24 September, 2021
HomeSanitàNuove comunicazioni del sindaco di Iglesias sulle misure di contenimento per l’emergenza Covid-19

Nuove comunicazioni del sindaco di Iglesias sulle misure di contenimento per l’emergenza Covid-19

[bing_translator]

In ottemperanza alle prescrizioni contenute nel decreto del presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile 2020 e nell’ordinanza del presidente della Regione Autonoma della Sardegna n.20 del 02/05/2020, il sindaco di Iglesias, Mauro Usai, a partire dalla giornata di oggi, lunedì 4 maggio, fino alla data del 31 maggio, ha disposto quanto segue:
• La riapertura dell’ecocentro comunale, secondo i consueti giorni e orari ed in caso di effettiva necessità, con l’obbligo di rispettare le norme sanitarie che prevedono il distanziamento interpersonale ed il divieto di assembramenti.
Nello specifico:
• E’ consentito l’accesso all’interno dell’ecocentro ad un utente per volta, e l’accesso sarà limitato alle persone che si recano nella struttura in automobile; gli utenti a piedi non potranno accedere alla struttura al fine di limitare gli assembramenti.
• I cittadini dovranno attendere il proprio turno all’interno delle loro automobili, ed i rifiuti andranno conferiti all’ecocentro già divisi per tipologia;
• In ogni autovettura potrà essere presente una sola persona e dovranno essere utilizzati i dispositivi di protezione individuale come mascherine e guanti.
• Ogni utente potrà recarsi all’ecocentro non più di una volta al giorno, ed in ogni caso non più di una persona per nucleo familiare.
• La riapertura del cimitero Civico, secondo le seguenti modalità:
• Il cimitero sarà aperto tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 12.00, tranne il lunedì ed il mercoledì; i visitatori dovranno evitare rigorosamente assembramenti e recarsi nella struttura muniti di dispositivi di protezione individuale come guanti e mascherine.
• Si potrà accedere al Cimitero solo attraverso il portone centrale, che rappresenterà l’unico ingresso aperto.
• Gli ingressi dei visitatori saranno contingentati, con la presenza di un massimo di 30 visitatori per volta; la permanenza sarà consentita per il tempo massimo di un’ora, con chiusura della struttura improrogabilmente alle ore 12.00.
• Il cimitero della frazione di Nebida sarà aperto il lunedì e il mercoledì dalle ore 8.00 alle ore 12.00 con la presenza di un massimo di 15 visitatori per volta, muniti di dispositivi di protezione individuale.
• Il giardino pubblico e gli altri spazi verdi saranno aperti tutti i giorni per le 24 ore, con l’obbligo di evitare la sosta e mantenere la distanza interpersonale.
In ottemperanza a quanto previsto nelle disposizioni ministeriali, non è consentito l’accesso alle aree gioco destinate ai bambini.
• Sarà consentita l’attività di commercio ambulante in forma itinerante di generi alimentari, con l’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale ed il rispetto del distanziamento interpersonale tra i commercianti ed i clienti, e tra gli stessi clienti.
Trattandosi della vendita di generi alimentari, sarà consentito lo svolgimento del Mercatino del mercoledì della Coldiretti.
• In continuità con quanto disposto nelle ordinanze precedenti, viene prorogato il divieto di sosta davanti a farmacie e parafarmacie, per uno spazio equivalente alla misura di 3 stalli di parcheggio.
Il commercio effettuato, in città e nelle frazioni, per mezzo di distributori automatici, è consentito; sarà cura del gestore garantire un accesso al distributore automatico che permetta il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.
• I provvedimenti hanno validità fino al 31 maggio, salvo ulteriori disposizioni. Per le disposizioni relative agli spostamenti, alle attività motorie consentite e all’apertura di attività commerciali come ristoranti e bar, negozi di abbigliamento, gioiellerie, attività di cura alla persona (parrucchieri, estetisti, tatuatori, ecc.), ed altre attività di commercio al dettaglio, si rimanda alle prescrizioni contenute attualmente nei decreti ministeriali e nelle ordinanze regionali. Nei prossimi giorni, sentite le autorità competenti e le associazioni di categoria, verrà valutata l’apertura delle suddette attività, come stabilito dal presidente della Regione Sardegna in ordine ai poteri dei Sindaci.

FOLLOW US ON:
Secco "NO" del comun
I Progressisti: «No

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT