18 May, 2022
HomePosts Tagged "Valerio Piria" (Page 3)

[bing_translator]

Sono in corso di svolgiment.o, sul campo sportivo di via Giovanni Maria Angioy, a Carbonia, i quarti finali della 57ª edizione della Coppa Santa Barbara-Trofeo Aldo Carboni, il torneo giovanile – riservato alla categoria Allievi – più antico della Sardegna, la cui prima edizione risale al 1963.

«Si tratta di una competizione che storicamente rappresenta un volano per la promozione dell’immagine della nostra città in campo sportivo e una vetrina per tanti talenti del calcio locale», ha commentato il sindaco, Paola Massidda.

L’evento è stato organizzato dalla delegazione provinciale di Carbonia Iglesias della Figc (Federazione Italiana Giuoco Calcio) con il patrocinio ed il contributo economico del comune di Carbonia.

I promotori dell’iniziativa ricorderanno con una targa, intitolata “Squadra del Cuore”, la figura di Vincenzo D’Errico, «una personalità di rilievo per la nostra città, distintasi per aver prestato il suo servizio allo Stato nell’Arma dei Carabinieri e per il suo pluridecennale impegno nel mondo dello sport in qualità di collaboratore della Figc locale», ha sottolineato l’assessore dello Sport Valerio Piria.

La tradizionale finale del torneo si disputerà il giorno di Santo Stefano, giovedì 26 dicembre, alle ore 10.00.

[bing_translator]

Lunedì 16 dicembre, alle ore 16.00, nella sala polifunzionale di piazza Roma si svolgerà la terza riunione della Consulta comunale dello Sport, un organo consultivo permanente del comune di Carbonia. L’incontro, convocato dall’assessore dello Sport Valerio Piria, verterà sui seguenti punti all’ordine del giorno:

1. Commissione comunale allo sport: composizione, compiti e funzioni;

2. Albo comunale delle società sportive;

3. Disamina e approvazione delle candidature degli sportivi meritevoli – pervenute a seguito di pubblico avviso – finalizzate alle premiazioni in occasione della cerimonia che si terrà il 18 Dicembre 2019, data in cui si festeggia l’ottantunesimo compleanno della città di Carbonia;

4. Azioni e progetti per lo sport in città;

5. Iniziative per la Festa del Patrimonio in programma il 16-17 maggio 2020;

6. Varie ed eventuali.

[bing_translator]

Si conclude domani, giovedì 5 dicembre, a Carbonia, la tappa del 2° evento itinerante SAVE (Sostenibilità, Azione, Viaggio, Esperienza) TOUR 2019-2020.

«Si tratta di un’iniziativa che mira a sensibilizzare gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado e l’intera cittadinanza su temi quali la sostenibilità ambientale e l’educazione finanziaria», ha affermato il Sindaco Paola Massidda.

L’evento, organizzato dalla società Modo Promotion Srl con il patrocinio del Comune di Carbonia, è stato oggetto di un protocollo d’intesa siglato con il ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR).

In via Manno, sarà presente un tir Discovery Truck, dotato di un rimorchio speciale sul quale sarà fissata una tensostruttura che, in una porzione della piazza Roma, ospiterà l’iniziativa.

«I ragazzi potranno apprendere in modo ludico tematiche come l’educazione finanziaria, la sostenibilità ambientale e l’economia circolare, fruendo di contenuti multimediali e di laboratori didattici elaborati dal Museo del Risparmio, un progetto di edutainment pensato per diffondere l’alfabetizzazione finanziaria con contenuti audiovisivi e interattivi», ha aggiunto l’assessore della pubblica Istruzione Valerio Piria.

«Un’ottima occasione per educare gli studenti, e non solo, verso un nuovo modello economico, di tipo circolare, in cui le giovani generazioni abbiano accesso alle conoscenze essenziali per favorire una gestione corretta e consapevole delle sempre più limitate risorse monetarie e ambientali», ha concluso l’assessore delle Politiche giovanili, Loredana La Barbera.

La 2ª edizione del SAVE TOUR farà tappa in 21 città di 6 Regioni italiane (Sardegna, Piemonte, Liguria, Sicilia, Calabria e Campania) per un totale di quasi 2000 km di viaggio.

[bing_translator]

Il comune di Carbonia ha indetto una procedura aperta, da svolgersi in modalità telematica su Sardegna CAT, per l’appalto della gestione del servizio di ristorazione scolastica per le scuole statali dell’infanzia, primarie e secondarie di 1° grado nel periodo che va dal 2020 al 2023. La scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione è fissata per venerdì 13 dicembre 2019.

«Il nostro obiettivo è garantire un servizio di mensa scolastica comunale adeguato e all’altezza delle esigenze dei nostri ragazzi, mettendo in campo uno degli strumenti principali a supporto del diritto allo studio, ideale per gli studenti che appartengono a istituti scolastici dove viene praticato il tempo pieno, oppure dove è previsto il rientro pomeridiano», ha detto il sindaco Paola Massidda.

L’aggiudicazione è prevista secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo. Il progetto di gestione del servizio computa una spesa complessiva di 1.425.571,56 euro.

«Riteniamo che un servizio di refezione scolastica d’avanguardia sia fondamentale per incentivare l’integrazione, la socializzazione dei bambini, la loro educazione alimentare e la promozione di sani stili di vita», ha spiegato l’assessore della Pubblica istruzione Valerio Piria.

«Nell’ambito della strategia “Zero Waste”, alla quale il nostro Comune si ispira, il capitolato d’appalto prevede specifiche indicazioni da seguire al fine di ridurre l’impatto ambientale e ricercare soluzioni alternative all’utilizzo di piatti, posate e bicchieri monouso di plastica», ha concluso l’assessore dell’Ambiente, Gian Luca Lai.

Per maggiori informazioni sulla gara d’appalto è possibile consultare il seguente link:

[bing_translator]

Il comune di Carbonia ha indetto una procedura aperta, da svolgersi in modalità telematica su Sardegna CAT, per l’appalto della gestione del servizio di ristorazione scolastica per le scuole statali dell’infanzia, primarie e secondarie di 1° grado nel periodo che va dal 2020 al 2023. La scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione è fissata per venerdì 13 dicembre 2019.

«Il nostro obiettivo è garantire un servizio di mensa scolastica comunale adeguato e all’altezza delle esigenze dei nostri ragazzi, mettendo in campo uno degli strumenti principali a supporto del diritto allo studio, ideale per gli studenti che appartengono a istituti scolastici dove viene praticato il tempo pieno, oppure dove è previsto il rientro pomeridiano», ha detto il sindaco Paola Massidda.

L’aggiudicazione è prevista secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo. Il progetto di gestione del servizio computa una spesa complessiva di 1.425.571,56 euro.

«Riteniamo che un servizio di refezione scolastica d’avanguardia sia fondamentale per incentivare l’integrazione, la socializzazione dei bambini, la loro educazione alimentare e la promozione di sani stili di vita», ha aggiunto l’assessore della Pubblica Istruzione Valerio Piria.

«Nell’ambito della strategia “Zero Waste”, alla quale il nostro Comune si ispira, il capitolato d’appalto prevede specifiche indicazioni da seguire al fine di ridurre l’impatto ambientale e ricercare soluzioni alternative all’utilizzo di piatti, posate e bicchieri monouso di plastica», ha concluso l’assessore dell’Ambiente, Gian Luca Lai.

[bing_translator]

Carbonia è, da sempre, una città a forte vocazione sportiva. Lo dimostrano i risultati che la nostra città ha conseguito grazie al talento, alla passione e allo spirito di sacrificio di centinaia di giovani afferenti alle nostre società sportive. Risultati che hanno dato lustro alla nostra comunità a livello regionale e, finanche, nazionale. Per queste motivazioni il comune di Carbonia, in base al “Regolamento comunale per il conferimento del premio annuale a favore degli studenti e degli sportivi in occasione della ricorrenza della fondazione della Città”, intende premiare gli studenti che si sono distinti per il conseguimento di importanti risultati agonistici.

La premiazione avverrà in una data storica, il 18 dicembre 2019, ottantunesimo compleanno della città di Carbonia.

«L’evento rappresenta l’occasione per incentivare un costruttivo senso di appartenenza alla comunità, attribuendo un riconoscimento simbolico ai ragazzi che si sono fatti valere nelle varie discipline per il loro encomiabile contributo a favore della crescita non soltanto sportiva ma anche sociale della nostra città, valorizzando il concetto di sport come fattore di aggregazione, integrazione e socializzazione», ha detto il sindaco Paola Massidda.

«A ricevere il prestigioso – ha aggiunto l’assessore dello Sport, Valerio Piria – riconoscimento potranno essere: gli atleti residenti nel comune di Carbonia, che abbiano ottenuto risultati di assoluto rilievo in campo regionale, nazionale e internazionale; società sportive dilettantistiche aventi sede legale nel Comune di Carbonia e iscritte nell’albo comunale, affiliate a una Federazione Sportiva Nazionale o a un Ente di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI, che abbiano raggiunto risultati di livello in campo regionale, nazionale e internazionale.»

I risultati ottenuti devono essere relativi alla stagione sportiva precedente alla premiazione. Gli atleti e le società interessate dovranno presentare domanda di partecipazione entro il 2 dicembre 2019 al comune di Carbonia – assessorato allo Sport. La documentazione dovrà comprendere l’autocertificazione indirizzata all’Ufficio Sport del comune di Carbonia a firma del Legale rappresentante dell’associazione sportiva dilettantistica da redigere in carta semplice. La valutazione del merito tecnico degli atleti e delle associazioni sportive dilettantistiche è riservata alla Consulta comunale per lo sport, che propone le candidature alla Giunta comunale.

[bing_translator]

Il comune di Carbonia ha pubblicato le graduatorie provvisorie valevoli ai fini dell’assegnazione in locazione, a canone convenzionato, di 45 alloggi di proprietà pubblica Area ubicati in via suor Anna Lucia Piredda (tra via Roux e via Ogliastra) nella lottizzazione inaugurata nell’agosto del 2018 con l’assegnazione dei primi 15 appartamenti sui 60 totali.

«A seguito di una lunga serie di interlocuzioni tra il comune di Carbonia e l’Azienda Regionale per l’Edilizia Abitativa, si sblocca finalmente una situazione che consentirà a 45 famiglie della nostra città di poter avere una casa. Si tratta di un passo avanti in un territorio comunale caratterizzato da una forte domanda di abitazioni», ha detto il sindaco, Paola Massidda.

«Sono varie le modalità attraverso le quali si può usufruire degli appartamenti: in locazione permanente; in locazione per almeno 8 anni con proprietà differita; in locazione a termine per almeno 15 anni», ha aggiunto l’assessore alle Politiche della Casa, Valerio Piria.

Le graduatorie provvisorie sono consultabili attraverso il seguente link:

https://www.comune.carbonia.su.it/amministrazione-trasp/altri-contenuti/dati-ulteriori/item/2688-graduatorie-provvisorie-valevoli-ai-fini-dell-assegnazione-di-n-45-alloggi-area-ubicati-a-carbonia-via-suor-anna-lucia-che-fanno-parte-del-programma-sperimentale-di-edilizia-sperimentale-20-000-abitazioni-in-affitto-da-destinare-alla-locazione-a?fbclid=IwAR1wRTOdFwehE69dz-98XJglgGdswoSkw13Rp5GQB87cYUi3Xe2vG6jN-j4

Avverso le graduatorie provvisorie i soggetti interessati – entro il 9 dicembre 2019 – potranno presentare opposizione in carta semplice all’Amministrazione comunale che, dopo aver analizzato i reclami, provvederà, con determinazione dirigenziale, a pubblicare le graduatorie definitive.

 

[bing_translator]

Il presidente del CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano), Giovanni Malagò, ha premiato ieri mattina, a Roma, nel corso di una cerimonia molto partecipata, l’assessore dello Sport del comune di Carbonia, Valerio Piria, con la ciotola di benemerenza europea dello sport e della salute 2019.

«Sono onorato e commosso per aver ricevuto questo ambito premio, che rappresenta un riconoscimento dell’azione amministrativa che abbiamo messo in campo dal 2016, gettando le basi per un’incisiva promozione e diffusione di tutte le discipline sportive nel nostro territorio comunale», ha detto particolarmente emozionato Valerio Piria.

Soddisfazione è stata espressa anche dal Sindaco Paola Massidda: «Si tratta di un risultato che dà lustro all’Amministrazione comunale, che mira sempre più a far diventare Carbonia una città dello sport e per lo sport. Sport inteso come fattore di aggregazione, integrazione e socializzazione in grado di migliorare la qualità della vita e della salute di tutti coloro che lo praticano».

La cerimonia, organizzata da Aces (la Federazione delle Capitali e delle Città Europee dello Sport), dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano e da MSP Italia, si è svolta a Roma, nel Salone d’Onore del Coni, al Foro Italico, alla presenza di numerose autorità, campioni olimpici e delegati del Movimento Sportivo Popolare Italia (MSP), tra le quali il rappresentante della provincia di Carbonia Iglesias, Luciano Zara.

[bing_translator]

L’A.S.D. Dimonios Bike Team ha organizzato, con il patrocinio del comune di Carbonia, la manifestazione sportiva denominata “Trofeo Città di Carbonia: Memorial Carlo Cancedda e Sergio Usai”, una gara di mountain bike di livello regionale che si svolgerà a Monte Rosmarino venerdì 1° novembre, dalle ore 8.30 alle 11.30. È previsto il passaggio degli atleti lungo gli sterrati all’interno della pineta, con partenza da via Tirso.

La manifestazione sarà l’occasione per ricordare i compianti ciclisti carboniensi Sergio Usai e Carlo Cancedda, scomparsi a seguito di un incidente stradale avvenuto il 7 maggio 2006, sulla strada provinciale che collega Villamassargia a Siliqua. Sono passati oltre 13 anni, ma il loro ricordo è ancora vivo nella memoria di tanti.

«Questo evento  conferma ancora una volta lo stretto legame della città di Carbonia con il mondo del ciclismo, certificato anche dal gran numero di appassionati delle due ruote presenti nel territorio comunale», ha detto l’assessore dello Sport Valerio Piria.

All’iniziativa parteciperanno circa 50 atleti.

Per consentire lo svolgimento in sicurezza dell’intera manifestazione, venerdì 1° novembre, dalle ore 8.30 alle ore 10.15, è prevista la chiusura del traffico veicolare in via Tirso, nel tratto compreso tra via Cagliari e via Piolanas.

[bing_translator]

Il Movimento 5 Stelle continua a perdere pezzi nel Consiglio comunale di Carbonia. Questa mattina s’è dimessa dal gruppo di maggioranza Eleonora Cera, 27 anni, eletta il 5 giugno 2016 con 240 preferenze. Eleonora Cera lascia il gruppo di maggioranza ma non il Consiglio comunale, nel quale aderirà al gruppo misto. E’ il terzo consigliere del M5S eletto tre anni fa che lascia il gruppo di maggioranza, il secondo che resta in Consiglio sui banchi dell’opposizione (l’altro, il 5 gennaio scorso, è stato Maurizio Soddu). A lasciare per prima il gruppo fu Sabrina Soru che si dimise anche dal Consiglio comunale, sostituita da Marco Craig.

Eleonora Cera ha pubblicato un lungo post nel suo profilo Facebook – che pubblichiamo integralmente in coda a questo articolo -, nel quale spiega le ragioni all’origine della sua scelta.

L’abbandono del Movimento 5 Stelle da parte di Eleonora Cera è l’ennesima defezione nel gruppo che il 5 e 19 giugno 2016 stravinse le elezioni comunali, conquistando il governo della città di Carbonia.

Nei primi tre anni di consiliatura, sei assessori su sette della prima Giunta Massidda, hanno lasciato i rispettivi incarichi per dimissioni volontarie. La Giunta monocolore del M5S si insediò il 5 luglio 2016, un mese esatto dopo il primo turno delle elezioni che il 19 giugno, al ballottaggio, sancirono la storica schiacciante vittoria di Paola Massidda su Giuseppe Casti, sindaco uscente, candidato della coalizione di centrosinistra, che pure al primo turno era stato il più votato.

La “fuga” dalla prima Giunta del Movimento 5 Stelle ebbe inizio il 9 settembre 2016, 66 giorni dopo l’insediamento della Giunta, con l’assessore dei Servizi sociali Arianna Vinci, sostituita da Loredana La Barbera; proseguì con le dimissioni dell’assessore dei Lavori pubblici, Urbanistica, Rapporti con Area, Trasporti e Viabilità, Polizia locale e Arredo urbano Riccardo Cireddu, ufficializzate mercoledì 1 febbraio 2017 ed inizialmente non sostituito (con redistribuzione delle deleghe tra il vicesindaco Gian Luca Lai ed il sindaco Paola Massidda), poi sostituito da Luca Caschili; il 30 marzo 2017 è stata la volta dell’assessore della Cultura, Spettacolo e Turismo Emanuela Rubiu, le cui dimissioni in un primo momento rientrarono ma poi vennero ripresentate, questa volta in maniera irrevocabile, e venne sostituita da Sabrina Sabiu. Il 10 maggio 2017 sono arrivate le dimissioni di Carla Mario, alla prima esperienza in politica come tutti gli altri componenti della Giunta Massidda ed i 15 consiglieri comunali del gruppo di maggioranza, sostituita da Valerio Piria. Il 13 giugno 2017 Sabrina Soru – come già sottolineato – s’è dimessa da consigliere comunale, sostituita dal primo dei non eletti, Marco Craig. Una settimana dopo, il 20 giugno 2017, Massimiliano Zonza s’è dimesso dalla carica di presidente del Consiglio comunale, dopo le polemiche seguite alla pubblicazione sulla pagina facebook dell’associazione 5 Stelle Carbonia, di un post sessista che in tanti pensarono fosse indirizzato all’ex assessore della Cultura Emanuela Rubiu, dopo le sue dimissioni dall’incarico, post poi rimosso.

Il 23 marzo 2018 s’è dimessa l’assessore degli Affari Generali e del Personale Paola Argiolas, non sostituita (la Giunta è rimasta con sei assessori).

Il 5 gennaio di quest’anno, il consigliere Maurizio Soddu ha abbandonato il gruppo di maggioranza del M5S e si è schierato all’opposizione, facendo scendere i numeri della maggioranza monocolore del M5S da 15 consiglieri (a 9) a 14 (a 10).

Dopo un paio di mesi relativamente “tranquilli”, le turbolenze interne al Movimento 5 Stelle sono riaffiorate prima il 29 marzo scorso, in occasione della votazione sul Bilancio, approvato con il voto determinante del sindaco e l’astensione della consigliera Daniela Garau (gruppo Misto) che non ha risparmiato critiche alla maggioranza ma ha poi deciso per l’astensione, riconoscendo le difficoltà determinate dalla limitata possibilità di spesa di un bilancio assai povero. E’ stata determinante la presenza in aula del capogruppo Manolo Cossu, che non ha saltato l’importante appuntamento, nonostante fosse convalescente per problemi di salute, per ovviare all’assenza forzata di un consigliere (Mauro Careddu) bloccato da impegni personali, e di quella volontaria di un altro consigliere (Elio Loi) da tempo dissidente; poi, in occasione della votazione su una mozione presentata dal consigliere Massimo Usai, sottoscritta da tutti i consiglieri di opposizione e da quattro consiglieri di maggioranza, tra i quali il capogruppo Manolo Cossu, bocciata a seguito di un risultato di parità, 10 voti favorevoli (tra i quali il consigliere di maggioranza Elio Loi), 10 contrari e 2 astenuti. Nel proseguo dei lavori, è venuto meno il numero legale e la seduta è stata interrotta prima dell’esaurimento dell’ordine del giorno.

Il 20 giugno scorso la seduta del Consiglio comunale è stata interrotta ancora una volta per la mancanza del numero legale, per l’assenza di tre consiglieri di maggioranza al momento della votazione del sesto ed ultimo punto dell’ordine del giorno, la proposta di adesione all’Associazione Live@t Carbonia, e l’assessore del Bilancio e delle Attività produttive Mauro Manca, promotore della stessa, ha preso atto della situazione ed ha rassegnato le sue irrevocabili dimissioni. Il  7 luglio Paola Massidda ha affidato la delega vacante al tenente colonnello della Guardia di Finanza Antonio Guerrieri.

I movimenti interni… al Movimento, sono proseguiti, con l’avvicendamento alla presidenza del gruppo consiliare, il 29 luglio 2019, tra Manolo Cossu e Giorgio Santoru.

Oggi, esattamente tre mesi dopo, l’abbandono della maggioranza da parte di Eleonora Cera, che riduce ancora il margine tra maggioranza e minoranza. Il 19 giugno 2016, con la vittoria al ballottaggio di Paola Massidda su Giuseppe Casti, il M5S conquistò la guida del comune di Carbonia con 15 consiglieri, lasciandone 9 ai gruppi di minoranza. Oggi il rapporto è di 13 a 11.

Giampaolo Cirronis

Il post integrale pubblicato da Eleonora Cera nel suo profilo Facebook

Storia di un cambiamento

Tre anni fa sono stata eletta Consigliere Comunale nella mia città.
Tre lunghissimi anni.
Mi sembra, infatti, che sia passata una vita intera da allora.
240 cittadini, in quell’occasione, si sono presi la briga di scrivere il mio nome e cognome sulla scheda elettorale: parenti, amici, compagni di scuola, colleghi, sconosciuti.
Un numero banale, per tanti, ma che per me significava e significa ancora oggi solo una cosa: impegno.
Impegno per il compito che avrei dovuto svolgere, per ciò che avrei dovuto imparare a conoscere e, soprattutto, a trasmettere.
Impegno a non tradire gli elettori che si sono fidati di me.
Impegno a non tradire me stessa.
Sembra una frase fatta, stucchevole e priva di significato, ma non lo è affatto, perché è semplice affermare, con le parole, di essere un determinato tipo di persona, di perseguire determinati valori, ma metterli in pratica ogni giorno ed essere fedeli a se stessi, a prescindere da tutto e da tutti è una vera impresa. Per chi si affaccia per la prima volta a nuove esperienze, tutto è ignoto. E così è anche la politica: dinamiche e processi che in un primo luogo possono lasciare spaesati e anche spaventati, tutti atti a domare una gigantesca macchina amministrativa con i suoi ingranaggi complessi e talvolta contorti, nei quali è molto più facile di quanto sembri, restare incastrati. Non parlo di chissà quali strani giochi e raggiri, anche se quando si parla di politica è facile accostarla a turpi e loschi movimenti. Parlo di una sorta di appiattimento alla burocrazia della pubblica amministrazione, di un incontrovertibile tendenza a farsi trascinare dai personalismi, di una totale mancanza di autonomia decisionale, di crescita e di miglioria, parlo di assenza di visione generale. E tutto ciò si rende ancora più evidente quando sono state le parole, prima dei fatti, a raccontare una storia diversa da quella che si è concretizzata. E se tutto è attribuibile all’inesperienza e alla completa estraneità al sistema politico, ci sono situazioni e atteggiamenti che nulla hanno a che fare con un meccanismo esterno, e che dopo tre anni di consiliatura non sono più accettabili.
Più volte si è reso necessario fare la quadra, provare a rivedere il metodo per cercare di ripartire più forti di prima, ma nulla è mai cambiato veramente. L’ultimo di questi momenti di revisione risale a poco prima dell’estate, quando dopo una settimana continua di incontri tra i componenti del gruppo di maggioranza, si è deciso di modificarne l’assetto all’interno al Consiglio, ma ad Ottobre nulla di quello che era stato deciso a Giugno era stato applicato. L’ennesimo punto di svolta veniva, di fatto, disatteso.
In un gruppo che funziona, ciò che lo fa diventare grande, sono prima di tutto la coesione, la complicità ed il rispetto.
Non c’è coesione in un gruppo quando una parte di esso non viene ascoltata.
Non c’è complicità quando questo viene visto solo e soltanto come appendice silenziosa di un intero apparato.
Non c’è rispetto nei confronti dei singoli componenti quando questi vengono allontanati e isolati, se disgraziatamente pensano diversamente e dissentono dalla maggioranza.
Non è una scelta che compio a cuor leggero, la mia.
Ho analizzato, ho aspettato, ho pensato.
E sono giunta alla conclusione che non ho più intenzione di fare parte del gruppo di maggioranza.
Ma allo stesso tempo non voglio scappare.
Come dicevo qualche frase più in alto, a parole siamo bravi tutti, ma i fatti fanno la differenza.
Scelgo di restare, di continuare a portare avanti quell’impegno che le persone mi hanno dato e sono pronta, per questo, ad assumermi tutte le responsabilità che questo mio gesto comporterà, consapevole del fatto che l’unico obiettivo che siamo stati chiamati a raggiungere è quello del bene della città, che si merita più di quello che sino ad ora è stato fatto, che sino ad ora ho fatto. Non è con una votazione unanime che si misura la capacità politica di un gruppo. Non è facendo commissioni su commissioni che si dimostra la concretezza di un’azione politica incisiva. Non è scappando dalla stampa che si afferma il coraggio di una scelta. Non è sminuendo gli altri che si dimostra il proprio valore. Non è scappando dal confronto che si ottiene l’attenzione e l’ascolto da parte degli altri. La politica è compromesso tra le parti, tra cittadini e amministratori, tra amministratori e amministratori, ma non deve mai diventare un compromesso con se stessi.

Eleonora