8 December, 2021
Home2019Luglio (Page 2)

[bing_translator]

Domani, giovedì 1 agosto, negli uffici dell’Assessorato della Difesa dell’Ambiente, alle ore 11.00, l’assessore Gianni Lampis sottoscriverà, insieme al direttore generale del Corpo forestale, Antonio Casula, un protocollo di collaborazione con E-distribuzione (area territoriale nord ovest) in materia di antincendio boschivo e rurale, impatto ambientale e miglioramento della qualità del servizio elettrico.

[bing_translator]

In virtù dell’ordinanza sindacale n. 16 del 3 maggio 2019, emessa a riguardo della minimizzazione dei rifiuti in plastica sul territorio comunale (a partire dal 1 giugno 2019) e di conseguenza dell’incremento della raccolta differenziata, l’Associazione Culturale Sardinian Events, sensibile a questo provvedimento, intende dare il suo apporto a questa lodevole azione nel recupero dei tappi di plastica.

Il dinamismo di Sardinian Events vedono i soci chiamati a collaborare con il Centro Mondialità Sviluppo Reciproco e la Diocesi di Livorno e la Ditta Galletti Ecoservice nella selezione di rifiuti speciali, nel riciclaggio e stoccaggio di materiali plastici nell’individuazione della raccolta dei tappi. I tappi accumulati vengono venduti a ditte che riciclano la plastica per creare oggetti di uso comune; con il ricavato di questa vendita il Centro Mondiale Sviluppo Reciproco con sede a Livorno, costruisce pozzi e acquedotti nelle regioni aride della Tanzania.

Il Progetto idrico vede coinvolte le popolazioni dei villaggi della Tanzania nell’ambiente tipico della savana con grandi problemi di siccità. I pochi pozzi della popolazione non hanno l’acqua potabile. Tra gli abitanti viene istituito un comitato che ha lo scopo di garantire la manutenzione e la gestione dell’impianto idrico. A seguito di una indagine idrogeologica, per individuare l’acqua nel sottosuolo, la popolazione locale contribuisce attivamente ai lavori di costruzione durante l’escavazione del pozzo.

Il Centro Mondiale Sviluppo Reciproco e le popolazioni dei villaggi sono riusciti a portare l’acqua potabile a oltre 84mila persone in Tanzania. Questo è stato possibile grazie alla promozione di iniziative ed educazione alla mondialità e alla pace, di informazione e sensibilizzazione della cittadinanza sui temi della sostenibilità ambientale e della solidarietà tra i popoli in particolar modo nel Sud d’Africa in Tanzania dove oltre a questo progetto di cooperazione nel settore idrico si conducono programmi in vari settore quali sanità di base, il sostegno scolastico e la formazione agricola.

L’impulso di Sardinian Events si elabora in un’azione efficace attraverso la Comunità di Portoscuso a favore della costruzione di una umanità unita e solidale anche attraverso gesti quotidiani come la raccolta dei tappi di plastica che dà alle popolazioni della Tanzania di beneficiare a fonti di acqua potabile.

Questa operazione consente molteplici effetti: un’azione educativa nell’utilità sociale del riciclaggio dei tappi di plastica; la sensibilizzazione sul problema della solidarietà internazionale e della facilità con la quale un gesto semplice come buttare un tappo nel raccoglitore giusto possa cambiare il destino di un altro coetaneo della Tanzania, la salvaguardia dell’ambiente nel nostro territorio comunale e, in particolar modo, la tutela del nostro mare e delle nostre spiagge.

L’impegno dei sardi vede la loro partecipazione con risultati sorprendenti tanto da essere la quarta regione italiana che nel 2018 ha raccolto 14mila kg di tappi.

Questo è un evidente segno di come la gente di Sardegna continua a dimostrare gesti semplici e ricchi di umanità grazie alla partecipazione ad iniziative umanitarie e che grazie alla generosità contraddistingue i sardi ad avere quelle attenzioni rivolte alle popolazioni più deboli. Dal 2002 ad oggi con il ricavato della vendita dei tappi sono stati raggiunti gli obiettivi del progetto idrico con la realizzazione di 7 acquedotti, 61 pozzi raggiungendo ben 55 villaggi con condutture idriche portando l’acqua a 84 mila persone.

«Un particolare ringraziamento – dichiara Kicco Cherchi di Sardinian Events -, va all’AVIS e alla Croce Azzurra di Portoscuso che da anni si sono fatti artefici nella raccolta dei tappi e che continuano l’opera coadiuvando con Sardinian Events. Il Centro Raccolta di Portoscuso è attivo tutti i lunedì in via Iglesias 2 dalle 17,00 alle 18,30. La raccolta dei tappi di questa iniziativa sostiene la raccolta differenziata e per questa ragione il comune di Portoscuso cogli l’ occasione nel concedere il patrocinio.»

[bing_translator]

L’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu, ha approvato il piano d’emergenza che consentirà ad Ats di reclutare medici per rispondere all’emergenza estiva dei presidi territoriali.

«Il piano – spiega l’assessore regionale della Sanità – consente di procedere immediatamente al reclutamento di medici, attraverso tutte le possibili soluzioni giuridiche utilizzabili. È un azione necessaria per dare risposta ai presidi in sofferenza a causa delle carenze di personale. Grazie a questa misura riusciremo a scongiurare la chiusura dell’Ospedale di Ghilarza e contiamo di dare risposte, in particolare ai presidi rurali su cui gravano la maggior parte delle preoccupazioni dei cittadini. Le criticità sono molteplici, ma non abbiamo intenzione di abbandonare i territori.»

[bing_translator]

La Giunta regionale ha disposto lo scioglimento del Consiglio comunale di Maracalagonis, a seguito della scomparsa del primo cittadino Mario Fadda. Il Consiglio e la Giunta rimarranno in carica fino alla elezione del nuovo consiglio e del nuovo sindaco. Sino alle predette elezioni le funzioni del sindaco saranno svolte dal vicesindaco. Il Presidente disporrà ora, con proprio decreto, l’atto formale di scioglimento.

Su proposta dell’assessore degli Enti locali, Quirico Sanna, la Giunta ha nominato Giorgio Speranza, funzionario dell’assessorato degli Enti locali, commissario ad acta, in sostituzione del consiglio comunale di Quartucciu, per l’approvazione del Piano particolareggiato del Centro storico in adeguamento al Piano paesaggistico regionale e Sofia Secci, funzionaria dell’Assessorato degli Enti locali, commissario ad acta, in sostituzione del consiglio comunale di Burgos, per l’adozione del Piano particolareggiato del Centro di prima e antica formazione.

Su proposta dell’assessore dell’Agricoltura Gabriella Murgia, la Giunta ha deliberato di prorogare la gestione commissariale del Consorzio di bonifica dell’Oristanese e ha nominato Cristiano Carrus quale commissario straordinario, sino all’espletamento delle elezioni degli organi consortili.

Su proposta dell’assessore del Lavoro Alessandra Zedda, la Giunta, a seguito di una apposita procedura ad evidenza pubblica, ha deciso di nominare Massimo Temussi, quale direttore generale dell’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro, ASPAL.

Su proposta dell’assessore della Difesa dell’Ambiente Gianni Lampis, la Giunta ha approvato la proroga dell’avvio dei lavori delle opere legate ai contributi concessi, per l’annualità 2019, dalla Regione ai Comuni che hanno subito una diminuzione degli occupati nel settore della forestazione. 

Sempre su proposta dell’assessore Gianni Lampis, l’Esecutivo ha concesso una proroga ai Comuni per l’avvio dei lavori di manutenzione e valorizzazione del patrimonio boschivo in prossimità di aree interessate da deindustrializzazione, cave dimesse, incenerimento di rifiuti, in virtù di contributi concessi nell’annualità 2017-2018.

Su proposta dell’assessore della Pubblica istruzione Andrea Biancareddu, la Giunta ha approvato i criteri e le modalità di erogazione dei contributi concessi dalla Regione per la manutenzione straordinaria degli impianti sportivi comunali dati in concessione.

Su proposta dell’assessore regionale della Sanità Mario Nieddu, la Giunta ha poi approvato il provvedimento che consentirà alla Regione di incassare dallo Stato risorse per 444 mila euro da destinare alle politiche a favore della famiglia.

[bing_translator]

L’Ordine degli Psicologi della Sardegna ha espresso forte preoccupazione sulle dichiarazioni dell’on.le Domenico Gallus, presidente della Commissione Sanità del Consiglio Regionale, contro il diritto degli psicologi ad accedere alla direzione dei centri di salute mentale. «Spero che si tratti di un’opinione personale dell’on.le Domenico Gallus – ha dichiarato Angela Quaquero, presidente dell’Ordine degli Psicologi della Sardegna – opinione che peraltro non è assolutamente condivisibile. Lo psicologo, così come lo psichiatra, è un professionista della salute mentale, con una posizione riconosciuta in tutta Italia, come sancito, inoltre, da importanti sentenze ai diversi livelli amministrativi.»
Per fare chiarezza in merito, l’Ordine degli Psicologi, insieme l’AUPI regionale (sindacato autonomo Psicologi) e con il Servizio di Psicologia dell’ATS, ha chiesto un’audizione urgente nella VI Commissione. Urgenza dettata dalla volontà espressa dall’on.le Gallus di chiedere all’assessore regionale della Sanità Mario Nieddu il blocco dei bandi del 19 luglio scorso, che consentono la partecipazione anche agli psicologi per il concorso alla direzione dei centri di salute mentale.

[bing_translator]

Gli occhi lucidi dei piccoli, dei loro parenti e delle loro maestre. Sono le immagini che meglio rappresentano le emozioni vissute stamattina da 27 bambini della nostra città per aver ricevuto dal personale dell’Asilo nido comunale “I Colori dell’Arcobaleno” i meritati diplomi di frequenza. Alla cerimonia di premiazione erano presenti il Sindaco Paola Massidda, l’assessore alle Politiche giovanili Loredana La Barbera, il personale dell’Asilo nido comunale e i genitori e parenti dei piccoli.

«Oggi è davvero una bellissima giornata per i nostri piccolissimi cittadini che, grazie al supporto dei genitori, dei nonni e delle operatrici dell’asilo nido comunale, stanno compiendo i primi passi nel loro percorso di vita. Il conseguimento del diploma è un piccolo ma importante traguardo per i nostri bambini. Il mio auspicio è che ad esso possano seguirne tanti altri», ha detto il sindaco Paola Massidda.

Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore delle Politiche giovanili Loredana La Barbera, che «ha ringraziato il personale dell’Asilo nido che, con tanto amore e professionalità, ha seguito quotidianamente i bambini. Si tratta di un servizio fondamentale che consente ai piccoli di socializzare e integrarsi con i loro coetanei, dando nel contempo l’opportunità ai propri genitori di non rinunciare agli impegni professionali e alle incombenze giornaliere».

[bing_translator]

Si avvicina, in Sardegna, il tempo di uno degli appuntamenti letterari più attesi dell’isola: è il premio intitolato a Giuseppe Dessì, in programma a Villacidro, per l’edizione numero trentaquattro, da domenica 22 a domenica 29 settembre. E sarà, come da tradizione, un fitto calendario con presentazioni di libri, concerti, mostre e laboratori e il momento centrale della premiazione dei vincitori, sabato 28 settembre: quaranta appuntamenti, che animeranno il centro del Sud Sardegna dove lo scrittore sardo aveva le sue radici, con la presenza di ospiti d’eccezione, come, tra gli altri gli scrittori Enrico Galiano, Diego De Silva, Simona Sparaco, la violinista Anna Tifu ed il pianista Marco Schirru, il cantautore Pacifico.

Sono 351 le opere pervenute alla segreteria del premio: 239 per la Sezione Narrativa e 112 per la Sezione Poesia. Nei prossimi giorni saranno esaminate dalla giuria che selezionerà tre finalisti per ciascuna delle due sezioni letterarie, i cui nomi verranno annunciati nel corso di una conferenza stampa prevista per i primi di settembre. Presieduta da Anna Dolfi, la qualificata commissione giudicatrice è composta da Duilio Caocci, Giuseppe Langella, Giuseppe Lupo, Stefano Salis, Gigliola Sulis, dal presidente della Fondazione Dessì Paolo Lusci, e, in un passaggio di testimone con Massimo Onofri e Mario Baudino, da due nuovi giurati: l’italianista Gino Ruozzi, dell’Università di Bologna, e la firma del quotidiano Il Giornale Luigi Mascheroni.

[bing_translator]

Lunedì 5 agosto, alle ore 12,00, presso la Hall Centrale dell’aeroporto di Olbia sarà presentata la 25ª edizione della Sagra del Mirto, in programma a Telti, dal 9 all’11 agosto.

Saranno presenti il Sindaco di  Telti Gianfranco Pinducciu, l’assessore del Turismo Alberto Pizianti, il Presidente della Pro Loco Marilena  Suelzu ed il direttore artistico Mauro Mibelli, rappresentanti dell’Associazione Ascunas ed i produttori di Mirto Galù, Petra Manna e La Neula.

Durante la conferenza stampa saranno illustrati tutti i dettagli della 25ª Sagra del Mirto.

 

[bing_translator]

Dal 20 al 22 settembre la Fiera di Cagliari ospiterà la prima edizione del Festival dell’Oriente. Nell’occasione ci si potrà immergere nel fascino e nella bellezza del mondo Orientale, che coinvolgerà il pubblico con un’ondata di energia positiva e farà vivere tutte le emozioni che questo evento è in grado di regalare!

Un viaggio a “chilometro 0” tra i profumi e le meraviglie del continente Orientale, dalla Thailandia alla Cina, dal Giappone allo Sri Lanka, dall’India al Tibet, dalla Mongolia al Vietnam, dalla Corea all’Indonesia!

Dopo lo strepitoso successo delle edizioni di Napoli, Brescia, Perugia, Carrara, Padova, Milano, Bologna, Genova, Torino, Roma e la tappa internazionale nella città di Nizza, la magia dell’Oriente approda a Cagliari con un intenso fine settimana all’insegna di musica, cultura, folklore ed intrattenimento, per un’edizione che farà sicuramente battere il cuore.

Il pubblico avrà l’opportunità di visitare le aree culturali dedicate ai vari paesi, dove sarà possibile apprezzare le cerimonie e la tradizione d’Oriente: nell’area dedicata al Giappone si potrà ammirare la riproduzione di un villaggio tradizionale, accedere ad un giardino zen, visitare le mostre, i bazar, gli stand commerciali, o ancora, prendere parte a vere e proprie cerimonie tradizionali e gustare la gastronomia tipica tra profumati fiori di ciliegio!

Rilassarsi con i massaggi tradizionali nell’area Thailandese non sarà più un sogno difficilmente realizzabile, nell’area del Tibet si potrà partecipare alla cerimonia tradizionale della distruzione del Mandala, oppure, nell’area indiana, visitare la ricostruzione di un tempio buddista!

Ampio spazio sarà dedicato anche al folklore di questa magnifica terra, grazie agli spettacoli di musica e danza! Il pubblico potrà entusiasmarsi ascoltando il concerto dei tradizionali Tamburi da Guerra Giapponesi, scatenarsi al ritmo coinvolgente della musica Bollywood, ammirare le movenze sensuali delle ballerine di Danza del Ventre, lasciarsi coinvolgere dalla musica indiana Bhangra, oppure, partecipare alla cerimonia di Vestizione del Kimono, farsi trasportare dalle suggestive melodie della Mongolia, o incantarsi con la spettacolare Danza del Leone acrobatica cinese.

Un’attenzione particolare sarà data anche alle conferenze, con la presenza di apposite sale per interessanti seminari, workshop e dibattiti sulle diverse culture e tradizioni orientali, dall’alchimia alla naturopatia, dalle arti marziali al feng shui, dalla riflessologia alle costellazioni familiari.

Ricchissima anche l’offerta gastronomica, grazie al debutto in Italia del primo Sushi Village, perché la cucina giapponese non è qualcosa che si mangia soltanto, ma è anche qualcosa da ammirare. Una storia antichissima, un viaggio ricco di sorprese tra mostre, rituali, dimostrazioni di cucina, musica, profumi, sapori e molto altro. Sarà inoltre possibile scegliere, tra i numerosi punti ristoro presenti, piatti tradizionali di Cina, Giappone, India, Tibet, Thailandia, Vietnam!

Non poteva mancare il settore dedicato al mito delle Arti Marziali: il pubblico potrà apprezzare performance di maestri ed atleti e prendere parte a seminari di Aikido, Karate, Ju Jitsu, Tai Chi Chuan e tutte le arti marziali Orientali!

Sarà un’esperienza unica e coinvolgente che regalerà ai visitatori emozioni senza eguali, un viaggio che riempirà gli occhi ed il cuore di colori, musica, profumi e suggestioni d’Oriente.

Appuntamento venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 settembre dalle 10:30 alle 22:30 alla Fiera della Sardegna!

[bing_translator]

Su proposta dell’assessore degli Enti locali Quirico Sanna, la Giunta regionale ha nominato Pietro Fois, coordinatore regionale dei Riformatori sardi, nuovo amministratore straordinario della provincia di Sassari. L’incarico era vacante, a seguito delle dimissioni del precedente amministratore, Guido Sechi.

La notizia, nell’aria da alcune settimane, farà sicuramente discutere. Pietro Fois, infatti, è il coordinatore regionale in carica dei Riformatori sardi, il partito che ha promosso il referendum abrogativo delle province che ha portato alla cancellazione delle quattro province di istituzione regionale: Carbonia Iglesias, Olbia-Tempio, Medio Campidano ed Ogliastra.