25 October, 2021
HomeAmbienteSi è concluso, a Cagliari e a Sassari, l’evento Climathon, due giornate dedicate all’approfondimento del tema del cambiamento climatico.

Si è concluso, a Cagliari e a Sassari, l’evento Climathon, due giornate dedicate all’approfondimento del tema del cambiamento climatico.

[bing_translator]

Si sono concluse le due giornate dedicate all’approfondimento del tema del cambiamento climatico e all’ideazione di soluzioni innovative ma allo stesso tempo pratiche, di progetti che possono essere messi in campo da subito nelle città di Cagliari e Sassari.

Climathon, appuntamento mondiale sul clima che si rinnova annualmente oramai da diversi anni, ha interessato più di 100 città in tutto il mondo tra cui i due centri urbani della Sardegna, sostenuti dalla Regione.

La maratona ha coinvolto nella nostra isola circa 200 persone, cittadini e studiosi, liberi professionisti e ricercatori universitari, imprese e associazioni tutte accomunate dalla volontà di elaborare proposte per ridurre gli impatti dei cambiamenti climatici o per introdurre misure di adattamento al sempre più frequente verificarsi di fenomeni climatici estremi.

«Ringrazio Cagliari e Sassari che, in continuità con l’impegno assunto nell’ambito del progetto europeo Master Adapt coordinato dalla Regione, si sono impegnate anche quest’anno ad affrontare con un evento pubblico così partecipato la sfida del cambiamento climatico. Il contributo delle città è essenziale per la pianificazione di azioni che siano efficaci e declinate sulle particolarità dei territori – ha detto l’assessore Donatella Spano partecipando ai lavori conclusivi della manifestazione in diretta da Sassari ed in collegamento con la sala del Consiglio comunale di Cagliari -. L’impegno dei cittadini serve anche di stimolo ai governi perché mantengano alta l’attenzione su questi aspetti a livello locale, con politiche e azioni che sono funzionali al raggiungimento degli impegni internazionali assunti, come ad esempio  quello di Parigi del 2015, anche alla luce delle preoccupazioni sul riscaldamento globale recentemente sollevate dal rapporto speciale del gruppo di ricerca intergovernativo sul cambiamento climatico (IPCC), pubblicato ai primi di ottobre.»

«Il valore aggiunto di Climathon – ha precisato Donatella Spano – è la sua capacità di coinvolgere le persone, accrescendo la consapevolezza su queste problematiche e sviluppando la capacità di attivare un meccanismo di responsabilità e di volontà di impegnarsi in prima persona su questioni che non sono solo ambientali, ma anche sociali ed economiche, poiché incidono su tutti gli aspetti della qualità della nostra vita.»

«Anche quest’anno Climathon è stata un’importante occasione per riflettere sui cambiamenti climatici e sensibilizzare cittadini, studiosi e imprese su soluzioni virtuose – ha detto Francesca Ghirra, assessore della Pianificazione Strategica e Urbanistica del Comune di Cagliari C-. on la candidatura a Capitale europea della sostenibilità per il 2021 e la predisposizione delle linee guida per l’adeguamento del PUC al PPR abbiamo concentrato la nostra attenzione sulle maggiori criticità del nostro territorio: gestione sostenibile dell’acqua, mitigazione delle isole di calore e uso sostenibile del suolo. I gruppi di lavoro hanno ideato soluzioni innovative che confidiamo possano contribuire a raggiungere i nostri sfidanti obiettivi.»

«Per il secondo anno consecutivo, la città di Sassari ha accolto l’entusiasmante e importante sfida di Climathon che permette di coinvolgere professionisti, ricercatori, cittadine e cittadini attivi nell’ideazione di azioni concrete in grado di affrontare il problema dei cambiamenti climatici – ha dichiarato Fabio Pinna, assessore alle Politiche Agro-ambientali e Verde Pubblico del Comune -. Le proposte elaborate dai partecipanti nel corso delle intense 24 ore dell’evento hanno in particolare approfondito il tema dell’ottimizzazione della gestione della risorsa idrica in agricoltura. La giuria ha particolarmente apprezzato la qualità e l’elevato livello di fattibilità delle idee che certamente potranno ulteriormente essere sviluppate grazie alla collaborazione tra i partecipanti e la stessa amministrazione.»

A Cagliari il titolo dell’idea premiata è “Fuori dai nodi”, un progetto innovativo per ridurre l’uso del suolo in città, attraverso un sistema di connessione pedonale dei quartieri che valorizzi ed incrementi il verde urbano,oltre a promuovere la mobilità dolce e sostenibile.

L’idea vincente di Sassari, invece è “EBA – Efficient Blue Agricolture”, un sistema per certificare un ridotto consumo idrico nel settore agricolo a partire dall’ambito territoriale della Nurra. La certificazione consente di attribuire un marchio ai prodotti il cui sistema di coltivazione è improntato a un criterio di maggiore efficienza nell’utilizzo di acqua, grazie all’uso di infrastrutture tecnologiche e all’adozione di pratiche innovative.

I vincitori avranno l’opportunità di partecipare assieme alla Climate KIC Italia ad Ecomondo, evento dedicato all’economia circolare e allo sviluppo sostenibile che si terrà agli inizi di novembre a Rimini. Una  iniziativa organizzata per creare un ponte tra tutte le idee vincenti di questa edizione di Climathon. 

 

Nuovo sbarco di migr
Massimo Melis (Sant'

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT