Sociale

Si parlerà di cyberbullismo, mercoledì pomeriggio, dalle 15.00, in un incontro organizzato dall’Amministrazione comunale di Carbonia nella sala polifunzionale di piazza Roma, in collaborazione con IFOS.

Si parlerà di cyberbullismo, mercoledì pomeriggio, dalle 15.00, in un incontro organizzato dall’Amministrazione comunale di Carbonia nella sala polifunzionale di piazza Roma. Verrà analizzato il fenomeno del cyberbullismo da molteplici angolature grazie alle relazioni tenute da esperti qualificati. Nel corso del convegno verranno raccontate esperienze di segno positivo, capaci di arginare e mitigare il cyberbullismo e alcune delle sue conseguenze: dalla perdita di autostima della vittima al calo di fiducia nelle istituzioni sociali come la scuola e la famiglia. «La finalità dell’incontro è fornire ai partecipanti gli strumenti per prevenire e contrastare i rischi connessi alla navigazione online, che sfociano spesso nel cosiddetto sexting, ovvero l’invio di testi o immagini a contenuto sessuale tramite internet o telefono cellulare», ha detto l’assessore delle Politiche giovanili Loredana La Barbera. «Siamo convinti invece che si possano costruire percorsi ad hoc in modo da educare i giovani a un uso consapevole ed equilibrato della rete e delle tecnologie informatiche».
Introdurranno i lavori il sindaco di Carbonia, Paola Massidda, e l’assessore delle Politiche giovanili, Loredana La Barbera.
Interverranno i seguenti relatori: Luca Pisano, esperto in fenomeni di cybercrime, cyberbullismo e direttore scientifico del master in criminologia dell’Ifos (Istituto di formazione sardo); Grazia Maria De Matteis (Garante dell’Infanzia Sardegna); Francesco Greco (vicedirigente della Polizia postale e delle Comunicazioni della Sardegna); Gabriella Comi (dirigente del commissariato di Polizia di Carbonia); Lucia Dilio (comandante della compagnia dei Carabinieri di Carbonia); Carla Zurru (pedagogista dei Servizi sociali del comune di Carbonia).
Saranno inoltre presenti i Comitati digitali scolastici (docenti, genitori e studenti).

Comments

comments

Tags: , , , , , , ,

Leave a Reply