, alle 20.00 Discesa dal cielo della befana: in Piazza Umberto, direttamente dal cielo, la vecchia con la scopa passerà per un saluto a tutti i bimbi. E poi il gran finale domenica 6 gennaio: alle 10.00 si darà il via a una giornata dedicata ai Giochi in Piazza, a cura dell’Associazione Iklos. Mentre, alle 11.00, sarà il momento della premiazione del concorso de “La befana più brutta”. Chiusura della programmazione e del Villaggio alle 18.30.

 

[bing_translator]

Riparte la Scuola Civica di Musica “Don Tore Armeni”, sostenuta dai comuni di Sant’Antioco e San Giovanni Suergiu. Per iscriversi ai corsi c’è tempo fino al 25 settembre 2018. Direttore è il maestro Claudio Corrias. Gli allievi possono scegliere tra un’ampia proposta di corsi, che spaziano dall’uso dei più comuni strumenti musicali, alla preparazione per il canto, senza trascurare la teoria e il solfeggio: pianoforte, chitarra classica e moderna, flauto traverso e ottavino, clarinetto e sax, tromba, trombone, euphonium, tuba, corno, violino, percussioni (batteria, eccetera), canto moderno e preparazione vocale, canto lirico, musica popolare (launeddas, fisarmonica, chitarra), canto corale, coro voci bianche, propedeutica, teoria e solfeggio e musica d’insieme.

La modulistica è presente nel sito istituzionale del comune di Sant’Antioco www.comune.santantioco.ca.it . La segreteria della Scuola Civica (via XX Settembre 14 a Sant’Antioco) è aperta dal lunedì al venerdì, dalle 17.00 alle 19.00. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 347 18 90 027.

 

[bing_translator]

Il sindaco Ignazio Locci ha convocato il Consiglio comunale di Sant’Antioco in seduta straordinaria, in prima convocazione, mercoledì 28 marzo, con inizio dei lavori alle 19,00 e termine entro le 22.00, presso la sala consiliare, per la trattazione degli argomenti di cui al seguente ordine del giorno:

  • L.R. 28/97 Istituzione Scuola Civica di musica “Don Tore Armeni”, approvazione del programma di spese per l’anno scolastico 2018/2019 e richiesta di contributo alla Regione Autonoma della Sardegna;
  • approvazione del regolamento per l’affidamento di contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione degli elenchi di operatori economici;
  • modifica del regolamento e del piano delle aree per l’esercizio del commercio su aree pubbliche;
  • approvazione degli indirizzi per la redazione del piano Regolatore del Porto di Sant’Antioco.