20 May, 2022
HomeLavoroLavori pubbliciLa Regione ha stanziato 400mila euro per la ricostruzione ed il ripristino delle opere danneggiate dalle mareggiate in località Museddu, nel comune di Cardedu.

La Regione ha stanziato 400mila euro per la ricostruzione ed il ripristino delle opere danneggiate dalle mareggiate in località Museddu, nel comune di Cardedu.

[bing_translator]

La Regione ha stanziato 400mila euro per la ricostruzione ed il ripristino delle opere danneggiate dalle mareggiate in località Museddu. Lo ha deciso la Giunta su proposta dell’assessore regionale dei Lavori pubblici, Roberto Frongia. Si tratta di risorse comprese nell’ambito della strategia messa in campo per interventi urgenti di ripristino di opere pubbliche danneggiate da eventi o avversità atmosferiche come alluvioni, frane, mareggiate, esplosioni ed eruzioni vulcaniche.

«Nel corso del 2019 si è già riscontrata la necessità di affrontare tempestivamente particolari situazioni di criticità, una di queste ha riguardato il comune di Cardedu – spiega l’assessore Roberto Frongia –. Ho rinvenuto, dopo le opportune verifiche con l’Amministrazione comunale, gli estremi dell’urgenza, con particolare riferimento alla barriera costituita anche dalla sede stradale. È dovere di chi amministra la cosa pubblica riuscire a dare risposte in tempi brevi.»

Attualmente l’area, infatti, risulta vulnerabile rispetto ad altri eventi calamitosi che senza interventi tempestivi potrebbero arrecare danni alle persone, alle abitazioni, alle attività commerciali e alle reti tecnologiche. Da qui la necessità di agire con tempestività.

«In attesa di un intervento definitivo – è il commento del sindaco di Cardedu, Matteo Piras – abbiamo stimato in 400mila euro le somme necessarie per il ripristino del tratto di viabilità, delle reti tecnologiche e della barriera a protezione della via Lungomare a Museddu. La celerità dimostrata dall’assessorato dei Lavori pubblici nell’analisi della situazione e nello stanziamento delle risorse è stata la risposta più efficace che la nostra comunità potesse auspicare – conclude Matteo Piras -. Procederemo ora con i lavori.»

 

La proposta di Ener.
Il comune di Capoter

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT