27 October, 2021
Home2014Gennaio (Page 2)

Il Comitato di Gestione per l’alta formazione ha approvato oggi il piano di master e di alta formazione 2014.
Al centro delle priorità i corsi considerati strategici per le loro finalità e coerenti con le linee di sviluppo dettate dalla Giunta regionale.
In base alle risorse disponibili i percorsi di specializzazione saranno attivati secondo un determinato ordine: Sistemi turistici per lo sviluppo sostenibile (UNISS), Economia, energia e sostenibilità ambientale (UNISS), Benessere animale (UNISS), Progettazione e turismo ambientale (UNISS), Alta formazione per la crescita culturale e la promozione del territorio (UNISS, UNI Vicenza Los Milagros), Bioinformativa (UNICA), Emergency housing (Università di Vienna), Psicologia dell’anziano (UNICA), Politiche pubbliche integrate (UNICA), Five Stars Hotel Management (UNISS, Forte Village, Luiss), Studi euro-latinoamericani, (UNISS), In/tra Design between innovation and tradition, (UNISS), Disaster mitigation for urban cultural heritage, (UNISS), Chimica verde (UNISS), Materiali e processi innovativi per energia da fonti rinnovabili (UNISS), Piros, pianificazione e lotta gli incendi boschivi (UNISS), Tecniche emetodologiche per la progettazione dello sviluppo rurale (UNISS), Medicina rigenerativa (UNISS), Wine comunication & marketing (UNISS), Management of agro-factory landscape in the mediterranean islands (UNISS), Esperto in Consueling per la promozione del benessere comunitario e ambientale (UNISS), Metodi e strumenti per l’innovazione digitale (UNISS), Progettazione europea (UNISS), Biotecnologie applicate al settore biomedico e agroalimentare (UNISS).

L’assessorato regionale del Lavoro ha stanziato oltre 16 milioni di euro stanziati dal “Bando sussidi per lavoratori non beneficiari di ammortizzatori sociali”, con i quali sarà possibile finanziare 1.600 domande dell’avviso riservato ai lavoratori edili, e 2.200 richieste per quello rivolto agli altri lavoratori.
Il bando è indirizzato ai disoccupati privi di qualsiasi forma di sostegno al reddito, che abbiano lavorato con contratti regolari per tre mesi negli ultimi quattro anni e mezzo. Sono 2.618 le istanze presentate all’assessorato del Lavoro dai lavoratori edili, di cui 613 istruite nell’arco di una settimana, di queste 213 sono state approvate, le restanti sono risultate prive dei requisiti per aver accesso al sussidio.
Gli operatori del settore edile possono presentare le domande entro martedì 11 marzo (ore 18.00) mentre gli altri lavoratori, che ad oggi hanno già presentato 14.177 istanze, hanno tempo fino al 17 marzo (ore 18.00). L’assessorato regionale del lavoro sta provvedendo ad inviare alle amministrazioni comunali interessate le comunicazioni necessarie per utilizzare i primi 210 lavoratori dell’edilizia affinché siano occupati in attività di pubblica utilità in prestazioni compatibili con le loro qualifiche.

I Tenores di Bitti copia copia

La Sardegna saluta Piero Sanna, indimenticabile voce de “I tenores di Bitti”, morto all’età di 72 anni dopo una breve malattia.

«Un pilastro dell’identità sarda, componente fondamentale di un monumento della musica isolana, i Tenores di Bitti, cantore di uno straordinario patrimonio culturale, il canto sardo a tenore, noto a livello mondiale, anche grazie al riconoscimento dell’Unesco.»

Così il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, e l’assessore del Turismo, Luigi Crisponi, hanno voluto ricordare Piero Sanna, indimenticabile interprete musicale, conosciuto come “sa oghe” della Sardegna, colonna portante del coro “Remunu e Locu” di Bitti, deceduto ieri.

«La sua voce, la sua opera insieme a quella degli altri componenti del coro bittese, i loro “gosos” hanno contribuito enormemente e contribuiscono tuttora, a valorizzare e promuovere nel mondo l’immagine della Sardegna autentica e fortemente ancorata alle sue origini e alle sue tradizioni», hanno aggiunto Cappellacci e Crisponi. Quest’ultimo in mattinata è andato a porgere di persona le condoglianze, sue e del presidente della Regione, ai familiari di Piero Sanna.

La Presidenza della Regione ha pubblicato l’avviso finalizzato alla presentazione di richieste di beni quali tecnologie sanitarie (biomedicali, elettromedicali etc.), arredi e attrezzature sanitarie e informatiche, non più utilizzate dalle strutture sanitarie pubbliche e private della Regione, al fine di trasferirle a strutture sanitarie pubbliche dei Paesi in ritardo di sviluppo.

Queste le finalità:
– la sistematizzazione delle procedure di donazione di beni sanitari a fini solidaristici già adottate dalle strutture sanitarie del territorio regionale;
– la promozione di trasferimenti di beni mobili, quali attrezzature biomedicali ed elettromedicali, arredi, attrezzature sanitarie e informatiche etc., non più utilizzati e/o messi fuori uso per obsolescenza tecnica, ma ancora funzionanti, verso strutture sanitarie pubbliche di Paesi in ritardo di sviluppo.

Possono presentare le richieste per l’utilizzo dei beni mobili messi a disposizione dalle strutture sanitarie e raccolti nell’elenco regionale, gli enti pubblici, le università, le associazioni di volontariato, le organizzazioni non governative e gli enti o istituzioni religiose.

Le richieste, inviate mediante servizi postali o consegnate a mano, dovranno pervenire entro le ore 13.00 del 30 aprile 2014 al seguente indirizzo:

Presidenza della Regione Sardegna
Servizio affari internazionali
Viale Trento 69 (V piano della Torre) – 09123 Cagliari

Per informazioni è possibile rivolgersi alla referente del Servizio affari internazionali della Presidenza, la dott.ssa Barbara Cauli al numero telefonico: 070.6062357- fax: 0706062274 o via email agli indirizzi: pres.affariinternazionali@regione.sardegna.it ;bcauli@regione.sardegna.it

L’agenzia Laore Sardegna intende selezionare tre aziende casearie per l’attuazione del progetto “Valutazione della shelf-life di ricotta ovina fresca confezionata in atmosfera protettiva o modificata”.

Il progetto sarà attuato per dodici mesi presso le imprese selezionate, in collaborazione con il Dipartimento di Medicina veterinaria dell’Università degli studi di Sassari e l’agenzia AgrisSardegna.

Il bando è rivolto, in particolare, ad aziende che abbiano sede operativa in Sardegna, siano iscritte al registro delle imprese e producano, nella corrente campagna casearia, ricotta fresca a partire da siero ovino, confezionata in atmosfera modificata.

Le manifestazioni di interesse dovranno pervenire al Servizio produzioni zootecniche dell’Agenziaentro le ore 13 del 7 febbraio 2014, tramite fax al numero 070 6026 2288.

Per maggiori informazioni è possibile contattare i referenti del Servizio:

a) il dott. Massimiliano Venusti, telefono 079 2558220 – 348 2363231, e-mail massimilianovenusti@agenzialaore.it;

b) la dott.ssa Daniela Sardo, telefono 079 9722231, e-mail danielasardo@agenzialaore.it

Slitta al prossimo 18 febbraio il termine per richiedere on line gli aiuti per l’annualità 2014 previsti dalla misura “Investimenti” del Programma nazionale di sostegno nel settore del vino. Entro le ore 12 del 28 febbraio le domande cartacee. 

L’assessorato regionale dell’Agricoltura ha prorogato il termine per richiedere gli aiuti per l’annualità 2014 previsti dalla misura “Investimenti” del Programma nazionale di sostegno nel settore del vino.

In particolare, è stata prorogata al 18 febbraio 2014 la scadenza per la compilazione on-line delle domande sul portale Sian, da effettuare tramite un centro di assistenza agricola autorizzato daAgea o un libero professionista abilitato alla redazione del progetto.

È stato, invece, posticipato alle ore 12.00 del 28 febbraio 2014 il termine entro il quale la copia cartacea della domanda di aiuto e la documentazione da allegare dovranno pervenire, tramite consegna a mano o raccomandata con ricevuta di ritorno, al competente Servizio territoriale di Argea.

A seguito della proroga, è stata modificata anche la tempistica di alcune fasi del procedimento di gestione delle domande di aiuto e di pagamento.

La misura prevede finanziamenti per i produttori di vino che operano sul territorio regionale e che intendono realizzare, in Sardegna, investimenti materiali e/o immateriali in impianti di trasformazione, in infrastrutture vinicole e nella commercializzazione del vino.

E’ stata siglata ieri, nella sede dell’assessorato del Lavoro, un’intesa per la concessione e la proroga degli ammortizzatori sociali nel 2014. Firmatari dell’accordo Regione, amministrazioni provinciali, sistema delle imprese, rappresentanze sindacali e datoriali. Il documento proroga fino al 30 giugno 2014, l’efficacia degli accordi sottoscritti lo scorso 9 gennaio. Tuttavia, il trattamento non dovrà essere superiore a sei mesi. Il sussidio sarà pagato mensilmente in base alle disponibilità finanziarie assegnate alla Regione. Nel verbale d’accordo si conferma che i sussidi saranno erogati esclusivamente da parte dell’INPS e autorizzati in ordine cronologico, fino ad esaurimento delle risorse disponibili. La modalità di erogazione del trattamento potrà essere derogata solo in circostanze eccezionali, derivanti da tavoli di crisi nazionali, previo assenso del Ministero del Lavoro e dell’INPS. Le Parti si impegnano a stipulare ulteriori accordi in caso di ulteriori modifiche della normativa nazionale e in prossimità dell’esaurimento delle risorse disponibili. 
Dalle ore 10.00 del prossimo 14 febbraio, i lavoratori e le imprese aventi diritto potranno inoltrare le domande esclusivamente in via telematica, accedendo al sito dedicato del SIL-Sardegna (Servizio informazione lavoro). Italia Lavoro S.p.A., attraverso IN.SAR. S.p.A., attuerà il monitoraggio dei lavoratori e della spesa, sulla base delle liste dei beneficiari e della banca dati del SIL Sardegna. L’accordo sarà pubblicato integralmente nel sito ufficiale della Regione Sardegna www.regione.sardegna.it e nel portale del Sistema Informativo del Lavoro www.sardegnalavoro.it.

 

Parte in Sardegna la formazione continua per i giornalisti, resa obbligatoria dall’ultima riforma degli Ordini professionali.  Il primo appuntamento è organizzato dall’UCSI (Unione cattolica stampa italiana) assieme all’Ordine regionale dei giornalisti e si terrà a Cagliari il 6 febbraio (ore 18.00, aula magna della Facoltà teologica) con l’intervento di padre Francesco Occhetta, redattore di Civiltà Cattolica. Gli iscritti all’Albo (professionisti e pubblicisti) sono invitati a partecipare: chi certificherà con la firma la propria presenza acquisirà quattro crediti formativi. La partecipazione è gratuita.

L’Odg ha invitato ad essere presenti, anche come forma di sensibilizzazione nei confronti dei colleghi, i Consigli direttivi dell’Assostampa e dei suoi gruppi di specializzazione, oltre che i Comitati di redazione.
La norma generale prevede che ciascun iscritto acquisisca 60 crediti nel triennio, con un minimo di 15 credito l’anno. Il piano formativo per l’intero 2014 sarà operativo – secondo il calendario indicato dall’Ordine nazionale – dal primo aprile. Nel frattempo è prevista una deroga per le iniziative, come quella del 6 febbraio, già programmate. Tutti gli eventi saranno comunicati con adeguato anticipo.
Per maggiori informazioni sulla normativa e i regolamenti consultare il sito www.odg.sardegna.it

Il Municipio di Carbonia.

Il Municipio di Carbonia.

E’ in pubblicazione la lista degli scrutatori nominati sabato 25 gennaio 2014, durante la riunione in seduta pubblica della Commissione elettorale del comune di Carbonia. Gli scrutatori nominati saranno impiegati presso i seggi elettorali per l’elezione del Presidente della Regione e del XV Consiglio regionale della Sardegna, che si terrà domenica 16 febbraio 2014. Gli scrutatori sono stati nominati tra coloro che, estratti casualmente con sistema informatizzato, hanno dichiarato di non essere occupati o pensionati e di non usufruire di ammortizzatori sociali. La lista è consultabile sul sito del comune di Carbonia nella Sezione Elezioni – Elezioni Regionali 2014.

Centro Direzionale Iglesias 10 

Con determina dirigenziale il comune di Iglesias ha proceduto all’aggiudicazione definitiva dei lavori di messa in sicurezza della Chiesa di San Pio X. Il progetto prevede una serie di interventi che permetteranno di risolvere il problema delle infiltrazioni d’acqua piovana della copertura. Tra questi sono previsti il risanamento con impermeabilizzazione della copertura superiore della Chiesa, la sostituzione dei canali di gronda e pluviali e la sostituzione delle vetrate artistiche sulla resurrezione e sui simboli eucaristici.