25 September, 2021
Home2014Gennaio (Page 3)

Proseguono i lavori per l’ultimazione del progetto Bike Sharing per diffondere e incentivare la cultura dell’uso della bicicletta e del trasporto ecosostenibile. Sono in fase di allestimento le 10 stazioni in cui i cittadini potranno disporre delle biciclette per effettuare i loro spostamenti. Le stazioni, di cui due dotate di pensilina fotovoltaica (per l’alimentazione delle bici elettriche), interessano: via Manno, Piazza Rinascita, via Gramsci, Piazza I Maggio, l’incrocio tra via Costituente e Piazza Repubblica, via dei Minatori, Centro Intermodale, Grande Miniera di Serbariu, Piazza Caterina Cittadini e via Santa Caterina.

I lavori fanno parte di un più ampio progetto denominato “Carbonia città sostenibile II stralcio funzionale” che prevede un finanziamento complessivo di 400.000 euro, di cui 320.000 stanziati dal Ministero dell’Ambiente nell’ambito dell’iniziativa “Bike Sharing e fonti rinnovabili” e 80.000 direttamente dal Comune.

Nei prossimi giorni si proseguirà con l’installazione delle stazioni e con il collaudo, per permettere l’avvio del Bike Sharing entro il mese di febbraio.

Una volta terminati i lavori, grazie all’utilizzo di una tessera elettronica, il singolo utente potrà prelevare la bicicletta in qualunque ciclo-posteggio (stazione) presente in città. La bicicletta potrà essere riconsegnata ovunque si trovi un ciclo-posteggio libero, anche in un luogo diverso da quello di origine. Questo consentirà una fruizione molto rapida e flessibile: il cittadino o il turista potrà adoperare la bici, infatti, esattamente per il periodo di cui effettivamente necessita. La bici potrà essere utilizzata in modo analogo alla propria automobile con il vantaggio di non inquinare l’aria e di essere più economica, rapida ed efficace, soprattutto nei tragitti brevi. Il Bike Sharing contribuirà a promuovere, in questo modo, la cultura della mobilità ecosostenibile. A breve sarà avviata una campagna di informazione per illustrare il funzionamento del progetto.

Domani, venerdì 31 gennaio, dalle 16.30, nella sala Auditorium – via Roma, 253, Cagliari – si terrà l’incontro formativo sul tema “Morbo di Wilson e deficit alfa-1-antitripsina: verso lo screening della popolazione sarda?”. La patologia ha una forte incidenza in Sardegna. I dati sulla frequenza nei residenti, pongono l’isola in vetta alle regioni italiane e tra le prime in ambito europeo.

Il seminario. L’appuntamento – curato dall’assessorato regionale dell’Igiene e sanità e dell’assistenza sociale, in collaborazione con gli specialisti dell’ateneo di Cagliari – è rivolto oltre che all’intera classe medica, alle associazioni, gli studenti e gli specializzandi in Medicina. Al centro dei lavori sulle due patologie genetiche definite “malattie rare”, incidenza, terapie e assistenza. Ma anche aspetti clinici, di laboratorio e molecolari indispensabili per predisporre lo screening della popolazione sarda.

Relatori. Ai lavori – aperti dall’assessore regionale alla Sanità, Simona De Francisci – intervengono, tra gli altri, i professori Luigi Demelia (presidente corso di laurea in Medicina, direttore Gastroenterologia Azienda ospedaliera-universitaria, Cagliari), Gavino Faa (ordinario di anatomia patologica, direttore Istituto anatomia patologica, Cagliari), Ferdinando Coghe (direttore laboratorio analisi Azienda ospedaliera-universitaria, Cagliari), Pierpaolo Coni (responsabile Patologia molecolare, Istituto anatomia patologica).

Le imprese iscritte alla gestione artigiani e commercianti dell’Inps, a partire da quest’anno, non riceveranno in forma cartacea alcuna lettera di avviso dei contributi in scadenza, né tantomeno le avvertenze per la compilazione del modello F24. Per non saltare alcuna rata nel pagamento dei propri contributi e per conoscere il preciso ammontare, artigiani e commercianti possono rivolgersi agli uffici di Confartigianato in tutta la Sardegna, delegandola così a comunicare con l’Istituto e a gestire la propria posizione, oppure accedere via internet al Cassetto Fiscale.

In entrambi i casi, infatti, sarà possibile reperire, la lettera informativa contenente i dati relativi agli importi da pagare per la contribuzione 2013.

Entro il 17 febbraio 2014 dovranno essere versati i contributi relativi:

  • al quarto trimestre 2013 in riferimento al minimale di reddito;

  • alla prima rata dei contributi relativi al minimale di reddito per periodi pregressi qualora dovuti.

Entro la medesima scadenza del 17 febbraio p.v., dovranno essere versati il primo e secondo acconto 2013, in riferimento alla eventuale quota eccedente il minimale di reddito imponibile e contestualmente, le somme allo stesso titolo dovute per gli anni precedenti.

Alle scadenze del 16 maggio, 20 agosto e 18 novembre 2014, infine, dovranno poi essere corrisposte rispettivamente la seconda, la terza e la quarta rata dei contributi relativi al minimale di reddito per periodi pregressi.

Sabato 1 febbraio 2014, alle ore 17.30, presso la biblioteca Comunale di viale Arsia, si terrà la presentazione del libro “Harraga. Migranti irregolari dall’Algeria. Il sogno europeo passa dalla Sardegna”.

Il libro, scritto da Arianna Obinu, è il risultato di un lavoro di ricerca su un fenomeno specchio del mondo di oggi, una storia tra le tante del nostro mar Mediterraneo. Intento dell’opera è quello di interrogarsi su cosa si nasconde dietro il fenomeno degli Harraga, su chi sono questi migranti, sulle risposte ricevute dal governo algerino e su quale risposta hanno dato i Sardi in merito agli sbarchi nelle coste del sud dell’Isola.

Alla presentazione, organizzata dal comune di Carbonia in collaborazione con la Caritas, interverranno Loriana Pitzalis, assessore alla Cultura del comune di Carbonia, Maria Marongiu, assessore alle Politiche sociali del comune di Carbonia, Mimmia Fresu, giornalista pubblicista già consulente per l’immigrazione, Raffaele Callia, direttore della Caritas di Iglesias ed esperto di immigrazione

Le associazioni Sulcis Youth Onlus e Associazione TDM 2000 presenteranno domani il progetto internazionale “Raise a problem, get an answer” che si terrà alle ore 12.00 presso la Sala Remo Branca del comune di Iglesias, in Piazza Municipio.

Il progetto, che vede l’Associazione TDM 2000 International come capofila, avrà la durata di 17 mesi e coinvolgerà più di 1000 giovani provenienti da Romania, Lituania, Estonia e Italia attraverso attività organizzate a livello locale e internazionale.

“Raise a problem, get an answer!” ha come scopo la promozione della cittadinanza attiva giovanile attraverso l’elaborazione di strumenti, fra i quali una piattaforma on line, che aiutino i giovani europei a essere soggetti attivi della propria comunità.
Il Progetto è realizzato nell’ambito del Programma comunitario “Gioventù in Azione – Azione 1.3, giovani e democrazia e con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna”.

Il Municipio di Iglesias copia

Prosegue la rassegna “Carbonia Scrive”. L’iniziativa, voluta dall’Amministrazione Comunale, Assessorato alla Cultura, in collaborazione con lo SBIS (Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis), è composta da un ciclo di appuntamenti con gli scrittori della città e con coloro che scrivono sulla Città.

Il prossimo appuntamento è per venerdì 31 gennaio 2014 con la presentazione del libro “I semi della pace nel cielo della poesia”, di Massimiliano Messina, dedicato alle opere di Pinuccio Sciola. Lo scrittore e l’artista di San Sperate saranno presenti alla serata.

La rassegna proseguirà secondo il seguente calendario:

Sabato 1 febbraio 2014, presentazione del libro “Harraga: migranti irregolari dall’Algeria. Il Sogno europeo passa dalla Sardegna” di Arianna Obinu;

Venerdì 7 febbraio, presentazione del libro “Il tempo dei tempi” di Maria Paola Loi.

Le presentazioni avverranno tutte alle ore 17.30, presso i locali della Biblioteca comunale di Viale Arsia. Alle presentazioni saranno presenti gli autori. 

Dal 25 gennaio al 24 maggio 2014 l’Arco Studio di via portoscalas 17 a Cagliari, centro di documentazione dello spettacolo dal vivo e sede de Il crogiuolo, ospiterà quello che di stagione in stagione è ormai diventato un appuntamento fisso, il cartellone del Teatro da Camera.

Fedele alla sua vocazione di dar spazio a giovani artisti e voce a quelle professionalità consolidate, che faticano a trovare spazi espressivi in un contesto cittadino e regionale depauperato da una politica culturale criminale, Il crogiuolo propone un programma ricco e variegato che affianca professionalità consolidate (Fausto Siddi, Blanca Teatro, OfficinAcustica, Adriano Orrù, Silvia Corda per fare alcuni nomi) ad emergenti (Valentina Picciau, Alice Madeddu, Roberto Deiana).

Trovano ampio spazio le proposte musicali che si alternano a quattro appuntamenti di teatro tutti al bedutto, fatta eccezione per l’ospitalità nazionale del gruppo carrarese Blanca Teatro, che comunque presenta un lavoro mai rappresentato in Sardegna.

La stagione si è aperta sabato 25 gennaio 2014, ore 21.00, con “Metti una sera a Napoli”, viaggetto poetico musicale nella cultura partenopea, scritto e interpretato da Antonio Volpi, accompagnato alla chitarra da Roberto Palmas.

Il 7 febbraio, ore 21.00, protagoniste le poesie di Boucar Wade, lette dallo stesso poeta e da Franco Bachetti e Silvia Serafi, accompagnati al pianoforte da Valeria Dessì.

Speranza, Nostalgia e Tragedia in un Esodo infinito del quale tutto il mondo è causa e protagonista, descritto con il cuore e l’anima di un grande poeta senegalese.

Il 22 febbraio, ore 21.00, OfficinAcustica presenta l’anteprima della nuova produzione dedicata a Chavela Vargas, con Annalisa Mameli voce, Corrado Aragoni pianoforte e Diego Deidda violino.

Interprete straordinaria del repertorio popolare messicano e latinoamericano, e “tante vite” da raccontare, Chavela Vargas nasce in Costarica nel 1919 e cresce lontana dagli affetti della famiglia, sperimentando fin da piccola il dolore della solitudine e dell’emarginazione.
Recentemente scomparsa, all’età di 93 anni, dopo una vita avventurosa, ricca di amori (Frida Kahlo fra questi), disperazione, sconfitte e rinascite, Chavela Vargas ci offre un raro esempio di dignità, forza e determinazione, che, pur filtrata dalle imprescindibili fragilità dell’animo umano, conserva integro e cristallino il suo messaggio di verità. Saranno le canzoni di Chavela Vargas, le sue verità e le sue storie, ad accompagnarci, con forza, intensità leggerezza e crudele ironia, nel suo mondo così terreno e così surreale, per farci tornare, come recita il verso di una sua canzone, «alle cose semplici, ai vecchi luoghi dove abbiamo amato la vita».

L’Associazione “ARCI Sardegna”, in collaborazione con diverse Amministrazioni Comunali, tra cui quella di Iglesias, ha indetto un bando per la partecipazione al progetto “Treno della Memoria Sardegna 2014”.

Il Treno della Memoria è uno spazio di conoscenza, un viaggio nella Storia e nella Memoria attraverso un percorso educativo capace di coniugare attività ludiche, testimonianze dirette della storia, momenti frontali e laboratori, realizzato partendo dalla scoperta dei luoghi e delle storie delle persone che hanno vissuto il periodo della seconda guerra mondiale. È uno spazio in cui i partecipanti hanno l’opportunità di incontrarsi e approfondire tematiche storiche e sociali relative a quegli anni, in un periodo in cui le testimonianze dirette di quei terribili accadimenti cominciano a scomparire.

La tappa più importante e intensa del progetto sarà il viaggio a Cracovia. I due momenti centrali sono rappresentati dalla visita guidata all’ex ghetto ebraico di Cracovia e quella ai campi di concentramento e sterminio di Auschwitz-Birkenau, a cui è dedicata un’intera giornata e che si concluderà con un cerimonia di commemorazione presso il “Piazzale dell’Appello”.

Il Treno della memoria si configura come un’esperienza molto forte, che coinvolge i giovani partecipanti in riflessioni profonde che si pongono l’ambizioso obiettivo di stimolare nei ragazzi una partecipazione attiva e una conoscenza che, partendo dalle tragiche vicende storiche della Seconda Guerra Mondiale, arrivi ad analizzare in modo critico e costruttivo il presente che li circonda.

Possono partecipare al progetto i giovani residenti nei comuni di Carbonia, Iglesias, Gonnesa, Villamassargia, Masainas e Fluminimaggiore, di età compresa tra i 18 e 25 anni, che si impegnino a partecipare a tutte le fasi del progetto e che si impegnino a contribuire con una quota di 50,00 €che dovrà essere versata nel corso delle riunioni preparatorie.

Gli interessati dovranno inviare il modulo di domanda (reperibile sul sito del comune di Iglesias), compilato in ogni sua parte, esclusivamente all’indirizzo e-mail cagliari@arci.it entro e non oltre le ore 13.00 di domenica 2 febbraio 2014.

A Carbonia è in fase di predisposizione la segnaletica stradale per dare esecuzione all’ordinanza n. 521 del 22 novembre 2013 di riordino delle strade interne di via Mazzini (via Risorgimento, via Cannas, via D. Millelire). L’ordinanza prevede:

via Risorgimento, nel tratto tra via Mazzini e verso via Trento, senso unico di marcia e divieto di sosta lato sinistro;

via Risorgimento, tratto via Mazzini verso via Millelire, senso unico di marcia e divieto di sosta lato sinistro;

via Cannas, tratto da via Trento verso via Mazzini, senso unico di marcia e divieto di sosta lato sinistro;

via Millelire, tratto da via Risorgimento verso via della Vittoria, senso unico di marcia e divieto di sosta lato sinistro;

via Millelire, tratto da via Risorgimento verso via Mazzini, senso unico di marcia e divieto di sosta lato sinistro.

Al fine di non arrecare disagio agli utenti e rendere graduale la modifica alla circolazione stradale si procederà nei prossimi giorni all’apposizione della segnaletica nella via Risorgimento, in via D. Millelire e in giorni successivi nella via Cannas.

Ai sensi del Codice della Strada la validità delle prescrizioni imposte decorrono trascorse 48 ore dall’apposizione della segnaletica. La Polizia Locale effettuerà una prima di fase di prevenzione e informazione anche tramite il presidio delle intersezioni e solo successivamente si arriverà alla fase di eventuali contestazioni di violazioni.

Carbonia dall'alto 18 copia

Gianfranco Piras è il nuovo presidente dell’ASD Tratalias calcio. Subentra ad Andrea Martinelli, in carica dal luglio 2010.

Il nuovo presidente ha assunto ufficialmente la nuova carica durante l’ultima riunione dell’assemblea dei soci.

«Continueremo ad operare nella scia lasciata dalla vecchia presidenza – ha detto Gianfranco Piras – cercando di dare serenità ad un ambiente scosso dagli avvenimenti negativi che hanno caratterizzato l’inizio della stagione. Cercherò di lavorare per dare una bella immagine al Tratalias calcio e raggiungere la salvezza il prima possibile, quindi al mio predecessore va il nostro ringraziamento personale.»

A coadiuvare il neo presidente ci saranno Fulvio Piras, vice-presidente; Gianluca Lecis, cassiere; e, infine, Filippo Cammarata, segretario.

Gianfranco PIras