29 January, 2023
HomeSocialeAl via una collaborazione di studio e ricerca tra la Comunità Mondiale della longevità (CmdL) e la Uil pensionati della Sardegna.

Al via una collaborazione di studio e ricerca tra la Comunità Mondiale della longevità (CmdL) e la Uil pensionati della Sardegna.

[bing_translator]

E’ stato siglato questa mattina nel corso di una conferenza che si è svolta nella sala congressi del presso il Caesar’s Hotel a Cagliari un protocollo di intesa per la realizzazione del progetto “Cronos Valetudo” tra il Centro di ricerca diretto da Roberto Pili il Sindacato UIL Pensionati della Regione Sardegna.

“Cronos Valetudo” è un originale progetto di ricerca biopsicosocioeconomico. Studierà su larga scala basandosi su un campione di pensionati Uil, distribuiti nei territori della Sardegna, rappresentativi della diversificata e complessa situazione sociale dell’isola segnata da disagi e sofferenze la reale situazione delle fasce più anziane della popolazione.

L’obiettivo è portare avanti una capillare attività di ricerca, studio, divulgazione e promozione del benessere, e valutare il ruolo economico e di produzione materiale ed immateriale delle fasce di popolazione anziana. Su queste problematiche che diversi anni sono al centro degli studi dei ricercatori della Comunità Mondiale della Longevità si è siglata una alleanza con la UIL Sardegna.

«Solo attraverso un contatto diretto con chi vive in prima persona l’odierna transizione demografica è possibile coglierne il reale impatto e poter individuare le migliori politiche attive per la promozione del benessere – afferma Roberto Pili – lo studio attingerà al bacino dei 20mila iscritti al sindacato Uil di questi 4.500 sono over 80 e 21 centenari. Per noi che lavoriamo sulle problematiche della longevità sono numeri importantissimi. Se gestito e accompagnato da politiche e intelligenti l’invecchiamento non è un onere ma grande ricchezza del paese.»

Il focus del progetto è l’invecchiamento in salute, il benessere e la promozione della buona qualità della vita. Questa nuova alleanza tra mondo della scienza e l’impegno sociale del sindacato, apre una finestra sulle innumerevoli prospettive offerte dall’invecchiamento attivo.

«La collaborazione con la Comunità Mondiale della Longevità rappresenta un valore aggiunto per l’importante ruolo che questa svolge dal punto di vista scientifico e divulgativo a livello internazionale – conclude Rinaldo Mereu, segretario regionale UIL Pensionati – rientra in pieno nella intensa attività che il sindacato UIL svolge nell’interesse della categoria dei pensionati.»

FOLLOW US ON:
I Riformatori sardi
A Cagliari i seminar

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT